VIKTOR SCHAUBERGER un altro genio incompreso

Home Forum PIANETA TERRA VIKTOR SCHAUBERGER un altro genio incompreso

  • This topic has 6 partecipanti and 13 risposte.
Stai vedendo 4 articoli - dal 11 a 14 (di 14 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #95674
    farfalla5farfalla5
    Partecipante

    Cmq per invogliarvi a seguire questa straordinaria storia vi metto un pezzetto del testo dedicato a lui.
    :yesss:

    In base a queste ed altre osservazioni, Schauberger cominciò a formulare il principio di “implosione”, collegando il movimento delle trote all'idea di Johannes Kepler del movimento planetario che influenza anche il movimento dei fluidi. L'umanità (la scienza) e la natura procedono in modo diverso. La natura tende a spostare le sue masse in senso planetario: implosione. La scienza segue una linea retta: esplosione. L'implosione è il moto alla base della vita, dall'esterno verso l'interno, secondo una linea spirale-concentrica. Per Schauberger esplosione significa involuzione, demolizione, distruzione, mentre implosione è invece evoluzione, costruzione, vita. In natura, ambo le forze sono presenti – espressione della bipolarità – ma predomina l'implosione. Anche la forza di demolizione ha in natura un carattere positivo: scomposizione degli organismi morti e loro integrazione in nuove forme di vita organiche, una continua azione di riciclo. Come osserva Callum Coats, è difficile descrivere i vari dispositivi inventati da Schauberger sulla base del principio dell'implosione e dell'energia del vortice, a causa della sovrapposizione di disegni, diagrammi, date, nomi: Repulsine, Klimator, motore ad implosione, motore a suzione, motore trota, sottomarino biotecnico. Tutte queste macchine, alimentate ad aria o ad acqua, avevano un funzionamento silenzioso e poco costoso, erano di forma ovale e sfruttavano il principio della creazione del “vuoto biologico” (per dettagli tecnici, cfr. Callum Coats, op. cit., cap. 21 “Implosion”).

    http://www.tdf.it/Italy/neoumanesimo/Viktor_ita.htm


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #95675
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    [quote1359630124=farfalla5]
    Cmq per invogliarvi a seguire questa straordinaria storia vi metto un pezzetto del testo dedicato a lui.
    :yesss:

    In base a queste ed altre osservazioni, Schauberger cominciò a formulare il principio di “implosione“, collegando il movimento delle trote all'idea di Johannes Kepler del movimento planetario che influenza anche il movimento dei fluidi. L'umanità (la scienza) e la natura procedono in modo diverso. La natura tende a spostare le sue masse in senso planetario: implosione. La scienza segue una linea retta: esplosione. L'implosione è il moto alla base della vita, dall'esterno verso l'interno, secondo una linea spirale-concentrica. Per Schauberger esplosione significa involuzione, demolizione, distruzione, mentre implosione è invece evoluzione, costruzione, vita. In natura, ambo le forze sono presenti – espressione della bipolarità – ma predomina l'implosione. Anche la forza di demolizione ha in natura un carattere positivo: scomposizione degli organismi morti e loro integrazione in nuove forme di vita organiche, una continua azione di riciclo. Come osserva Callum Coats, è difficile descrivere i vari dispositivi inventati da Schauberger sulla base del principio dell'implosione e dell'energia del vortice, a causa della sovrapposizione di disegni, diagrammi, date, nomi: Repulsine, Klimator, motore ad implosione, motore a suzione, motore trota, sottomarino biotecnico. Tutte queste macchine, alimentate ad aria o ad acqua, avevano un funzionamento silenzioso e poco costoso, erano di forma ovale e sfruttavano il principio della creazione del “vuoto biologico” (per dettagli tecnici, cfr. Callum Coats, op. cit., cap. 21 “Implosion”).

    http://www.tdf.it/Italy/neoumanesimo/Viktor_ita.htm
    [/quote1359630124]

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7353.7
    Loro hanno sviluppato energia Radiante, Motori a Magneti Permanenti, Scaldatori Meccanici, Elettrolisi Super-Efficiente, Motori ad Implosione/Vortice, Fusione Fredda, Pompe di Calore con Assistenza Solare e altro

    Molti cosiddetti dispositivi per la “Nuova Energia”, nella mia esperienza, attingono sia dall'innata energia dei campi magnetici (toroidali) o accedono alla poco conosciuta “onda longitudinale” al centro di un vortice elettromagnetico, piuttosto che alla più comune onda “trasversale” che si avvolge attorno ad esso
    ——

    ——–

    ——-

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5954
    Implosione e frattali: si apre una breccia per la scienza della spiritualità e del Sacro

