Terremoto 8,9 in Giappone con Tsunami di 10 metri !

Home Forum PIANETA TERRA Terremoto 8,9 in Giappone con Tsunami di 10 metri !

Questo argomento contiene 567 risposte, ha 37 partecipanti, ed è stato aggiornato da NEGUE72 NEGUE72 7 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 91 a 100 (di 568 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #90618

    deg
    Partecipante

    Sembra che l'HAARP sia stata molto attiva prima del terremoto ….

    [youtube=]EhEUcb9gMhY

    @Farfalla: non so se gli strumenti che hai fatto vedere si riferivano a un possibile intervento della HAARP, ma forse è una possibilità …


    #90615
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Sulla Terra, ha avuto inizio la tempesta magnetica. Questo è tutto, gli scienziati danno la colpa per questo devastante terremoto in Giappone – racconta newsru.com. I ricercatori fanno notare che la situazione è sfavorevole per noi, la posizione della luna e l'attività solare, che può aver contribuito alla tragedia in Giappone.

    Come indicato con l'indice Kp, che viene utilizzato per le misurazioni del campo magnetico terrestre, la tempesta magnetico terrestre ha avuto inizio. Il valore di Kp è salito ieri sera a un livello che indica la tempesta, per poi diminuire, e il venerdì mattina, ancora una volta evidenziato valori allarmanti – ha spiegato i ricercatori della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) degli Stati Uniti.

    Sulla Terra, è “volata” una delle esplosioni più importanti che hanno avuto luogo sul Sole nelle scorse settimane – ha spiegato Mjakowa Irina, Accademia Cosmofisico della Scienza Russa . E' che la tempesta sulla terra, per fortuna, non sarà troppo forte.

    Negli ultimi 5 giorni ci sono stati più di 70 esplosioni solari. Nella notte del 9 e 10 marzo il Sole ha avuto la seconda eruzione così forte. Era solo tre volte inferiore a quello record di quattro anni fa.

    esperti russi sono convinti che la tempesta magnetica e la posizione della Luna potrebbe essere la causa del terremoto e dello tsunami in Giappone.

    La luna è ora più vicino alla Terra in 10 anni – a soli 350 mila chilometri. Gli scienziati credono che il suo peso ha un impatto sulla litosfera della Terra, . Il sole è anche in cima alla sua attività per parecchi anni, la recente esplosione di una stella causato tempeste magnetiche sulla Terra. Secondo scienziati russi Sakhalin e le isole Curili sono diventati più vulnerabili ai terremoti.

    Vice Direttore dell'Istituto di Fisica Terrestre RAS, ha detto che il terremoto in Giappone era prevedibile, perché in essi la settimana precedente ci sono stati a urti deboli.

    Un terribile terremoto di magnitudo 8,9 sulla scala Richter si è svolta in Giappone al 14,46 ora locale. Ma il danno più grave causato enorme onda anomala causata dal terremoto, che ha rotto nell'entroterra. Wave nella fase iniziale ha raggiunto circa 10 metri di altezza. Dopo la prima ondata è venuto dopo. E 'il più grande terremoto in Giappone per 140 anni.
    Fonte: onet.pl


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #90620
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1299941737=deg]
    @Farfalla: non so se gli strumenti che hai fatto vedere si riferivano a un possibile intervento della HAARP, ma forse è una possibilità …
    [/quote1299941737]
    Sui forum polacchi parlano tanto di questa possibilità dato che ci è stata parecchia attività della Haarp, però…..


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #90621
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    HAARP Induction Magnetometer
    The induction magnetometer detects temporal variation of the geomagnetic field based on Faraday's law of magnetic induction. This instrument, which was provided by the University of Tokyo, is composed of three individual sensors. Each sensor is comprised of a large number of turns of fine copper wire wound around a rod with high magnetic permeability. (See a photograph of the sensor and its construction.) The sensitivity of each sensor is determined by the effective area of the detection coil, that is, the cross sectional area of each winding, and the number of turns, and by magnetic flux density threading the coil. The magnetic flux density is enhanced by a factor of approximately 1,000 by the high-permeability metal core.
    http://www.haarp.alaska.edu/haarp/magind.html

    http://maestro.haarp.alaska.edu/cgi-bin/scmag/disp-scmag.cgi

    Il magnetometro rileva le variazioni temporali del campo geomegnetico in base alla legge di Faraday dell'induzione magnetica. Questo strumento, fornito dall'Università di Tokyo, è composto da tre sensori. Ogni sensore è composto da molti avvolgimenti di filo di rame attorno ad un perno con alta permeabilità magnetica.

