Vitamine – Minerali ed Erbe che fanno bene alla salute

Home Forum SALUTE Vitamine – Minerali ed Erbe che fanno bene alla salute

Questo argomento contiene 184 risposte, ha 27 partecipanti, ed è stato aggiornato da elerko elerko 11 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 181 a 185 (di 185 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #51390

    fra1481
    Partecipante

    Quante notizie interessanti!!! Per quanto riguarda le vitamine credo di assimilarne già abbastanza dalla mia “dieta” a base di frutta e verdura, possibilmente locale, bio e di stagione.

    Ma di un integratore non posso proprio fare a meno: il MAGNESIO (di cui già ne avete parlato ampiamente :ok!: )

    Vorrei segnalarvi, invece, un alimento che ho scoperto da un annetto circa e che ormai fa parte (fisso!) del mio menù: il [link=http://www.saluteinerba.com/approfondimenti/miele-di-manuka.html]Miele di Manuka[/link].

    Ne prendo un cucchiaino al giorno come mantenimento e due cucchiaini, per due volte al giorno, quando ho qualche problemino (influenza, mal di gola e bruciori di stomaco).

    Qualcuno di voi lo conosceva già?


    #51391
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    http://www.tuttogreen.it/come-fare-uno-scrub-naturale-per-piedi/

    La prima ricetta riguarda uno scrub per esfoliare e eliminare le cellule morte, occorrono i seguenti ingredienti:

    3 lime
    5 gocce di olio essenziale di lime
    2 cucchiai di zucchero semolato
    1 cucchiaio di olio di mandorle dolci

    Preparazione. Tagliate i lime a pezzi e metteteli in un mixerper frullarli, quindi aggiungete lo zucchero, l’olio essenziale di lime e l’olio di mandorle e mescolate bene. Lo scrub è pronto. Se ne utilizza una noce e si massaggiano i piedi per alcuni minuti, quindi si elimina con acqua tiepida e si termina il trattamento applicando una crema idratante. Questo scrub si può conservare in frigorifero all’interno di un contenitore a chiusura ermetica per almeno 1 settimana.

    Non so cosa sono le lime e nemmeno uno uno scrub meno male ci sono altre ricette.

    ottimo sito pieno di cose interessanti http://www.tuttogreen.it/


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #51392
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1396117207=Tru]
    http://www.tuttogreen.it/come-fare-uno-scrub-naturale-per-piedi/

    La prima ricetta riguarda uno scrub per esfoliare e eliminare le cellule morte, occorrono i seguenti ingredienti:

    3 lime
    5 gocce di olio essenziale di lime
    2 cucchiai di zucchero semolato
    1 cucchiaio di olio di mandorle dolci

    Preparazione. Tagliate i lime a pezzi e metteteli in un mixerper frullarli, quindi aggiungete lo zucchero, l’olio essenziale di lime e l’olio di mandorle e mescolate bene. Lo scrub è pronto. Se ne utilizza una noce e si massaggiano i piedi per alcuni minuti, quindi si elimina con acqua tiepida e si termina il trattamento applicando una crema idratante. Questo scrub si può conservare in frigorifero all’interno di un contenitore a chiusura ermetica per almeno 1 settimana.

    Non so cosa sono le lime e nemmeno uno uno scrub meno male ci sono altre ricette.

    ottimo sito pieno di cose interessanti http://www.tuttogreen.it/
    [/quote1396117207]

    lo scrub è una pulitura a fondo..in questo caso della pelle

    i lime sono agrumi..piccoli “limoni” se non sbaglio della zona caraibica o giù di là


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #51393
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    ACCOPPIATE PERICOLOSE FARMACI-ERBE

    La questione di cui trattiamo riguarda l'interazione, che può essere nociva, di medicine normali (che magari state assumendo per una particolare terapia) e i principi attivi delle erbe, che il più delle volte sono gli stessi inclusi nei medicinali, per cui va moltiplicandosi il loro effetto.
    Se ricorrete ai rimedi fitoterapici saltuariamente non avrete grossi problemi.
    E comunque anche se ne fate un uso “leggero”, nel senso che ne fate infusi, macerati eccetera…
    Diciamo che il problema si pone per usi prolungati e con gli estratti secchi, le tinture madri, le erbe cinesi.
    Fate comunque attenzione ( a partire dall'analizzare prima questo articolo) alle accoppiate micidiali, delle quali elenchiamo qui sotto le più pericolose:

    Se assumete l'aspirina o altri anticoagulanti[color=#ff0000]NON usate il Ginkgo Biloba [/color]– perchè moltiplicherebbe l'effetto anticoagulante mettendovi a rischio di emorragie.

    Se assumete anticoagulanti come la warfarina – [color=#ff0000]NON usate spesso e ripetutamente l'aglio[/color], [color=#ff0000]NON usate il Dong Quai[/color] (angelica sinensis), [color=#ff0000]NON usate il Danshen[/color] (salvia cinese) – perchè anche in questo caso rischiereste emorragie.

    Se assumete corticosteroidi (cortisone) o diuretici [color=#ff0000]NON prendete la liquerizia[/color] – perchè provocherebbe ipertensione e, contro i diuretici, ritenzione idrica.

    Se assumete cortisone, anticoagulanti, antidiabetici orali (come la clorpropamide o la metformina), o ormoni estrogeni (come quelli per curare i disturbi della menopausa) – [color=#ff0000]NON usate il Ginseng[/color] – perchè, nel caso del cortisone, sortirebbe effetti troppo violenti, nel caso degli anticoagulanti porterebbe a rischio di trombosi, nel caso degli antidiabetici si avrebbero problemi con la glicemia, nel caso degli estrogeni ne potenzierebbe gli effetti.

