Scie chimiche

Home Forum PIANETA TERRA Scie chimiche

Questo argomento contiene 2,022 risposte, ha 98 partecipanti, ed è stato aggiornato da J-new J-new 2 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 601 a 610 (di 2,023 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #63811

    zret
    Partecipante

    Sono gli enti ufficiali che si rifiutano di analizzare fibre e quant'altro.

    Ecco le analisi:

    http://www.tankerenemy.com/2009/03/alluminio-nellacqua-nella-regione-del.html


    #63812

    zret
    Partecipante

    Un'icastica riflessione di EDo di http://www.ecplanet.com

    Fa parte del programma di eliminazione graduale della popolazione mondiale, come già spiegato in un mio precedente intervento fatto in questo prestigioso portale. Ma ora ragazzi dobbiamo stare “tranquilli” si riunisce il G8. Ragazzi dobbiamo essere veramente felici. Quelli del G8 sistemeranno al meglio tutte le problematiche di questo povero pianeta. Ma è proprio così? Perché proprio grazie ai signori (scusate: entità…) del G8 l'erosione delle libertà ha avuto, in pochi anni, un incremento esponenziale come pure i morti dovuti a tutte le tossine disperse in ogni parte del mondo, non solo attraverso le scie chimiche. Le tossine vengono fatte assimilare alle persone, ipnotizzate da credenze imposte, anche attrraverso i cibi (i cibi sono stati e vengono pian paino modificati per togliere tutti i nutrienti essenziali), le bevande, i farmaci, ecc. Poi, come se non bastasse, le persone vengono irrorate anche da una moltitudine di onde elettromagnetiche e la maggior parte di queste onde sono della medesima frequenza delle onde del nostro cervello. Lascio a Voi cari amici immaginare le conseguenze di queste onde sul nostro cervello. Venendo al G8: tutti i media li enfatizzano (giornalisti che riprendono esclusivamente le fonti ufficiali) come se fossero i salvatori del mondo in maniera che si occulti le vere responsabilità e gli obiettivi dei vertici del G8. Questo gruppo di persone sono in realtà specializzato nella produzione di povertà e sofferenze. Sono praticamente specializzati in genocidi. In questo ultimo vertice non si parlerà certo delle varie soluzioni per creare felicità e benessere mondiale, bensì di erosione delle libertà e di centralizzazione del potere. Ogni simposio del G8 fa parte della tecnica dei “piccoli passi” che consiste di introdurre, appunto a piccoli passi, tutte le leggi che vogliono in maniera che il gregge non se ne accorga. In sostanza in questo G8 parleranno segretamente dei 4 super stati facenti parte del nuovo governo mondiale, della banca mondiale, della valuta elettronica, dell'esercito mondiale e della popolazione microcippata. Essi si riuniscono solo ed esclusivamente per verificare che ogni rappresentante di zona abbia attuato le imposizioni dettate da quei pochi che sono al vertice della piramide globale. Poi i media, che essi stessi, attraverso i loro prestanome posseggono, riprendono le notizie falsate che servono a creare al gregge quella credenza imposta. Altroche benessere, salute, felicità. In realtà è esattamente il contrario: malattia (soprattutto mentale), infelicità, povertà.


    #63813

    deg
    Partecipante

    [youtube=480,295]ikGhggUWQ2g


    #63814

    zret
    Partecipante

    La volontaria neutralizzazione delle perturbazioni

    Nei manuali di meteorologia viene ripetuto più volte: “Le scie di condensa possono, in taluni casi, ingrossare le nuvole, fino a facilitare le precipitazioni”. Si deve ricordare che, almeno in minima parte, le contrails – quelle vere – forniscono un lieve contributo ad incrementare l'umidità atmosferica.

