Riscaldamento globale?

Home Forum PIANETA TERRA Riscaldamento globale?

Questo argomento contiene 275 risposte, ha 39 partecipanti, ed è stato aggiornato da  deg 11 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 81 a 90 (di 276 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #71004

    skyligth
    Partecipante

    scusa richard, ma ti sembra che io abbia messo in discussione dati ?
    no. ho detto solo che dobbiamo usare la testa per interpretare tutte le info che ci sono in rete. e che neanche gli scienziati sanno esattamente cosa succederà. perchè prima parlano di riscaldamento, poi si raffreddamento, poi di bilanciamento tra le due cose…etc.
    ovvio che tra questo intrico ci sono info false e altre vere, e alcune a dir poco impressionanti (come per esempio quella che citi)
    ma ciò non toglie che le nostre impressioni sul clima sono appunto impressioni.
    io sto parlando di quello che percepiamo ogni giorno.
    es: oggi fa caldo e noi pansiamo, perchè? e subito ci viene in mente l'ultima teoria sul riscaldamento.
    ma prima di ensare a ciò non si potrebbe pensare che semplicemente c'è l'anticiclone che richiama aria calda dal sud? nooo sarebbe troppo scontato e semplice..
    ecco quello che voglio dire.
    gli andamenti climatici si misurano in anni e secoli, non in giorni!
    quelli li percepiamo noi.


    #71005

    deg
    Partecipante

    Anche le zucchine stanno rifacendo i fiori, ma forse è normale con il caldo di questi giorni.
    Non voglio dire che non succede nulla, ma diciamo che per le piante, non credo sia tanto difficile essere ingannate.


    #71006

    skyligth
    Partecipante

    lila:
    nome botanico:Cyclamen persicum

    famiglia:Primulacee

    breve descrizione: Pianta erbacea, bulbosa, spontanea (raggiunge i 10 cm di altezza), coltivata ( arriva ai 20 cm.), apprezzata per i suoi fiori dai colori vivaci, molto ornamentali ed odorosi. Le foglie, tutte basali e lungamente picciolate, hanno una forma ovato-cuoriforme, denticolate o intere, spesso macchiate di bianco nella pagina superiore e rossastre sulla pagina inferiore, sono molto decorative. Esistono diverse specie, la più adatta ad un utilizzo casalingo è certamente il Cyclamen persicum, con foglie rotondeggianti molto graziose e fiori a 5 lobi. Il colore di queste gradevoli fioriture varia: bianco, lilla, rosa, rosso e porpora. Attraverso un lavoro di selezione, sono state create delle vatietà di misura inferiore chiamate comunemente “miniature”. Le dimensioni variano dai 10 ai 15 cm., ma per il resto sono identici agli altri ciclamini. Un'altra variante sono i ciclamini “midi”, di misura intermedia. Sono state, inoltre, create molte nuove selezioni, disponibili con un assortimento ampio di colori. La serie “Otello”, ad esempio, è molto apprezzata per la particolare colorazione sfumata, in rosa, viola e viola porpora.

    durata: Perenne

    periodo di fioritura:la stagione delle fioriture va da settembre fino ad aprile. In condizioni ambientali particolarmente favorevoli possono durare diverse settimane.

    area di origine:Area mediterranea orientale
    http://www.leserre.it/enciclopedia1124/primulacee/ciclamino/cyclamen_persicum.html


    #71007

    lila
    Partecipante

    [quote1223912968=m.degournay]
    Anche le zucchine stanno rifacendo i fiori, ma forse è normale con il caldo di questi giorni.
    Non voglio dire che non succede nulla, ma diciamo che per le piante, non credo sia tanto difficile essere ingannate.
    [/quote1223912968]
    le piante forse si vengono ingannate ma gli uccelli ?


    #71008

    skyligth
    Partecipante

    qui in friuli niente rondini… te lo posso assicurare.


