Uscire da matrix

Home Forum PIANETA TERRA Uscire da matrix

Stai vedendo 7 articoli - dal 191 a 197 (di 197 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #93699
    Siberian KhatruSiberian Khatru
    Partecipante

    Ecco perche' Grillo vuole togliere i soldi hai partiti..Perche ha ben capito dove e' il male nella radice come dice il vangelo di filippo.

    123.) Quando Abramo si rallegrò di vedere ciò che stava per vedere, circoncise la carne del suo prepuzio, mostrandoci come sia necessario distruggere la carne e il resto di questo mondo.
    (ecco perche' li sputtana) Finché le loro passioni sono nascoste, rimangono e sono vive; se vengono manifestate, muoiono, secondo l'esempio dell'uomo che è manifesto: finché le viscere dell'uomo sono nascoste, l'uomo vive; se le viscere appaiono e vengono fuori di lui, l'uomo morirà. Cosí pure è l'albero: finché la sua radice è nascosta, esso fiorisce e cresce; se la radice appare, l'albero secca. Cosí è per ogni prodotto che è nel mondo, non soltanto per quello che è manifesto, ma anche per quello che è nascosto. Infatti, fintanto che la radice dell'errore è nascosta, esso è forte, ma quando è riconosciuta, esso si dissolve. Questo è il motivo per cui il Logos ha detto: ” Già la scure è posta alla radice degli alberi “. Essa non sfronderà soltanto ” ciò che è sfrondato germoglia di nuovo ” ma la scure taglia profondamente finché svelle la radice. E Gesú ha divelto la radice di tutto il luogo; gli altri invece solo in parte. Quanto a noi, ciascuno scavi profondamente fino alla radice dell'errore, che è dentro di lui e lo divelga dal suo cuore fino alla radice. Ed esso invero sarà divelto, quando noi lo riconosceremo. Che se noi siamo ignoranti a suo riguardo, esso affonda in noi le radici e produce i suoi frutti nei nostri cuori. Esso domina su di noi, e noi siamo suoi schiavi. Ci tiene prigionieri, cosicché noi facciamo ció che non vogliamo, e ciò che vogliamo non lo facciamo. Esso è potente perché noi non lo conosciamo, e finché esiste, esso lavora. L'ignoranza è per noi la madre dell'errore. L'ignoranza è al servizio della morte: ciò che viene dall'ignoranza né è esistita, né esiste, né esisterà. Invece coloro che sono nella verità saranno perfetti quando tutta la verità si manifesterà. Perché la verità è come l'ignoranza: quand'è nascosta, riposa in se stessa, ma quando si rivela ed è riconosciuta, viene glorificata, in quanto è piú potente dell'ignoranza e dell'errore. Essa dà la libertà.

    Il M5S mette alla luce tutte le loro radici che succhiano la linfa per continuare a mangiare esso non ruba il loro il cibo ma li mette in bella mostra. Si sarebbe aspettato uno che ruba di piu' di loro invece la luce illumina queste radici ormai marce e queste seccano e si sciolgono come neve al sole ma guarda un po' dove ha trovato questa strategia in un apocrifo di 2000 anni fa' o forse solo nella verita' della natura.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #93700
    Siberian KhatruSiberian Khatru
    Partecipante

    Pecoroni nessuno ha nulla da dire 50 persone vedono il post e nessuno dice niente un lamento un grigno nulla… Pecoroni porci maiali del mondo non avete nulla da dire come devo fare per farvi eccitare maledetti stronzi che abitate questo pianeta fottuti ignoranti cretini esseri disgustosi amanti del male non avete nulla da dire MAI ..ali venite fuori dai gusci dalle vostre case di perversione credete che non lo so cosa fate masturbatori di femmine appena nate e volete che vi perdono voi neanche vi giustificate non avete il coraggio di dire 2 parole


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #93701
    Siberian KhatruSiberian Khatru
    Partecipante

    siete furbi ma io vi stano uno a uno non vi do' respiro vi trovo uno a uno e vi porto al cospetto del giudice vi trovo tutti e tutti sarete al giudizio divino il marchio non puo' sparire


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #93702
    Siberian KhatruSiberian Khatru
    Partecipante

    Trovero' questi esseri immondi e li mettero davanti al suo giudice chi non ha nulla da nascondere non abbia paura gli angeli dell'aria del fuoco e dell 'acqua


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #297361
    Siberian KhatruSiberian Khatru
    Partecipante

    Si esce da matrix, eccome se si esce visto le ultime rivelazioni che mi sono venute e provengono da BAUDRILLARD.Trovate il modo di uscirne leggendo quello che dice il che significa tradurre in materiale quello che e’ spirituale.

