Santoro-Rai ai ferri corti

Home Forum L’AGORÀ Santoro-Rai ai ferri corti

Questo argomento contiene 182 risposte, ha 19 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marì 10 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 71 a 80 (di 183 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #129535

    marì
    Bloccato

    IL CASO ANNOZERO: MANCA LA FIRMA DEL CONTRATTO DEL GIORNALISTA

    Santoro : «A Travaglio non rinuncio»

    Il conduttore Rai: «Situazione di una gravità inaudita». Lite con il direttore di Rai2 Liofredi: «Sei un bugiardo»

    ROMA – «Marco Travaglio ci sarà, se non c'è lui non c'è “Annozero”. “Annozero” e Travaglio sono la stessa cosa». Lo ha detto il giornalista e conduttore Rai Michele Santoro nella conferenza stampa di presentazione della nuova serie del programma che partirà il 24 settembre su Raidue http://www.corriere.it/politica/09_settembre_22/annozero_travaglio_49e49352-a737-11de-84dd-00144f02aabc.shtml. «Travaglio – ha aggiunto Santoro – è irrinunciabile anche se non è ancora stato chiamato dall'Azienda per firmare il contratto».

    «GRAVITA' INAUDITA» – In una conferenza stampa dai toni accesissimi, a cui assistono anche diversi dirigenti della Rai, Santoro ha parlato di «situazione di una gravità inaudita» e annuncia che comunque «Marco Travaglio sarà nella nostra puntata che in intitolerà “Farabutti” e tratterà della libertà di informazione nel nostro Paese». Santoro, ha parlato di una «partenza ad ostacoli, con i contratti firmati solo una settimana prima dell'inizio del programma e le troupe operative al completo solo tre giorni prima, in un programma che ha come core business l'inchiesta filmata». Il giornalista-conduttore ha ravvisato nelle vicende delle ultime settimane «un attacco alle punte del servizio pubblico, ai programmi che ne incarnano lo spirito: le trasmissioni indicate da Berlusconi a “Porta a Porta” come fatte da “farabutti” hanno tutti dei grossi problemi».

    LITE CON LIOFREDI – La conferenza stampa di presentazione della trasmissione di Rai 2 è stata carica di momenti di tensione. Le polemiche che hanno preceduto il ritorno di Santoro sono esplose al tavolo dell'incontro nel momento in cui si affrontava il tema degli strumenti e delle risorse necessarie per la trasmissione. I contratti sono stati firmati con un certo ritardo e ostacoli e incomprensioni si sono verificati per l'assegnazione delle troupe, il tutto, secondo il direttore di rete, Massimo Liofredi, solo per ragioni «tecniche». «Sei un bugiardo. E querelami se vuoi, ma non ti conviene», ha detto Santoro al direttore di Raidue, mentre dava ai giornalisti la sua versione dei fatti. «Nessuna querela», ha sottolineato Liofredi. Il clima della conferenza stampa è stato così sintetizzato dal consigliere di amministrazione Rai Nino Rizzo Nervo: «questa conferenza stampa è il simbolo dell'anomalia italiana dove un direttore di rete presenta una trasmissione che di fatto non condivide».

    TRAVAGLIO
    – «Nessuno mi ha chiamato, non ho preparato nulla. Non so se ci sarò né cosa dirò, so che sono mortificato» ha detto invece Travaglio. «Mi sembra tutto abbastanza chiaro, mi sento mortificato come il gatto che è stato allevato a prendere topi, che li prende e per questo riceve i complimenti dal suo padrone. Mi è successo con grandi giornalisti, che mi rendo conto che oggi possono essere considerati sovversivi, come Indro Montanelli ed Enzo Biagi. Oggi in tv entrano assassini, stupratori e canari ma nessuno mi ha spiegato cosa ho fatto di male, essendo tra l’altro incensurato. Almeno – ha osservato Travaglio – aspettino che io faccia qualcosa».

    22 settembre 2009
    http://www.corriere.it/politica/09_settembre_22/travaglio-santoro-annozero_1269c20c-a76a-11de-84dd-00144f02aabc.shtml

    … e mancano solo 2 giorni al debutto :hehe:


    #129536

    marì
    Bloccato

    22 settembre 2009

    http://ilpopolosovrano.splinder.com Ancora nessun contratto proposto a Travaglio. L'ultimatum di Santoro alla conferenza stampa di presentazione del programma.

