Rocco Bruno

Home Forum L’AGORÀ Rocco Bruno

Questo argomento contiene 420 risposte, ha 26 partecipanti, ed è stato aggiornato da Siberian Khatru Siberian Khatru 4 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 121 a 130 (di 421 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #141775
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    a onor del vero, parla anche del “penitenziario” … (non ricordo ne abbia fatto cenno negli incontri di Milano)
    può essere che ripeta concetti già detti … ma ho avvertito una sottile differenza …
    “work in progress”


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #141776

    Rebel
    Partecipante

    Grazie Richard, molto diverso dalla mia esperienza, è bello leggere anche le esperienze degli altri.


    #141777

    Anonimo

    [quote1349213833=Rebel]
    si cammina senza peso quasi come se si volasse verso una enorme sfera di luce abbagliante, lì dentro c'è qualcosa che ci attira,
    [/quote1349213833]
    Alcuni, hanno visto luce, altri tenebra, alcuni hanno incontrato angeli e parenti, altri diavoli e dementi. Affermare che una volta giunti alla destinazione cosmica, nell'ultima fermata del nostro viaggio spirituale (o spaziale) troveremo una sfera gigante che aspetta il nostro arrivo, e in funzione della quale decidere il “da farsi”, e basta, mi sembra una visione un po' semplicistica, ingenua dell'esistenza oltre tomba. Da piccoli, il clero ci ha inculcati il terrore del “peccato” (totalmente inefficace e fallimentare – visto come va il mondo)… Prima i preti ci dissero che dopo la morte tutto ci andrà storto, perché ci aspetta un inferno, forse eterno, o al masimo il purgatorio, ora esce fuori la favola opposta, che recita non dovete preoccuparvi, tutto va bene, anzi benissimo – e andrà sempre meglio. A me sono apparsi come due modi complementari per esorcizzare la paura della Morte, ancora fortemente presente negli umani. Non sarebbe meglio dire, onestamente, “non so che cosa troveremo nell'aldilà”, invece di correre attraverso i secoli continuamente da un estremità all'altra della Dualità ? Infatti prima era tutto buio e negativo, ora improvvisamente è diventato tutto luminoso e positivo. Ma tra le due ideologie relativamente irrazionali, l'umanità quali progressi ha compiuto, per bypassare la resa dei conti? I studiosi dei fenomeni suddetti, hanno potuto scoprire che chi ha avuto esperienze di pre morte spesso ha vissuto eventi sia estremamente negativi che positivi, solo che le esperienze terrorifiche ha prontamente e regolarmente rimosso lasciando nella memoria cosciente solo esperienze cosiddette belle. In realtà non sappiamo come vengono prodotte quelle immagini mentali, potrebbe essere tutto illusorio e virtuale dunque poco vero e reale. Ma non credo che dopo aver combinato quello che ha combinato sulla Terra, l'uomo più o meno ordinario riceverà una pacca sulla spalla con l'invito -gentile e civile- a proseguire “evoluzione” verso il Nulla perfetto e precostituito…


    #141778

    Xeno
    Partecipante

    [quote1349214426=Tru]
    Visto ulltima conferenza 90 per cento le stesse cose una cosa dice nuova.

    Vangelo di tommaso

    Se lo Spirito si trasforma in carne è cosa meravigliosa, ma se la carne si trasforma in Spirito, questa è la meraviglia di tutte le meraviglie

    Tradotto
    Se Gesu che e' una cosa spirituale diventa vivo cioe' carne e' meraviglia poi se torna spirito, questo e' incommensurabile perche' resuscita appunto nella carne.
    Difatti questo ha fatto.
    Noi spiriti diventati carne.. quando torneremo carne visto che morire vuole dire uscire dalla carne.[/quote1349214426]
    Le parole di Cristo non vanno prese in senso letterale altrimenti non si comprende il senso.
    Cristo parla alla parte Superiore dell'Essere e non alla parte inferiore (personalità o ego)
    Chi ha orecchie per intendere intenda.
    Un essere che sta realmente evolvendo arriva ad un punto in cui la materia per così dire perde consistenza e il corpo di carne perde senso (atomi e molecole) non è inusuale che in quello stato si abbiano fenomeni del tipo che il proprio corpo sia translucido o sensazione di ciò.
    “Comprendere” lo spirito significa comprendere la consistenza della materia ed il vuoto di cui essa è fatta.
    Nel momento che tale stato si presenta,vivi per così dire in due mondi:vedi il mondo di là e vedi quello di quà.
    Sei nel mondo ma non di questo mondo
    Pura fantascienza per qualcuno…ma è così.
    D'altronde non si parla spesso (anche nel forum) di matrix, di modi paralleli,ecc..?

