terremoto bologna

Home Forum PIANETA TERRA terremoto bologna

  • This topic has 25 partecipanti and 284 risposte.
Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 285 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #93107
    prixiprixi
    Amministratore del forum

    [quote1337527168=pasgal]
    no pri non è causato, il terrore, dall'attaccamento alle cose.

    Il problema sono i palazzi di tot piani, le dighe, il cemento, l'asfalto.

    Un vulcano non è e mai sarà cattivo, come non lo è un terremoto. Se l'uomo devasta e sfigura la terra costruendo case che crollano, allora…

    [/quote1337527168]

    però qui stiamo parlando di paesi (che conosco bene) … rurali
    i crolli sono stati di castelli chiese molto antichi che sono crollati su abitazioni di un piano, massimo due
    la cementificazione da quelle parti non è arrivata perchè è la parte di pianura padana agricola
    non c'è un addensamento di popolazione
    e non è zona sismica


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #93105
    prixiprixi
    Amministratore del forum

    questa foto può essere emblematica


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #93108
    NEGUE72NEGUE72
    Partecipante

    [quote1337529325=prixi]
    ho sentito un'amica di Medolla prov. di Modena (vicino all'epicento)
    colpite soprattutto le chiese ( :ummmmm: )
    … danni ad alcune abitazioni

    l'allerta è stabilita fino a domattina (si attende un'altra scossa di pari intensità)

    [/quote1337529325]

    Anche io sono strato colpito da questo aspetto simbolico.
    hanno fatto un sorvolo in elicottero e le chiese erano tutte senza tetto e molto danneggiate.


    #93110
    InneresAugeInneresAuge
    Partecipante

    [size=22]Lo Stato non risarcirà il terremoto
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/05/20/stato-risarcira-terremoto/235752/
    Il danno e la beffa. Non c’è luogo comune più abusato, ma stamattina, quando il terremoto ha scosso il Nord, non poteva non venire in mente che solo un paio di settimane fa, con un decreto, il governo ha chiuso con i risarcimenti ai cittadini colpiti dalle calamità naturali, aprendo la strada alle assicurazioni private. L’iper liberista Monti, dopo aver ripristinato la possibilità di rispolverare la “tassa sulle disgrazie”, attraverso l’aumento dell’accise della benzina, con beffarda lungimiranza ha polverizzato la speranza di chi rimane vittima di alluvioni, terremoti e altri disastri naturali: niente soldi, non ce ne sono. Il Tesoro ha le casse vuote, è stato spiegato al momento, quindi che gli italiani si arrangino. Anche nei momenti più difficili – questo il messaggio, inutile dare letture diverse – non contate più sullo Stato.

    Già, lo Stato. Questa entità che si sente il bisogno di evocare quando una bomba uccide una ragazzina a Brindisi – e chissà poi se è veramente la criminalità organizzata oppure il gesto di un folle – o quando la retorica inonda la celebrazione dei morti ammazzati dalla mafia o da un destino carogna, come gli operai del turno di notte della fabbrica di Sant’Agostino, caduti sul lavoro sotto le macerie come tanti, sempre troppi ogni giorno. E’ uno Stato che latita, la cui immagine plastica di queste ore è quella di Mario Monti, in pulloverino azzuro polvere (ovviamente di cachemire), che da oltre Oceano parla come un automa di “rigore e vicinanza alle famiglie delle vittime”, ma non sembra sfiorato dal pensiero di fare dietrofront, invece di restare a far passerella (anche personale) ad un G8 inutile come tutti quelli di sempre.

    Ed è uno Stato che trova il verso d’indignarsi, certo, attraverso la faccia feroce del suo più alto rappresentante, ma solo perché c’è un Grillo che sta attentando alla sopravvivenza del corrotto sistema partitocratico. Che non c’entra nulla con la politica, sia chiaro, ma fa tanto comodo far credere che sia così. “Lo Stato, lo Stato…”, cantilenava amara, scuotendo la testa, dal pulpito di una chiesa stracolma di grandi papaveri delle Istituzioni Rosaria Costa, la vedova dell’agente di scorta di Giovanni Falcone, Vito Schifani, davanti alla bara del marito.

