Simbolismo nei media

Home Forum L’AGORÀ Simbolismo nei media

Questo argomento contiene 89 risposte, ha 19 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Simone 9 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 90 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #122099

    Solone
    Bloccato

    Ecco, se io avessi un figlio che patisse di una grave malattia neppure mi sfiorerebbe l'idea di considerare la mia crescita o non crescita, ma penserei alla sua tragedia di cui sono causa, in quanto lui non è affatto un soggetto passivo per me, ma la persona che amo e che vive il suo problema sulla sua pelle.


    #122100

    Xeno
    Partecipante

    [quote1330973777=prixi]
    [quote1330971440=El Mojo]
    Ringrazio per l'apprezzamento!
    Però mi piacerebbe trattare l'argomento “pessimismo” perchè, rileggendo, non mi sembra che ce ne sia.
    O è forse riferito al fatto che do ragione a Solone sul fatto dei figli?
    Io non credo che Solone sia condizionato, anzi do per scontato che la sua sia una scelta data dalla sua ragione, anche perchè, se non partissi da questo presupposto, sarei pessimista.
    Anzi come dicevo, la società solitamente ti spinge a fare figli, non il contrario.
    Poi ci sono cose relative, quelli che vedono sempre rosa e gli può andare bene, e tra questi quelli a cui và male. Stessa cosa a chi vede nero.
    Una coppia dovrebbe scegliere in coscienza e indipendentemente da condizionamenti se avere figli o no. E prima di decidere, considerare tutto, i pro e i contro.
    Questo perchè, ovviamente, avere figli è una grossa responsabilità, e devi necessariamente prendere in considerazione che non tutto va come si spera o come si vuole o come ti raccontano. Le famiglie felici esistono solo nelle pubblicità del mulino bianco, in linea di massima.
    Fare un giro negli ospedali pediatrici per prendere coscienza di cose REALI che possono accadere non è pessimismo, è realismo, è togliersi i paraocchi di dosso. Chi ha qualche parente che lavora nei centri di assistenza sociale gli chieda quanti casi ci sono di donne piantate dal marito per via di qualche difetto o malanno del figlio.
    E ammesso che tutto vada bene si è preparati all'eventualità che un figlio resti a casa anche 40enne perchè potrebbe anche non trovare lavoro? Sono solo piccoli esempi, altrimenti ci si può scrivere un trattato.
    A condensare il discorso: fare figli non è cosa da poco e bisogna deciderlo in due essendo d'accordo, e in consapevolezza che può essere una bella avventura ma anche no.
    Pessimismo e ottimismo sono solo due facce di una stessa medaglia, due estremi relativi.
    Io preferisco la LOGICA.
    Buona serata.
    [/quote1330971440]
    … è possibile che abbia colto un pessimismo che non volevi esprimere … leggendo a volte capita.

    Quello che dici sui figli è sacrosanto … non sempre le cose vanno come nelle pubblicità … anzi, credo mai.
    Lo posso dire con ragione di causa.

    La mia unica figlia ha una malattia cronica irreversibile e ho vissuto e vivo tutt'oggi sulla nostra pelle mesi e mesi, anni, di ospedali pediatrici… ed a causa di questo evento, il padre si è defilato.

    Questo, al contrario di quel che si può immaginare, mi ha però insegnato molte cose, prima fra tutte è che in ogni tragedia si cela un grande dono per chi la vive.
    Non è una visione rosea o romantica, è molto realistica ed oggettiva.

    Come per ogni evento hai sempre due scelte …. o getti la spugna e vivi rotolandoti nella più bieca disperazione incolpando tutto e tutti della tua cattiva sorte e proiettando questa ombra nera sulla tua vita … o responsabilmente e con forza e speranza, affronti a muso duro ogni giorno, scoprendoti una persona migliore di quanto credevi di essere e scorgendo intorno e dentro te quel dono … un dono fatto di umanità autentica, di umiltà e grande forza interiore … attraverso il quale comprendi che il più dei problemi sono solo “pippe mentali” e “lussi” che non hanno nessun valore.

    Come dice Xeno, cresci insieme a tuo figlio.

