Universi Metafisici

Il Giornale OnlineGli universi, o piani di esistenza, sono un argomento che appassionano qualsiasi ricercatore scientifico. Einstein si interessò a tale studio con la teoria della relatività. Per qualche tempo il mondo scientifico, pensò che attraverso di essa prima o poi si sarebbero raggiunti grandi risultati, se non fosse che solo pochissimi studiosi in realtà si sono affezionati a tale teoria.

Il mondo scientifico guarda alla teoria della relativit√† come ad un buco nero, dato che al di l√† di insignificanti e dubbie prove in merito alla reale applicazione della teoria della relativit√† non sono giunti. La teoria rimane una convenzione matematica visto che non produce riscontri reali, anche perch√® non disponiamo della tecnologia necessaria: cio√® una astronave capace di viaggiare alla velocit√† della luce. Nessuno attualmente pu√≤ dimostrare che una delle pi√Ļ eclatanti conclusioni della relativit√†: che un sistema di riferimento in moto lineare produca una contrazione del tempo e dello spazio. Attualmente si pu√≤ applicare la formula solo su basi teoriche.

I pi√Ļ convinti sostenitori di tale teoria obbietteranno che in realt√† √® stata dimostrata dai viaggi spaziali, in quanto un esperimento, dimostr√≤ un intervallo di tempo, tra l'ora segnata sulla terra, e quella nello spazio pari a 0,0 1 ms. A mio parere, troppo poco per essere una prova credibile, anche perch√® l'orologio atomico che √® considerato l'unico in grado di misurare verosimilmente il tempo terrestre non pu√≤ essere considerato preciso in assoluto dato che contiene una incognita di errore soggetto alla casualit√†, e perch√® come ripeto, il tempo terrestre √® una convenzione numerica, in quanto nell'universo la cognizione di tempo √® soggettiva. Questo non significa che la teoria della relativit√† non sia credibile scientificamente, dico solo che nessuno √® riuscito a dimostrarla realmente ….. forse perch√® nessuno √® riuscito effettivamente a comprenderla perch√® troppo in anticipo rispetto alle nostre conoscenze scientifiche.

Inoltre alcuni studiosi affermano che la velocità della luce che è di circa 300.000 km al secondo può essere superata. Certo non sarò io a contraddirli, dato che condivido tale possibilità, come non ho ragione di dubitare della validità della teoria della relatività. Rimane comunque, una teoria affascinante. Ma pur sempre teoria. E come tutte le teorie va dimostrata.
di IL CERCATORE

Oggi l'universo viene studiato dalla quantistica, cioè quella branca della fisica che studia le particelle sub-atomiche, ed è mia convinzione che prima o poi spiegherà anche la teoria della relatività. Naturalmente superandola scientificamente. Da qualche tempo, la scienza, crede che in un prossimo futuro, si possa viaggiare nel tempo sfruttando tunnel dimensionali realizzati con una futuristica tecnologia. E' mia convinzione che l'uomo potrà esplorare l'universo, solo dopo che avrà raggiunto una saggezza tale da permetterle di trascendere la materia. Solo a livello di pura energia, si potrà esplorare lo spazio, poichè le distanze sono tali da misurarsi in migliaia di anni luce. Solo per esplorare la nostra galassia occorrono migliaia di anni. Neppure con navi spaziali che superano la velocità della luce è possibile coprire tali distanze. Solo quando saremo tanto saggi e illuminati da stratificare la materia ci sarà possibile esplorare l'universo e attraversare infinite dimensioni e piani di esistenza.

Per conoscere l'universo e quindi se stesso, bisogna evolvere il pensiero e convincersi che attualmente con le nostre apparecchiature, siamo in grado di trovare solo ci√≤ che i nostri strumenti sono capaci di rilevare. Mi rendo conto, che tale concetto pu√≤ apparire semplicistico, ma nel prossimo futuro. Quando impareremo ad osservarci con maggiore profondit√†, scopriremo che la nostra mente, compreso il nostro modo di esprimerci sono in grado di dare delle risposte. Questo perch√® inconsciamente nel nostro modo di esprimerci affermiamo la similitudine che abbiamo con l'universo. Quante volte ci √® capitato di dire: siamo cos√¨ diversi eppure tanto simili! Con questo desidero significare che il nostro cervello, il nostro essere sono parte dell'intero universo. Nulla nell'universo √® separato …… agisce in modo distaccato, ma ogni cosa √® correlata e interconnessa.