    Son passati vent’anni e questo Paese è ancora inchiodato lì, vittima di pazzi, di mafia o di anarchici, ostaggio di una politica immonda e di una crisi che prima di essere economica è di identità, di struttura, di principi comuni. E che adesso – proprio adesso – dovrà anche guardare in faccia le vittime di questo ennesimo terremoto e spiegargli che siccome dobbiamo restare in Europa, per loro di Stato non potrà fare nulla; a Ferrara e dintorni non arriverà una lira. Lo stato di calamità non sarà più qualcosa che si dichiara con leggerezza. Come non vedranno un soldo i genitori di Melissa o le altre ragazze di Brindisi la cui bellezza resterà sfigurata per sempre. Gli italiani vittime di qualunque nemico saranno chiamati ad arrangiarsi ancora. L’hanno sempre fatto, in questo Paese logoro e sudato di pazienza antica. Infinita no, però..


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #93111
    prixiprixi
    Amministratore del forum

    [quote1337530422=NEGUE72]
    Anche io sono strato colpito da questo aspetto simbolico.
    hanno fatto un sorvolo in elicottero e le chiese erano tutte senza tetto e molto danneggiate.

    [/quote1337530422]

    http://corrieredibologna.corriere.it/fotogallery/2012/5/terremoto/terremoto-bologna-201260040897.shtml#17

    http://corrieredibologna.corriere.it/fotogallery/2012/5/terremoto_regione/terremoto-emilia-foto-zone-piu-colpite-201261665174.shtml#24

    le case hanno retto (a parte quelle investite da campanili o torri antiche), le chiese i castelli e alcuni capannoni industriali no :hihi:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #93109
    ezechiele
    Partecipante

    la scossa si è sentita anche a genova


    #93113
    prixiprixi
    Amministratore del forum

    [quote1337530717=InneresAuge]
    [size=22]Lo Stato non risarcirà il terremoto
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/05/20/stato-risarcira-terremoto/235752/
    Il danno e la beffa. Non c’è luogo comune più abusato, ma stamattina, quando il terremoto ha scosso il Nord, non poteva non venire in mente che solo un paio di settimane fa, con un decreto, il governo ha chiuso con i risarcimenti ai cittadini colpiti dalle calamità naturali, aprendo la strada alle assicurazioni private. L’iper liberista Monti, dopo aver ripristinato la possibilità di rispolverare la “tassa sulle disgrazie”, attraverso l’aumento dell’accise della benzina, con beffarda lungimiranza ha polverizzato la speranza di chi rimane vittima di alluvioni, terremoti e altri disastri naturali: niente soldi, non ce ne sono. Il Tesoro ha le casse vuote, è stato spiegato al momento, quindi che gli italiani si arrangino. Anche nei momenti più difficili – questo il messaggio, inutile dare letture diverse – non contate più sullo Stato.

    Già, lo Stato. Questa entità che si sente il bisogno di evocare quando una bomba uccide una ragazzina a Brindisi – e chissà poi se è veramente la criminalità organizzata oppure il gesto di un folle – o quando la retorica inonda la celebrazione dei morti ammazzati dalla mafia o da un destino carogna, come gli operai del turno di notte della fabbrica di Sant’Agostino, caduti sul lavoro sotto le macerie come tanti, sempre troppi ogni giorno. E’ uno Stato che latita, la cui immagine plastica di queste ore è quella di Mario Monti, in pulloverino azzuro polvere (ovviamente di cachemire), che da oltre Oceano parla come un automa di “rigore e vicinanza alle famiglie delle vittime”, ma non sembra sfiorato dal pensiero di fare dietrofront, invece di restare a far passerella (anche personale) ad un G8 inutile come tutti quelli di sempre.

