Vaccinazioni pediatriche

Home Forum SALUTE Vaccinazioni pediatriche

  • This topic has 27 partecipanti and 234 risposte.
Stai vedendo 10 articoli - dal 61 a 70 (di 235 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #53582
    patrizia.pr
    Partecipante

    [quote1234608014=skyligth]
    Indian J Med Res. 2008 Oct;128(4):383-411. Links
    A comprehensive review of mercury provoked autism.Geier DA, King PG, Sykes LK, Geier MR.
    The Institute of Chronic Illnesses, Silver Spring, MD, USA.

    Emerging evidence supports the theory that some autism spectrum disorders (ASDs) may result from a combination of genetic/biochemical susceptibility, specifically a reduced ability to excrete mercury (Hg), and exposure to Hg at critical developmental periods. Elemental/inorganic Hg is released into the air/water where it becomes methylated and accumulates in animal tissues. The US population is primarily exposed to methyl-Hg by fish consumption. In addition, many pharmaceuticals have been, and some continue to be, a ubiquitous source of danger because they contain mercurials. Mercurials may be found in drugs for the eye, ear, nose, throat, and skin; in bleaching creams; as preservatives in cosmetics, tooth pastes, lens solutions, vaccines, allergy test and immunotherapy solutions; in antiseptics, disinfectants, and contraceptives; in fungicides and herbicides; in dental fillings and thermometers; and many other products. Hg has been found to cause immune, sensory, neurological, motor, and behavioural dysfunctions similar to traits defining/associated with ASDs, and that these similarities extend to neuroanatomy, neurotransmitters, and biochemistry. Furthermore, a review of molecular mechanisms indicates that Hg exposure can induce death, disorganization and/or damage to selected neurons in the brain similar to that seen in recent ASD brain pathology studies, and this alteration may likely produce the symptoms by which ASDs are diagnosed. Finally, a review of treatments suggests that ASD patients who undergo protocols to reduce Hg and/or its effects show significant clinical improvements in some cases. In conclusion, the overwhelming preponderance of the evidence favours acceptance that Hg exposure is capable of causing some ASDs.

    [/quote1234608014]

    Chiedo, per cortesia, se c'è un link degli articoli in italiano o se esiste una traduzione, mia nipote è autistica e prima delle vaccinazioni era una bambina “normale”, certo ora ha caratteristiche particolari, le chiamerei multidimensionali…. è straordinaria.
    Per le teorie che ben conosciamo l'autismo è una componente del cambiamento in atto, ma per la sua mamma e per il mondo in cui vive, ora, è diversamente-abile e più notizie ho sull'argomento vaccinazioni più sono le possibilità di farla pagar cara ai responsabili……. irresponsabili.

    Proprio ieri ho avuto il suo certificato d'inabilità, c'è scritto proprio così:
    INVALIDO con TOTALE e PERMANENTE inabilità lavorativa con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita.

    Quando ho letto questa frase, di prassi burocratica, preconfezionata, scrivono a tutti la stessa cosa, per la prima volta ho capito profondamente l'entità del problema.

    Per me è la bimba eccezionale che quando balliamo mi dice: zia guarda…. guarda che bella la musica, con lo sguardo perso nel vuoto, ma io non vedo la musica non sono alla sua altezza!!!
    Per me è straordinaria ma io la vedo ogni tanto perchè abita lontano, ma negli atti quotidiani di tutta la sua giornata non è autosufficiente e non lo sarà mai.

    Grazie.


    #53583
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1234609860=patrizia.pr]
    (…) mia nipote è autistica e prima delle vaccinazioni era una bambina “normale” (…)
    [/quote1234609860]

    Mi dispiace.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #53584
    meskalito
    Partecipante

    C'è un film molto bello su come l'autismo può portare allo sviluppo di facoltà nascoste,mi sembra Rainman.

    Riguardo ad una possibile cura mi ricordo una puntata di Report dove raccontavano di come negli Usa alcune università usavano la chelazione per [u]riportare alla normalità[/u] bambini autistici.

    Questo prova che almeno una parte dei casi di autismo (se non tutti) derivano da metalli pesanti nel sistema neurologico.


