Vegetariano, si ma come?

Home Forum SALUTE Vegetariano, si ma come?

Questo argomento contiene 160 risposte, ha 32 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 4 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 161 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #57272
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    [quote1252948546=Richard]
    leggi l'articolo
    non e' cosi sicuro che le piante non percepiscano

    [/quote1252948546]

    Infatti, benchè non sia “scientificamente accertato”:

    http://www.repubblica.it/2004/d/sezioni/scienza_e_tecnologia/pianteparl/pianteparl/pianteparl.html
    http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=27540


    #57273

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1252950243=Richard]
    sono intervenuto raramente in questo tipo di discussione pero penso che sia giusto ripetere il mio parere
    mi interesso di allenamento e alimentazione da diverso tempo e mi sono informato in modo approfondito e ho discusso con diversi ragazzi molto preparati anche a livello di specializzazione universitaria
    Comunque sia l'equilibrio e' sempre la via migliore a mio avviso, la carne contiene proteine nobili e' un alimento importante per l'organismo e se si vuole cambiare alimentazione e divenire vegetariani o latto/ovo vegetariani bisogna fare le cose con giudizio si possono avere problemi e importanti squilibri
    Io sono del parere che sicuramente c'e' un abuso nella produzione e nell'eccesso di uso di carne nell'alimentazione sicuramente dovuto a una questione di ignoranza e di cultura
    Si puo passare ad altra alimentazione limitandosi a togliere la carne a parte il pesce e usare uova, latticini in modo moderato e altri possibili sostituti, ma occhio l'organismo e' grandioso nell'adattamento ma si devono fare le cose con giudizio e conoscenza
    Io ho moderato il mio consumo di carne e di sicuro ho tratto giovamento, pero difficilmente lo eliminero totalmente o perlomeno dovrei davvero ben prepararmi ed equipaggiarmi di una buona dieta sostitutiva, mi raccomando queste cose si fanno bene e informandosi bene e sicuramente meglio se si parla con un medico preparato
    Io sicuramente sono contrario agli allevamenti intensivi e violenti, penso che si dovrebbe regolare la produzione perche comunque il prodotto ne e' una conseguenza e perche' l'animale va rispettato anche in questo caso

    [/quote1252950243]

    Non esistono carenze se fai una dieta vegan equilibrata, l'ho ripetuto più volte, sono veg* da 7 anni, come ho già detto mi alleno costantemente, non ho problemi di nessun tipo. Ci sono fior di campioni vegetariani o vegan, Moses, Lewis, Navratilova, Vaccaroni e tanti altri.
    Inoltre, non parlare di rispetto degli animali quando poi li uccidi.


    #57274
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Io ho una visione diversa, queste discussioni è normale che finiscano all'infinito, ho cercato di dare un altro punto di vista
    Per me tutto è spirito/informazione, la morte non esiste, tu prendi informazione in vario modo dall'esterno e la immetti nel tuo interno, è un ciclo dal macro al micro e cosi via, è informazione sotto varie forme…è un ciclo di evoluzione.
    Per rispetto intendo che ho visto e letto cose che ritengo mostruose e che non ritengo giustificabili e necessarie per produrre carne da alimentazione.
    In questa realtà esiste cio che percepiamo male e cio che percepiamo bene, esiste vita e morte…ognuno ha la sua percezione ma ritengo che serva un punto di equilibrio.
    Se io per mangiare uccido un animale, senza torturarlo e senza allevarlo in scatola ad esempio, è un conto, se io allevo animali in gabbia o in scatola senza nemmeno permettere loro di vedere la luce o ammassati tutti come sassi, poi ne ammazzo un numero enorme perche mi fa comodo e la maggior parte va buttata ecc…questo è altro conto.
    Tutti dobbiamo morire, la morte è una fase della trasformazione a cui è sottoposta l'informazione di cui siamo composti.
    Perchè non può essere corretto pensare che portando l'informazione dell'animale in te, non lo aiuti ad evolvere a livello spirituale e magari a divenire in un futuro un essere umano?
    Se tutto è coscienza che si incarna, alla fine quello che conta è la coscienza e l'evoluzione di questa.
    Io non trovo cosi corretto, benchè lo capisca e ami gli animali, pensare che mangiarli sia per forza una mancanza d'amore e una violenza…trovo che faccia parte di un ciclo.
    Forse in un lontano passato la mia coscienza era sotto forma animale e mi hanno mangiato.
    Può accadere anche che io venga mangiato da un animale.
    Se io dovessi sopravvivere con mezzi scarsi, non penso di mancare di amore e rispetto se mi nutro di un animale, perchè penso sia parte della natura che l'animale sia mangiato da altri animali e anche dall'uomo.
    Quello che trovo molto sbagliato è che in funzione del mercato e dell'economia si maltrattino gli animali per fare tonnellate di carne che poi viene anche buttata..

