vite passate

Home Forum SPIRITO vite passate

Questo argomento contiene 113 risposte, ha 25 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ALIX 10 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 91 a 100 (di 114 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #40566

    ALIX
    Partecipante

    [quote1228472244=temujin]
    Non ci trovi molto daccordo, vorremmo capire se allora tutti gli atleti sono forse dei famosi sensitivi!?!
    In effetti noi attiriamo per ciò che siamo, difficilmente per lo stato emotivo.
    Noi siamo più propensi a seguire il cuore, l'intuito appartiene un pò a tutti.
    Tu devi essere un caso unico in questo mondo, perchè la fontanella che abbiamo posta sopra il capo si chiude nei bambini fra gli 8 e 9 anni, poi iniziamo a ricevere.
    Faccimo anche un pò di fatica a credere quando dici che riesci a vedere solo quello che vuoi, perchè dovresti essere già ad un livello molto elevato e quindi non su questo pianeta.
    Ognuno ha un suo modo per approcciare con le persone però se tu hai bisogno di andare a tastoni, sembra che vai un pò alla cieca. Ci chiediamo come fanno ad esempio i sensitivi che accettano le persone senza conoscerle o tutti quelli che fanno volontariato.
    un saluto
    [/quote1228472244]

    davvero, non ho capito proprio cosa vuoi dire, senza polemica, credimi. Mi limito a dire (probabilmente assai confusamente) quello che mi capita e a come lo avevo (forse male) interpretato io.

    un abbraccio


    #40567

    temujin
    Partecipante

    Allora puoi provare ad esprimerti in maniera diversa?
    così che possiamo comprendere meglio quello che ti succede!


    #40568

    temujin
    Partecipante

    [quote1228508131=iniziato]
    ….
    Chi ha particolari doni deve prima di tutto cercare e raggiungere uno stato di salute psicofisico ottimale prima di dedicarsi agli altri
    Spesso queste sensibilità nascono come valvola di sfogo adottata dal nostro organismo che ha la necessità di scaricare delle tensioni o delle neurotossine a causa di uno squilibrio mentale o fisico.
    Si noterà che con il ritorno alla Salute solitamente le sensibilità si attenuano fino a sparire. [/quote1228508131]

    ciao iniziato. vorrei rispondere a ciò che hai scritto,e premetto che parlo x esperienza personale,cominciata all'età di 15 anni, oggi ne ho 49. Non mi risulta che x poter esercitare si debba essere perfetti. Ho avuto problemi fisici che non hanno precluso le mie facoltà. Si lavora su noi stessi a livello spirituale e fisico x avere dei risultati,difficile pensare che delle valvole di sfogo possano sostituirsi a questo lavoro.
    Le doti che ho, le ho in parte ereditate da mio bisnonno anni 103 sempre in ottima salute,mio nonno suo genero anni 80 sempre in ottima salute,e mio padre anni 70 dopo aver superato 2 guerre.
    Spero non mi vorrai portare jella.

    [quote1228508131=iniziato]
    Una volta raggiunta la salute se davvero si vuole quel percorso allora si noterà quanto è difficile riottenere queste capacità sulla base della [u]propria volontà e del proprio controllo[/u]
    [/quote1228508131]

    Non riesco a immaginare da dove possano arrivare queste3 righe, forse da una tua esperienza?
    E come ultima cosa posso dirti che eventuali danni a sé stessi possono arrivare da ben altri errori, anche spirituali ed egoistici. Un saluto Temujin.


    #40569

    rolf
    Partecipante

    Ciao Farfalla con la tua frase:

    infatti le persone devono chiedere casomai il tuo aiuto…non viceversa…
    capisci…???
    una volta un amico mi disse che il cavallo beve quando ha sete…
    Non andare mai a cercare i schiaffi in piazza dicono qui in Toscana
    ma quando te lo chiedono…e lo puoi fare allora diventa quasi un obbligo…

    mi hai fatto venire in mente un filmato su Roll nel quale qualcuno racconta di come lui, passeggiando per i fatti suoi, se incontrava delle persone che secondo lui gli comunicavano una sensazione problematica, le fermava dicendo loro di farsi controllare da un medico o qualsiasi altra cosa al momento riteneva di poter dire per essere di aiuto.

    E' giusto quando dici che il cavallo beve quando ha sete ma, mi domando, quante volte noi che non siamo cavalli siamo consapevoli di quello che veramente ci può servire?

    Penso che una cosa di cui non ho assolutamente bisogno è proprio di qualcuno che mi parla di sfiga o comunque di fatti che mi tolgono la possibiltà di essere l'unico responsabile di quanto in quel momento sto vivendo.

    Ritengo troppo comodo volgere lo sguardo all'esterno per cercare un eventuale responsabile di quanto in realtà succede solo per permettermi di conoscermi meglio.

    Proprio attraverso ai miei limiti.

    Un caro saluto
    :tk:


    #40570
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1228578563=rolf]

    E' giusto quando dici che il cavallo beve quando ha sete ma, mi domando, quante volte noi che non siamo cavalli siamo consapevoli di quello che veramente ci può servire?

    [/quote1228578563]

    Rolf no so se sei una donna o un uomo…
    ma volevo dire semplicemente che non è così facile dire alla gente delle cose invisibili…

    Noi siamo un po' diversi, non i migliori, perchè noi sappiamo che oltre quello che vedono i nostri 5 sensi c'è dell'altro…
    e come ha già spiegato bene Alix non si può andare dalla gente e dire che è nei guai…capisci…ci potrebbero anche denunciarci…

    Roll era un uomo speciale, sicuro di quello che faceva e di conseguenza si poteva permettere di fare cose del genere.