    Se assumete antidepressivi (come la fluoxetina o la paroxetina) – [color=#ff0000]NON prendete l' iperico[/color] – perchè sortirebbe effetti troppo violenti. Nel caso di assunzione di ciclosporina con l' iperico si avrebbe l'effetto di rigetto.
    Sono segnalate interazioni con indinavir, warfarin, digossina e teofillina. Da evitare anche nel caso si assumano anticoncezionali per via orale, i quali potrebbero perdere il loro effetto (sono riportati casi di ripresa del ciclo mestruale).

    Se assumete antidepressivi [color=#ff0000]NON prendete l' Yohimbina[/color] – perchè produrrebbe ipertensione.

    L'elenco delle interazioni nocive con i medicinali è molto più lungo, queste sono solo le accoppiate tra le più pericolose, per questo è sempre meglio parlare col medico della terapia fitoterapica che si vuole seguire.

    http://erbeperguarire.blogspot.it/2007/12/accoppiate-pericolose-farmaci-erbe.html


    #51394
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    ..per esperienza “personale”, funziona alla grande 🙂

    [size=22]Passiflora: mille proprietà, usi e benefici

    La passiflora (con particolare riferimento alla Passiflora caerulea ed alla Passiflora incarnata) è una pianta dai fiori color bianco, azzurro e porpora coltivata per lo più a scopo decorativo, ma che nasconde interessanti proprietà benefiche dal punto di vista erboristico.

    I fiori della passiflora appaiono in estate ed i suoi frutti sono commestibili.

    Proprietà della passiflora

    Per la preparazione di rimedi erboristici e medicinali vengono impiegate le parti aeree della passiflora, che sono costituite da steli, fiori, foglie e frutti. La passiflora viene solitamente utilizzata per la cura e la prevenzione di ansia, angoscia ed insonnia dovuta ad agitazione.
    I rimedi erboristici a base di passiflora risultano molto efficaci. Uno dei loro punti a favore è costituito da una azione rapida. Hanno un effetto rilassante e sedativo nei confronti del sistema nervoso centrale. La tisana erboritica a base di passiflora viene preparata sottoforma di infuso, ed in caso di ansia, angoscia o insonnia viene indicato il consumo di due tazze al giorno della bevanda. Per quanto concerne preparazione e quantità di assunzione è bene chiedere consiglio ad un erborista, che saprà adattare il rimedio alla situazione di salute di ciascuno.
    La passiflora viene considerata come una vera e propria erba del relax, insieme a melissa, tiglio e valeriana. La sua azione calmante del sistema nervoso garantisce un sonno notturno tranquillo e privo di risvegli. La sua azione antispasmodica ne permette l'impiego in caso di problemi dovuti a contratture muscolari, come i crampi mestruali.
    L'assunzione di preparati erboristici a base di passiflora può essere indicata per alleviare eventuali disturbi presenti durante la menopausa. In erboristeria è possibile acquistare gli estratti secchi di passiflora necessari alla preparazione delle tisane. Può essere inoltre reperita sotto forma di tintura o di compresse.
    La passiflora si raccoglie in piena estate. A scopo erboristico se ne raccolgono le foglie ed i rami più giovani, ma non devono essere sottovalutate le proprietà dei suoi frutti. I frutti della passiflora sono infatti ricchi di vitamina C e presentano un elevato potere rinfrescante. Vengono di norma indicati con il nome di maracuya. Alcune ricerche hanno iniziato a studiare le proprietà della pianta e dei frutti di passiflora per valutarne l'efficacia nel caso di intossicazioni derivanti da alcolismo.

    Utilizzi della passiflora

    Le proprietà curative della passiflora erano già conosciute nell'antichità da parte degli Aztechi, che la utilizzavano come rimedio rilassante. Ai tempi del primo conflitto mondiale la passiflora veniva impiegata per la cura delle “angosce di guerra”. Il suo impiego può essere utile, inoltre, in caso di asma, palpitazioni, deficit dell'attenzione e pressione alta.
    L'enciclopedia “La salute senza medicine – La salute con le erbe” (Librex, 1983, a cura di Gigliola Magrini) suggerisce i seguenti possibili utilizzi della passiflora come rimedio naturale sedativo, antispasmodico e contro l'ansia.

    Infuso di passiflora sedativo e antispasmodico
    Un infuso sedativo e antispasmodico può essere preparato utilizzando 2 grammi di foglie di passiflora per 100 grammi di acqua. Tre cucchiai del liquido ottenuto per infusione possono essere assunti nei momenti di maggiore tensione. Più in generale, l'infuso di passiflora bevuto prima di andare a dormire agisce da sonnifero naturale. Si consiglia in ogni caso di non abusarne.

    Rimedio contro l'ansia a base di passiflora
    Con la passiflora è possibile realizzare un rimedio naturale contro l'ansia. E' necessario mettere a bagno per una settimana 3 grammi di foglie e fiori di passiflora ogni 100 grammi di vino bianco secco. Ne devono essere bevuti due bicchierini al giorno. Non di più. Si consiglia di conservare il vino curativo a base di passiflora in frigorifero.
    Leggi anche: Ansia: 10 rimedi naturali per alleviare il panico

    Marta Albè

    http://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/10739-passiflora-proprieta-benefici


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

Stai vedendo 5 articoli - dal 181 a 185 (di 185 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.