    Campo geomagnetico
    Il campo geomagnetico è un fenomeno naturale presente sul pianeta Terra. Esso è assimilabile al campo generato da un dipolo magnetico con poli non coincidenti con quelli geografici e non statici, e con asse inclinato di 11,3° rispetto all'asse di rotazione terrestre. Le ipotesi sulle origini di questo campo sono numerose, ma oggi le teorie sono orientate verso un modello analogo a quello di una dinamo ad autoeccitazione. Anche altri corpi celesti, come il Sole o Giove, generano un campo magnetico.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Campo_geomagnetico


    #90619
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Questo potrebbe essere lo scenario:
    cliccate per vedere la mappa

    [URL=http://img855.imageshack.us/i/fallout.jpg/][/URL]

    Uploaded with [URL=http://imageshack.us]ImageShack.us[/URL]

    Inoltre, dato l'attuale direzione e velocità della corrente http://www.stormsurfing.com/cgi/display_alt.cgi?a=npac_250

    tra qualche giorno la situazione sulla costa occidentale degli Stati Uniti e Canada potrebbe essere molto grave.

    Guardate cosa ha registrato un membro del reporter della CNN a Chiba City.
    La terra letteralmente si apre sotto i suoi piedi ..

    [youtube=500,390]0rAPF3e2_9I


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #90623
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante
    #90624

    deg
    Partecipante

    Ricordiamo :

    …” I terremoti e le eruzioni vulcaniche artificiali non sono impossibili, infatti una minima causa, ben localizzata, può generare un cataclisma.
    I terremoti sono legati al movimento delle placche, lungo le faglie. Sappiamo che un terremoto devastante è previsto lungo la faglia di S.Andreas, in California. Ma non sappiamo quando, e dunque non conosciamo, a priori, l'energia sufficiente a scatenare il fenomeno. Ma esiste una tecnica che permette di agire sugli strati profondi del sottosuolo con delle onde elettromagnetiche.

    Negli anni settanta i Russi avevano costruito un enorme generatore a pulsioni battezzato “Pamir” che poteva essere trasportato su un grosso camion.Era una variante del generatore di Sakharov (MK1), a compressione di flusso.
    Questo generatore chiamato anche Generatore di Pavloski utilizzava dei cannoni elettromagnetici, con un esplosivo chimico che interagiva con un potente solenoide (in regime di numero di Reynolds magnetico elevato).
    Questo sistema permetteva di far circolare forti correnti elettriche nel terreno.

    Il dispositivo fu ufficialmente presentato come un sistema per analizzare la situazione di un terreno misurandone sulle grandi distanze e a grandi profondità la conduttività elettrica del suolo.
    Il sistema, usato con moderazione, può testare il terreno, come quando si danno leggeri impulsi su un blocco in equilibrio per vedere se è pronto a scivolare in un burrone.
    Ma un tale sistema potrebbe non solo studiare la situazione pre-sismica del territorio, ma eventualmente innescare il terremoto.
    Se la faglia non è pronta a cedere, occorrerebbe una notevole energia per innescare il terremoto.
    Al giorno d'oggi ormai sappiamo che una variazione di conduttività è il segno di un imminente terremoto.
    Con una simile macchina e dei dati geologici esatti, i militari potrebbero, in aree potenzialmente “ostili”, o per ragioni geo-politiche, innescare un devastante terremoto, uno tsunami o un'eruzione vulcanica….
    – Qui le pagine originali dell'IVTAN, l'Istituto Russo per le Alte Temperature, che parla di uno di questi generatori Pamir:
    http://www.ihed.ras.ru/mg/otdel6.htm
    http://www.ihed.ras.ru/mg/Pamir3U.htm

    Un generatore MHD (detto anche “generatore di plasma”) a scappamento lineare di Faraday, alimentato con esplosivo (propergol) solido al cesio, o al sodio (sostanze a basso potenziale d'ionizzazione). Lo scappamento espelle gas ionizzato a 3000° tra due o più elettrocalamite. Esso sviluppa 4,8 tesla, e ha elettrodi che raccolgono le correnti generate durante qualche secondo (15000 a 25000 A su 1000V).

