strani fenomeni in una casa inglese!

Home Forum MISTERI strani fenomeni in una casa inglese!

  • This topic has 6 partecipanti and 23 risposte.
Stai vedendo 4 articoli - dal 21 a 24 (di 24 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #203
    zoagli_2007
    Partecipante

    Allora, correva l'anno 1987 e per motivi di famiglia mi trovavo
    al Gaslini,ospedale pediatrico di Genova.Girando per i reparti ho
    “incontrato” Zoagli. Lui era un bimbo rumeno che non spiaccicava una parola di italiano,le infermiere mi raccontarono la sua storia: era orfano di mamma e il padre non potendolo accudire lo affidò a dei religiosi,i quali,quando si ammalò di leucemia, lo portarono in quel di Genova e lì lo lasciarono. Era quindi solo a combattere contro quella cosa tremenda.Zoagli era il nome che gli hanno dato le infermiere (il suo era impronunciabile),io ho cominciato ad andare a trovarlo e nonostante non comunicassimo verbalmente lui mi sorrideva sempre e ,nonostante soffrisse molto aveva gli occhi che ridevano e mi comunicava coraggio e determinazione.Superfluo dire che la lotta l'ha persa, se nè andatonel giro di 2 mesi,ma quegli occhi verdi che ridono io li ho ancora con me. Scusa NAPOLI IN A, ma mi è costato un pò
    darti questa spiegazione. Alla prossima Zoagli_2007


    #204
    QuanticoQuantico
    Partecipante

    [quote1192490039=zoagli_2007]
    Allora, correva l'anno 1987 e per motivi di famiglia mi trovavo
    al Gaslini,ospedale pediatrico di Genova.Girando per i reparti ho
    “incontrato” Zoagli. Lui era un bimbo rumeno che non spiaccicava una parola di italiano,le infermiere mi raccontarono la sua storia: era orfano di mamma e il padre non potendolo accudire lo affidò a dei religiosi,i quali,quando si ammalò di leucemia, lo portarono in quel di Genova e lì lo lasciarono. Era quindi solo a combattere contro quella cosa tremenda.Zoagli era il nome che gli hanno dato le infermiere (il suo era impronunciabile),io ho cominciato ad andare a trovarlo e nonostante non comunicassimo verbalmente lui mi sorrideva sempre e ,nonostante soffrisse molto aveva gli occhi che ridevano e mi comunicava coraggio e determinazione.Superfluo dire che la lotta l'ha persa, se nè andatonel giro di 2 mesi,ma quegli occhi verdi che ridono io li ho ancora con me. Scusa NAPOLI IN A, ma mi è costato un pò
    darti questa spiegazione. Alla prossima Zoagli_2007
    [/quote1192490039]

    🙁

    hai un cuore grande
    sono sicuro che
    un giorno sarai premiata


    #205
    NAPOLI IN A
    Partecipante

    [quote1192490449=zoagli_2007]
    Allora, correva l'anno 1987 e per motivi di famiglia mi trovavo
    al Gaslini,ospedale pediatrico di Genova.Girando per i reparti ho
    “incontrato” Zoagli. Lui era un bimbo rumeno che non spiaccicava una parola di italiano,le infermiere mi raccontarono la sua storia: era orfano di mamma e il padre non potendolo accudire lo affidò a dei religiosi,i quali,quando si ammalò di leucemia, lo portarono in quel di Genova e lì lo lasciarono. Era quindi solo a combattere contro quella cosa tremenda.Zoagli era il nome che gli hanno dato le infermiere (il suo era impronunciabile),io ho cominciato ad andare a trovarlo e nonostante non comunicassimo verbalmente lui mi sorrideva sempre e ,nonostante soffrisse molto aveva gli occhi che ridevano e mi comunicava coraggio e determinazione.Superfluo dire che la lotta l'ha persa, se nè andatonel giro di 2 mesi,ma quegli occhi verdi che ridono io li ho ancora con me. Scusa NAPOLI IN A, ma mi è costato un pò
    darti questa spiegazione. Alla prossima Zoagli_2007
    [/quote1192490449]
    SCUSAMI TU …ANZI TI INVITO PER LE PROSSIME VOLTE A DESISTERE SULLE COSE STRETTAMENTE PERSONALI …SONO STATO IO TROPPO SGARBATO AD INSISTERE …PERDONAMI…….
    PS: LA STORIA E' MOLTO TOCCANTE E DEVO DIRE CHE CIO CHE HAI FATTO TI RENDE IMMENSAMENTE ONORE!!!!! A PRESTO!


    #206
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Un abbraccio affettuoso a Zaogli.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

Stai vedendo 4 articoli - dal 21 a 24 (di 24 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.