Scie chimiche

Home Forum PIANETA TERRA Scie chimiche

Questo argomento contiene 2,022 risposte, ha 98 partecipanti, ed è stato aggiornato da J-new J-new 2 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 851 a 860 (di 2,023 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #64062

    ezechiele
    Partecipante

    [quote1253221694=Spiderman]
    Finalmente acqua! L'odore della terra è fantastico..
    [/quote1253221694]

    quale terra? qui vedo solo asfalto e cemento.. comunque anche l'odore dell'asfalto bagnato non e' male….


    #64063

    zret
    Partecipante
    #64064

    altair
    Partecipante

    Z., ma tu ultimamente avverti bruciore agli occhi quando esci di casa?


    #63911

    zret
    Partecipante

    Sì, mi succede, ma non saprei quale potrebbe essere la causa.

    Ciao


    #64065

    windrunner
    Partecipante

    Stanno venendo allo scoperto… sarei curioso di vedere le fotografie dei cieli in quel periodo e confrontarlo… “per caso” con qualche foto dei cieli qui in Italia….

    Festa in Cina, vietata la pioggia
    Aerei in cielo per disperdere le nubi

    Il primo ottobre la Cina festeggerà il sessantesimo anniversario della fondazione della sua repubblica popolare. E, per impedire che la pioggia rovini i grandiosi festeggiamenti in programma, si ricorrerà a una tecnica senza precedenti. L'aviazione impiegherà 18 apparecchi che disperderanno nell'atmosfera prodotti chimici per impedire che dal cielo sopra Pechino cada la pioggia.

    All'aeroporto saranno invece utilizzati 48 mezzi anti-nebbia, secondo quanto scrive il “Globe Times”. E' la prima volta che la Cina ricorre a mezzi che agiscono sulle condizioni atmosferiche su scala così ampia. Il primo ottobre si terrà per la prima volta in dieci anni nella capitale cinese una parata militare in cui sfileranno almeno 100mila persone.

    Fuochi d'artificio spettacolari saranno l'altro punto di forza delle celebrazioni. E' chiaro che con il bel tempo la Cina potrà mostrare al mondo molto meglio i suoi progressi militari e gli ultimi mezzi di alta tecnologica a cui può ricorrere in caso di attacco. Sarà dunque importante garantire che l'acqua non cada sulla mega-manifestazione.

    D'altra parte, negli ultimi tempi le autorità cinesi avevano già annunciato anche che, proprio in vista di queste celebrazioni, per questioni di sicurezza durante la festa sarebbe stato vietato volare ad aquiloni e piccioni. Tutto il cielo di Pechino sarà off-limits fino all'8 ottobre. E per allontanare eventuali oggetti volanti indesisderati sono stati addestrati alcuni falchi cacciatori, che faranno in modo che l'ordine sia rispettato anche nell'alto dei cieli.

    http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo461050.shtml

    :denten:


    #64066

    marì
    Bloccato

    Windrunner sei un sadico :hehe: sai come ci restera' Zret hahaha

    Chiedo scusa, lo so che c'e' poco da ridere … ma immagino l'espressione di Zret … :legg:


    #64067

    zret
    Partecipante

    Pubblichiamo un breve articolo di Kimberly Dawley, tratto da Rense.com. Lo studio, che abbiamo integrato con notizie tratte da una pubblicazione scientifica, si riferisce alla presenza di gallio rilevato, insieme con molti altri elementi, in seguito ad analisi condotte a Phoenix, Arizona, città pesantemente bersagliata dagli aerei della morte. E’ palese che le alte concentrazioni di gallio nell’atmosfera si possono spiegare solo con la dispersione deliberata di elementi e composti chimici, nell’àmbito della criminale operazione di avvelenamento del pianeta e dei suoi abitanti. Ringraziamo [***] per la segnalazione.

    Recenti analisi dell’aria hanno consentito di determinare la presenza di gallio in alte concentrazioni. E’ veramente difficile trovare il gallio nell’aria, metallo usato in numerose e singolari applicazioni.

    “Il gallio è un elemento chimico il cui simbolo è Ga. Metallo bianco argenteo, molle e fragile, è, con il cesio ed il mercurio, tra i pochi metalli allo stato liquido a temperatura ambiente; si trova combinato nella blenda e si ottiene per elettrolisi da soluzioni alcaline dei suoi sali; viene ricavato come sottoprodotto dalla produzione industriale dell’alluminio, dalla bauxite e, in minor quantità, dall’estrazione dello zinco. Chimicamente è un elemento abbastanza reattivo. Nei composti è generalmente presente con numero di ossidazione +3 e, in questo stato, mostra analogia con l’alluminio. Tra i composti si ricordano il fosfuro di gallio (GaP), l’arseniuro di gallio (GaAs) e l’antimoniuro di gallio (GaSb), che appartengono alla classe dei semiconduttori e che, per le loro caratteristiche elettriche, hanno trovato importanti impieghi nei dispositivi elettronici. Allo stato elementare, il gallio viene usato in vece del mercurio, per la fabbricazione di termometri per elevate temperature (superiori ai 500° C)”. (Enciclopedia delle Scienze, Milano, 2005, s.v. gallio)

    Come componente dei semiconduttori, l’arseniuro di gallio è impiegato negli strumenti optoelettronici (soprattutto diodi laser e diodi ad alta emissione di luce). Piccole quantità di arseniuro di gallio sono adoperate nelle industrie dei microprocessori ultraveloci e per i pre-amplificatori a microonde a basso rumore di fondo.

    Il gallio è usato anche nei transistors e nella tecnologia dei satelliti. I rovers di Marte e parecchi satelliti impiegano una tripla giunzione di arseniuro di gallio su celle di germanio. Questo metallo è anche adoperato nei pannelli solari di nuova generazione, poiché è più efficiente del silicio. Può essere usato anche nella produzione di specchi molti brillanti.

    Sono in corso delle ricerche per stabilire se si possa ricorrere al gallio per combattere infezioni batteriche come quelle che causano la fibrosi cistica. Sembra che sia in grado di interferire con batteri, come lo pseudomonas e di causarne la morte.

    Un altro impiego è relativo all’individuazione dei neutrini. Probabilmente la più grossa quantità di gallio puro che sia stata raccolta in una singola apparecchiatura è presente nel telescopio usato nel quadro del SAGEexperiment, nell’osservatorio dei neutrini sito a Baksan, in Russia. Questa apparecchiatura contiene circa 57 tonnellate di gallio liquido.

    Sebbene non sia considerato tossico, le ricerche sul gallio sono ancora interlocutorie. Alcune fonti suggeriscono che un’esposizione prolungata possa causare dermatiti.

    http://www.tankerenemy.com


    #64068

    marì
    Bloccato

    Zet il link di http://www.tankerememy.com/ non si apre :ummmmm:

    Come mai?

    🙂


    #64069

    zret
    Partecipante

    Ho corretto, Marì. Grazie!!!


    #64070

    marì
    Bloccato

    [quote1253723764=zret]
    Ho corretto, Marì. Grazie!!!
    [/quote1253723764]

    Di niente Zret 🙂


Stai vedendo 10 articoli - dal 851 a 860 (di 2,023 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.