Ataras

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Articoli
  • in risposta a: La nostra musica #101295

    Ataras
    Partecipante

    eheh, pure tu niente male!!

    [youtube=480,385]UYv_JcoQ-UY


    in risposta a: Film da guardare #122563

    Ataras
    Partecipante

    [quote1273751618=Tilopa]
    Non è un trailer … #fisc

    Il Pianeta Verde
    [youtube=425,360]m=59680632,t=1,mt=video
    [/quote1273751618]

    [color=#000000]Gran bel film, e molto significativo! Grazie per il consiglio![/color] :&D


    in risposta a: Film da guardare #122559

    Ataras
    Partecipante

    Vi consiglio “Pi greco – Il teorema del delirio
    _____________________________________________________________
    Maximillian Cohen (Sean Gullette), matematico geniale quanto eccentrico, soffre di continue emicranie causate dall'aver guardato direttamente il sole a 6 anni; è costretto a fare uso massiccio di pillole per ridurre i dolori. Uomo solitario, vive quasi in reclusione nel suo appartamento-laboratorio ed il suo unico amico è il professore Sol Robeson (Mark Margolis). Max crede in alcuni principi che regolano la sua vita: la matematica è il linguaggio della natura; ogni cosa esistente può essere spiegata e rappresentata con i numeri; in qualsiasi situazione, se analizzata a fondo, emergono degli schemi. Sulla base di tali principi, Max cerca di ottenere uno schema che gli permetta di predire le quotazioni in borsa……

    [youtube=440,360]K6TTW0QC30aedf3320ece0f30b824fbf52a644c5

    e “Stalker
    _____________________________________________________________
    Al centro di una incolta regione industriale c'è una misteriosa Zona, di accesso proibito dalle autorità, dove molti anni prima precipitò un meteorite – o un'astronave? – sprigionandovi una potenza magica, capace di esaudire i desideri di chi riesce ad arrivarvi. Guidati da uno “stalker” (“to stalk” = inseguire furtivamente), uno scrittore e uno scienziato penetrano nella zona, ma, giunti alla meta, rinunciano a entrare nella Stanza dei Desideri, suscitando l'indignazione della guida. Liberamente ispirato al racconto lungo Picnic sul ciglio della strada (1971) dei fratelli Arkadij N. e Boris N. Strugackij, scrittori di fantascienza, che l'hanno sceneggiato, il 5° film di A. Tarkovskij, e l'ultimo che girò nell'URSS, è, nella sua enigmatica compattezza, un'opera affascinate. Non è difficile riconoscere nello “stalker” e nei suoi congiunti le figure dei “poveri di spirito” dostoevskiani, degli umili evangelici che hanno bisogno della fede per mantenere accesa una scintilla di speranza e che si contrappongono agli intellettuali perché ormai, abbandonato ogni illusorio tentativo di intervento nella Storia, dei politici Tarkovskij più non si cura. Sotto il segno dell'acqua, non sembra sibillino il tema della contrapposizione tra la rigidità-forza e la flessibilità-debolezza che corrisponde alla vita. Come accade con i poeti – e Tarkovskij fa un cinema di poesia – la filosofia di Stalker passa attraverso l'emozione delle sue immagini.

    [youtube=440,367]CDOXY7EB574f2331e44a61e19350e88b392eac90


    in risposta a: La nostra musica #101292

    Ataras
    Partecipante

    [youtube=480,385]zj9IAvv32wE

    [youtube=480,385]NqTPJzTOYpE

    [youtube=480,385]pfUgtv9Fl2E


    in risposta a: consigli per vegano in erba #87646

    Ataras
    Partecipante

    Questo è un argomento che pure a me piacerebbe approfondire. Ringrazio per i link.

    Comunque devo dire una cosa. L'estate scorsa una piacevole esperienza mi ha fatto aprire un po' gli occhi.
    Io in generale non ho mai mangiato tantissimi vegetali, ammetto che li ho spesso visti più come necessari all'organismo, piuttosto che realmente “gustosi”.
    L'estate scorsa però, ospite da un mio amico e dalla sua famiglia, ho avuto l'occasione di mangiare solo verdure coltivate da loro.
    …beh…incredibile, mi sono reso conto che probabilmente le mie papille gustative non avevano ricordi di cosa fosse la verdura al naturale! Gusti e sapori completamente dimenticati.

    Questo mi ha fatto riflettere. Al di là di vegano o meno, in generale è diffusa ed estesa una cattiva alimentazione che purtroppo, nella maggior parte dei casi, è dettata da svogliatezza e pigrizia nel cercare cibi più sani o, più dannosamente, da una vera e propria dipendenza da cibi “porcheria”. Inoltre ho capito quanto sia sbagliato il luogo comune che fa pensare al vegano o alla buona alimentazione come a qualcosa di riduttivo nei confronti del sapore!


    in risposta a: La nostra musica #101287

    Ataras
    Partecipante

    Ciao a tutti!

    Bob Brozman, di New York, è un interessante etnomusicista ed antropologo. Fin da bambino ha sempre suonato la chitarra slide resofonica. Ha collaborato con diversi musicisti di tutto il mondo e assorbito le più variegate culture musicali tradizionali. Dal Blues delle origini, al Jazz Swing, alla musica hawaiana, cinese, indiana. E' interessante come le riesca ad interpretare con genuinità.

    Spero vi possa piacere questo video! Per me ha un'atmosfera quasi magica!

    [youtube=480,385]At6-JmIS2nY


Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)