Sempre più suicidi fra i soldati USA

Sempre più suicidi fra i soldati USA 1

L’ultimo caso è avvenuto l’8 settembre a Fort Hood: un soldato di 22 anni litiga con il suo comandante diretto, un sottotenente di 24; il soldato spara e uccide l’ufficiale, poi rivolge l’arma contro di sè. Entrambi membri della 1st Cavalry Division, erano tornati a dicembre da un turno operativo in Iraq durato 15 mesi, la divisione era ora in riaddestramento a Fort Hood per essere reimpiegata in Iraq quest’inverno, stavolta per dodici mesi.

Per la prima volta, il colonnello Elspeth Ritchie, lo psichiatra della US Army che di solito non ha il permesso di rispondere alla stampa qualche verità, è stato autorizzato ad ammettere: «I ripetuti e prolungati turni di combattimento in Iraq e Afghanistan provocano problemi relazionali (sic), un fattore importante nei suicidi»

Maurizio Blondet

Fonte: http://www.effedieffe.com/content/view/4504/164/