    -Dal documentario ” Les colères du climat” (le collere del clima), trasmesso sulla 5 (emissione televisiva franco-tedesca), film che passa in rassegna le differenti catastrofi “naturali” mondiali dal 2002 in poi, un corto estratto sulla “Pamir”.

    “Pamir” l'arma sismica!

    -Una misteriosa arma al plasma vista poco prima del terremoto a Nigarta in Giappone, nel Luglio del 2007. Le stesse luci rosse, bianche e celesti riflesse sulle nuvole sono state viste e filmate poco prima del recente disastroso terremoto in Cina.
    Quando quest'estate c'è stato il terremoto in Cina, ho subito pensato: “Ecco! Vogliono far dimenticare le polemiche e le proteste internazionali sul Tibet e le olimpiadi!”.
    http://universoolografico.forumfree.it/?t=49329769


    #90622
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    la pressione sta salendo


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #90625
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1299943396=Richard]
    Fulford ne è ancora convinto

    http://benjaminfulford.typepad.com/benjaminfulford/2011/03/%E6%97%A5%E6%9C%AC%E3%81%B8%E3%81%AE%E5%9C%B0%E9%9C%87%E5%85%B5%E5%99%A8%E6%94%BB%E6%92%83%E3%81%AF%E7%B1%B3%E5%9B%BD%E3%81%AE%E3%83%8D%E3%83%90%E3%82%BF%E5%B7%9E%E3%81%A8%E3%83%8B%E3%83%A5%E3%83%BC%E3%83%A1%E3%82%AD%E3%82%B7%E3%82%B3%E5%B7%9E%E3%81%AE%E7%B1%B3%E8%BB%8D%E5%9C%B0%E4%B8%8B%E5%9F%BA%E5%9C%B0%E3%81%8B%E3%82%89%E7%99%BA%E7%94%9F%E3%81%97%E3%81%9F.html
    Special bulletin: Earthquake attack on Japan originated in New Mexico and Nevada, U.S. New Madrid fault line next target

    The horrific earthquake weapon attack on Japan, resulting in 10 meter tsunamis along much of Japan’s coast line came from rogue elements of the U.S. government located in underground bases in New Mexico and Nevada, according to pentagon and CIA sources.

    The next target will be the New Madrid fault line in the South-Western United States, according to threats originating from the Nazi George Bush Senior faction of the U.S. government.

    The United States is supposed to be an ally of Japan, we demand that you immediately send men with tanks and guns to take these bases and arrest these genocidal rogues. You know who they are and you know where they are, you must act or your own people will be next

    ———
    Attacco con terremoto sul Giappone originato in Messico e Nevada, prossimo obiettivo faglia U.S. New Madrid

    L'attacco con terremoto in Giappone ha provocato uno tsunami di 10 metri lungo la costa ed è provenuto da elementi criminali nel governo USA in basi sotterranee del Nuovo Messico e del Nevada, secondo fonti del pentagono e della CIA
    Il prossimo obiettivo sarà la New Madrid fault nel sud-ovest degli USA, secondo minacce dalla fazione Nazi George Bush del governo usa
    Gli Stati Uniti dovrebbero essere alleati del Giappone, vi chiediamo di mandare uomini armati in queste basi ad arrestarli. Sapete chi sono e dove sono, dovete agire o il vostro popolo sarà il prossimo

    ………………………..

    Chiaramente questo non prova nulla al momento…
    [/quote1299943396]

    Un commento al post di Fulford

    Ben,

    I don't know how much more we can take of this. Whoever you can contact, there's gotta be a spec-ops team to take out those eq machines. Even if it has to be privately funded.

    The european geosciences union has produced papers in the last ten years that talk about earthquakes being electrically activated by telluric currents. Like sparking thunder in a piezo-electrically activated state of the stone, since the stone is under compression forces from the earth. That means that the stone is always in a highly charged, ready to discharge state! I figure that the machines lift up the atmosphere forming something akin to a capacitor in a high state of charge, which, after the latest CME's from the sun, means that the ionosphere is EXTRA charged, so the telluric currents are EXTRA strong.