    #53585
    dauda
    Partecipante

    purtroppo è un classico dei vaccini, se va bene è celiachia, se va male è autismo.
    anche io ho una parente con un bimbo autistico da vaccino.
    lo scopo segreto è tentare di bloccare il dna dei bambini indaco e cristallo affinchè siano limitati nella creazione della nuova realtà.
    anche se comunque gli autistici si tengono e usano sempre le loro doti eccezionali e sembrino essere sempre su un altro pianeta. :medit:


    #53586
    deg
    Partecipante

    Io ho lavorato con bambini autistici anni fa in Francia e, non so se lo avete mai notato ma sono in genere bellissimi, aggraziati e con espressioni ultraterrene in viso. Forzano il rispetto e spesso l'ammirazione.


    #53587
    lila
    Partecipante

    [quote1234645989=deg]
    Io ho lavorato con bambini autistici anni fa in Francia e, non so se lo avete mai notato ma sono in genere bellissimi, aggraziati e con espressioni ultraterrene in viso. Forzano il rispetto e spesso l'ammirazione.
    [/quote1234645989]

    sono molto belli ma nessuno riesce a comprenderli.


    #53588
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    …e, purtroppo, non faranno una vita “regolare”.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #53589
    Mr.Rouge
    Partecipante

    Nostro figlio è vaccinato solo per il tetano, e soltanto perchè abitiamo in campagna a contatto con cavalli e stalle, luogo principale dove poterlo contrarre. Altrimenti non gli avrei fatto fare neanche quello. Sapevo anch'io di tutti i rischi legati ai vaccini, e tra l'altro ci è stato suggerito di non rispondere neanche alla lettera che ci intimava la procedura medica, dal momento che legalmente, con la dichiarazione, sottoscriviamo che i vaccini servono ma che non ce ne frega niente. Ci hanno detto anche che eravamo genitori irresponsabili e passibili di controlli da parte di assistenti sociali, ma si sono dimostrate solo minacce vuote… qui in Piemonte la vaccinazione non è più obbligatoria ma solo “caldamente consigliata”! cercano in tutti i modi di intimidire la gente. :band:


    #53590
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1234656225=Mr.Rouge]
    Nostro figlio è vaccinato solo per il tetano, e soltanto perchè abitiamo in campagna a contatto con cavalli e stalle, luogo principale dove poterlo contrarre. Altrimenti non gli avrei fatto fare neanche quello. Sapevo anch'io di tutti i rischi legati ai vaccini, e tra l'altro ci è stato suggerito di non rispondere neanche alla lettera che ci intimava la procedura medica, dal momento che legalmente, con la dichiarazione, sottoscriviamo che i vaccini servono ma che non ce ne frega niente. Ci hanno detto anche che eravamo genitori irresponsabili e passibili di controlli da parte di assistenti sociali, ma si sono dimostrate solo minacce vuote… qui in Piemonte la vaccinazione non è più obbligatoria ma solo “caldamente consigliata”! cercano in tutti i modi di intimidire la gente. :band:
    [/quote1234656225]

    Poi ti racconterò io cosa ho detto e fatto leggere all'assistente sociale 😉

    Per il tetano non serve nulla, solo un po di acqua ossigenata, lo sapevi?

    😉


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #53591
    meskalito
    Partecipante

    Ottimo Mr.Rouge,fà sempre piacere sapere di bambini “salvati” 🙂

    Sul tetano avevamo anche noi dei dubbi e così ho studiato un pò il caso.

    L'unico modo che ha il tetano per fare danni è trovare una ferita dove ci sia pus,il fatto che lì non ci sia ossigeno permette alle spore di poter veicolare il Clostridium.

    Infatti è molto diffuso in zone dove il cordone ombelicale viene tagliato con strumenti sporchi e la ferita medicata con cose innominabili.

    In Veneto dove ci sono moltissimi bambini senza copertura vaccinale non si è presentato neanche un caso.

    Un pò di attenzione elimina il rischio di infettarsi.

    Approfitto per chiedervi se qualcuno di voi conosce la pratica del Lotus Birth,consiste nel non tagliare il cordone ombelicale alla nascita ma aspettare che si stacchi naturalmente permettendo alle millemila sostanze di fluire nel neonato,e non solo.

