Santoro-Rai ai ferri corti

Home Forum L’AGORÀ Santoro-Rai ai ferri corti

  • This topic has 19 partecipanti and 182 risposte.
Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 183 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #129516
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    [quote1252688840=Marì]
    [color=#0000ff]E' a rischio anche la trasmissione Report[/color]

    :grrr:

    Report senza copertura legale. Ruffini si schiera per salvare il programma

    Il primo affondo lo aveva sferrato Giulio Tremonti, presentando un esposto per la puntata di Report del 5 aprile dedicata alla social card, nel corso della quale, secondo il ministro, erano stati lesi “i principi di completezza, correttezza e obiettività” dell'informazione. Tesi bocciata dall’Agcom che ha archiviato la denuncia del titolare del dicastero dell’economia sostenendo che “non si rilevano sconfinamenti del diritto di critica”, poiché “la tecnica informativa tipica di Report è stata ritenuta legittima dal Tribunale civile di Roma”. La seconda tappa dell’operazione silenzio spetterebbe ora alla stessa Rai, che – secondo il tam tam che circola in rete in queste ore – per bocca del direttore generale Masi avrebbe annunciato di non garantire più ai giornalisti della fortunata trasmissione di RaiTre condotta da Milena Gabanelli la copertura legale. Il che equivarrebbe a una chiusura quasi certa: gli inviati della trasmissione, da sempre attivi nel denunciare le illegalità e i soprusi che ci circondano, dovrebbero provvedere di tasca propria alle spese legali cui, da bravi reporter, vanno continuamente incontro.

    Di qui il lancio di una petizione subito diffusa su numerosi siti tra cui Facebook, per bloccare l’iniziativa della tv di Stato.

    I giornalisti di Report dedicano la propria esistenza a ricerche scrupolose: viaggiano in lungo e in largo per arrivare alla verità e rivelarla al pubblico a casa. Scoprono traffici loschi e furti che spesso avvengono sotto i nostri occhi. Smascherano impostori, sfruttatori e tutto questo per offrire un servizio alla gente.

    La Rai, invece, pur dovendo ancora risolvere la questione della direzione di Raitre ancora vacante, o anche quella di Annozero, programma minacciato di doppia conduzione “equa” (Santoro affiancato da un collega di destra) in nome della par condicio, avrebbe deciso di affrontare salomonicamente la questione, mettendo la popolare trasmissione nelle condizioni di chiudere.

    Dopo il caso, si schiera con Report il direttore di Rai tre Paolo Ruffini: “Report è un programma dell'azienda, è un buon esempio di giornalismo sano e utile. Credo che la Rai l'assistenza legale gliela debba dare”. A questa squadra di freelance la Rai ha garantito copertura legale per anni e su richiesta della rete. Su questo tema c'è una questione che è stata sollevata, nonostante il parere contrario della rete. La mia opinione è che Report è un patrimonio e quindi è utlile all'azienda”.
    08 settembre 2009
    http://www.unita.it/news/italia/88110/report_senza_copertura_legale_ruffini_si_schiera_per_salvare_il_programma

    Oggi su Repubblica


    Report, a rischio la tutela legale

    http://tv.repubblica.it/copertina/report-a-rischio-la-tutela-legale/36643?video=&pagefrom=1

    La Rai ha manifestato l'intenzione di toglierla, nonostante finora i dieci autori del programma non abbiano mai perso una causa

    Mario Caprara ha parlato con la conduttrice ed ideatrice di Report, Milena Gabanelli

    #sich

    [/quote1252688840]
    Sri Aurobindo, before his death in 1950, gave five indications that would precede the dawning of the New Era. To summarize them briefly: the knowledge of the physical world would increase exponentially, people would start becoming more psychic, there would be a concerted effort from the dark forces to maintain control, the world would move towards increasing unification through technology, and finally, many such as Hitler would rise up with the power to influence large numbers of people.
    http://www.experiencefestival.com/a/Supramental_Descent/id/1933

    Sri Aurobindo prima della sua morte nel 1950 diede cinque indicazioni che avrebbero preceduto l'alba di una Nuova Era. Riassumendo:
    la conoscenza del mondo fisico sarebbe aumentata esponenzialmente ( http://www.theresonanceproject.org ) , le persone sarebbero divenute piu psichiche, sarebbe entrato in atto uno sforzo dalle forze oscure per mantenere il controllo, il mondo si sarebbe mosso verso un aumento di unificazione tramite tecnologia e infine, molti come Hitler si sarebbero sollevati col potere di influenzare molte persone.


