Wind

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 138 totali)
  • Autore
    Articoli
  • in risposta a: Dualità o non Dualità #309951
    Wind
    Wind
    Partecipante

    Esiste un Unico Percorso Finale che è quello individuale, dove si può sperimentare di tutto, ovvero ciò che pensiamo e crediamo sia più giusto per noi e quindi anche per altri, senza scinderli da noi ovviamente, e perfino tornare indietro sui nostri passi incerti: siamo nella virtualità.
    Se altre parti del nostro Essere Uno, nel mondo o altrove, stà vivendosi esperienze diversificate dalle nostre, non deve spaventarci per niente, perchè il nostro scopo è la Conoscenza, altrimenti cosa? dato che non esiste alcun Errore primordiale, che si sono inventati di sana pianta le religioni, altrimenti dovremo ammettere che la nostra Matrice è completamente idiota e perfettibile, e ciò è mendace! Invece, tutto nel nostro Creato è limpidamente integrato e vive placido; e tutto stà andando perfettamente così come deve andare fino a quando la materia e tutte le creature che vi vivono dentro, sia materiali che aereoformi, un giorno si dissolveranno nella Quiete, perchè non hanno più Ragione.
    Esistere pienamente coscienti, felici di esistere, anche quando ti viene il mal di testa, anche quando ti annoi per le feste pagane consumistiche pregne di falsi valori e false esigenze personali: è solo una grande abbuffata di cibo, di alcool, un pavoneggiarsi di luci finte ed inutili sui balconi e regali assurdi, un buonismo ed un perbenismo solo consumistico che ha il solo scopo di tenere buoni e sotto un altro anno i servi della gleba, finchè morte non li separi definitamente dalla loro Essenza mai conosciuta: ma anche questo è un Percorso. ^_*


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 11 mesi fa da Wind Wind.
    in risposta a: Dualità o non Dualità #309906
    Wind
    Wind
    Partecipante

    Si Orso! ^ _ ^
    E mi sono accorta che la strada essendo sempre io ovvero la mia Coscienza interiore che la stà spianando a mano a mano non può essere che questa che stò percorrendo, istante per istante, non ne eiste un’altra, nè esiste chi me la potrà disegnare, anche se l’Ascolto del percorso degli altri è meraviglioso quando ti Rispecchi.

    Non vedo più 2 strade, Orso, ciò è DUALE, vi è il mio personale percorso, in parte diverso da quello altrui, con momenti moooolto appaganti e limpidi che si alternano a certi in cui c’è ancora tanto smarrimento, solitidine nonchè sofferenza anche fisica, la somatizzazione si manifesta quando non comprendo cosa stò vivendo e perchè, fortunatamente non ne sono più terrorizzata come prima di intraprendere il mio cammimo attuale, sento più leggerezza dell’Essere, ecco, ma sovente sono ancora alquanto insicura.


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 11 mesi fa da Wind Wind.
    in risposta a: Dualità o non Dualità #309884
    Wind
    Wind
    Partecipante

    @orsoinpiedi said:
    Concordo con te,Wind.
    A questo punto sorge una domanda:la dualità,perchè e che scopo ha.

    Stiamo cercando una risposta tutti e che sia anche logica e comprensibile non di certo un’altro dogma, credo che in tantissimi la scopriremo in questa esistenza, in Meditazione è saltato fuori che il mio scopo è ricercare:”Il senso del mio esistere”, in me: L’Energia Creatrice, la mia Coscienza si pone la Domanda del perchè Esiste e cosa significa il suo Contrario nella sua medesima Creazione e solo vivendo pienamente in piena Coscienza, ossia presente a me stessa in ogni Istante potrò scoprirlo: se questa è la mia Domanda è perchè già esiste anche la risposta, altrimenti non avrebbe senso, non trovi Orso?