    Santoro: “Senza Travaglio niente Annozero”

    [link=hyperlink url][youtube=425,344]xo_aMH5K1ic[/link]

    22 settembre 2009

    http://ilpopolosovrano.splinder.com Travaglio ancora senza contratto. L'intervento del giornalista alla presentazione di Annozero.

    Travaglio su Annozero: “Cosa ho fatto di male?”
    [link=hyperlink url][youtube=425,344]v7oYowlKqyg[/link]


    #129537

    marì
    Bloccato

    23 settembre 2009

    http://ilpopolosovrano.splinder.com Conferenza stampa di presentazione di Annozero: scontro tra il conduttore e Massimo Liofredi, responsabile della rete.

    Santoro contro il direttore di Rai2 su Annozero
    [link=hyperlink url][youtube=425,344]a8UHY44rtTY[/link]


    #129538

    marì
    Bloccato

    Il retroscena Le grandi manovre sotterranee sul futuro della rete e del Tg
    non si fermano con la partenza di Anno Zero, Report e Che tempo che fa

    Il Pdl pronto al blitz su RaiTre
    Masi spinge per Minoli e Berlinguer

    di CARMELO LOPAPA

    ROMA – La tentazione del blitz. Del doppio blitz. Cambio al vertice di Raitre e Tg3 già nel consiglio di amministrazione di domani o, al più tardi, della prossima settimana, e di una riforma lampo della legge sulla par condicio, entro fine anno. Silvio Berlusconi prima di partire per gli Stati Uniti ha chiesto che il suo input non cada nel vuoto. Dai vertici filo governativi in Rai al Pdl in Parlamento, l'esercito è mobilitato.

    Sotto osservazione le trasmissioni finite nella lista nera di Palazzo Chigi – “Annozero” e “Report”, “Che tempo che fa” e “Parla con me” – che a questro punto partiranno comunque anche se i bastoni piazzati tra le ruote in corsa, ultimo il contratto di Travaglio, ne hanno rallentato i tempi. Ma la partita per la normalizzazione della riserva indiana della terza rete e della rottura delle catene della par condicio per poter dilagare in tv, ecco, questa partita il presidente del consiglio non intende perderla.

    Così, il Pdl blinda e porta avanti ormai apertamente la nomina di Giovanni Minoli per Raitre: se l'operazione andasse in porto, il conduttore di “La storia siamo noi” prenderebbe il posto di Paolo Ruffini. Le motivazioni con le quali il direttore generale Mauro Masi supporterebbe la proposta in cda si baserebbero anche sull'imminente pensionamento del giornalista, giusto sei mesi. Poi, assestati gli equilibri all'interno del Pd dopo il congresso di ottobre – questa la tesi – si procederebbe alla nomina definitiva.

    Ma in sei mesi, ribattono consiglieri di amministrazioni e parlamentari di centrosinistra, ci sarebbe tutto il tempo di “normalizzare” la riserva indiana. Il binomio delle nomine porterebbe poi la giornalista Bianca Berlinguer al posto di Antonio Di Bella alla direzione del tg. Rainews 24 e Rai-international sono le altre pedine in movimento, ma la caccia grossa è su Raitre.
    Il secondo fronte, nella strategia d'autunno del Cavaliere in vista delle Regionali di marzo, investe la par condicio in tv.

    L'obiettivo, come spiega il viceministro alle Comunicazioni Paolo Romani, è riformare la legge con criteri “proporzionali”. In soldoni, per assegnare il 38-40 per cento della tribuna al Pdl, il 25-30 al Pd, il resto agli altri. Il concetto è lo stesso esternato anche di recente dal presidente del Consiglio e ripetuto ieri dal suo viceministro: “Inaudito che un partito di ciambellani stanchi con lo 0,01 abbia lo stesso peso di altri partiti”. Da Casini a Di Pietro fino ai democratici sono già pronte le barricate.

    Intanto, a Viale Mazzini il caso Travaglio assume sempre più i contorni del pasticcio. Il presidente dell'Agcom Corrado Calabrò non ha gradito affatto il coinvolgimento in una vicenda sulla quale la responsabilità #se firmare o meno# ricadrebbe sul solo dg Rai Mauro Masi. Non fosse altro perché l'organismo di garanzia, come ribadirà oggi pomeriggio Calabrò al direttore nel faccia a faccia richiesto da quest'ultimo, non ha alcun potere di intervento preventivo su “Annozero”.