    #129515
    farfalla5farfalla5
    Partecipante

    [quote1252689576=Richard]
    Sri Aurobindo prima della sua morte nel 1950 diede cinque indicazioni che avrebbero preceduto l'alba di una Nuova Era. Riassumendo:
    la conoscenza del mondo fisico sarebbe aumentata esponenzialmente ( http://www.theresonanceproject.org ) , le persone sarebbero divenute piu psichiche, sarebbe entrato in atto uno sforzo dalle forze oscure per mantenere il controllo, il mondo si sarebbe mosso verso un aumento di unificazione tramite tecnologia e infine, molti come Hitler si sarebbero sollevati col potere di influenzare molte persone.
    [/quote1252689576]

    Allora ci siamo….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #129517
    marì
    Bloccato

    [color=#0000ff]L'Epurazione continua[/color] :grrr:

    bufera sul terzo canale

    Raitre. A rischio Report, Che tempo che fa e il direttore Ruffini

    Il Pdl vorrebbe il tandem Minoli e Mentana al posto di Ruffini e Di Bella

    Ore di incertezza per alcuni programmi di punta del terzo canale. Ad essere messa in discussione, oltre che il palinsesto, anche la direzione di Paolo Ruffini che potrebbe vedere il proprio posto preso da Giovanni Minoli. Per molti osservatori l'avvicendamento saprebbe di operazione di normalizzazione per un canale che vanta trasmissioni d'inchiesta e intrattenimento critico. (Proponiamo una intervista all'On. Beppe Giulietti, portavoce di Articolo21 http://www.articolo21.info/ )

    Secondo il premier, ieri alla Maddalena, la stampa cattiva è quella scritta, la stampa buona è quella radiotelevisiva. Non la penseranno allo stesso modo negli uffici della direzione di Raitre in viale Mazzini. Il palinsesto del terzo canale ha poche certezze alla viglia del debutto stagionale di molte trasmissioni che hanno caratterizzato negli ultimi anni l'identità della rete. Ad essere messo in discussione la stessa direzione di Paolo Ruffini, giornalista, che sulla scia di Angelo Guglielmi, ha promosso programmi come “Report”, “Che tempo che fa”, “Parla con me” e “Glob, l'osceno del villaggio”. Tutti programmi che sembrerebbero poco graditi al premier Berlusconi che, in diverse occasioni, ha spiegato come è inaccettabile che una trasmissione del servizio pubblico si ponga in maniera critica nei confronti del governo e del presidente del consiglio dei ministri. Non una crociata come avvenne per Biagi, Santoro e Luttazzi, ma l'auspicato avvicendamento nella direzione per quella che molti osservatori hanno definito la “normalizzazione” del canale. Normalizzazione che avverrebbe in favore della direzione di un grande vecchio della tv italialiana: Giovanni Minoli che ha diretto il canale già dal 1996 al 1998. Ad essere messa in discussione non solo, quindi, l'informazione di Raitre; anche per Di Bella, direttore del Tg3, si parla di un avvicendamento pressoché imminente, ma anche l'intrattenimento non gode di certezza se si pensa che a tre settimana dalla messa in onda manca il contratto fra Rai ed Endemol per “Che tempo che fa”.

    Ancor più delicata la posizione di “Report” alla quale l'azienda non garantirebbe la copertura legale. Assicurazione questa indispensabile per una piccola redazione che fa giornalismo investigativo contro lo strapotere di multinazionali e di enti e governi. La trasmissione “Report” finì nelle antipatie del ministro Tremonti il 5 aprile del corrente anno, quando con una trasmissione critica sulla Social Card, misura appena varata dal ministro, fu tacciata dallo stesso Tremonti ledere «i principi di completezza, correttezza e obiettività». Per Paolo Ruffini «”Report” è un programma dell'azienda, è un buon esempio di giornalismo sano e utile», prertano crede «che la Rai l'assistenza legale gliela debba dare». L'insicurezza che si respira nelle redazioni e nella direzione del terzo canale è dovuta anche dal silenzio del Partito Democratico su quello che sta accadendo. Apparte le dichiarazione dell'On Giorgio Merlo (Pd), vicepresidente della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai, si registra il silenzio dell'attuale segretario e del probabile futuro segretario. Silenzio destinato a creare ancora più incertezza tra chi tra un paio di settimane dovrebbe andare in onda.

