Terremoto 8,9 in Giappone con Tsunami di 10 metri !

Home Forum PIANETA TERRA Terremoto 8,9 in Giappone con Tsunami di 10 metri !

Questo argomento contiene 567 risposte, ha 37 partecipanti, ed è stato aggiornato da NEGUE72 NEGUE72 7 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 151 a 160 (di 568 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #90677
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1300115357=Richard]
    ecco le profezie che una entita di nome Halaliel fece dalle parole di Cayce
    http://www.edgarcayce.it/media/cambiamentiterr.htm

    questa entità avrebbe deviato in chiave molto negativa le letture di Cayce soggetto ad un periodo di forte stress e nervosismo..non era la solita fonte da cui attingeva..
    [/quote1300115357]
    i posti di tumulto ha azzeccati tutti !amazed


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #90679
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1300118633=kingofpop]
    però li si parla di eventi anche precedenti al nostro attuale periodo..mi riferivo a quelli..siccome so che tu ne sai molto ma molto di più rispetto a me volevo avere una delucidazione al riguardo…appunto su evnti avvenuti prima del 1998
    [/quote1300118633]
    qua c'è una analisi di Wilcock
    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.231


    #90678

    deg
    Partecipante

    Terremoto in Giappone, c'è chi lo aveva previsto studiando l'attività di HAARP

    http://scienzamarcia.blogspot.com/2011/03/terremoto-in-giappone-ce-chi-lo-aveva.html
    :eyebro:


    #90680
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    l' intensità delle scosse in Giappone sta scendendo, in Azerbaijan invece sta aumentando…..lo vedo dal software che mi segnala l' attività sismica in tempo reale in tutto il mondo


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #90682
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    di Sylvie Coyaud

    Sulla costa orientale del Giappone, 4 centrali nucleari sono state danneggiate dai terremoti incessanti e dallo tsunami di venerdì. Tra gli addetti ci sono feriti, irradiati e dispersi – i dati sono ancora frammentari – e decine di migliaia di abitanti sono stati evacuati.

    NOTIZIE – I reattori a rischio sono ad acqua bollente, più semplici ed economici, ma anche più vecchi. Il vantaggio è che usano l’acqua sia come vettore dell’energia da fissione delle barre d’uranio, che per il sistema di raffreddamento. Il vapore in uscita attiva le turbine, per la produzione di elettricità, entra nel condensatore dove raffredda, ridiventa acqua e ritorna nel reattore. Il problema è che in caso di incidente, e in Giappone sono stati parecchi proprio a causa dei terremoti, i danni al circuito di tubature e pompe bloccano il raffreddamento.

    Una volta che il reattore si è spento automaticamente, com’è accaduto a quelli in attività in tutte le centrali, occorre però dissipare il calore che continua a produrre, a volte per settimane, altrimenti le pareti del contenitore e le tubature ne vengono ossidate e danneggiate. Non c’è modo di fermare la reazione con un sistema indipendente, quindi vanno usati sistemi di emergenza, per esempio generatori diesel e iniettori ”manuali”. Ma la violenza del sciame sismico attuale e dello tsunami ha danneggiato anche quelli.

    Fukushima I (Daiichi): qui il livello d’allarme è stato il più elevato. Il refrigerante e l’acqua pura non sono bastati e ora si prova ad iniettare acqua di mare. Nel reattore 1, senza sapere quanta acqua arriva perché sono rotti gli indicatori di livello e di pressione. Come altrove si sono dovute aprire le valvole del circuito per farne uscire vapore, ma si accumula comunque idrogeno. È questo ad aver causato le esplosioni di sabato mattina nel reattore 1 e nella notte tra domenica e lunedì nel reattore 3. Nelle torri d’uscita, il vapore viene “filtrato” per diminuirne la radioattività catturando gli isotopi più pericolosi. Per ora il vento lo spinge principalmente verso nord/nord-est.

    I sei reattori di Fukushima I sono entrati in funzione tra il 1967 e il 1971. Le unità 1, 2, 3 dovevano chiudere e la dismissione doveva iniziare proprio in questi giorni. Il reattore 3 è “freddo”, sulle unità 1, 2 e 4 le operazioni sono ancora in corso.

    Fukushima II (Daini): non c’è stata alcuna esplosione e i quattro reattori, dei primi anni ‘80, risultano integri. Per problemi transitori al circuito di raffreddamento, s’è dovuto lasciare uscire il vapore.

    Onagawa: ci sono tre reattori del 1984, del 1995 e del 2002, con problemi da anni. E’ stato domato l’incendio che s’era prodotto nelle turbine.

    Tokai: la prima centrale costruita in Giappone in funzione dai primi anni ’60, oggi con 11 reattori. Nel reattore 2, il primo entrato in funzione nel paese, il sistema di raffreddamento è interrotto, due generatori d’emergenza su tre sono guasti. È anche il sito di Tokai-mura, l’impianto di arricchimento dell’uranio dove nel 1999 c’è stato un brutto incidente dopo un “risparmio” sulla formazione del personale.

    Link

    – l’Agenzia internazionale per l’energia nucleare (il direttore Yukiya Amano è giapponese, e anche se si è occupato di nucleare soprattutto nell’ottica del disarmo, conosce bene le centrali del suo paese, e anche la cultura del “salvare la faccia” che a volte impedisce ai loro dirigenti di chiedere aiuto);

    – la World Nuclear Association per gli aggiornamenti, è il sito della “confindustria” per così dire, ma non minimizza i rischi;

    – La Commissione statunitense per il nucleare

    – INES, la scala di valutazione del rischio

    – Le centrali nucleari in Giappone

    – Wikipedia: c’è una voce ben curata per ogni centrale, più dettagliate e aggiornate quelle in inglese.