    Giusto per aggiungere altra fonte che può farvi forse pensare è che anche Cayce, non escludeva la carne dalla dieta http://www.edgarcayce.it/dieta.htm
    ————————-
    Questo non è certamente un tentativo di dire al corpo (un vegetariano) di tornare a mangiare la carne. Ma fornisci allora, in tutte le forze del corpo, l’integrazione o in vitamine o in sostituti della carne. Questo è necessario per chi si attiene a queste influenze vegetariane. 5401-1

    Un’Opzione Vegetariana
    Quando venne interrogato se la richiedente, una vegetariana, dovesse continuare a seguire la sua dieta senza carne, Edgar Cayce rispose: “ …questa, da un’angolazione materiale, non è una necessità assoluta – ma in ogni buona coscienza mantieni ciò che la tua anima (non abbiamo detto cuore) – la tua anima – desidera.” (1554-6)

    http://www.edgarcayce.it/media/lecarni.htm

    Mangia moltissimi frutti di mare, volatili e occasionalmente dell’agnello. Questi sarebbero gli unici tipi di carni. Non cambiare del tutto verso la dieta vegetariana, poiché questo farebbe indebolire troppo le condizioni del corpo. 4031-1

    http://www.edgarcayce.it/

    vi segnalo questo solo come spunto di riflessione e come parere, ma poi magari sbaglio io..
    ——————-

    Voglio dire che questo tipo di pensiero estremo a mio avviso forse andrebbe equilibrato, questo è il mio punto di vista e io amo gli animali e li rispetto.
    Concordo sulla questione che da un punto di vista vibrazionale-spirituale possa essere meglio diventare vegetariani.
    Comunque sia negli ultimi anni io ho ridotto il consumo di carne rispetto al passato anche per questione istintiva.

    Per quanto riguarda la possibilita di nutrirsi bene in modo vegetariano non l'ho negato, ho detto che bisogna saperlo fare bene, è un consiglio serio.

    http://www.edgarcayce.it/media/glianimalihanno.htm
    D- Le forme inferiori della creazione come gli animali hanno o dovrebbero avere qualche vita sul piano spirituale ?
    R- Tutti hanno la forza dello spirito. L’uomo in quanto creato porta la forza dell’anima, ciò che in principio è stato reso uguale al Creatore, nella produzione relativa sul suo (dell’uomo) piano di esistenza. Perciò la necessità di sviluppo di quell’energia dell’anima. Soltanto quando viene raggiunto in quella dell’uomo troviamo … sia l’entità spirituale sia l’entità fisica… 900-24

    D- Gli animali hanno la facoltà mentale nota come subconscio ?
    R- No. La mente dell’animale appartiene alle condizioni che vorrebbero portare la continuazione della specie e del cibo, e in quel modo tutti nel regno animale; appartenendo quindi alla Mente e allo Spirito; l’uomo raggiunge quello sviluppo in cui l’anima diventa l’individuo che può diventare il compagno e Tutt’uno con il creatore.
    … Perciò l’uomo si sviluppò, diventa signore e padrone sul regno animale. L’uomo degradato diventa il compagno, uguale alla bestia, o l’uomo bestiale. 900-31


    #57275

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1252955505=Richard]
    Per quanto riguarda la possibilita di nutrirsi bene in modo vegetariano non l'ho negato, ho detto che bisogna saperlo fare bene, è un consiglio serio.
    [/quote1252955505]

    Certo, ho sempre detto che la dieta veg equilibrata non ha carenze di alcun genere, mangiando cereali, legumi, frutta, verdura e frutta secca siamo apposto.
    Per il resto a mio avviso sei fuori strada.


    #57276
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Vi devo fare una confessione…
    cerco di diventare vegetariana da diversi anni…non posso vedere ne l'uccisione ne maltrattamenti…da bambina odiavo la mia mamma perchè comprava i polli vivi, i pesci vivi…e io la pregavo di non ucciderli. Una volta ero al mare con il mio padre e sentii le grida di un maiale…mi ricordo ancora il dolore che provavo…intanto crescendo mi cibavo,come tutti, di tanta carne e verdura.
    Dal 2003 che ho cominciato a studiare i vari Maestri Orientali… mi sono messa in discussione…mi sono detta,ecco non a caso ero così sensibile, devo fare lo sforzo.
    E vi devo dire sinceramente che non è facile, sarà perchè non ho nessuno in torno che mi aiuti, sono costantemente criticata, credo che addirittura i rapporti con i miei (figli e marito) nel frattempo sono straniti…
    Con il cuore vorrei tanto, ma vedo che non ho la forza necessaria per farlo…
    ultimamente a casa mia ci si scontra per mangiare, a questo punto forse sarebbe meglio ogni tanto mangiarla…
    come diceva Yogananda, di non smettere subito, ma cominciare a eliminarla piano, piano…credetemi, che è una tortura per me 🙁

    come diceva Gesù…non quello che entra nella bocca ma quello che esce….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #57277
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    io dico fai quello che senti e' una scelta peronale, l'importante e' che mantieni il tuo equilibrio a mio parere