    Stanotte ho fatto un altro Sogno per me indelebile: “Ero insieme a tanti amici della mia prima giovinezza, alcuni per me più grandi erano il mio punto di riferimento da ragazzina, ebbene nel sogno costoro facevano delle cose in automatico, senza senso ma seguivano gli altri come incatenati uno all’altro. Allora mi sono accorta nel sogno che ciò invece a me mi annoiava, non mi appagava ed infatti guardandomi intorno ho visto che eravamo circondati da rovine rovine come gli scavi di Pompei, e vi era una costruzione altissima quanto il Colosseo ma senza buchi, da cui si è staccata una parete enorme e cadeva sulle persone, ma loro continuavano a fare cose inutili, non ne erano consapevoli, allora mi sono scostata per salvarmi ed ho cercato di tirare via qualcuno da quella situazione che era inchiommato per terra,facevo fatica a tirarlo via, non vedeva essendo di spalle questa costruzione di pietra che si stava sgretolando.
    Ho Intuito che dovevo andare via al più presto, niente mi apparteva più, comprese le persone che invece di mettersi in salvo erano come imbambolati, Non vedevano l’INSIEME, lo scenario completo di ciò che stava accadendo, e quando ho visto che le mura delle stradine strette iniziavano addirittura a chiudersi, curvandosi in alto, intorno a loro come fosse un tunnel che li avrebbe inesorabilemnte inghiottiti per sempre, allora non ho più esitato, li ho lasciati lì al loro destino.


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 11 mesi fa da Wind Wind.
    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 11 mesi fa da Wind Wind.
    in risposta a: Dualità o non Dualità #309716
    Wind
    Wind
    Partecipante

    Condivido Orsoinpiedi ed aggiungo di mio personale:
    La Dualità serve all’Uomo per esperirla e completare la sua Conoscenza anche all’interno della Virtualità e quindi con il suo cervello anch’esso duale (emisfero destro e sinistro) che è un lettore di materia, di dualità, di virtualità, la esperiesce attraverso i 5 sensi del suo corpo, ma quando di 2 ne fai uno, allora ritorni alla Realtà immutabile pur restando in carne ed ossa nel virtuale e quindi modificabile dai nostri medesimi neuroni che al loro interno emanano ovvero Creano nuova materia fotonica ed antifotonica (duale) per mezzo dei microtuboli neuronali umani, ciò avviene in ogni istante presente e soprattutto a livello incoscio, per cui non possiamo più dire agli altri che ci portano sfiga, perchè siamo noi stessi i Creatori del nostro istante presente. Quindi il maschile ed il femminile, lo Yin e lo Yang in un cervello unificato dalla propria Coscienza per via di un percorso di meditazione e di crescita LEGGE in tutt’altro modo sia ciò che ci capita ogni giorno, sia il proprio stato d’Animo, ovvero lo ripulisce dalle impurità: tradizioni, modi di pensare che non hanno nè cielo nè terra, falsa morale e quantoaltro e si diventa degli Originali, ovviamente alquanto disadattati per la cultura dominante tramite i media.
    In conclusione in questo universo tutto ha un senso ed una ragione, e come affermava il nostro Giordano Bruno, tutto è accessibile ORA! Non è affatto vero che devi aspettare la morte del corpo per comprendere, anzi è l’esatto contrario, se muori fasullo rischio il riciclo per fannulloneria, avendo avuto ampie possibilità di metterti al pari degli altri Esseri umani che vivono in piena Coscienza su miriadi di altri pianeti, e non parlo di ET, ma proprio di Umani come noi, che sanno e vivono pienamente e con gioia le loro lunghissime esistenze secolari senza mai ammalarsi, senza mai fare guerre, senza discriminazioni sessuali: in Pace!


    in risposta a: Dualità o non Dualità #309702
    Wind
    Wind
    Partecipante

    Non posso che raccontarvi ciò che ho Sognato nell’ultima settimana, ma che mi pare una roba vera, qualcosa in me mi ha fatto capire che mi si stavano unificando nel cranio i 2 lobi di materiale grigio, sinapsi o una roba del genere, non sono una addetta ai lavori, ma mi faceva comprendere che siccome siamo UNO per presa di Coscienza oramai non mi serve neppure più un cervello scisso, quindi duale, ritornando al topic, pertanto ora da quella notte incredibile ho come la sensazione di avere un cervello unito nel mio cranio, è come se lo visualizzassi in tale modo, ho chiesto anche ad un mio caro amico che non si meraviglia più di niente ed è uno che stà facendo anche lui un Cammino Spirituale abbastanza profondo e da lunghi anni, ebbene con mia somma meraviglia mi ha risposto tramite e-mail con un sorriso e mi ha approvato: NON ci posso credere!!!


