SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

Home Forum EXTRA TERRA SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

Questo argomento contiene 112 risposte, ha 20 partecipanti, ed è stato aggiornato da NEGUE72 NEGUE72 7 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 113 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #32668
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [color=#0033ff]Nuove realtà scientifiche?. [/color]

    Di Umberto Ridi ·

    Qualcuno mi ha chiesto se la scoperta che i neutrini hanno superato la velocita' della luce possa conciliarsi con gli insegnamenti del [color=#0033ff]C[/color]erchio [color=#0033ff]F[/color]irenze [color=#ff6600]77[/color].

    In effetti se questo esperimento venisse confermato (ma pare che lo sia) si aprirebbero scenari diversi nella considerazione della Realtà, da parte della scienza. Ma, sono convinto che queste non toglierebbero niente a quello che ci è stato spiegato nell'insegnamento.

    Al contrario, per quello che ho letto, si avrebbero ulteriori conferme di quello che ci è stato insegnato dai Maestri.

    Per esempio, una delle cose che mi ha colpito è che la nuova teoria, modificando le relatività ristretta di Eistein, rivoluzionerebbe il concetto di causalità (karma), per cui l'effetto potrebbe precedere la causa.

    Ebbene, mi ricordo un'affermazione di Francois che ha affermato proprio questo; cioè che anche l'effetto potrebbe influire sulla causa.

    Per capire questo concetto bisogna entrare nel meccanismo del tempo akasico, quello del sentire, il quale non è più cronologico, ma basato sull'espansione dell'essere in senso verticale, in cui il sentire abbraccia tutto il tempo del Cosmo, ma lo fa in termini di gradazioni dello stesso: dal minimo al massimo.

    In questa prospettiva, come ci è stato detto, il tempo cronologico è tutto presente, per cui (tanto per fare un esempio) non è un film commovente che fa piangere lo spettatore, ma è il sentire d'essere limitato che esprime il pianto e che procura la realtà del film commovente.

    Cioè l'effetto ha procurato la causa.

    Così, la teoria della relatività ristretta viene rispettata, in quanto la freccia del tempo cronologico continua ad essere in una sola direzione (dal passato al futuro), però viene ampliata in una nuova dimensione della realtà; quella che, pare, i neutrini evidenzino nelle condizioni estreme osservate.
    Condivido questo pensiero … grazie Umberto :salu:


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #32669
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Nonostante sia rimasto colpito dalla notizia, probabilmente per ignoranza non capisco tutto questo clamore.
    Dico così perchè già l'esperimento di Aspect (oltre a suggerire l'ipotesi della non-località) aveva mostrato questa possibilità.
    E già da allora si parla della violazione delle leggi di Einstein…


    #32670
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1316969255=giusparsifal]
    Nonostante sia rimasto colpito dalla notizia, probabilmente per ignoranza non capisco tutto questo clamore.
    Dico così perchè già l'esperimento di Aspect (oltre a suggerire l'ipotesi della non-località) aveva mostrato questa possibilità.
    E già da allora si parla della violazione delle leggi di Einstein…
    [/quote1316969255]
    (oltre a suggerire l'ipotesi della non-località)

    La Forza è stata descritta nei film come un “campo di energia” che permea l’universo, presente in tutti suoi elementi, dagli esseri viventi agli alberi alle pietre

    Un conto è ipotizzare
    un conto è capire e dimostrare
    e farne una verità comune

    il punto è capire: come mai quei neutrini hanno superato la velocità della luce in modo significativo?

    Viviamo in un universo armonico, costruito su una fondamenta unificata e invisibile di coscienza, energia d'amore, conosciuta come “zero point energy” o “etere”
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3817