    Anytime they activate that machine, lift up the ionospheric section, and discharge a telluric current, now instead of a magnitude 7 quake, they can set off 8 on up.

    Ben, I don't know if you read the comments section, but I've tried to communicate to you via email, which almost never works. This is my last best shot. Someone has to take out that machine. The ionosphere is on STERIODS due to the CME's coming from the Sun! It's like adding nitroglycerin to dynamite! Please acknowledge and relay this information to your sources! If you doubt me, look up electrical nature of earthquakes, the European Geosciences Union, and telluric currents for papers. I've researched this for the last 5 years, and this is what I'm getting from the data.

    Regards,
    The Asian bruthas
    ———————–

    Ben,
    non so quanto possiamo sopportarne. Comunque puoi contattare, dev'esserci un gruppo speciale che si occupi di queste macchine. Anche se finanziato privatamente.
    L'unione europea di geoscienza ha prodotto documenti negli ultimi dieci anni che parlano di terremoti attivati elettricamente da correnti telluriche. Come fulmini in uno stato della pietra attivata piezoelettricamente, dato che la pietra è sotto compressione di forze della terra. Questo significa che la pietra è sempre in alta carica, pronta a scaricarsi! Immagino che le macchine alzino l'atmosfera formando qualcosa come un condensatore in alto stato di carica, che dopo le ultime tempeste solari, che sovraccaricano la ionosfera, porta a fortissime correnti telluriche.
    Ogni volta che attivano la macchina, sollevando la sezione ionosferica e scaricando una corrente tellurica, invece di un terremoto di livello 7 si arriva ad un 8 e più
    Ben, non so se leggi i commenti, ma ho cercato di contattarti per mail, che quasi non funziona. Questo è il mio ultimo. Qualcuno deve distruggere la macchina. La ionosfera è sotto steroidi per le tempeste solari! E' come aggiungere nitroglicerina alla dinamite! Passa queste informazioni alle tue fonti. Se dubiti, cerca la natura elettrica dei terremoti, European Geosciences Union e le correnti telluriche. Ho fatto ricerca su questo per 5 anni e ho capito questo.
    The Asian bruthas


    #90626
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    fonte FQ: http://bit.ly/f7ihIn
    Nucleare, Mario Tozzi: “La politica farebbe
    meglio a stare zitta”

    Duro attacco del giornalista scientifico e ambientale alle reazioni della maggioranza di governo di fronte alla minaccia atomica proveniente dal Giappone distrutto dal terremoto
    “Sono degli irresponsabili. Parlassero di meno e studiassero di più”. Mario Tozzi, maître à penser e mezzobusto televisivo dell’ambientalismo italiano, non usa mezzi termini nel commentare le reazioni di casa nostra al terremoto giapponese e alla minaccia di disastro nucleare. Le dichiarazioni dei vari Fabrizio Cicchitto e Pierferdinando Casini, a Tozzi non sono proprio piaciute. E’ un fiume in piena: “C’è da rimanere allibiti. Questi politici fanno finta di esser dei teorici di fisica nucleare. Non hanno nemmeno la decenza di usare la cautela che in situazioni come questa dovrebbe essere d’obbligo”.

    Non parlate a Tozzi poi dell’editoriale di oggi del Messaggero a firma di Oscar Giannino. Un articolo che ha scalato la classifica delle dichiarazioni al buio che poi sono state clamorosamente smentite. Il giornalista scriveva che quanto accaduto in Giappone era “la prova del nove” della sicurezza dell’energia prodotta dall’atomo. “Che figura miserrima quella di Giannino – attacca Tozzi – Ma a una cosa è servita: a smascherare l’abitudine italiana di salire in cattedra e di parlare di cose che non si conoscono”.

    Di fronte alla minaccia di un disastro nucleare, la parola d’ordine della lobby nucleare nostrana è minimizzare. “Anche l’incubo che sta vivendo il Giappone in queste ore con il danneggiamento di un reattore – continua il giornalista – in Italia viene declinato a mero strumento di propaganda politica e ideologica. Difendono l’atomo solo perché non possono tornare indietro”.