    Masi non demorde, “non posso assumermi da solo quella responsabilità, non intendo rischiare di tasca mia e per quelle cifre”, va ripetendo ai suoi facendo leva sul tetto massimo delle sanzioni pecuniarie alle quali in teoria potrebbe incorrere la Rai in caso di violazione degli obblighi di servizio pubblico: il 3% del fatturato, circa 90 milioni di euro. Ecco perché del contratto di Travaglio il dg Rai, dopo il confronto di oggi con Calabrò e l'audizione in Vigilanza, tornerà a investire domani il cda.

    “L'obiettivo è quello di responsabilizzare il giornalista – spiega Giorgio Lainati, Pdl, vicepresidente in Vigilanza – dato che poi a risponderne è l'editore, cioè la Rai. Qualcuno dovrebbe ricordare che a un certo punto Canale 5 decise di chiudere “Sgarbi quotidiani” quando le perdite economiche derivanti dalle querele hanno coperto gli introiti pubblicitari”. Quel che appare ormai improbabile è che Marco Travaglio firmi il suo contratto prima della puntata di domani sera. Parteciperà da ospite, come promette Michele Santoro: “E ha già preparato una bella botta su Tarantini”.

    (23 settembre 2009)
    http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/politica/rai-3/santoro-pdl/santoro-pdl.html

    :hehe:


    #129539
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    ma insomma la trasmissione dovrebbe partire domani…..e ancora non si sa ?????

    grande Santoro!!!!
    sarà anche un massone, ma meglio lui di quella ghenga di struzzi….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #129540

    marì
    Bloccato

    [quote1253709068=farfalla5]
    ma insomma la trasmissione dovrebbe partire domani…..e ancora non si sa ?????

    grande Santoro!!!!
    sarà anche un massone, ma meglio lui di quella ghenga di struzzi….
    [/quote1253709068]

    Slitta il faccia a faccia tra il dg Rai e il numero uno dell'Agcom. ma la presenza
    del giornalista, con contratto o come ospite, è praticamente sicura

    Annozero salta incontro Masi-Calabrò
    La redazione: “Travaglio da noi ci sarà”

    ROMA – Il caso Santoro-Annozero ancora sotto i riflettori: oggi infatti è slittato l'atteso incontro tra il direttore generale della Rai, Mauro Masi, e il presidente dell'Autorità delle comunicazioni, Corrado Calabrò. Il faccia a faccia avrebbe dovuto tenersi oggi, ed era stato richiesto dallo stesso Masi per approfondimenti sulla questione del contratto di Marco Travaglio. Giornalista la cui presenza è indispensabile, per Santoro (“senza di lui non c'è Annozero”, ha dichiarato ieri) http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/politica/rai-3/ultimatum-santoro/ultimatum-santoro.html ; ma su cui l'azienda ha sollevato perplessità.

    I contatti tra Rai a Agcom, comunque, sono in corso. Viale Viale Mazzini ha inviato la documentazione all'organismo di garanzia. Dalla redazione di Annozero, però, fanno sapere di essere ormai certi della presenza di Travaglio: o con contratto, o come ospite, sicuramente lui ci sarà.

    Intanto oggi Santoro, dai microfoni di radio Città Futura, continua a parlare della mancanza di libertà d'informazione nel nostro paese. ''La situazione in Italia è molto dura e difficile e i colleghi che si ribellano vengono puntualmente puniti ed emarginati. Tutto questo perché il sistema informativo italiano non e' libero''. E ancora: “Fanno molta fatica persino i giornalisti di un quotidiano importante come il Corriere della Sera, perche' attraverso Mediobanca Silvio Berlusconi può avere una interferenza diretta dentro la testata''.