    Dopo l'avvertimento al Tg3 nel quale Berlusconi disse «non possiamo più sopportare, non dobbiamo più sopportare» http://agenziami.it/articolo/4291/Il+premier+attacca+il+Tg3+Non+dobbiamo+piu+sopportare+non+possiamo+piu+sopportare/ ; dopo l'invito rivolto alla platea di industriali a non concedere più pubblicità alla stampa che da una immagine non “positiva” del Paese; dopo le denunce e “Repubblica” e “Unità”, questa ennesima polemica contribuisce ad inasprire il clima in vista della manifestazione per la libertà di stampa di sabato 19 settembre a Roma.

    (alessandro di rienzo)

    2009-09-11 14:54:31
    Fonte foto: (ami)

    http://www.agenziami.it/articolo/4490/Raitre+A+rischio+Report+Che+tempo+che+fa+e+il+direttore+Ruffini/

    #sich


    #129518
    meskalito
    Partecipante

    [quote1252703303=farfalla5]
    [quote1252689576=Richard]
    Sri Aurobindo prima della sua morte nel 1950 diede cinque indicazioni che avrebbero preceduto l'alba di una Nuova Era. Riassumendo:
    la conoscenza del mondo fisico sarebbe aumentata esponenzialmente ( http://www.theresonanceproject.org ) , le persone sarebbero divenute piu psichiche, sarebbe entrato in atto uno sforzo dalle forze oscure per mantenere il controllo, il mondo si sarebbe mosso verso un aumento di unificazione tramite tecnologia e infine, molti come Hitler si sarebbero sollevati col potere di influenzare molte persone.
    [/quote1252689576]

    Allora ci siamo….

    [/quote1252703303]

    Alla grande

    :salu:


    #129519
    Erre Esse
    Partecipante

    [quote1252703550=Marì]
    [color=#0000ff]L'Epurazione continua[/color] :grrr:

    bufera sul terzo canale

    Raitre. A rischio Report, Che tempo che fa e il direttore Ruffini

    Il Pdl vorrebbe il tandem Minoli e Mentana al posto di Ruffini e Di Bella

    [/quote1252703550]

    E' una vergogna che la tv italiana sia così politicizzata!…


    #129520
    farfalla5farfalla5
    Partecipante

    RAI: MARTEDI' VESPA SU CASE TERREMOTATI, SLITTA BALLARO'
    Floris, lo slittamento e' un atto immotivato
    (ANSA) – ROMA, 13 SET – Uno speciale Porta a porta martedi' dedicato alla consegna delle prime case ai terremotati d'Abruzzo, fara' slittare Ballaro'. La trasmissione di Vespa andra' in prima serata; quella di Ballaro' sarebbe stata la prima puntata della stagione. Giovanni Floris:'E' un atto immotivato, avremmo potuto trattare gli stessi temi', abbiamo un inviato in Abruzzo da 2 settimane.La decisione e' stata presa per 'valorizzare un momento importante per il paese',ha spiegato Antonio Marano, vice dg.
    http://www.ansa.it/site/notizie/regioni/lazio/news/2009-09-13_113421708.html


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #129521
    farfalla5farfalla5
    Partecipante

    [quote1252867884=Marì]
    L'insicurezza che si respira nelle redazioni e nella direzione del terzo canale è dovuta anche dal silenzio del Partito Democratico su quello che sta accadendo. Apparte le dichiarazione dell'On Giorgio Merlo (Pd), vicepresidente della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai, si registra il silenzio dell'attuale segretario e del probabile futuro segretario. Silenzio destinato a creare ancora più incertezza tra chi tra un paio di settimane dovrebbe andare in onda.
    [/quote1252867884]
    andiamo bene…. anche pd sta zitto -|-


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #129522
    marì
    Bloccato

    [quote1252894597=farfalla5]
    [quote1252867884=Marì]
    L'insicurezza che si respira nelle redazioni e nella direzione del terzo canale è dovuta anche dal silenzio del Partito Democratico su quello che sta accadendo. Apparte le dichiarazione dell'On Giorgio Merlo (Pd), vicepresidente della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai, si registra il silenzio dell'attuale segretario e del probabile futuro segretario. Silenzio destinato a creare ancora più incertezza tra chi tra un paio di settimane dovrebbe andare in onda.
    [/quote1252867884]
    andiamo bene…. anche pd sta zitto -|-
    [/quote1252894597]

    Non possono fare altro, anche loro hanno grosse colpe.