    ps. il vangelo di Tommaso fortunatamente non è canonico….dato che l'istituzione aberrante (da aberarre distorcere o deviare) della chiesa non ci arriva o non vuole farci arrivare (capire) a questa profonda Verità

    @rebel
    la tua esperienza non significa niente o meglio non fraintendermi non significa niente nel discorso che si faceva sopra.Come esperienza in sè è notevole e non è da tutti
    Ma il discorso è che non sei andato oltre la luce perchè qualcosa ti legava, e quel qualcosa è il proprio corpo.Fintanto che uno è legato ad esso in qualche modo,oltre non può andare e sapere cosa c'è dopo la luce.
    E' un po come un bambino col palloncino che riempito di elio vola in alto,ma non può vedere oltre le nuvole perchè qualcosa lo lega ossia il filo (corpo)
    Certo vede sopra la città più di quello che vedono gli altri……ma oltre, il filo glielo impedisce.


    #141779
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    http://matrixunaparabolamoderna.blogspot.it/2012/10/coloriamo-quello-che-percepiamo.html

    [color=#0033ff]Coloriamo[/color] [color=#ffff00]quello [/color][color=#66ff00]che[/color] [color=#ff0000]percepiamo.[/color]


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #141781
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    [quote1349717209=prixi]
    a onor del vero, parla anche del “penitenziario” … (non ricordo ne abbia fatto cenno negli incontri di Milano)
    può essere che ripeta concetti già detti … ma ho avvertito una sottile differenza …
    “work in progress”

    [/quote1349717209]

    Cara prixi ho letto la storia che dice Bruno sul fatto che siamo in una prigione, e credo ha ragione nel senso che la prigione pero' non e' il mondo ma e' il nostro corpo. Forse le citta' lo sono una specie di prigione. Io vivo da sempre in citta' e quando esco e spazio lo sguardo sull'orizzonte dico e' bellissimo adoro amo la natura ma vivo in cemento e asfalfo forse quella e' solo la mia ora di aria … non lo so.

    Comunque voglio chiedere scusa se a volte dico cose strampalate e' che sono alla ricerca.
    Le cose di questo mondo mi stanno abbandonando ho perso il lavoro nel 2010 tra cassa integrazione, disoccupazzione e qualche lavoratto sto campando ma non e' piu' come prima. Forse e' un bene avere perso la sicurezza e' come quando in america liberavano gli schiavi .. ma ora che sei libero e cosa fai ? Non lo so.
    Non sono abituato alla liberta'.Rocco dice ma state senza soldi..siate umani senza soldi e sicuramente ha ragione ma prova a farlo?
    Ormai come un animale nato o meglio coltivato in cattivita' non sono piu' in grado di fare il salto evolutivo (risveglio ?).

    Eppure eppure sai che ce' qualcosa sai che ce' di piu' che non e' la tecnologia che per quanto bene fa non e' altro che uno specchietto per allodole.No io credo che esiste realmente il regno dei cieli ed e' qui su questa terra io quello cerco.

    Ora mi leggo percepiamo quello che coloriamo. http://matrixunaparabolamoderna.blogspot.it/2012/10/coloriamo-quello-che-percepiamo.html

    Ciao


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #141780

    Rebel
    Partecipante

    [quote1349719818=Xeno]
    @rebel
    la tua esperienza non significa niente o meglio non fraintendermi non significa niente nel discorso che si faceva sopra.Come esperienza in sè è notevole e non è da tutti
    Ma il discorso è che non sei andato oltre la luce perchè qualcosa ti legava, e quel qualcosa è il proprio corpo.Fintanto che uno è legato ad esso in qualche modo,oltre non può andare e sapere cosa c'è dopo la luce.
    E' un po come un bambino col palloncino che riempito di elio vola in alto,ma non può vedere oltre le nuvole perchè qualcosa lo lega ossia il filo (corpo)
    Certo vede sopra la città più di quello che vedono gli altri……ma oltre, il filo glielo impedisce.
    [/quote1349719818]
    A limite possiamo andare dentro la luce non oltre (credo), il filo di cui parli è quello che mantiene tutti legati fino a che le esperienze non ci permettono di tagliarlo da soli, indipendentemente dal fatto che si sia realmente defunti o solo 'leggermente'. :hehe:
    La mia percezione è che a quella luce ci si avvicina sempre più ogni volta, quando ci entreremo lo faremo tutti insieme, poi in qualche modo potremmo decidere di ripartire per sperimentare livelli sempre più evoluti, il mio attuale concetto di ciclità è quello, la prima densità del prossimo ciclo potrebbe essere di livello superiore all'ottava di questo.