    Mi piacerebbe tanto vivere in una comunità umana, evoluta che accetta i consigli degli atri con amore e umiltà….ma per ora ognuno fa i cavolacci propri…
    Ciao ti abbraccio :amicil:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #40571

    rolf
    Partecipante

    Farfalla, convengo con te sulla difficoltà eventuale di dover spiegare a qualcuno da dove arriva l'informazione che si ha, ma non vedo un grosso problema riuscire a spiegarsi quando si è consapevoli che ci si sta muovendo per cercare di essere di aiuto al di fuori di un mero moto egoistico.
    Quindi ad una non conoscenza, chi può, può rispondere con la sua conoscenza senza per questo sentirsi diverso o dover avere timore di qualcosa.
    Questo sortirà, a parer mio, un doppio effetto, e cioè di aver fatto qualcosa per qualcuno e conoscersi un pò meglio avendo preferito l'azione, anche se questa non sortirà l'effetto sperato, al pensiero di paura.
    Non mi sembra poco.
    Penso che questo valga anche per la speranza di una società migliore: bisogna muoversi se si vuole veramente qualcosa.
    Sono una donna.
    :tk:


    #40572

    Pyriel
    Bloccato

    ….

    Usassero bene almeno i cinque sensi….


    #40574

    rolf
    Partecipante

    Usassero bene almeno i cinque sensi….

    Ciao Pyriel,
    con quanto affermi dimentichi che l'uomo percepisce limitatamente alla gamma di ricezione dei suoi sensi.
    Nè più, nè meno.

    Non c'è un bene o un male ma semplicemente un limite, che come ha ben espresso farfalla, va molto al di là del semplice limite fisico, tant'è vero che basta aggiungere delle piccole conoscenze per arrivare a vedere cose che gli altri semplicemente non vedono.

    Si inizia col conoscere e poi si cerca di andare avanti. Ognuno limitatamente alle sue possibilità. Per questo, a parer mio, “gli altri” ci sono indispensabili.

    Un saluto

    :tk:


    #40575
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1228638995=rolf]

    Usassero bene almeno i cinque sensi….

    Ciao Pyriel,
    con quanto affermi dimentichi che l'uomo percepisce limitatamente alla gamma di ricezione dei suoi sensi.
    Nè più, nè meno.

    Non c'è un bene o un male ma semplicemente un limite, che come ha ben espresso farfalla, va molto al di là del semplice limite fisico, tant'è vero che basta aggiungere delle piccole conoscenze per arrivare a vedere cose che gli altri semplicemente non vedono.

    Si inizia col conoscere e poi si cerca di andare avanti. Ognuno limitatamente alle sue possibilità. Per questo, a parer mio, “gli altri” ci sono indispensabili.

    Un saluto

    :tk:
    [/quote1228638995]

    e aggiungo….se questo pianeta è la palestra evolutiva a cosa servirebbe stare qui tutti “imparati”….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #40573

    iniziato
    Partecipante

    [quote1228641999=temujin]
    [quote1228508131=iniziato]
    ….
    Chi ha particolari doni deve prima di tutto cercare e raggiungere uno stato di salute psicofisico ottimale prima di dedicarsi agli altri
    Spesso queste sensibilità nascono come valvola di sfogo adottata dal nostro organismo che ha la necessità di scaricare delle tensioni o delle neurotossine a causa di uno squilibrio mentale o fisico.
    Si noterà che con il ritorno alla Salute solitamente le sensibilità si attenuano fino a sparire. [/quote1228508131]

    ciao iniziato. vorrei rispondere a ciò che hai scritto,e premetto che parlo x esperienza personale,cominciata all'età di 15 anni, oggi ne ho 49. Non mi risulta che x poter esercitare si debba essere perfetti. Ho avuto problemi fisici che non hanno precluso le mie facoltà. Si lavora su noi stessi a livello spirituale e fisico x avere dei risultati,difficile pensare che delle valvole di sfogo possano sostituirsi a questo lavoro.
    Le doti che ho, le ho in parte ereditate da mio bisnonno anni 103 sempre in ottima salute,mio nonno suo genero anni 80 sempre in ottima salute,e mio padre anni 70 dopo aver superato 2 guerre.
    Spero non mi vorrai portare jella.

    [quote1228508131=iniziato]
    Una volta raggiunta la salute se davvero si vuole quel percorso allora si noterà quanto è difficile riottenere queste capacità sulla base della [u]propria volontà e del proprio controllo[/u]
    [/quote1228508131]

    Non riesco a immaginare da dove possano arrivare queste3 righe, forse da una tua esperienza?
    E come ultima cosa posso dirti che eventuali danni a sé stessi possono arrivare da ben altri errori, anche spirituali ed egoistici. Un saluto Temujin.

    [/quote1228641999]

    ciao temujin complimenti vivissimi per la longevità nella tua famiglia, un bisnonno da 103 anni wow alla grande.

    Quello che scrivo dipende che ne ho viste e conosciute molte persone che hanno doti particolari accompagnate anche da però uno stato di salute compromesso, ma lasciando stare queste persone quelle che davvero fanno danni sono per esempio (cosìci capiamo meglio) chessò i pranoterapeuti che pur hanno capacità che fumano.

    Aborro chi utilizza le energie sottili ed è inquinato.


Stai vedendo 10 articoli - dal 91 a 100 (di 114 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.