    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.7074

    ————–
    https://www.altrogiornale.org/download.php?list.19
    Un altro dei postulati più confusi di Einstein, è che la massa continuerà ad aumentare man mano si
    avvicina alla velocità della luce. Molte persone hanno sentito questo concetto, usato spesso per il
    “debunking” sull'esistenza degli UFO; nel modello di Einstein raggiungerebbero una massa infinita
    avvicinandosi alla velocità della luce.
    Benchè avremo molto altro da dire su questo in capitoli futuri quando discuteremo il vero
    significato della velocità della luce, per ora ci concentreremo sul concetto principale, l'idea per cui
    quando un oggetto accelera nello spazio, la sua massa aumenta. Convenzionalmente, i nostri
    scienziati non capiscono come o perchè questa avvenga, ma nel modello eterico è ovvio.
    Quando muoviamo un oggetto attraverso lo “spazio”, lo muoviamo attraverso l'etere. Questo etere è una sostanza simile a un fluido che crea l'oggetto momento per momento. Quindi, se vediamo un
    dato oggetto come una spugna, allora muovendolo attraverso il “fiume” di etere, assorbirà più
    energia e la sua massa aumenterà.
    Ora nel modello di Einstein, questo viene usualmente visto come un sistema a senso unico: un
    oggetto si muove più rapidamente, la sua massa aumenta e quindi affronti le conseguenze di una
    massa maggiore. Questo non significa necessariamente che la dimensione dell'oggetto
    aumenterebbe, ma solo la sua densità.
    Se la massa di un oggetto può espandersi in questo modo nel modello di Einstein, muovendosi più
    rapidamente, allora la sua massa diminuirebbe rallentando, come un pallone che rilascia l'aria extra
    messa in precedenza? Nessuno scienziato ha provato o escluso che questo sarebbe vero, ma porta ad una domanda interessante; se il modello eterico è corretto, allora:
    La massa di un oggetto è una misurazione che può cambiare, a seconda del come si muove
    attraverso l'etere

    Questo può non sembrare possibile inizialmente, ma può essere visualizzato facilmente con l'idea
    che atomi e molecole sono composti da campi elettromagnetici che possono assorbire e rilasciare la
    “pressione” del fluido di energia eterica. In uno stato naturale di riposo, ogni oggetto
    raggiungerebbe un bilanciamento tra la pressione interna ad esso e quella esterna, in quanto
    l'energia fluirebbe continuamente dentro e fuori.
    ……….

    13.3.1 VELOCITA' DELLA LUCE
    Quando le frequenze della luce o le lunghezze d'onda viaggiano attraverso lo spazio, si muovono a
    quella che molti credono essere velocità costante, citata come circa 186.000 miglia per secondo.
    Questa osservazione però non tiene conto della conduzione della luce in un medium eterico ad una
    data velocità.
    Molti pensano che nulla nell'universo possa superare questa frequenza, quindi la velocità della luce
    o “c” è il movimento più rapido o vibrazione che normalmente riconosciamo dalla nostra
    prospettiva qua sulla Terra nella terza dimensione. Nuove fonti suggeriscono che “c” sia solo la
    vibrazione più rapida in condizioni naturali nella terza dimensione.

    Come pubblicato nel The New York Times del 2000, condizioni anormali in laboratorio, come in un
    tubo con gas al cesio sotto grande pressione e illuminato dalla luce “lateralmente”, possono portare
    la luce a viaggiare 300 volte più velocemente di “c”. Questo risultato è identico a quello degli
    esperimenti di “interferometria con onde scalari” di Bearden.
    Quindi se raggruppassimo tutte le possibili vibrazioni in un grafico, avremmo totale assenza di
    movimento in fondo al grafico e la velocità della luce in cima. In questo modo la velocità della luce
    definisce il limite delle vibrazioni nella nostra realtà.
    Diversamente da quanto suggerito da Einstein, spostando un oggetto alla velocità della luce può non creare infinita densità nella materia; fonti come Ra categorizzerebbero la velocità della luce come il picco di vibrazioni in terza densità o dimensione.
    Se ci muoviamo in un'area o “dominio” in cui l'etere si muove a velocità maggiore, allora la velocità della luce cambia e la materia si “sintonizza” in questo nuovo livello vibrazionale. Questo si
    conforma con le osservazioni delle anomalie nei tornado e nei vortici, come modifiche nello spazio,
    nel tempo e nella materia.
    Le prime parole nel libro della Genesi nella Bibbia sono, “All'inizio Dio disse, “E luce sia” e ci fu la
    luce”. Infine possiamo dimostrare che tutte le vibrazioni che creano il nostro universo sono
    semplicemente forme diverse di questa unica energia conscia.
    Senza vestire e vedere i brillanti rossi, blu, verdi, gialli, porpora e arancioni della Luce attorno a noi
    ci neghiamo la vera conoscenza interiore e la gioia della nostra esistenza. Una vita senza colore è
    infatti “grigia” e “debole”, “triste” e “nera”.