    #141782
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1349720267=Tru]

    Cara prixi ho letto la storia che dice Bruno sul fatto che siamo in una prigione, e credo ha ragione nel senso che la prigione pero' non e' il mondo ma e' il nostro corpo. Forse le citta' lo sono una specie di prigione. Io vivo da sempre in citta' e quando esco e spazio lo sguardo sull'orizzonte dico e' bellissimo adoro amo la natura ma vivo in cemento e asfalfo forse quella e' solo la mia ora di aria … non lo so.

    Comunque voglio chiedere scusa se a volte dico cose strampalate e' che sono alla ricerca.
    Le cose di questo mondo mi stanno abbandonando ho perso il lavoro nel 2010 tra cassa integrazione, disoccupazzione e qualche lavoratto sto campando ma non e' piu' come prima. Forse e' un bene avere perso la sicurezza e' come quando in america liberavano gli schiavi .. ma ora che sei libero e cosa fai ? Non lo so.
    Non sono abituato alla liberta'.Rocco dice ma state senza soldi..siate umani senza soldi e sicuramente ha ragione ma prova a farlo?
    Ormai come un animale nato o meglio coltivato in cattivita' non sono piu' in grado di fare il salto evolutivo (risveglio ?).

    Eppure eppure sai che ce' qualcosa sai che ce' di piu' che non e' la tecnologia che per quanto bene fa non e' altro che uno specchietto per allodole.No io credo che esiste realmente il regno dei cieli ed e' qui su questa terra io quello cerco.

    Ora mi leggo percepiamo quello che coloriamo. http://matrixunaparabolamoderna.blogspot.it/2012/10/coloriamo-quello-che-percepiamo.html

    Ciao

    [/quote1349720267]

    caro Tru, ma non scusarti, e di che ! :amicil:

    dico tante cose strampalate io :hihi:

    poi non mi pare che quello che scrivi, lo siano… proprio perchè siamo alla ricerca … riflettiamo, cambiamo idea, … oggi sono convinta, domani mi accorgo che non mi appartiene più …

    ma và bene cosi ! … mente flessibile e gambe in spalla :hehe:

    a proposito di Rocco Bruno
    … stà seguendo un suo percorso di ricerca … per me interessante come spunto di riflessione, sà molte cose … ma la sua “interpretazione”, come quella di chiunque altro, non và mai presa per “oro colato” … quindi è giusto dissentire o vederla in modo diverso, senza per questo credere di essere in errore ..

    condividiamo la stessa precarietà lavorativa …
    forse perchè ancora mi arrangicchio (economicamente parlando) … non la vivo come un problema (e questo mi ha stupita, perchè la mia professione era la mia vita)
    forse perchè stò crescendo una bambina e questo ha spostato il fulcro della mia identificazione … non sò, però #secret … a distanza di 12 anni mi sento fortunata !

    mi sono resa conto che, uscendo dalla “giostra” professionale, ho staccato anche con una notevole serie di condizionamenti … e apprezzo questa piacevole conseguenza

    in realtà, per quel che dicevo prima, di essere mamma, non mi si è posto il problema del: “adesso che faccio” … ma più tempo riesco a ritagliare per me, più ne vorrei #jrev

    abbiamo l'opportunità di dedicare tempo a ciò che ci fà stare bene !
    ti piace stare immerso nella natura ? fai quello !
    ti piace leggere (è un'ipotesi) … leggi

    stai sereno Tru … le trappole mentali non sono meno peggio di una “città penitenziario”
    se pensi che non sai che fare, non saprai che fare

    [u]vuoi[/u] trovare il Paradiso in Terra? lo troverai ! … a modo tuo ! :VV:

    … più tardi leggerò anch'io l'articolo di Rocco 🙂

    :bay:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #141783
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    hai visto ho scritto la cosa a rovescio Coloriamo quello che percepiamo.il titolo del post di rocco
    io ho scritto
    percepiamo quello che coloriamo
    Non per farti andare fuori di testa ma vedi il senso che ha
    nessun senso
    in entrambi i casi
    ce veramente di andare fuori di testa
    appena conosco la verita' te la dico.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #141784
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1349724502=Tru]
    hai visto ho scritto la cosa a rovescio Coloriamo quello che percepiamo.il titolo del post di rocco
    io ho scritto
    percepiamo quello che coloriamo
    Non per farti andare fuori di testa ma vedi il senso che ha
    nessun senso
    in entrambi i casi
    ce veramente di andare fuori di testa
    appena conosco la verita' te la dico.

    [/quote1349724502]

    si l'avevo notato :hehe:
    ma le parole sono solo convenzioni …

    grazie per la futura confidenza :hehe:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

Stai vedendo 10 articoli - dal 121 a 130 (di 421 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.