    Buona serata a te 🙂
    [/quote1330973777]
    Stavo per scrivere un post,ma prixi mi ha preceduto e dopo aver letto le sue parole posso solo ascoltare ed imparare è basta.
    Non è una questione di logica come dici Elmojo è qualcosa che và al di là
    Nelle parole di prixi c'è già tutto scritto basta saperle leggere.
    Fidati


    #122101

    El Mojo
    Partecipante

    [quote1330973389=prixi]
    [quote1330971440=El Mojo]
    Ringrazio per l'apprezzamento!
    Però mi piacerebbe trattare l'argomento “pessimismo” perchè, rileggendo, non mi sembra che ce ne sia.
    O è forse riferito al fatto che do ragione a Solone sul fatto dei figli?
    Io non credo che Solone sia condizionato, anzi do per scontato che la sua sia una scelta data dalla sua ragione, anche perchè, se non partissi da questo presupposto, sarei pessimista.
    Anzi come dicevo, la società solitamente ti spinge a fare figli, non il contrario.
    Poi ci sono cose relative, quelli che vedono sempre rosa e gli può andare bene, e tra questi quelli a cui và male. Stessa cosa a chi vede nero.
    Una coppia dovrebbe scegliere in coscienza e indipendentemente da condizionamenti se avere figli o no. E prima di decidere, considerare tutto, i pro e i contro.
    Questo perchè, ovviamente, avere figli è una grossa responsabilità, e devi necessariamente prendere in considerazione che non tutto va come si spera o come si vuole o come ti raccontano. Le famiglie felici esistono solo nelle pubblicità del mulino bianco, in linea di massima.
    Fare un giro negli ospedali pediatrici per prendere coscienza di cose REALI che possono accadere non è pessimismo, è realismo, è togliersi i paraocchi di dosso. Chi ha qualche parente che lavora nei centri di assistenza sociale gli chieda quanti casi ci sono di donne piantate dal marito per via di qualche difetto o malanno del figlio.
    E ammesso che tutto vada bene si è preparati all'eventualità che un figlio resti a casa anche 40enne perchè potrebbe anche non trovare lavoro? Sono solo piccoli esempi, altrimenti ci si può scrivere un trattato.
    A condensare il discorso: fare figli non è cosa da poco e bisogna deciderlo in due essendo d'accordo, e in consapevolezza che può essere una bella avventura ma anche no.
    Pessimismo e ottimismo sono solo due facce di una stessa medaglia, due estremi relativi.
    Io preferisco la LOGICA.
    Buona serata.
    [/quote1330971440]
    … è possibile che abbia colto un pessimismo che non volevi esprimere … leggendo a volte capita.

    Quello che dici sui figli è sacrosanto … non sempre le cose vanno come nelle pubblicità … anzi, credo mai.
    Lo posso dire con ragione di causa.

    La mia unica figlia ha una malattia cronica irreversibile e ho vissuto e vivo tutt'oggi sulla nostra pelle mesi e mesi, anni, di ospedali pediatrici… ed a causa di questo evento, il padre si è defilato.

    Questo, al contrario di quel che si può immaginare, mi ha però insegnato molte cose, prima fra tutte è che in ogni tragedia si cela un grande dono per chi la vive.
    Non è una visione rosea o romantica, è molto realistica ed oggettiva.

    Come per ogni evento hai sempre due scelte …. o getti la spugna e vivi rotolandoti nella più bieca disperazione incolpando tutto e tutti della tua cattiva sorte e proiettando questa ombra nera sulla tua vita … o responsabilmente e con forza e speranza, affronti a muso duro ogni giorno, scoprendoti una persona migliore di quanto credevi di essere e scorgendo intorno e dentro te quel dono … un dono fatto di umanità autentica, di umiltà e grande forza interiore … attraverso il quale comprendi che il più dei problemi sono solo “pippe mentali” e “lussi” che non hanno nessun valore.

    Come dice Xeno, cresci insieme a tuo figlio.