    in risposta a: Chi è Maestro #306148
    Wind
    Wind
    Partecipante

    Simpatico personaggio, una star dell’ignoranza che ti fa pagare il biglietto per dirtelo: il Sovra-umano? Le onde elettromagnetiche che ti bombardano anche dai satelliti e ti riducono un telefonino vivente? La gente non riesce più a raggiungere la fase REM, si sente parlare continuamente nella testa tutta la notte e lo stà denunciando, altro che Onde di Luce… ajajajajaj…. la Verità è in tutti noi, ed è Chiarezza non luce quantica, noi siamo un Ologramma e creamo ciò che crediamo di essere, quindi se siamo limitati creamo limitatezza e Buio coscienziale per noi stessi e per gli altri.
    Quando in Meditazione profonda e/o anche in ipnosi regressiva vai oltre le vite precedenti e ti vedi Creare tutto l’Universo ti accorgi che il Sovra-Umano siamo noi stessi, ignoranti di noi e che meglio non farsi attraversare, specie durante la notte da … onde… si rischia di impazzire!


    • Questa risposta è stata modificata 4 anni, 7 mesi fa da Wind Wind.
    in risposta a: Chi è Maestro #305984
    Wind
    Wind
    Partecipante

    E allora?
    Quando tutti Tirarono quella Catena magica, il mago se la diede a gambe levate ed andò ad infinocchiare nell’Universo solo chi lo voleva essere e vissero anche qui su questo pianeta sempre Buio di Conoscenza, finalmente nella Quiete Eterna sentendosi una sola Sostanza anche se ancora per secoli indossarono le vesti di carne ed ossa virtuali e quando decidevano di lasciarle si Disintegravano all’Istante in modo che nessuno osasse ritornare indietro e proporre agli altri l’adorazione dei loro resti con relativi rituali.


    in risposta a: Chi è Maestro #305976
    Wind
    Wind
    Partecipante

    C’era una volta un Mago sia d’oriente che d’occidente ma a seconda della regione dove si faceva acclamare sapeva mutare il suo aspetto ed inventarsene sempre di nuove, in modo che ognuno che gli Credeva pensava di essere solo lui nel giusto e tutti gli altri invece erano mezzi rimbecilliti:
    “Ti eleggo come mio disceplo, figlio mio, nessuno saprà giammai le cose che ti Rivelo, e bada bene a serbarle solo per te, mi raccomando, non si gettano le mie perle ai porci, che sono i tuoi simili, ovviamente, te sei diverso, tutt’altra cosa, altrimenti non ti avrei scelto tra tutti, non trovi? Bravo inginocchiati e fammi la propaganda!”
    E li ergeva su di un piedistallo fallico-narcisista, fatto apposta per dividerli gli uni dagli altri e farli sentire superiori ai loro medesimi simili, che avevano la sola colpa di non essere stati i suoi prescelti, ed infatti si racconta che a cagione di tale subdolo Mago, che sapeva addirittura apparire e sparire, cambiare volto, e rituali a base di sangue umano ed animale innocenti immolati per tutti i partecipanti che gli scaricavano addosso i propri errori grossolani, che da qui naque poi l’idea della famosa “catena di santantonio” che di Santo non ha niente, e ti resta solo la catena!
    “Tirala Wind!” mi disse un giorno la mia Coscienza Umana che non appare e scompare e non ti abbaglia con i giochi di prestigio e parla una sola lingua, veritiera, scevra da tutti i piedistalli mentali e soprattutto comprensibile da tutto l’Universo Creato: la Compassione che è Nuda ed è al nostro Principio e se Conosci il tuo Principio sai anche la tua Fine!