    #71009

    windrunner
    Partecipante

    Ad ogni modo hanno “previsto” che da giovedì rientriamo di nuovo nel clima autunnale… quindi… mi ricordo in passato che ci sono stati dei periodi di caldo fuori stagione o di freddo fuori stagione…

    Certo è che tutto può avere un nesso… ma anche no… intendo che se il caldo dovesse perdurare per più di un mese arrivando a fine novembre con questo clima… allora qualche dubbio mi verrebbe… capite cosa intendo? 🙂


    #71012
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ragazzi abbiamo messo su Ag articoli che descrivono bene come in varie parti del mondo diverse specie di animali non si comportano come dovrebbero e non si trovano dove dovrebbero ,non stiamo sognando , solo che non ce lo fanno vedere..


    #71010

    windrunner
    Partecipante

    [quote1223913476=Richard]
    ragazzi abbiamo messo su Ag articoli che descrivono bene come in varie parti del mondo diverse specie di animali non si comportano come dovrebbero e non si trovano dove dovrebbero ,non stiamo sognando , solo che non ce lo fanno vedere..
    [/quote1223913476]

    Questo è sicuro 🙂

    Parlavo per la situazione Italia in dettaglio 😉


    #71011
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ad esempio le api in Italia, vedi che ne parlano un secondo sui media e poi stop?

    Wind fidati che la situazione non è nella norma


    #71013

    deg
    Partecipante

    [quote1223913087=lila]
    [quote1223912968=m.degournay]
    Anche le zucchine stanno rifacendo i fiori, ma forse è normale con il caldo di questi giorni.
    Non voglio dire che non succede nulla, ma diciamo che per le piante, non credo sia tanto difficile essere ingannate.
    [/quote1223912968]
    le piante forse si vengono ingannate ma gli uccelli ?
    [/quote1223913087]

    Infatti ci stavo proprio pensando!
    Per le rondini, non potrebbe essere che semplicemente non sono ancora andate via, perché trovano ancore cibo (insetti) in abbondanza perché (e ci ritorniamo) fa ancora caldo?
    Dopo tutto questo è il periodo delle loro partenza.

    Pendolari del cielo
    In questo periodo qualcuna è ancora al nido, ad accudire la seconda covata, ma il grosso dell'esercito rondinino ha già cominciato a radunarsi nei roost, canneti che si trovano nelle zone umide e funzionano come grandi dormitori comuni. La scelta non è casuale, in queste zone gli insetti abbondano e le rondini possono cominciare ad immagazzinare le riserve necessarie per affrontare il lungo viaggio verso le terre africane.
    «Nei mesi estivi mangiano in continuazione, con un solo obiettivo: ingrassare – spiega Simona Romano -. Il loro metabolismo si modifica, a fine settembre-primi di ottobre prenderanno il volo. Un viaggio compiuto in gran parte attraverso il mare e sopra il deserto del Sahara, lo scoglio più difficile da superare».
    La migrazione resta uno dei più grandi e affascinanti misteri della natura, un'impresa ancor più straordinaria nel caso delle rondini, che con i loro 20-25 grammi di peso e 30 centimetri di apertura alare riescono a coprire fino a 20 mila chilometri. «Hanno la migrazione nel sangue, sono programmate geneticamente – spiega Simona Romano -. E' come se il loro orologio biologico le avvertisse: “E' l'ora di partire!”. Non per cercare il caldo, ma le riserve di cibo, che con l'inverno diminuiscono».
    La scienza finora ha spiegato solo in parte i meccanismi che indicano agli uccelli migratori la giusta rotta: è ormai certo che si orientano con le stelle – come gli antichi navigatori – e con il sole, ed è stato dimostrato che sono in grado di percepire l'intensità del campo magnetico terrestre (che aumenta progressivamente dall'equatore verso i poli) in modo da capire dove si trovano. «Inoltre hanno una vista molto sviluppata – sottolinea Romano -. Quando arrivano in città riconoscono i luoghi, ritrovano la strada che li porta dritti dritti al loro nido, allo stesso modo in cui noi torniamo a casa».
    Purtroppo su tre rondini che partono soltanto una farà ritorno, la prossima primavera. http://www.coopfirenze.it/informazioni/informatori/articoli/5501


Stai vedendo 10 articoli - dal 81 a 90 (di 276 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.