    ***

    Non abbiamo usato i comunicati della Tokyo Electric Power Company (TEPCO) e della Tohoku Electric Power Co. che gestiscono queste centrali. Non hanno una reputazione di trasparenza e di tempestività nel trasmettere le informazioni (obbligatorie) alla Japanese Nuclear Safety Agency e a quella internazionale di Vienna. In passato i loro responsabili sono stati sanzionati falsificazione dei dati e, dopo altri terremoti, hanno cercato soprattutto di contenere le fughe di notizie. Questa volta, la catastrofe è tale che potrebbe essere diverso, ma possiamo basarci soltanto sulla nostra esperienza.

    Ci scusiamo per la semplificazione e contiamo sui lettori per gli errata corrige. Come sempre.
    http://oggiscienza.wordpress.com/2011/03/14/giappone-i-le-centrali/#more-16272


    #90681

    deg
    Partecipante

    [youtube=]kOeKXM3B9r0


    #90683

    Spiderman
    Partecipante

    [link=http://tv.repubblica.it/copertina/giappone-la-distruzione-vista-dal-cielo-foto-satellitari-a-confronto/64049?video=&ref=HREA-1]Prima e dopo[/link]


    #90684
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_08.htm
    TRASFORMAZIONI ENERGETICHE DELLA TERRA
    Come l’amministrazione Bush ha ora ammesso pubblicamente, è evidente che “specifici effetti a lungo termine” sono in corso sulla Terra che “trasformeranno sostanzialmente gli Stati Uniti in poche decadi”. Andando ben oltre al contenuto del “surriscaldamento globale” del rapporto dell’amministrazione Bush, sappiamo che i nostri schemi meteorologici sono diventati sempre più caotici, dannosi e imprevedibili. Abbiamo uragani, tifoni, tornado, frane, inondazioni, siccità e altre catastrofi che avvengono su una base sempre più in incremento. Come esempio, il grandioso uragano Andrew della metà degli anni ’90 era grande praticamente quanto il Texas.

    Si potrebbe arguire che le scatenate forze della natura siano una minaccia molto più grande del terrorismo. I calcoli del dott. Aleskey Dmitriev suggeriscono che:

    La dinamica crescita delle catastrofi significative mostra un grande incremento nel tasso di produzione dal 1973. E in generale, il numero di catastrofi è cresciuto del 410% tra il 1963 e il 1993. [grassetti aggiunti] [15]

    Basandoci sull’ondata nell’attività che si è osservata da quando è stato fatto questo studio, possiamo assumere che una statistica più aggiornata possa essere ora ad almeno 600%. E ancora, questa cifra esaustiva della ricerca comprende tutte le forme di catastrofe inclusi terremoti, attività vulcaniche, tornado, uragani, inondazioni, siccità eccetera. Eppure, nessuna fonte ufficiale sembrerebbe voler fare una tale affermazione a questo punto, dal momento che il “surriscaldamento globale” è fuori gioco.

    Sulla stesa linea, un ricercatore di nome Michael Mendeville ha mostrato chiaramente che in tutto il mondo il numero dei terremoti superiori a 2,5 sulla scala Richter è aumentato del 400% dal 1973, come si vede nella figura 8.7 [22]. Inoltre la figura 8.8 mostra che anche l’attività vulcanica ha visto un incremento di quasi il 500% tra il 1875 e il 1993 [22]. …

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3150
    STATO PIANETOFISICO DELLA TERRA E DELLA VITA
    del Dr. Alexey N.Dmitriev
    Pubblicato in Russo, IICA Transactions, Volume 4, 1997

    Professore in Geologia e Mineralogia e Capo Membro Scientifico, Istituto Nazionale di Geologia, Geofisica e Mineralogia, Dipartimento Siberiano dell'Accademia di Scienze della Russia.
    Esperto in Ecologia Globale e negli Eventi Terrestri in Rapido Processo.


    #90686
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Giappone, nuova esplosione alla centrale nucleare di Fukushima
    http://www.wakeupnews.eu/giappone-nuova-esplosione-alla-centrale-nucleare-di-fukushima/
    Terza esplosione e incendio a Fukoshima
    Il livello di radiazioni nell'aria é aumentato di quattro volte.

    http://www.lettera43.it/cronaca/10792/terza-esplosione-e-incendio-a-fukoshima.htm


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #90688
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Giappone a rischio per un altro grande terremoto
    Gli esperti prevedono che un secondo grande terremoto, quasi potente come il primo, e un successivo tsunami potrebbero presto colpire nuovamente il Giappone.

    ll direttore del Centro sismologico in Australia, il dottor Kevin McCue, ha dichiarato al Sydney Morning Herald che ci sono stati più di 100 terremoti da venerdì, e una scossa di assestamento ancora più grande è probabile. Normalmente queste scosse si verificano entro pochi giorni.

    La regola generale è che ci si aspetta che la scossa di assestamento principale sia di una magnitudine inferiore alla scossa originale, per cui si è in attesa di un 7.9. “E 'un mostro di nuovo a se stante che è in grado di produrre ancora uno tsunami e più danni.'

    John McCloskey, geofisico presso l'Università di Ulster a Coleraine, Irlanda del Nord, ha detto alla rivista Nature che i tremiti hanno 'probabilmente influenzato anche il campo di stress più a sud lungo della zona di faglia colpita, aumentando criticamente il rischio terremoto nella regione di Tokyo'.

    Egli ha aggiunto che le scosse di assestamento 'possono essere grandi quanto o anche più forti, del terremoto che il mese scorso ha devastato Christchurch in Nuova Zelanda'.
    http://thedayafterjournal.blogspot.com/


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 151 a 160 (di 568 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.