Francescoko

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • in risposta a: Preparativi per il 2012 #62466

    Francescoko
    Partecipante

    ai tuoi ordini capo!!! :ok!:

    considerami arruolato!!!

    yeahhh e sempre in vetta!!!


    in risposta a: Preparativi per il 2012 #62465

    Francescoko
    Partecipante

    Rimango della mia idea che sia giusto prepararsi anche alle eventualità peggiori ed è proprio per questa ragione che credo si debba valutare attentamente il da farsi.
    Come accennavo in un precedente post pur sapendo di essere tendenzialmente monotono, indicavo un quesito da affrontare che è vecchio come il cucco (sorry è un'espressione dialettale!!); e cioè il fatto che il creare una società nuova pur piccola e costituita da eventuali sopravvissuti e per di più con persone sconosciute non deve essere per niente semplice.
    Accennavo a problematiche come l'ordine pubblico all'interno del sito, all'ordine pubblico nei confronti di persone che magari vorranno entrare nella comunità pur non facendone parte (ovvero altri sopravvissuti e sbandati), la capacità di essere autonomi e per quanto, legge marziale, capacità di auto difesa nei confronti di chi si approfitterà dell'assenza di leggi, la leadership all'interno del gruppo, in caso di estremo pericolo ci saranno delle armi? pena di morte? e via discorrendo. Quindi tutto quello che concerne alla realizzazione di una struttura di persone e di leggi che permettano la sopravvivenza nel tempo della comunità e non solo per un immediato “post quello che accadrà”.
    Per non parlare della scelta dei testi da salvaguardare, della cultura ecc.
    si vabbeh sto andando oltre… :mah:
    insomma sono scettico sull'andare in un luogo lontano e con persone sconosciute.
    anche se si suppone, e sottolineo suppone, che quelle aree siano effettivamente più sicure di altre. Ognuno però ed ovviamente, sono liberi di pensare e sperare in ciò che vogliono.
    In caso di necessità venite a trovarmi nella mia cascina comunque!! :fri:
    ho tutto in abbondanza!!

    e speriamo bene per queste recrudescenze da guerra fredda, che tanto fredde non sembrano esserlo poi tanto!!


    in risposta a: Preparativi per il 2012 #62432

    Francescoko
    Partecipante

    Ciao…innanzi tutto sono nuovo e quindi non so bene di preciso se sto scrivendo correttamente e se ho scelto il tasto adatto!! mi direte voi…
    Ho letto le prime tre pagine di questo topic e mi sono venuti dei dubbi mica da ridere…mi scuso se ciò che dirò è stato già discusso ma sono impaziente…ahimé!!
    Ciò che vorrei chiedere a Voorst è se ha pensato seriamente al progetto di trasferirsi in una comunità di persone in un luogo dove di fatto è uno fra i tanti. Nel senso che il voler ricreare una piccola comunità sociale da zero, comporta notevoli problemi fra cui la scelta di un capo, l'obbligo di dedicarsi ad una specifica attività nella quale si è pratici, problemi di ordine interno ovvero la scelta di un vero e proprio statuto, la scelta di un sistema di sicurezza per i problemi interni e soprattutto esterni, la presenza quindi di un organo giudicante, regole precise, la possibilità di discutere e/o trovarsi in situazioni di pericolo…e tante altre cose.
    Si è pensato per esempio al fatto che, per mantenere il proprio territorio al sicuro da persone che non sono in grado di capire la differenza tra il bene e il male o semplicemente antepongono la propria vita al di sopra della tua, si dovrà detenere delle armi? E se si devono tenere chi le potrà usare? Dovrà essere una società in grado di difendersi e quindi di uccidere oppure si pensa che questo non possa accadere?
    E ancora tralasciando il fatto che la zona scelta non è un gran chè per quanto riguarda a stabilità ed evoluzione di una cultura moderna (molte popolazioni di quel territorio sono assolutamente incontrollabili…) si è pensato a delle difese passive?
    E ancora…all'interno di questa piccola società in via di formazione si è discusso sul modo per gestirla? Sarà una comune come quella anarchica in sicilia? (per carità non soffermatevi troppo sul termine anarchico…ci si potrebbe perdere nelle verie definizioni…consideratelo solo un modo per identificare quella realtà!!). Oppure sulla linea dei kibbutz? Oppure sulle comunità lavorative dell'ex CCCP? Oppure sulla linea di una comunità semi militarizzata? Oppure…
    Insomma tutto questo mi confonde e probabilmente mi sono ripetuto o reso ridicolo ma sono, a mio avviso delle domande da porsi se si vuole convivere. Non si può pensare che la società sia fatta solo da persone ragionevoli, istruite o semplicemente in vena di accettare tutto senza alcuna pretesa alcuna…anche se magari in un primo momento si può ipotizzare una relativa calma si deve pensare sia a crisi interene che, per esempio, a flussi migratori sul cui cammino magari ci sei proprio tu!!
    Per questo motivo io penso che in un primo momento ci si debba circondare solo da persone con le quali hai un rapporto di lunga data e ben rodato. Ed è per questo che credo rimarrò nella mia cascina con i miei kit, i miei animali, i semi di diverse piante e scorte varie. Circondato da vicini su cui posso fare affidamento.
    Scusate se sono stato poco esaustivo e decisamente logorroico !amazed ma ci sono tante cose da tener presente e domande a cui non siamo più abituati a dare risposte.
    Grazie per aver letto fino a questo punto 😉


Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)