[Sondaggio] L'autoconoscenza

Home Forum SPIRITO [Sondaggio] L'autoconoscenza

Questo argomento contiene 29 risposte, ha 10 partecipanti, ed è stato aggiornato da  spiritualcoach 11 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 30 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #39231

    mudilas
    Partecipante

    Le paure, come le gioie, si tramandano geneticamente, per cui, per conoscersi veramente, occorrerebbe conoscere il principio dell'albero genealogico; alcune credenze, hanno radici profonde.


    #39234

    spiritualcoach
    Partecipante

    [quote1222332693=giusparsifal]
    [quote1222076581=ezechiele]
    ma gius! … com enessuno riponde…..

    … e noi? cosa siamo? … mica siam qui a grattarre il collo alle giraffe!
    hahaha
    [/quote1222076581]
    Ciao, no, forse mi sono espresso male, avevo inteso (al di là del sondaggio wind) che coach intendesse una risposta anche scritta, nel senso, si continua ecc. per questo avevo scritto così…
    [/quote1222332693]

    In effetti è così, mi aspettavo i vostri interventi come stimolo alla discussione, con domande, proposte di percorso ecc.

    A presto


    #39235

    mudilas
    Partecipante

    [quote1222336058=spiritualcoach]

    In effetti è così, mi aspettavo i vostri interventi come stimolo alla discussione, con domande, proposte di percorso ecc.

    A presto
    [/quote1222336058]

    io ho pubblicato qualcosa sulle tecniche di autoliberazione di Ammann, -tanto per condividere qualcosa che reputo valido teoricamente-, cerco di fare atha-yoga e ultimamente sto studiando il metodo per scoprire i motivi delle dinamiche mentali elaborato da Fiorella Rustici che considera anche l'albero genealogico e le vite passate.


    #39236

    windrunner
    Partecipante

    Ciao coach,
    mi sono preso un po di tempo per rispondere al tuo secondo intervento.

    Sai… condivido in parte quello che tu affermi.
    In effetti tante tecniche che noi oggi utilizziamo come yoga, meditazione, ecc le abbiamo perchè ci sono state date da loro. E' chiaro che poi il percorso prosegue interiormente…

    Mi spiego meglio… ho un bisogno dentro di me che non soddisfo in nessun modo.
    L'ho ricercato in ogni cosa materiale, sulla terra, in ogni luogo, in ogni viso, in ogni cosa, nella ricchezza, nella lussuria. Ho un bisogno di qualcosa che non so cos'è.

    Una legge fisica dice che non esiste nulla fino a quando non viene osservato… ed è proprio così e lo sto imparando anche grazie al Theta Healing.

    Vedi senza quei maestri che hanno dato l'input… io non avrei saputo cosa cercare… non avrei osservato… e quindi non sarebbe esistito.

    Leggo spesso le vite dei maestri da Padre Pio a Yogananda e non per seguire tecniche o altro… ma per essere ispirato. Anche il maestro di Yogananda era solito far leggere loro le vite dei santi compreso San Francesco. Serve per ispirare. Serve a creare l'OSSERVATORE.

    La tecnica che or ora sto imparando (quella del Theta Healing) mi permette di conoscere il mio Sè attraverso il Creatore e ti assicuro che è un'esperienza magnifica. Ti rendi conto che il Creatore lo trovi nel singolo atomo. Ti rendi conto che quando ti estendi al di sopra dell'Universo ti stai estendendo al di sopra di te stesso… si perchè ognuno di noi è un universo… non so come esprimere la mia gratitudine verso il Creatore che ha fatto dono all'umanità di tutto ciò.

    E' vero per adesso seguo la “tecnica” e sono ispirato da altri guaritori che hanno ottimi risultati… ma poi… alla fine… quando sei lì… sei solo TU ed il CREATORE… ed è una cosa molto personale. Quando meditiamo siamo connessi con il nostro Sè. Quando esercito il Ricordo del Sè mi sto semplicemente ricordando che IO SONO ANIMA.

    Ecco questo è quello che penso… Maestri si… ci sono stati… ora non servono perchè dobbiamo scoprirli dentro di noi… ma rimangono pur sempre un'immensa fonte di ispirazione.