    • Questa risposta è stata modificata 4 anni, 7 mesi fa da Wind Wind.
    • Questa risposta è stata modificata 4 anni, 7 mesi fa da Wind Wind.
    in risposta a: Chi è Maestro #305889
    Wind
    Wind
    Partecipante

    Pitagora era un filosofo imponente a quei tempi, come ora lo è il Bergoglio, il Maestro mondiale per eccellenza, devono abbassare il capo al suo cospetto ed essere onorati di un suo solo sguardo, in particolare i suoi discepoli gli devono obbedienza acritica assoluta, farsi plasmare come creta nelle sue mani, dalle sue parole.
    Ho vissuto questo tranfert a suo tempo con la mia buona, anziana ed amatissima psicoanalista, ogni suo respiro, ogni suo sguardo rappresentava per me qualcosa di imponente, poi dopo anni vi è stato il classico taglio del cordone obelicale anche con lei oltre che con i miei generatori del mio corpo ed ora non ne sento più l’esigenza, ma se non lo vivevo sulla mia pelle non avrei certo capito chi ne fa esperienza ed il suo bisogno incoscio di un punto di riferimento forte.
    Non rinnego che mi ha fatto tanto bene quel rapporto molto affettuoso benchè basato anche sul vile denaro, ora sinceramente ritornerei a fare la Gelstalt di gruppo, se abitassi al centro e non tanto lontano per raggiungerli, ne ho un ricordo simpatico ed intrigante, si cresce notevolmente quando interpreti tanti personaggi diversi, sentendoli profondamente appartenente a te medesimo, serve a capirti, amarti e capire ed amare anche il “diverso” da te.


    in risposta a: Jordan Maxwell #305875
    Wind
    Wind
    Partecipante

    Essere atei ed andare controcorrente rispetto ai luoghi comuni ed alla morale inculcataci fin dalla prima infanzia, quando non potevamo che accettarla passivamente, in cambio di regali e feste quando ci sottoponevano a “rituali” ci ha condotto ad una conoscenza dogmatica ed insipida di noi stessi, non trovo significhi affatto aver a che fare con le lobbit e poteri occulti mondani, poi ognuno è libero di credersi felice in questo mondo così come è conciato, a me non piace e spero che muti al più presto in molti dei suoi aspetti, perchè non se ne può più di sentire al telegiornale quotidianamente gente suicida che ammazza prima i propri figli e poi si toglie la vita, guerre e bambini del terzo e quarto mondo che continuano a morire di stenti, eppure questo pianeta pullula di religioni tra le più svariate, dovremo essere tutti già santificati da anni ed anni?

    Mi pare che la deresponsabilizzazione propria di tali credenze abbia già fatto abbastanza danni alla psiche umana: il solo pensarmi una creatura impotente con istinti maligni che mi sono dati dalla nascita come “dono” da parte di un dio che crea esseri imperfetti per mortificarli ogni minuto secondo, per poi massacrarli di tanto in tanto quando gli girano e sceglierne solo alcuni nel suo paradiso a numero chiuso…. già per’altro predestinati da lui medesimo? E dove sarebbe il mio Libero Arbitrio se sono stato creato incompleto, peccaminoso anche nel mio corpo che mi riveste, nei miei pensieri intimi e nelle mie azioni sconsiderate da eterno Peter Pan?
    Abbiamo scambiato forse l’auenticità di essere bambini, la trasparenza in ciò che sente un infante ed esterna senza paura di non essere accettato dagli altri suoi simili e coetanei, con il restare eternamente mentecatti di cervello perfino nella età della maturità, tanto da avere ancora bisogno di un padre-padrone sublimato che ci premia e ci punisce?

    Si diventa anche grandi qualche volta, nevvero? E si comprende che è anche nostra Responsabilità se il mondo stà finendo malissimo non solo dei poteri occulti: se resto indifferente al mio prossimo ovvero un altro me medesimo, che ha perso il proprio lavoro e che disperato non trova una legge che gli difenda la sua casa acquistata con anni di duro e onesto lavoro e non gli garantisce pasti quotidiani decenti, acqua pulita da poter bere, indumenti caldi da poter indossare per lui ed i suoi figli, anzi approfitto che i suoi beni vadano all’asta per toglierglieli per pochi centesimi, allora significa che quell’uomo un giorno potrei essere anche io, e non troverò nessuno al medesimo modo che tuteli il mio esistere: questa non è Libertà Sovrana dell’Essere umano ma egoismo fatto uomo.


    • Questa risposta è stata modificata 4 anni, 7 mesi fa da Wind Wind.
Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 138 totali)