    Se vogliamo attenerci a quanto ci viene mendacemente spiegato dagli organi ufficiali nonché dagli stessi disinformatori, le scie di condensa si formano grazie al notevole apporto di umidità in uscita dai gas di scarico dei jet. Questo provocherebbe, secondo la teoria ufficiale, la formazione di una scia di condensa anche in completa assenza di umidità relativa in atmosfera. Sappiamo che non è così, in quanto una scia di condensazione, secondo gli studi originali di F.A.A., N.A.S.A., U.S.A.F., E.S.A., si forma a quote superiori agli 8/9.000 metri, a temperature inferiori ai -42° Celsius e con valori di umidità relativa superiori al 70%. [1]

    La totalità dei velivoli che noi cittadini possiamo avvistare e distinguere nei dettagli da terra è costituita da aerei militari che volano a quote comprese tra i 1.500 metri (a volte anche meno) ed i 5.600 metri circa. E' impossibile distinguere nei particolari o udire distintamente aeroplani che incrociano alle altitudini tipiche degli aerei di linea! Questi elementi obiettivi inducono a dubitare delle spiegazioni ufficiali, poiché tali apparecchi emettono scie (persistenti e non) che non si dovrebbero assolutamente nemmeno formare, dati i fattori fisici esistenti. Sono scie artificiali che oscurano il sole, creando una sottile patina artificiale tra noi e gli strati superiori dell'atmosfera. Com'è possibile che si formi la condensa, se questi aeroplani volano a quote di gran lunga inferiori agli 8.000 metri e quindi a temperature (vedi d'estate) spesso superiori allo zero termico? [2] La condensa non si può formare al di sopra dello zero termico e tanto meno può creare “tappeti” artificiali che si sostituiscono alle nubi naturali! [3] A riprova del fatto che siamo di fronte (per lo meno per i velivoli che abbiamo modo di avvistare da terra) ad aerei militari, rammentiamo il dato non confutabile che i velivoli militari hanno quote loro assegnate comprese tra i 1.200 metri circa ed i 6.000 metri circa.

    La sistematica distruzione delle formazioni nuvolose

    Ad un'attenta osservazione notiamo, invece, che queste scie che evidentemente non sono composte da vapore acqueo, esercitano un'azione del tutto opposta a quella dichiarata nei manuali che illustrano il fenomeno della condensazione degli scarichi degli aeroplani. Queste formazioni CHIMICHE tendono a distruggere le formazioni nuvolose, sostituendosi completamente ad esse, come già spiegato. Il loro effetto è esattamente l'opposto di quanto ci viene ufficialmente ammannito: dissolvono le nuvole! La conclusione logica è che queste scie non sono composte da vapore acqueo, ma, come confermato dalle analisi delle acque piovane, del suolo e di ortaggi, in gran parte da trimetilalluminio e bario, notoriamente elementi igroscopici. Il trimetilalluminio, in special modo, ha la caratteristica precipua di acquisire volume a contatto con l'ossigeno, catturando via via l'umidità. Ciò è palesato dal fatto che l'umidità relativa crolla letteralmente alle quote di irrorazione e cala in modo sensibile anche al livello del mare nelle aree sottoposte alle attività clandestine di aerosol. Lo si può verificare grazie alle radiosonde, ma si può anche averne la conferma, tenendo sotto controllo i valori di una stazione meteorologica elettronica portatile. Basteranno soli trenta minuti, in molti casi, per vedere precipitare l'umidità relativa anche del 30% dall'inizio dei passaggi dei tankers sulla zona di osservazione.

    E' solo condensa?