    BAUDRILLARD e’ la chiave. Noi nemmeno abbiamo visto un millesimo di quello che avvera’.Per questo le guerre sono la soluzione al male.Mmentre la verita’ dice sono solo guerre.La soluzione al male e’ il bene.

    BAUDRILLARD:
    Negli anni Ottanta, Baudrillard postulò un “capovolgimento immanente”, un rovesciamento di fronte dei significati e degli effetti, in cui le cose si trasformassero nei loro opposti. Per cui, secondo lui, la società della produzione stava andando verso la simulazione e la seduzione; il potere onnicomprensivo e repressivo teorizzato da Michel Foucault stava diventando il potere cinico e seduttivo dei media e della società dell’informazione; la liberazione sostenuta negli anni Sessanta era diventata una forma di schiavitù volontaria; la sovranità era passata dalla parte del soggetto a quella dell’oggetto; e la rivoluzione e l’emancipazione erano diventate i loro opposti, intrappolando gli individui in un ordine di simulazione e virtualità. Il concetto di Baudrillard di “capovolgimento immanente” era quindi una variante della “dialettica dell’illuminismo” di Horkheimer e Adorno, dove tutto diventa l’opposto. Per Adorno e Horkheimer, all’interno delle trasformazioni del capitalismo organizzato e all’avanguardia, i modi dell’illuminismo diventano una dominante, la cultura diventa l’industria culturale, la democrazia una forma di manipolazione di massa, e la scienza e la tecnologia una parte cruciale di un apparato di dominio sociale.
    Ne Il crimine perfetto, egli afferma che la negazione di una realtà trascendente nella presente società mediatica e tecnologica è un “crimine perfetto” che implica la “distruzione del reale”. In un mondo di apparenza, immagine e illusione, la realtà scompare anche se le sue tracce continuano a nutrire un’illusione del reale. Guidate verso la virtualizzazione in una società altamente tecnologica, tutte le imperfezioni della vita umana e del mondo sono eliminate nella realtà virtuale, ma questa è l’eliminazione della realtà stessa, il Crimine Perfetto. Questo stato ‘post-critico’ e ‘catastrofico’ rende il mondo concettuale precedente irrilevante, costringendo il criticismo a diventare ironico e a trasformare la scomparsa del reale in una forma d’arte.

    Baudrillard si era introdotto in un mondo di pensiero lontano dalla filosofia accademica, un mondo che metteva in discussione i tradizionali modi di pensiero e di discorso. La sua ricerca di nuove prospettive filosofiche gli aveva procurato un pubblico globale leale, ma anche critiche per la sua eccessiva ironia, i suoi giochi di parole e i suoi svaghi intellettuali. Ad ogni modo, il suo lavoro è una provocazione alla filosofia tradizionale e contemporanea e sfida i pensatori ad affrontare antichi problemi filosofici quali la verità e la realtà in modi nuovi, all’interno del mondo contemporaneo.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #297420
    Siberian KhatruSiberian Khatru
    Partecipante

    Tempo che passa


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #297435
    Siberian KhatruSiberian Khatru
    Partecipante

    ci sono altri mondi e’ pieno di altri mondi il solo suono delle scarpe e’ un esempio spero solo che ve ne rendiate conto e per sentirli basta solo rinunciare al tempo come al pensiero ci sono mondi finiti in questo mondo infinito.
    Aria acqua fuoco terra. Lasciate tutto per ritrovare voi stessi siate il vento l’aria il cielo o il destino la via la vita scordatevi di tutto per tornare ad essere vivi vivete solo per resuscitare siate solo dei. Dei in ogni luogo per sempre amanti di cose, amici per sempre visionari di ogni creatura dolci e sinceri ribelli e amici per sempre nel mondo sconosciuto amici di ogni perseveranza ipocrisia e di tutto amici del male del bene come siamo stati nei campeggi inutili diotrie di illusioni di un mondo migliore nel quale crediamo ancora oggi … dimmi amore mio quale sara’ il mio destino quanto sai bene che la corda che mi appende e’ la tua di cosa stiamo parlando mi soffochi di illusioni non mi dici la verita’.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

Stai vedendo 7 articoli - dal 191 a 197 (di 197 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.