    Dan Winter

    ———-

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4650
    Un Ciclo di Implosione di Aumento Energetico, Culminante nel 2012-2013

    di David Wilcock

    David Wilcock – LA SCIENZA DELL'UNO, CAPITOLO 9: VORTICI, PROPULSIONE E MODIFICA DELLA MATERIA
    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.891
    Un gruppo in Danimarca sta tentando di replicare queste scoperte. Molti fatti interessanti sulla vita e la ricerca di Schauberger si possono trovare qua. Altro sito di buona qualità su Schauberger . La principale ragione per la discussione sul lavoro di Schauberger in questo capitolo è vedere che la rotazione di un fluido può produrre direttamente anti-gravità, questo suggerisce ulteriormente che i movimenti rapidi a vortice possono avere effetti energetici potenti. Nei suoi scritti Schauberger si riferisce a due forze in natura, una forza di “esplosione” e una forza di “implosione”. Credeva che i nostri scienziati avessero ben capito come usare l'energia della forza di esplosione, che vedeva come processo che porta a calore, pressione, frammentazione, malattia e morte.

    La forza naturale di implosione o centripeta, il movimento a spirale verso il centro, lo vedeva come la rappresentazione della forza che genera vita, crescita e salute nell'universo e costruì le sue macchine per ottenerla. Inoltre riuscì a bilanciare gravità e levitazione e il nome che diede alla forza di levitazione era “diamagnetismo”. Questo può confondere, le sue idee del diamagnetismo erano associate con una forza che lavora fuori dal magnetismo convenzionale, ma i concetti sottostanti sembrano gli stessi.
    Ora che abbiamo dato una occhiata ai dati di Schauberger, siamo pronti a muoverci nella prossima area di discussione e ci concentreremo sulle anomalie nel Triangolo delle Bermuda

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_06.htm
    In questo modello, i principali campi energetici di A1 e A2 nella Sfera Universale, manterranno costanti e regolari le velocità di rotazione rispetto a se stessi, con A1 leggermente più rapido di A2. Questo significa anche che il ciclo di implosione-esplosione della sfera centrale pulserà con un ritmo regolare e immutato, inspirando ed espirando, dentro e fuori. Per questa ragione le tradizioni esoteriche vi fanno riferimento come al “Respiro del Divino” o il “Battito Universale”

    —–
    http://auraumana.altervista.org/metodi.html


    #95676
    farfalla5farfalla5
    Partecipante

    [quote1359631975=Richard]

    ———-

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4650
    Un Ciclo di Implosione di Aumento Energetico, Culminante nel 2012-2013

    di David Wilcock

    David Wilcock – LA SCIENZA DELL'UNO, CAPITOLO 9: VORTICI, PROPULSIONE E MODIFICA DELLA MATERIA
    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.891
    Un gruppo in Danimarca sta tentando di replicare queste scoperte. Molti fatti interessanti sulla vita e la ricerca di Schauberger si possono trovare qua. Altro sito di buona qualità su Schauberger . La principale ragione per la discussione sul lavoro di Schauberger in questo capitolo è vedere che la rotazione di un fluido può produrre direttamente anti-gravità, questo suggerisce ulteriormente che i movimenti rapidi a vortice possono avere effetti energetici potenti. Nei suoi scritti Schauberger si riferisce a due forze in natura, una forza di “esplosione” e una forza di “implosione”. Credeva che i nostri scienziati avessero ben capito come usare l'energia della forza di esplosione, che vedeva come processo che porta a calore, pressione, frammentazione, malattia e morte.

    La forza naturale di implosione o centripeta, il movimento a spirale verso il centro, lo vedeva come la rappresentazione della forza che genera vita, crescita e salute nell'universo e costruì le sue macchine per ottenerla. Inoltre riuscì a bilanciare gravità e levitazione e il nome che diede alla forza di levitazione era “diamagnetismo”. Questo può confondere, le sue idee del diamagnetismo erano associate con una forza che lavora fuori dal magnetismo convenzionale, ma i concetti sottostanti sembrano gli stessi.
    Ora che abbiamo dato una occhiata ai dati di Schauberger, siamo pronti a muoverci nella prossima area di discussione e ci concentreremo sulle anomalie nel Triangolo delle Bermuda

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_06.htm
    In questo modello, i principali campi energetici di A1 e A2 nella Sfera Universale, manterranno costanti e regolari le velocità di rotazione rispetto a se stessi, con A1 leggermente più rapido di A2. Questo significa anche che il ciclo di implosione-esplosione della sfera centrale pulserà con un ritmo regolare e immutato, inspirando ed espirando, dentro e fuori. Per questa ragione le tradizioni esoteriche vi fanno riferimento come al “Respiro del Divino” o il “Battito Universale”

    —–
    http://auraumana.altervista.org/metodi.html


    [/quote1359631975]
    maddai anche Wilcock ne ha parlato…tutto si sta concentrando dentro di quel imbuto dove tutti si ritrovano con le stesse idee..che bello.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #95677
    orsoinpiedi
    Partecipante

    Victor Schauberger e Marco Todeschini http://www.scribd.com/doc/29059191/apparenze-primicapitoli per meglio capire Keshe


Stai vedendo 4 articoli - dal 11 a 14 (di 14 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.