    #129523
    marì
    Bloccato

    Berlusconi consegna le case d'Abruzzo a Porta a Porta. Ballarò va spostato perchè dà fastidio al Sovrano
    di Giorgio Santelli

    Porta Porta spazza via Ballarò. La decisione è stata presa dal Vice direttore generale della Rai Antonio Marano, a quanto pare, su richiesta dei vertici della Rai. Uno spostamento per non far sovrapporre due programmi di approfondimento visto che Silvio Berlusconi consegnerà le prime casette ai terremotati dell'Abruzzo. A reti quasi unificate, dunque, per non distogliere l'attenzione degli italiani. Una decisione senza precedenti, che dà l'idea del regime mediatico in cui l'Italia è caduta. Guai, infatti, a distogliere l'attenzione degli italiani sulla campagna di autopromozione del governo e di Silvio Berlusconi. Una decisione che ricorda i cinegiornali del ventennio, quando tutta l'attenzione dei media doveva essere prostrata alle esigenze del regime. Un motivo in più per andare a manifestare il 19 settembre.

    Uno speciale di Porta a porta in prime serata martedi', dedicato alla consegna delle prime case ai terremotati d'Abruzzo, fara' slittare la prima puntata della nuova stagione di ballaro'.
    La decisione e' stata presa per 'valorizzare un momento importante per il paese', come ha spiegato Antonio Marano, vicedirettore generale della Rai. 'Per Ballaro' non c'e' alcun problema, e' solo uno spostamento che abbiamo ritenuto opportuno visto il tipo di evento e per non far sovrapporre due po'rogrammi di approfondimento'.
    Ballaro', che doveva essere dedicata alle ultime vicende politiche, potrebbe andare in onda in un altro giorno della settimana o direttamente martedi' prossimo.

    E' un atto immotivato ai miei occhi, non riesco a comprenderne le ragioni. Avremmo potuto trattare gli stessi temi dello speciale di Raiuno, non vedo il motivo di sostituirci': a dirlo e' Giovanni Floris, dopo la decisione della Rai di far slittare Ballaro' da martedi', per far posto su Raiuno ad una prima serata di Porta a aporta sulla consegna dele prime casec ai terremotati d'Abruzzo. 'Abbiamo un inviato in Abruzzo da due settimane – spiega Floris -, e la cerimonia del 15 settembre era un avvenimento previsto da prima che presentassimo la trasmissione. Naturalmente poi avremmo parlato anche di altro, di attualita' politica e di attualita' economica. La prima puntata era stata inoltre presentata una settimana fa in una conferenza stampa tenuta alla presenza del capo ufficio stampa Rai'.
    Per questo, conclude Floris, 'sono dispiaciuto, certo, ed e' dire poco. E' come aver lavorato per mandare in stampa un giornale e vederne poi un altro in vendita nelle edicole.
    A tutti quelli che mi telefonano allarmati dico che mi auguro che sia solo un episodio sgradevole e grave, e che mi auguro che andremo in onda prima possibile dicendo tutto quello che abbiamo da dire'.

    Per Giuseppe Giulietti, portavoce di Articolo 21 “Se ancora ci fosse stato bisogno di una conferma, la decisione della Rai di sopprimere la puntata di Ballarò affinchè gli italiani siano costretti a seguire lo speciale di Porta a Porta sulla consegna delle casettte ai terremotati, è la prova provata del regime mediatico che stiamo vivendo. La distribuzione delle case è un grande fatto di interesse nazionale, cui va dato alto risalto e completezza di diritto di cronaca. Ma come si può pensare di chiudere tutte quelle trasmissioni che rischiano di allontanare gli spettatori dall'evento che riguarda il Sovrano?. E' l'ennesima ragione per partecipare alla manifestazione del 19 e, a questo punto, chiediamo alle autorità di garanzia che vi sia una diretta della manifestazione.Nemmeno le monarchie non costituzionali avrebbero disposto un utilizzo simile dei media. Di questo passo sarà sempre più difficile chiedera agli italiani di pagare il canone che è ormai una tassa sul conflitto di interesse. Chi ha pensato di sopprimere Ballarò per lo speciale di Porta a Porta, abbia il coraggio di fare il proprio “dovere” fino in fondo. Si decida di trasmettere gli eventi che coinvolgono il sovrano a reti Raiset unificate!”.