    ——————


    #32671
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Perchè Shipov ha così esasperato il tanto severo e diffidente mondo scientifico? Il soggetto della sua ricerca, “i misteriosi campi di torsione”, è come un chiodo nella scarpa dei fisici, molto sconveniente! Gli scienziati oggi stanno riconoscendo che gli “spinning fields” esistono realmente. Come i campi elettromagnetici sono causati da una carica e i campi gravitazionali lo sono dal peso, i campi di torsione sono creati da ogni oggetto rotante. Questa idea venne introdotta inizialmente dal matematico Francese R.Cartan nel 1913 e poi da Albero Einstein. Nella cornice della teoriadi Cartan-Einstein, l'esistenza di questi campi viene permessa, ma sono deboli, non osservabili e sembrano senza applicazioni pratiche. Shipov afferma l'opposto. Questo è collegato alla sua teoria del vuoto fisico e del “misterioso etere” di cui ha scritto Newton. Per gli ultimi 30-40 anni, gli scienziati hanno cercato di analizzare le proprietà del vuoto fisico, ma con un approccio elettromagnetico o gravitazionale.


    1) Prima di tutto, il limite superiore della velocità delle onde di torsione è stimato come non inferiore a 109c, dove c è la velocità della luce;
    2) Secondo, i campi di torsione riescono a propagarsi in una regione di spazio non limitata dal cono di luce. Significa che i campi di torsione riescono a propagarsi non solo nel futuro, ma anche nel passato;
    3) Terzo, i campi di torsione trasmettono informazione senza trasmettere energia.
    4) Quarto, i campi di torsione non devono seguire il principio di sovrapposizione
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7213

    UNIFICATION OF INTERACTIONS
    IN THE THEORY OF PHYSICAL VACUUM
    Shipov G.I.
    http://shipov.com/files/unif1.pdf
    The suggested model of neutron considers neutrino as radiation of zero-mass torsion eld,
    arising when electron is coming out of the torsion hole. It is especially important to note,
    that torsion potential energy (33) vanishes, when re = 0. It means, that free torsion radiation
    passes through material medium without interaction. Thus, neutrino represents a kind of
    material torsion eld, carrying energy but not interacting (or weakly interacting) with usual
    matter. It is possible now to explain high penetrating ability of neutrino by equality to zero
    of potential energy of purely torsion radiation
    http://www.shipov.com/science.html

    Il modello suggerito del neutrone considera il neutrino una radiazione di campo di torsione con massa zero, che nasce quando l'elettrone esce dal foro di torsione, notiamo che l'energia potenziale di torsione sparisce quando re=0, la radiazione di torsione attraversa il materiale senza interagire. Quindi il neutrino rappresenta un tipo di campo di torsione materiale che trasporta energia ma non interagisce o lo fa debolmente con la materia normale.


    #32672
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Meccanica quantistica [modifica]

    Alcuni fenomeni legati alla meccanica quantistica, come l'entanglement quantistico, sembrano trasmettere informazioni a velocità superiori a quella della luce. Tali fenomeni tuttavia non permettono una vera comunicazione. Essi permettono solo a due osservatori di poter osservare lo stesso evento simultaneamente, senza alcun sistema per controllare che cosa vedono.

    Il motivo per cui le leggi della fisica sembrano cospirare per impedire forme di comunicazioni a velocità superluminali è interessante e ancora poco definito. Recentemente, comunque, le posizioni contro il fatto che entanglement quantistico possa essere utilizzato nelle comunicazioni si sono rafforzate grazie agli sviluppi nella decoerenza quantistica.

    Il principio di indeterminazione di Heisenberg implica che i singoli fotoni possono viaggiare per brevi distanze a velocità superiori (o inferiori) a c, anche nel vuoto; tale possibilità deve essere considerata quanto si enumerano i diagrammi di Feynman per l'interazione della particella.

    A livello aggregato comunque queste fluttuazioni si annullano a vicenda. In tal modo sulle lunghe distanze (non quantistiche) i fotoni finiscono per viaggiare effettivamente in linea retta e alla velocità della luce in media. Questo fatto però rende ancora più difficoltosa un'eventuale comunicazione a velocità superluminale sfruttando tali fenomeni.