    Grazie per l'attenzione 🙂


    #39237

    spiritualcoach
    Partecipante

    Il mio intervento voleva solo metter in luce che la tecnica serve poco, pur se utilizzata dopo averla imparata grazie ad altri, se non vi è in noi una crescita continua attraverso l'autoconoscenza che modelli verso la perfezione la nostra anima, sarebbe come fare esercizi per dar tono ai muscoli senza ben nutrirli con un'alimentazione sana e congrua agli sforzi degli esercizi stessi.

    Potresti chiedermi: ma come è possibile autoconoscersi, a priori, senza alcuna tecnica per avviare la nostra crescita?

    Diventa possibile se sappiamo collegare l'autoconoscenza con la nostra capacità di amare.

    Infatti più amiamo e più siamo interconnessi con la comunione del tutto (umanità, universo e Dio).

    A presto e grazie per gentile attenzione e pazienza nei miei confronti.


    #39238

    mudilas
    Partecipante

    [quote1222339915=spiritualcoach]

    Potresti chiedermi: ma come è possibile autoconoscersi, a priori, senza alcuna tecnica per avviare la nostra crescita?

    Diventa possibile se sappiamo collegare l'autoconoscenza con la nostra capacità di amare.

    Infatti più amiamo e più siamo interconnessi con la comunione del tutto (umanità, universo e Dio).

    A presto e grazie per gentile attenzione e pazienza nei miei confronti.

    [/quote1222339915]
    cancello la prima parte perchè non ho voglia di cedere alla polemica e rispondo solo per capire quello che stai scrivendo:
    prova a definire autoconsocenza e amore e a descrivere come fai tu a collegare le due cose.
    altrimenti pazienza, sono solo parole.


    #39233

    deg
    Partecipante

    Intervengo perché mi sto rendendo conto che io ho seri problemi con la parola “amore”.
    Non so cosa voglia dire questa parola per voi.
    Un esempio. Ci sono carmelitane nei conventi che pregano per tutto il genere umano. E' Amore?

    Anche “amore” è soltanto una parola …

    Io ho la reputazione di essere molto “accogliente” e disponibile con le persone, anche in difficoltà, e i miei familiari hanno la stessa propensione!
    Casa mia è spesso un porto dove approdano parenti e amici.
    Ultimamente mi sono accorta che la mia “disponibilità” nei confronti di alcune persone veniva meno e credo che non mi debba sforzare di dimostrarla a tutti i costi. Credo intimamente che sia giusto.
    Sto diventando meno amorevole? :vir:


    #39239

    windrunner
    Partecipante

    Ti ringrazio per le tue risposte coach 🙂

    Mi unisco alle richiesta che ti ha fatto Mudilas !!!

    Ciao e grazie 🙂


    #39240

    mudilas
    Partecipante

    [quote1222349343=m.degournay]
    Intervengo perché mi sto rendendo conto che io ho seri problemi con la parola “amore”.
    Non so cosa voglia dire questa parola per voi.
    Un esempio. Ci sono carmelitane nei conventi che pregano per tutto il genere umano. E' Amore?

    Anche “amore” è soltanto una parola …

    Io ho la reputazione di essere molto “accogliente” e disponibile con le persone, anche in difficoltà, e i miei familiari hanno la stessa propensione!
    Casa mia è spesso un porto dove approdano parenti e amici.
    Ultimamente mi sono accorta che la mia “disponibilità” nei confronti di alcune persone veniva meno e credo che non mi debba sforzare di dimostrarla a tutti i costi. Credo intimamente che sia giusto.
    Sto diventando meno amorevole? :vir:
    [/quote1222349343]

    Oggi mio figlio mi ha chiesto due “merendine” per merenda scolastica, due di cui è particolarmente ghiotto.
    Mi ha detto che gli servivano perchè voleva offrirne una a un suo amico, il quale ieri, gli ha negato un pezzettino della sua; ha detto che prima di offrirla, l'avrebbe negata per fargli capire cosa si prova…

    a volte mio figlio mi fa “paura”!

    se riesce a fargli capire cosa si prova è amore?


    #39241
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1222353905=mudilas]
    se riesce a fargli capire cosa si prova è amore?
    [/quote1222353905]

    Secondo me, si.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 30 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.