(Il tutto è l'uno e l'uno è il tutto). La materia si trasforma in energia e l'energia in materia occupando lo stesso spazio tempo, e lo stesso universo.

La materia pu√≤ esistere a densit√† stratificata, dando cos√¨ origine a universi interconnessi. Cio√® generare molteplici universi che occupano il medesimo spazio tempo, avendo frequenze vibratorie diverse tra loro. Allo stesso modo di una frequenza di un segnale televisivo. Tutti sanno che una frequenza televisiva se opportunamente modulata, pu√≤ trasportare …. irradiare nel medesimo spazio diversi segnali, meglio conosciuti come canali televisivi, e ogni canale, trasporta un evento di realt√† diversa quale pu√≤ essere una una partita di calcio o un film ecc. Allo stesso modo esistono gli universi interconnessi.

Non sono poche, le volte che acceleratori atomici, hanno sprigionato potenti campi magnetici che hanno mostrato, o meglio rivelato scene di vita di altri universi …. piani esistenziali diversi dal nostro. Recenti studi in fisica quantistica, provano, che un atomo √® in grado di esistere in pi√Ļ universi. Un giorno, saremo in grado di sviluppare una tecnologia in grado di modulare la densit√† della materia, cos√¨ come ora, siamo in grado di modulare una frequenza televisiva, permettendoci di spostarci a nostro piacimento tra universi interconnessi.

Alcune teorie, affermano nel futuro riusciremo a curvare lo spazio con potenti acceleratori magnetici, capaci di accorciare distanze insuperabili diversamente. Tale teoria la ritengo grossolana e inadeguata a risolvere il problema, sia per il pericolo intrinseco, che per l'idea stessa che ritengo inverosimile. Immaginate una variazione anche minima nel campo magnetico?? РQuesto significherebbe la disintegrazione dell'intero equipaggio. Inoltre, per farla funzionare occorrerebbe tanto di quella energia in grado di alimentare due città grandi come Parigi. E non analizzo le conseguenze che potrebbero causare la curvatura dello spazio su altri sistemi stellari.

Per esplorare lo spazio, l'uomo deve sviluppare una tecnologia in grado di trasformare la materia in energia e l'energia in materia. Un sistema che permetta di viaggiare nello spazio così come viaggiano le onde elettromagnetiche. Questo sarà possibile quando scopriremo come stratificare la densità della materia. Attualmente tale possibilità sembra fantascienza, ma in realtà è solo un ritorno temporaneo a ciò che realmente siamo: energia allo stato puro, in sostanza continueremo ad esistere ad un diverso livello di esistenza. Cosi come accade quando l'anima lascia il corpo. Oggi siamo convinti che cessiamo di esistere, in realtà continuiamo ad esistere su un diverso piano esistenziale. Fino ad all'ora il massimo che potremo fare è sviluppare una tecnologia in grado di viaggiare alla velocità della luce. Gli alieni possono viaggiare nello spazio perchè in possesso di tecnologie in grado di trasformare la materia in energia, e questo spiegherebbe anche perchè gli oggetti avvistati sono luminosi.

Riguardo i viaggi nel tempo, non credo sar√† mai possibile. E' mia convinzione che non esiste ne passato ne il futuro. L'unico passato possibile √® la nostra memoria. Per quanto riguarda il futuro, esso √® parte di ci√≤ che la nostra intelligenza …… la percezione, riescono ad immaginare. Quindi, esiste solo il presente. Un presente in grado di sviluppare qualsiasi variante riguardo il futuro stesso.

Cerco di spiegare perchè esiste solo il presente: se poniamo due persone a circa 500 metri l'una di fronte all'altra, e supponiamo, che uno dei due decida di sparare un colpo di pistola in direzione dell'altro, e immaginiamo che la pallottola raggiunga il bersaglio, e che ci sia un terzo soggetto o osservatore che assiste alla scena, con l'intento di ritornare indietro nel tempo per impedire che il proiettile raggiunga il bersaglio, non avrebbe modo di farlo. Oltre a studiare la dinamica e gli effetti della pallottola non potrebbe fare altro. A mio avviso, non c'è modo di percorrere il tempo a ritroso.

Fonte: Mistic.it