    La stampa ha più volte riportato successi di esperimenti concernenti trasmissioni a velocità superiori a quella della luce, spesso in relazione ad un qualche tipo di effetto tunnel quantistico. Nella maggior parte dei casi tali successi erano in relazione alla velocità di fase o alla velocità di gruppo. Questo tipo di superamento della velocità della luce nel vuoto non può però, come abbiamo già visto essere utilizzata per trasmettere informazioni.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Velocit%C3%A0_superluminale

    Un esperimento archiviato per mancanza dì spiegazioni

    Una ventina di anni or sono tra Roma e Ginevra avvenne il più impressionante fenomeno dì tutta la storia della Scienza: 2 elettroni accoppiati erano stati separati a Roma all’I.N.EN. (Istituto Nazio­nale dì Fisica Nucleare) e uno dei due è stato portato (non certo in un fazzoletto da naso, ovviamente bisogna confinarlo in un contenitore magnetico, con complicatissimi accorgimenti) a Ginevra al C.E.R.N. (Centro Europeo di Ri­cerche Nucleari). Ebbene, il Fisico su a Ginevra si è messo a “giocare” con l'elettrone, cambiando il suo spin, e sapete che cosa è capitato ?

    Anche lo spin dell'elettrone rimasto a Roma si è girato ! Come vuole la legge di esclusione di W. Pauli. Quello che non hanno potuto sopportare i Fisici è stato di non poter capire perché la cosa accadesse con 1000 km “di mezzo”.

    Negli ambienti “scientistici” quando una cosa non si spiega, si fa come se non fosse mai accaduta.
    ..

    Noi tre, Massimo, Gianni e Giorgio; abbiamo depositato una domanda d'invenzione dal titolo: Dispositivo di telecomunicazione immediata a qualsiasi distanza, basato sul principio della interconnessione degli spin accoppiati.

    Il collegamento si basa sull'uso dei neutrini. Quello che é paradigmatico è che deve avvenire “sottoterra”. Bisognerebbe andare a dire ai Fisici del C.E.R.N e dellT.N.FN, che il collegamento “quella volta” dello spin, avvenne già nel più “grande, perfetto e “pervio” “sotterraneo” che si possa immaginare.

    Il sotterraneo che connette insieme tutti gli atomi dell'universo. Un sotterraneo attraversato da un'orda di… tachioni.

    Non abbiamo la copertura economica per farne un brevetto mondiale, ma che qualcuno possa rubarci l'idea e realizzare il trasmettitore a spin, non rappresenta per noi un timore. Anzi toccheremmo il cielo col dito se questo avvenisse !
    http://www.mednat.org/new_scienza/trasmettitore_spin.htm

    Tachioni, EPR, e la proposta di Bohm http://it.wikipedia.org/wiki/Tachione
    In tal senso i tachioni causali (o gli effetti non locali della meccanica quantistica) sono compatibili con la relatività ristretta in cui sia presente un “etere” sullo sfondo, infatti i due postulati della Relatività ristretta,


    #32673
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    The Etherino and/or the Neutrino Hypothesis
    http://www.santilli-foundation.org/docs/EtherinoFoundPhys.pdf
    Ruggero Maria Santilli
    We introduce, apparently for
    the first time, the hypothesis that the energy and spin needed for the synthesis
    of the neutron originate either from the environment or from the ether conceived
    as a universal medium with very high energy density via an entity here
    called etherino, denoted with the letter “a” (from the Latin aether),..

    Introduciamo sembra per la prima volta l'ipotesi che l'energia e la rotazione necessarie per la sintesi del neutrone abbiano origine dall'ambiente o dall'etere concepito come medium universale con altissima densità di energia tramite una entità qui chiamata eterino, ..

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7239


    #32674
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/tremonti-non-tagli-le-gambe-al-neutrino
    Tremonti, non tagli le gambe al neutrino!
    Più di recente, le nuove potenze scientifiche emergenti – come la Cina, l’India, il Brasile – stanno cercando di creare, accanto a un forte comparto di ricerca applicata e di sviluppo tecnologico finanziato soprattutto da imprese straniere, un rilevante settore di ricerca accademica e fondamentale. Questi paesi stanno compiendo il più formidabile “salto di rana” che potessero immaginare per cercare di recuperare il gap e competere alla pari con i paesi di antica industrializzazione: hanno capito che non solo non c’è sviluppo senza ricerca. Ma che non c’è sviluppo senza ricerca di base.

    In definitiva: è dimostrato anche che la ricerca di base si sviluppa soprattutto attraverso l’intervento dello stato. E che la massima creatività scientifica si esprime nei laboratori pubblici. In Italia, purtroppo, manca da mezzo secolo almeno una politica industriale che si fondi sul finanziamento della ricerca. E negli ultimi anni siamo addirittura in una fase di tagli sistematici. Ancora una volta c’è da chiedersi se non sia questa non una delle cause, ma “la” causa del declino del paese.