    Secondo il conduttore di “Gaia, il pianeta che vive” (che tornerà in onda su Rai Tre a partire dal 31 marzo) le bugie più macroscopiche della lobby pro-atomo sono due: la sicurezza e l’economicità di questa fonte di energia. Che la tragedia giapponese le sta drammaticamente mettendo a nudo.

    “Le centrali nucleari giapponesi – spiega Tozzi – sono state costruite per sopportare un terremoto di 8,5 gradi della scala Richter. Poi cos’è successo? E’ arrivato un sisma di 8,9 e le strutture non hanno retto”. Le centrali italiane saranno costruite per resistere a delle scosse di circa 7,1 gradi, ma, come sostiene Tozzi, “chi ci assicura che un giorno non arriverà un sisma più potente?”. Nessuno, appunto. Perché i terremoti sono fenomeni che non si possono prevedere. Inoltre il disastro giapponese è avvenuto nel paese tecnologicamente più avanzato del mondo. A Tokio infatti è radicata una seria cultura del rischio che è frutto di una profonda conoscenza di questi fenomeni. “Con quale faccia di tolla i vari Cicchitto ci vengono a vendere l’idea che in Italia, in caso di terremoto, le cose possano andare meglio che in Giappone? Il terremoto dell’Aquila se si fosse verificato in Giappone non avrebbe provocato neanche la caduta di un cornicione. Da noi ha causato 300 morti. Chi può credere alle farneticazioni sulla sicurezza del nucleare italiano?”, chiede sarcasticamente Tozzi. E’ vero che l’incidente nucleare è più raro, ma è altrettanto vero che è mille volte più pericoloso. E il caso giapponese, secondo Tozzi, è da manuale: “Se a una centrale gli si rompe il sistema di raffreddamento diventa esattamente come un’enorme bomba atomica. Forse è questa la prova del nove di cui parla Giannino”.

    E poi c’è la questione della presunta economicità dell’energia prodotta dall’atomo. “I vari politici e presunti esperti – argomenta Tozzi – si riempono la bocca dicendo che il kilowattora prodotto dall’atomo è più economico di quello prodotto dalle altre fonti. Ma non è vero. Noi sapremo quanto costa realmente solo quando avremo reso inattivo il primo chilogrammo di scorie radioattive prodotto dalle centrali. E cioè fra 30mila anni”. Secondo il giornalista, la lobby che vuole il ritorno del nucleare propaganda la sua convenienza economica senza tenere conto dell’esternalità, e cioè dei costi aggiuntivi che ne fanno lievitare il prezzo. Che vanno dallo smaltimento delle scorie (problema che nessun paese al mondo ha ancora risolto definitivamente) ai costi sociali ed economici di un eventuale incidente. “Sono soldi che i nuclearisti non conteggiano – dice Tozzi – perché sono costi che ricadranno sui cittadini e sulle generazioni future”.

    Il 12 giugno è in programma un referendum che, fra le altre cose, chiede l’abrogazione del ritorno all’atomo dell’Italia. Il rimando a quanto successe a Chernobyl nel 1987, alle grandi mobilitazioni antinucleariste fino al referendum che sancì l’abbandono dell’energia nucleare è quasi d’obbligo. Ma a Mario Tozzi il paragone non convince: “Veniamo da 25 anni di addormentamento delle coscienze. Oggi abbiamo gente come Chicco Testa e Umberto Veronesi che fanno i finti esperti e spot ingannevoli che traviano l’opinione pubblica”. Insomma, il legame fra l’incidente che scosse le coscienze e il voto popolare che funzionò nel 1987, oggi potrebbe fallire. Ma il 12 giugno non si voterà solo per dire no all’atomo. I cittadini saranno chiamati anche ad esprimersi contro la privatizzazione delle risorse idriche e contro la legge sul legittimo impedimento. Temi che, affianco al no all’atomo, potrebbero convincere i cittadini ad andare alle urne. E consentire alla tornata referendaria di raggiungere il quorum.

    di Lorenzo Galeazzi e Federico Mello


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

Stai vedendo 10 articoli - dal 91 a 100 (di 568 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.