    #57278
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1253001108=Richard]
    io dico fai quello che senti e' una scelta peronale, l'importante e' che mantieni il tuo equilibrio a mio parere
    [/quote1253001108]

    infatti mi sono accorta che proprio l'equilibrio stavo perdendo


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #57279

    Spiderman
    Partecipante

    Avete mai pensato a due rotelle per mantenere l'equilibrio?


    #57280

    Tillandsias
    Partecipante

    [quote1254494141=farfalla5]
    Con il cuore vorrei tanto, ma vedo che non ho la forza necessaria per farlo…
    [/quote1254494141]
    quanto mi ritrovo in questa tua affermazione…

    Cmq non demordiamo: chi la dura la vince.. c'è chi lo ha fatto in un giorno, e chi invece ci impiegherà più tempo.

    Per quanto riguarda i motivi etici, parlando con un mio amico mi sono trovato in difficoltà quando lui mi ha detto: “Ma perchè le piante non sono esseri viventi? Secondo te una pianta non soffre quando la raccolgi? E mettiamo che non sofffra, solo perchè non soffre merita di morire più di quanto non lo meriti una creatura che soffre?”

    Conflitto etico ancora in essere nel mio cervellino…


    #57281

    silvana
    Partecipante

    [quote1254495004=farfalla5]
    Vi devo fare una confessione…
    cerco di diventare vegetariana da diversi anni…non posso vedere ne l'uccisione ne maltrattamenti…da bambina odiavo la mia mamma perchè comprava i polli vivi, i pesci vivi…e io la pregavo di non ucciderli. Una volta ero al mare con il mio padre e sentii le grida di un maiale…mi ricordo ancora il dolore che provavo…intanto crescendo mi cibavo,come tutti, di tanta carne e verdura.
    Dal 2003 che ho cominciato a studiare i vari Maestri Orientali… mi sono messa in discussione…mi sono detta,ecco non a caso ero così sensibile, devo fare lo sforzo.
    E vi devo dire sinceramente che non è facile, sarà perchè non ho nessuno in torno che mi aiuti, sono costantemente criticata, credo che addirittura i rapporti con i miei (figli e marito) nel frattempo sono straniti…
    Con il cuore vorrei tanto, ma vedo che non ho la forza necessaria per farlo…
    ultimamente a casa mia ci si scontra per mangiare, a questo punto forse sarebbe meglio ogni tanto mangiarla…
    come diceva Yogananda, di non smettere subito, ma cominciare a eliminarla piano, piano…credetemi, che è una tortura per me 🙁

    come diceva Gesù…non quello che entra nella bocca ma quello che esce….
    [/quote1254495004]

    Io ho smesso dall'oggi al domani,e non mi è costato nessuno sforzo è da gennaio quindi sono 9 mesi!!
    Mio marito ha smesso insime a me,quindi non ho avuto problemi in quel senso..da gennaio a oggi ci sono stati dei progressi in famiglia intesa anche come famiglia coloro che non vivono con noi
    Mia mamma 83 diventata vegetariana e se ci è riuscita lei!!!Anzi vi dirò sta diventando vegan
    Mia sorella idem
    Mia figlia,ha una bimba di 5 mesi e ha deciso di fare lo svezzamento vegetariano
    Inoltre anche lei si sta sforzando di esserlo,ancora non del tutto ma è sulla buona strada
    Il suo bimbo di 8 anni ha detto chiaramente alla mamma che non mangia più carne
    anche gli altri miei ,due figli entrambi sposati si stanno attivando
    La figlia di uno di loro che ha 7 anni andando ad aprire il frigo dell'altra nonna ha esclamato”Nonna ma ancora cadaveri hai nel frigo”???
    Che dire se non che sono molto felice per quanto sta succedendo,la consapevolezza si sta facendo strada..Prima ignoravamo le torture fatte agli animali,prima di arrivare sulle nostre tavole,ora non abbiamo più scuse,possiamo fare finta di nulla..ma in cuor nostro lo sappiamo!!!
    Prima di addentare un bel panino con il proscitto proviamo a pensare !!!


Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 161 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.