    Tagliare le gambe al neutrino che (forse) corre più veloce della luce non conviene. Ministro Tremonti, un giorno lei tasserà le ricadute di quella corsa.


    #32675
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    è bene che si sappia che la teoria della Relatività non prevede l'impossibilità per le particelle di viaggiare a velocità superiori a quella della luce, ma piuttosto l'impossibilità di oltrepassare la soglia della velocità della luce. In altre termini, le particelle che oggi conosciamo, e che viaggiano a velocità inferiori a quella della luce, note con il nome di bradioni, non potrebbero essere mai accelerate oltre quel limite, perché per raggiungere tale velocità, necessiterebbero di un'energia infinita. Ma così come la fisica prevede l'esistenza dei fotoni, particelle che viaggiano sempre e solamente alla velocità della luce, avendo massa a riposo nulla, allo stesso modo è fisicamente compatibile con la teoria della Relatività l'esistenza di ipotetiche particelle, chiamate tachioni, che viaggiano sempre a velocità superiori a quella della luce, non potendo mai varcare il muro di tale velocità questa volta dall'alto verso il basso.

    Ciò che invece può costituire elemento di frizione è il confronto con risultati sperimentali già noti, alcuni dei quali in linea con quelli di CNGS, altri apparentemente inconciliabili. Un evento molto importante avvenuto nel febbraio del 1987, l’esplosione di una supernova nella vicina nebulosa di Magellano (circa 170.000 anni luce dalla Terra), aveva permesso agli astrofisici che avevano seguito l’evento con i loro strumenti, di determinare con estrema precisione la velocità dei neutrini prodotti la quale risultò comunque inferiore alla velocità della luce. Le misure del tempo di volo dei neutrini generati dalla supernova SN1987A furono sicuramente più precise di quelle dell’esperimento CNGS, tuttavia è anche bene precisare che si trattava di neutrini di natura diversa (elettronici e non muonici) e ad energia più bassa (circa mille volte meno energetici), elementi che comunque potrebbero rivelarsi non sufficienti per spiegare i recenti risultati.

    http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/i-neutrini-e-la-velocita-della-luce-facciamo-il-punto.php

    http://it.wikipedia.org/wiki/Tachione
    Tachione

    Vale la pena di osservare che nel quadro della Relatività ristretta subluminale, non sarebbe mai possibile scoprire un simile “etere”, il moto rispetto al quale però potrebbe essere rivelato misurando in ogni direzione la massima velocità (in quella particolare direzione) di un segnale superluminale osservabile. In tal senso i tachioni causali (o gli effetti non locali della meccanica quantistica) sono compatibili con la relatività ristretta in cui sia presente un “etere” sullo sfondo, infatti i due postulati della Relatività ristretta, rimangono ancora validi, poiché la forma delle leggi naturali in forma differenziale non viene toccata (rimanendo così covarianti), ma viene aggiunta di fatto una condizione al contorno.

    Ginzberg trovò che era possibile invertire completamente queste equazioni senza violare alcuna regola scientifica. Questo significa che invece di diventare più grande, un oggetto avrebbe addirittura rilasciato energia verso l’etere nel momento in cui fosse stato spostato, provocando così la perdita graduale di tutte le sue caratteristiche profonde di massa gravitazionale, massa inerziale e polarità elettrica qualora avesse raggiunto la velocità della luce. Ginzberg presenta questi nuovi concetti nei seguenti termini: [grassetto nostro]

    Le caratteristiche principali di queste nuove equazioni sono:
    – Sia la massa gravitazionale che quella inerziale di una particella decrescono quando la sua velocità aumenta.
    – La polarità elettrica di una particella decresce allo stesso modo quando la sua velocità aumenta…

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_02.htm

    http://books.google.com/books?id=dXiE_embYrgC&pg=PA200&lpg=PA200&dq=Vladimir+Ginzburg++relativity+light&source=bl&ots=sU_gGmD1av&sig=xz4gu8MpNfaWr_ZoSG3xoz35eRk&hl=it&ei=sjuDTpDgNM3EtAbInu2ZDg&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=1&ved=0CB0Q6AEwAA#v=onepage&q&f=false
    Prime elements of ordinary matter, dark matter & dark energy: beyond …
    Di Vladimir B. Ginzburg,Tatyana V. Ginzburg