    Page 1
    Lotus Birth, la nascita integrale: perché?
    Estratto da Craniosacrale.it
    http://www.craniosacrale.it
    Lotus Birth, la nascita
    integrale: perché?
    – Risorse Area Pubblica – Articoli – Nascita –
    Aggiornato in data : lunedì 22 ottobre 2007
    Craniosacrale.it
    Copyright © Craniosacrale.it
    Page 1/6
    Page 2
    Lotus Birth, la nascita integrale: perché?
    ” non ci sarà mai pace sulla Terra finchè i bambini continueranno a nascere in questo
    modo….” Dalai Lama
    La materia genetica che si forma dopo la fecondazione si divide in due: una parte diventa feto e una parte
    diventa placenta. Quindi bambino e placenta, formandosi dalla stessa cellula, hanno lo stesso DNA.
    La nascita Lotus Birth non separa il bambino dal proprio organo-placenta, evitando così di creare il trauma
    che avviene attraverso il taglio del cordone.
    Infatti, se veniamo separati dalla nostra placenta prima di essere pronti a lasciarla andare, ci viene causato
    un profondo trauma non solo nel corpo, ma anche nella psiche.
    Come conseguenza di ciò, spesso passiamo la nostra vita alla ricerca inconscia dell'unione perduta con
    quella parte di noi stessi.
    Si chiama Lotus Birth la modalità di nascita in cui il cordone ombelicale non viene reciso lasciando il bambino
    collegato alla sua placenta fino al distacco naturale del cordone dall'ombelico, che avviene dai 3 ai 10 giorni dopo la
    nascita.
    Mi sembra doveroso premettere che il Lotus Birth non debba essere visto come “una tecnica” fine a se stessa, ma
    come un “punto di riferimento da cui cercare di non deviare eccessivamente” (come Michel Odent lo definisce nella
    sua prefazione al libro di Shivam Rachana). Quindi si colloca nel contesto di una visione di nascita più umana e
    consapevole della quale ne diviene un tassello importante.
    E' una tecnica antichissima, tuttora viva presso gli aborigeni australiani, consueta all'epoca dei Faraoni d'Egitto, la cui
    testimonianza sta nel ritrovamento di immagini che mostrano la placenta insieme al bambino. Con l'andare del tempo
    (sarebbe interessante poter determinare l'evoluzione, o piuttosto l'involuzione che ha subito la nascita) la modalità si
    è persa fino alla fine degli anni 70 quando viene riproposta da Claire Lotus Day, una donna americana in grado di
    leggere i danni provocati dal taglio del cordone, grazie alla sua capacità di vedere l'aura delle persone.
    Da allora molti medici e ostetriche (con visione spirituale oltre che scientifica) in Australia, Usa, Gran Bretagna e
    Canada hanno riconosciuto le potenzialità del Lotus Birth e ne portano avanti il messaggio con grande amore
    (Shivam Rachana, Ina May Gaskin, Jeannine Parvati Baker, Sarah Buckley, Michel Odent….ecc). In un rapporto di
    collaborazione con alcuni di essi che operano in Australia, stiamo cercando di avviare una ricerca sull'evoluzione
    della crescita dei figli nati LotusBirth, sia dalla prospettiva psicologica che fisiologica.
    Da oltre 200 anni esiste una vasta letteratura medica che parla dei danni del taglio del cordone dal punto di vista
    fisiologico. Da un punto di vista più completo, ossia olistico, LotusBirth è la risposta più ovvia perché non vede la
    ragione di separare l'unità biologica bambino-placenta. E' un “non fare” piuttosto che “un fare”.
    Verena Schmid, durante un LotusBirth a cui ha assistito la scorsa estate in Messico, riferisce stupita che la placenta
    continua a pulsare ancora 20 minuti dopo la sua espulsione. Possiamo quindi considerare che un passaggio di
    sostanze, di messaggi e soprattutto di energia vitale, avvenga ancora finchè il campo aurico del bambino non sia
    completo. Si ritiene che l'aura sia la rappresentazione energetica dello stato di salute del sistema immunitario.
    Sappiamo che il bambino al momento della nascita è consapevole e sensibile al dolore. Il taglio del cordone, anche
    se ritardato, è quindi un atto di separazione doloroso e inutile

    http://209.85.129.132/search?q=cache:pI7-JEADK6kJ:www.craniosacrale.it/spip.php%3Fpage%3Darticle_pdf%26id_article%3D484+Lotus+birth+egitto&hl=it&ct=clnk&cd=5&gl=it&client=firefox-a


Stai vedendo 10 articoli - dal 61 a 70 (di 235 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.