    RAI: BALLARO'; GENTILONI, TERREMOTO NON E' REALITY SHOW http://www.articolo21.info/1147/news/rai-ballaro-gentiloni-terremoto-non-e-reality.html /

    RIZZO NERVO: LE RAGIONI DELLO SLITTAMENTO NON ESISTONO http://www.articolo21.info/1149/news/rizzo-nervo-le-ragioni-dello-slittamento-non.html /

    FNSI: IL SERVIZIO PUBBLICO RIDOTTO A MEGAFONO DEL GOVERNO http://www.articolo21.info/1148/news/fnsi-il-servizio-pubblico-ridotto-a-megafono-del.html /

    PARDI, IDV: SERVE RIUNIONE IMMEDIATA DELLA VIGILANZA http://www.articolo21.info/1150/news/pardi-idv-serve-riunione-immediata-della.html

    http://www.articolo21.info/8955/notizia/berlusconi-consegna-le-case-dabruzzo-a-porta-a.html

    :hehe: ragazzi questo si chiama “regime”


    #129524
    marì
    Bloccato

    Rai, è caos sullo spostamento di Ballarò a favore di Porta a Porta
    Il presidente: sprecato un mese. Vana mediazione in extremis

    Garimberti-Masi, è alta tensione
    “Disorganizzazione incredibile”

    Ad Annozero il timore che arrivi Euroscena, casa di produzione vicina a Berlusconi
    di GOFFREDO DE MARCHIS

    ROMA – “Una disorganizzazione incredibile”. Paolo Garimberti ha cercato in extremis di mettere una pezza, di scongiurare lo slittamento di Ballarò a favore della puntata di Porta a porta sulle case consegnate ai terremotati di Abruzzo. Ma certo il presidente della Rai sa che il problema non è organizzativo. C'entra la politica, il pressing del centrodestra su Raitre e sulle altre trasmissioni fuori dal “pensiero unico” come Anno zero, un'azienda sempre più militarizzata. È un clima generale che può raggiungere il climax con la partecipazione in studio del premier, martedì, nell'orario di massima audience. Adesso la riunione del cda convocata per mercoledì rischia di diventare una polveriera e lì Garimberti proverà a sciogliere qualche nodo.

    Ieri ha cercato una soluzione sul filo di lana. Salvando Floris e la “festa” per i primi lotti consegnati a chi vive nelle tendopoli. “Possiamo fare una grande diretta con Vespa nel pomeriggio, quando vengono consegnate le case. Poi, la sera va in onda Ballarò”. Un compromesso. Ma era già tutto deciso. La consegna va in prima serata, con i numeri di ascolto al loro picco. E su Raiuno, la rete-ammiraglia, nel contenitore di pregio condotto da Bruno Vespa.

    Mauro Masi ha contropoposto la messa in onda di Ballarò giovedì o venerdì. Ha negato fino all'ultimo ragioni politiche, spiegando che Raitre sotto assedio è un'invenzione mediatica. “Partiranno tutte le trasmissioni che si sentono a rischio censura: Dandini, Gabanelli, Ballarò… Tutte. Il caso non esiste”, ha detto ai suoi interlocutori. Ma il blitz contro Ballarò è stato un fulmine a ciel sereno. “Si era parlato genericamente della copertura televisiva per i primi risultati della ricostruzione – racconta Garimberti -.

    Che il 15 il governo avrebbe consegnato le prime case si sapeva da un mese. Era un evento programmato e programmabile. Avevamo tutto il tempo per evitare di mettere la Rai al centro dell'ennesima polemica politica”. È una condanna abbastanza netta dell'operato del direttore generale e del vicedirettore generale Antonio Marano che si occupa del palinsesto.
    Così la tensione dentro Viale Mazzini sale alle stelle.

    La vicenda Vespa-Floris apre una settimana che si annuncia caldissima. Tanto più che sabato si tiene la manifestazione per la libertà di stampa a Piazza del Popolo, a Roma. Sta per scendere in campo Michele Santoro e pensa di farlo seguendo i suoi canoni che non sono quelli di Paolo Ruffini o di Fabio Fazio.

    Annozero vive una situazione paradossale. A pochi giorni dalla messa in onda ha ancora in sospeso il contratto di Marco Travaglio. Il cambio della troupe viene vissuto come un vero attentato. Il consiglio di amministrazione di mercoledì deve affrontare questi casi aperti. Masi vuole che i tecnici del programma siano assegnati attraverso un bando. E nella redazione di Annozero si aggira uno spettro: che alla gara possa partecipare (e vincere viste le referenze…) Euroscena, azienda di fiducia di Silvio Berlusconi. Alle telecamere di Euroscena il Cavaliere ha affidato negli ultimi anni tutti i grandi eventi che lo hanno visto protagonista. Una società di produzione così legata al Cavaliere può lavorare per una trasmissione che da tempo è nel mirino del premier?

    (14 settembre 2009)
    http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/politica/rai-3/garimberti-masi/garimberti-masi.html

    Penso che questo autunno sara' molto anzi caldissimo :yesss:


Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 183 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.