    #32676
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    E adesso c’è la faccenda dei neutrini. Che secondo uno strano annuncio sembrerebbero un po’ più veloci della luce. Appena un po’, non molto. Una cosetta piuttosto marginale, che fa loro risparmiare appena qualche milionesimo di secondo su un tragitto di 730 chilometri. Un vantaggio impercettibile perfino per i nostri treni ad alta velocità, per non parlare delle automobili. E poi non si è neppure veramente sicuri che un simile guadagno sia reale. Malgrado ciò, se confermato, questo dato sarebbe di un’importanza fondamentale, in quanto costringerebbe una schiera di cervelloni a una corsa incredibile per riscrivere qualche pezzo della teoria della relatività: una cosa non da poco. Ma una cosa buona e giusta, si dice, perché “è così che va avanti la scienza”: correggendosi.
    http://www.stukhtra.it/?p=6953


    #32677
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1317668098=Richard]

    http://www.bioenergyresearch.com/ita/corbucci/biografia.htm
    NOTA SULLA QUESTIONE DEI TACHIONI

    In Fisica che qualcosa possa viaggiare più veloce della luce, è considerato dai Fisici eresia!
    ..
    CON QUESTO ARTICOLO CADE OGNI PRECEDENTE NOZIONE DELLA FISICA CHE VUOLE UN TEMPO DI PROPAGAZIONE PER COMUNICARE NELLO SPAZIO DA A a B. ANCHE SE SEMBRA INCREDIBILE, SI PUO' COMUNICARE a distanze non solo interplanetarie, ma persino i n t e r g a l a t t i c h e “i m m e d i a t a m e n t e” !

    Nel “fuori” dello spazio si calcolano le velocità e “c” è quella massima. “Dentro” al sotterraneo della materia non c'è più alcuna velocità. Tutto diviene i s t a n t a n e o.
    Ecco come è stato risolta la questione dei tachioni

    Altra considerazione: lo spazio infratomico (all’interno degli atomi) si affermava essere vuoto, in realtà questo “vuoto” è pieno del “campo” energetico (gravitazionale), Tachionico o campo di Feinberg che possiamo anche chiamare Campo Unificato; Albert Einstein faceva riferimento a questo spazio e lo definiva come un campo di energia chiamato “Etere” (Campo Unificato); questo campo determina la “velocità” della luce; essa corrisponde alla media geometrica della velocità del Tachione o Gravitone (Koppitz); quindi la velocità della luce varierebbe in funzione del variazioni delle caratteristiche del campo Tachionico; essa è costante fin quando il campo stesso è costante. Nelle misurazioni scientifiche effettuate per trovare la velocità della luce si notò una fluttuazione di velocità della stessa; gli scienziati si accordarono su di un valore medio su tutte le misurazioni effettuate; da allora (anni 1934) si insegnò che la velocità della luce era fissa e costante
    http://www.mednat.biz/new_scienza/scienza_raz.htm

    [/quote1317668098]

    Hoagland:

    All PHYSICS is local in the HD Model.

    I think the speed of light is changing (again) in THIS solar system … because of the dynamics of the changing background torsion field we've been discussing.

    I've thought for some time that the famed (and intensely controversial) “Pioneer Anomaly” (Google) was ALSO caused by the SAME thing: a simple change in the speed of light (radio waves, in this case) — between the Earth and the outer solar system spacecraft currently being tracked by JPL.
    ————
    Tutta la fisica è locale nel modello iperdimensionale
    Penso che la velocità della luce stia cambiando in QUESTO sistema solare..a causa delle dinamiche del campo di torsione nello sfondo di cui abbiamo discusso.
    Ho anche pensato che l'”Anomalia Pioneer” sia stata causata dalla STESSA cosa: un cambiamento nella velocità della luce (onde radio, in questo caso), tra la terra e l'astronave seguita dal JPL.

    —————
    http://www.giulianaconforto.it/Italiano/articoli/Nuova_Forza.htm

    Le Pioneer sono solo alcuni dei tanti e sempre più numerosi indizi che esiste una “nuova” forza. Il campo di energia del punto zero è un altro termine che indica l'esistenza una forza “misteriosa”; potrebbe essere la notizia più importante dei nostri tempi. Non solo potrebbe fornirci “energia libera”, gratis in un futuro abbastanza prossimo, ma sta cambiando la nostra intera cosmologia, la nostra visione del mondo, la nostra comprensione ed esperienza dell'esistenza stessa.


Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 113 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.