    Ed è uno Stato che trova il verso d’indignarsi, certo, attraverso la faccia feroce del suo più alto rappresentante, ma solo perché c’è un Grillo che sta attentando alla sopravvivenza del corrotto sistema partitocratico. Che non c’entra nulla con la politica, sia chiaro, ma fa tanto comodo far credere che sia così. “Lo Stato, lo Stato…”, cantilenava amara, scuotendo la testa, dal pulpito di una chiesa stracolma di grandi papaveri delle Istituzioni Rosaria Costa, la vedova dell’agente di scorta di Giovanni Falcone, Vito Schifani, davanti alla bara del marito.

    Son passati vent’anni e questo Paese è ancora inchiodato lì, vittima di pazzi, di mafia o di anarchici, ostaggio di una politica immonda e di una crisi che prima di essere economica è di identità, di struttura, di principi comuni. E che adesso – proprio adesso – dovrà anche guardare in faccia le vittime di questo ennesimo terremoto e spiegargli che siccome dobbiamo restare in Europa, per loro di Stato non potrà fare nulla; a Ferrara e dintorni non arriverà una lira. Lo stato di calamità non sarà più qualcosa che si dichiara con leggerezza. Come non vedranno un soldo i genitori di Melissa o le altre ragazze di Brindisi la cui bellezza resterà sfigurata per sempre. Gli italiani vittime di qualunque nemico saranno chiamati ad arrangiarsi ancora. L’hanno sempre fatto, in questo Paese logoro e sudato di pazienza antica. Infinita no, però..
    [/quote1337530717]

    .. non vorrei dire ma, conoscendo gli Emiliani, il sig. Monti si troverà “tutta la resistenza partigiana” sotto casa :hehe:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #93112
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    [quote1337530825=prixi]
    [quote1337530422=NEGUE72]
    Anche io sono strato colpito da questo aspetto simbolico.
    hanno fatto un sorvolo in elicottero e le chiese erano tutte senza tetto e molto danneggiate.

    [/quote1337530422]

    http://corrieredibologna.corriere.it/fotogallery/2012/5/terremoto/terremoto-bologna-201260040897.shtml#17

    http://corrieredibologna.corriere.it/fotogallery/2012/5/terremoto_regione/terremoto-emilia-foto-zone-piu-colpite-201261665174.shtml#24

    le case hanno retto (a parte quelle investite da campanili o torri antiche), le chiese i castelli e alcuni capannoni industriali no :hihi:
    [/quote1337530825]
    sì quelle che hanno fatto vedere sono strutture antiche


    #93114
    prixiprixi
    Amministratore del forum

    [quote1337531003=Richard]
    [quote1337530825=prixi]
    [quote1337530422=NEGUE72]
    Anche io sono strato colpito da questo aspetto simbolico.
    hanno fatto un sorvolo in elicottero e le chiese erano tutte senza tetto e molto danneggiate.

    [/quote1337530422]

    http://corrieredibologna.corriere.it/fotogallery/2012/5/terremoto/terremoto-bologna-201260040897.shtml#17

    http://corrieredibologna.corriere.it/fotogallery/2012/5/terremoto_regione/terremoto-emilia-foto-zone-piu-colpite-201261665174.shtml#24

    le case hanno retto (a parte quelle investite da campanili o torri antiche), le chiese i castelli e alcuni capannoni industriali no :hihi:
    [/quote1337530825]
    sì quelle che hanno fatto vedere sono strutture antiche
    [/quote1337531003]
    e ho conferme sul posto che è andata proprio cosi


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #93101
    InneresAugeInneresAuge
    Partecipante

    [quote1337532992=pasgal]
    no pri non è causato, il terrore, dall'attaccamento alle cose.

    Il problema sono i palazzi di tot piani, le dighe, il cemento, l'asfalto.

    Un vulcano non è e mai sarà cattivo, come non lo è un terremoto. Se l'uomo devasta e sfigura la terra costruendo case che crollano, allora…

    [/quote1337532992]

    Mi interrogo quasi ogni giorno su questo…
    Penso sempre più che siamo alieni.
    Vorrei capire perché differenti… è il percorso dell'”intelligenza” che diventa autodistruttiva?
    Le formiche per vivere si fanno il nido, scavano, quindi mutano anche loro nel loro piccolo il pianeta… noi facciamo “leggermente di più” o c'è dell'altro?


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 285 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.