    [1] “L’immissione in atmosfera dei gas di scarico degli aerei, ricchi di nuclei di condensazione e di vapore acqueo, determina la sovrassaturazione del vapore acqueo e quindi la formazione di scie. Le scie di condensazione si formano ad altezze in cui la temperatura dell’aria è molto bassa (inferiore a -40 °C), con umidità relativa almeno del 60%. Le scie possono essere più o meno durare nel tempo, a seconda della stabilità dell’aria e della quantità di vapore presente”. [Girolamo Sansosti & Alfio Giuffrida – Manuale di meteorologia, Una guida alla comprensione dei fenomeni atmosferici e climatici in collaborazione con l'U.A.I. (Unione Astrofili Italiani) – 2006 – pag. 86]

    “L'espansione delle scie di condensa nonché la loro persistenza dovrebbe essere subordinata (secondo quanto affermato dalla N.A.S.A.) alla sovrassaturazione rispetto al
    ghiaccio con valori superiori al 150%. Se, infatti, per la formazione della scia può valere la nucleazione eterogenea, non così è per l'espansione: il particolato è troppo esiguo per sostenere una nuvola enorme e si ricade dunque nella nucleazione omogenea. La persistenza è semplicemente un congelamento della scia in un equilibrio fra sublimazione e brinamento. Non così l'espansione, che implica la formazione continuativa di cristalli di ghiaccio”.

    Lo stesso Maggiore Guido Guidi afferma (ospite della trasmissione Geo & Geo), sebbene
    anch'egli segua le direttive tese a disinformare un pubblico non attento: “Le scie si vedono quando c'è molta umidità negli strati dell'atmosfera, ovvero quando questa umidità sta arrivando accompagnata da aria abbastanza calda e quindi questa umidità concentrata negli strati più alti dell'atmosfera condensa al momento del passaggio dell'aeroplano, che è un elemento perturbante per i gas di scarico che rilascia, ma anche per il fatto stesso di perturbare la situazione di tranquillità, di equilibrio dell'atmosfera e quindi dare la possibilità a questa umidità di condensare e quindi di essere visibile. Se questa umidità è in aumento, se è molto consistente il contributo di umidità, le scie tendono a divenire sempre più larghe e noi usiamo dire che tendono a divenire persistenti nel cielo e quindi anche a dar luogo a nuvolosità”.

    [2] La temperatura cala di circa 6,6° Celsius ad ogni chilometro di altitudine rispetto al livello del mare. Ciò significa che se nel periodo estivo si rilevano, ad esempio, 35° Celsius a quota zero, si registreranno +21,8° C a 2000 metri e -17,8° C ad 8.000 metri. Siamo ben lontani dai -42° Celsius sotto zero! Questi paramentri, come si vede, non sono idonei alla formazione delle scie di condensa.

    [3] La stessa N.A.S.A., fonte ritenuta attendibile dagli assertori della teoria delle scie di condensa, dichiara che affinché si raggiungano le condizioni per la persistenza di una contrail, è necessario che si verifichino condizioni di sovrassaturazione rispetto al ghiaccio di molto superiori al 100% se non prossime al 150%!

    http://www.tankerenemy.com


    #63815

    zret
    Partecipante

    Scie tumorali in quasi tutta Italia, oggi.


    #63816

    meskalito
    Partecipante

    Scie anche da me,almeno però quà abbiamo avuto quasi una settimana di cielo azzurro e notti dove potevo guardare le stelle!


    #63817

    deg
    Partecipante
    #63818

    zret
    Partecipante

    Video sugli scopi con sottotitoli in inglese.


    #63819

    deg
    Partecipante

    Proponiamo all'attenzione dei lettori un modello per una segnalazione da presentare al sindaco del proprio comune e/o all'assessore competente, circa il problema delle scie chimiche. Tale lettera potrà essere modificata in relazione alle situazioni contingenti. Sarà opportuno corredare l'esposto di un'idonea documentazione cartacea (ad esempio copia dell'ordine del giorno presentato dal Comune di Cesena) e/o multimediale.

    Il modello può essere scaricato, in formato Word oppure in formato PDF a questo link. http://www.scribd.com/doc/17320868/Scie-Chimiche-segnalazione-al-Sindaco-Modello

    http://dirtyskyes.blogspot.com/2009/07/scie-chimiche-modello-di-segnalazione.html


    #63820

    zret
    Partecipante
Stai vedendo 10 articoli - dal 601 a 610 (di 2,023 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.