    (23 settembre 2009)
    http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/politica/rai4/rai4/rai4.html


    #129542

    Tilopa
    Partecipante

    notizia ANSA
    EDITORIA, SUBITO ESAURITO IL FATTO QUOTIDIANO
    ROMA – Quasi non ha fatto in tempo ad arrivare nelle edicole questa mattina la prima copia de Il Fatto, il nuovo quotidiano diretto da Antonio Padellaro. Le 100 mila copie stampate per l'esordio, spiegano dalla redazione, erano già esaurite alle 9.30 in tutta Italia, tanto che è in corso una ristampa con 50 mila copie – che arriveranno intorno alle 14 solo però nelle edicole milanesi – mentre per domani verranno stampate 250 mila copie. Con l'apertura affidata ad un articolo di Peter Gomez e Marco Lillo dal titolo “Indagato Letta” (occhiello: Da dieci mesi e nessuno ne parla) e spazio centrale alla partenza di Annozero (“Editto su Travaglio mannaia su Annozero”), oltre naturalmente all'editoriale del direttore (“Linea politica la Costituzione”), il quotidiano schiera in prima pagina anche le firme di sei collaboratori: Furio Colombo, Antonio Tabucchi, Corrado Stajano, Paolo Flores D'Arcais , Massimo Fini, Luca Telese. In tilt, questa mattina anche i telefoni, racconta dalla redazione Cinzia Monteverdi, tanto che diversi lettori si sono presentati anche direttamente nella sede del giornale a Roma per cercare la copia che non avevano trovato in edicola. Gettonati, anche gli abbonamenti, che già ieri avevano superato la soglia dei 28 mila e per i quali anche oggi stanno arrivando moltissime richieste. Il 70 per cento degli abbonamenti, precisa Monteverdi, riguardano il formato pdf, ovvero la copia completa del giornale da scaricare e sfogliare on line già dalla mezzanotte.

    Per leggere la versione pdf… http://pdf.antefatto.it/fe/ilfatto20090923.pdf
    Il blog … http://www.antefatto.it/presentazione


    #129541

    marì
    Bloccato

    [quote1253730296=Tilopa]
    notizia ANSA
    EDITORIA, SUBITO ESAURITO IL FATTO QUOTIDIANO
    ROMA – Quasi non ha fatto in tempo ad arrivare nelle edicole questa mattina la prima copia de Il Fatto, il nuovo quotidiano diretto da Antonio Padellaro. Le 100 mila copie stampate per l'esordio, spiegano dalla redazione, erano già esaurite alle 9.30 in tutta Italia, tanto che è in corso una ristampa con 50 mila copie – che arriveranno intorno alle 14 solo però nelle edicole milanesi – mentre per domani verranno stampate 250 mila copie. Con l'apertura affidata ad un articolo di Peter Gomez e Marco Lillo dal titolo “Indagato Letta” (occhiello: Da dieci mesi e nessuno ne parla) e spazio centrale alla partenza di Annozero (“Editto su Travaglio mannaia su Annozero”), oltre naturalmente all'editoriale del direttore (“Linea politica la Costituzione”), il quotidiano schiera in prima pagina anche le firme di sei collaboratori: Furio Colombo, Antonio Tabucchi, Corrado Stajano, Paolo Flores D'Arcais , Massimo Fini, Luca Telese. In tilt, questa mattina anche i telefoni, racconta dalla redazione Cinzia Monteverdi, tanto che diversi lettori si sono presentati anche direttamente nella sede del giornale a Roma per cercare la copia che non avevano trovato in edicola. Gettonati, anche gli abbonamenti, che già ieri avevano superato la soglia dei 28 mila e per i quali anche oggi stanno arrivando moltissime richieste. Il 70 per cento degli abbonamenti, precisa Monteverdi, riguardano il formato pdf, ovvero la copia completa del giornale da scaricare e sfogliare on line già dalla mezzanotte.

    Per leggere la versione pdf… http://pdf.antefatto.it/fe/ilfatto20090923.pdf
    Il blog … http://www.antefatto.it/presentazione
    [/quote1253730296]

    L'ho letta questa notizia e non sai il piacere che mi fa … lunga vita ad “Il Fatto”!!! :bravo:


    #129543
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    mi è venuto in mente il grande Biagi…che giornalista!!!!!
    comunque è un fatto molto positivo….sarebbe da mettere in prima pagina!!!!


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #129544
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    AnnoZero parte con Travaglio!
    http://ansa.it/site/notizie/awnplus/news_collection/awnplus_altrenotizie/visualizza_new.html_1674693462.html


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 71 a 80 (di 183 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.