    Buona serata a te 🙂
    [/quote1330973389]
    Oh Prixi, trovo in te una sorella e compagna di percorso.
    Io ho un figlio autistico di 18 anni e le tue considerazioni sono anche le mie al 100%.
    Non cambierei la mia situazione con nessun'altra, il percorso che mi è dato percorrere, come tu dici, è duro e difficile come una scuola dove si insegnano cose serie e non frivolezze della vita. E lo percorro di giorno in giorno anzi di attimo in attimo con animo spesso allegro, tanto è vero che chi mi conosce di persona mi considera una person a solare e, chi non mi conosce, magari capita che si lamenti con me di piccoli problemi che sembrano montagne ed io lo consolo con un sorriso ed una parola buona, senza pensare a ciò che sopportano le mie spalle.
    Però il prezzo della consapevolezza è alto, spesso significa rinunciare alla vita stessa, in un certo senso. Quindi non mi sentirei di consigliare ad un giovane che ha deciso di non avere figli di cambiare idea. Ho un'altro figlio di 25 anni che non ne ha proprio intenzione, e mai si è sentito dire da noi di cambiare idea, fa quello che la sua coscienza gli dice, ed anche il suo istinto, probabilmente.
    Dico però che la scelta va fatta appunto con piena consapevolezza e responsabilità, perchè sarebbe troppo vigliacco defilarsi quando qualcosa va male, e questo può succedere anche a colpa di una visione troppo rosea e poco realistica delle realtà che ci circondano.
    Un' abbraccio.


    #122102

    El Mojo
    Partecipante

    Xeno, mi sa che tu giudichi sulla base di presunzioni o preconcetti, cosa vuoi dire?


    #122103
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1330974477=Solone]
    Ecco, se io avessi un figlio che patisse di una grave malattia neppure mi sfiorerebbe l'idea di considerare la mia crescita o non crescita, ma penserei alla sua tragedia di cui sono causa, in quanto lui non è affatto un soggetto passivo per me, ma la persona che amo e che vive il suo problema sulla sua pelle.
    [/quote1330974477]
    Solone caro, non sono causa della malattia di mia figlia.
    Vivo insieme a lei questa cosa … sulla pelle di entrambe … poichè lei è parte di me, esattamente come io sono parte di lei … in simbiosi e più unite che mai.

    La mia bimba è una persona speciale, come lo sono tutte le persone che iniziano la loro tenera vita con un fardello cosi pesante …

    La vita è un dono, comunque essa sia.

    Ti auguro con tutto il cuore e sinceramente, di scoprirlo il più presto possibile, affinchè tu non debba perdene neppure un attimo !heart


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #122104

    Solone
    Bloccato

    Te l'ho detto, io non avrò mai figli in questo pianeta, troppo sado-maso il contesto vitale, non amo soffrire e tanto meno creare ad altri sofferenza e patemi, non mi piace la roulette russa, sono d'accordo con El Mojo, è preferibile la logica.


    #122105

    Xeno
    Partecipante

    [quote1330975373=El Mojo]
    Xeno, mi sa che tu giudichi sulla base di presunzioni o preconcetti, cosa vuoi dire?
    [/quote1330975373]
    No è che non si sa con chi si sta parlando in chat….e poi ho letto il tuo ultimo post ed ho
    capito molto di più ed adesso ho capito il tuo punto di vista.
    Io ho dei figli è quando parlo so di cosa parlo.
    Adesso so con chi sto parlando.
    Mi scuso se nn ti ho capito prima.


    #122106

    El Mojo
    Partecipante

    Nessun problema Xeno, è proprio il grosso limite della comunicazione indiretta.
    Ti saluto.


    #122107
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1330978819=El Mojo]
    Nessun problema Xeno, è proprio il grosso limite della comunicazione indiretta.
    Ti saluto.

    [/quote1330978819]
    ElMojo tu sai che io ero consapevole di questa conversazione molto delicata. Mi avevi già parlato di questa situazione, ma nonostante questo mi sembrava giusto incoraggiare questo ragazzo a innamorarsi della vita. Io ho due figli e con quello grande ho dei problemi abbastanza grossi…
    Ma sono sicura che questo figlio è stato per me una grande opportunità di cambiamento.

    Non è giusto che un ragazzo di 28 anni sia così amareggiato. L' amore è dappertutto, ma se tu ti fissi solo sulle cose negative il treno della felicità passera senza lasciare la traccia.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #122108
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    Solone, la scelta è solo tua


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 90 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.