Adenoidi e otiti, sì all’omeopatia

Adenoidi e otitiLa terapia omeopatica è spesso in grado di potenziare il sistema immunitario e ridurre così la tendenza alle otiti; e può diminuire anche l’ipertrofia del tessuto adenoideo. Le risposte dell’esperto a questa e ad altre domande su mal di gola, gravidanza, rinite allergica, ansia e paure.

Adenoidi e otite

Ho un bimbo di 4 anni che e’ sempre soggetto ad otiti forti, la mia pediatra per far passare il dolore e l’infiammazione alle orecchie gli ha somministrato nel giro di 4 mesi 3 flaconi di isocef antibiotico e 8 punture di rocefin trovando giovamento solo per un paio settimane ed eccomi qui ancora con il mio bimbo sofferente, allora ieri l’ho portato per un controllo da un otorino il quale mi ha vivamente consigliato di operarlo di adenoidi. Ma in questi casi di otiti è proprio necessario l’intervento? Io non ne sono tanto convinta tanto che il mio piccolo non ha grosse difficoltà a respirare e non mi sembra che parli “nel naso” come dice il dottore, il suo problema grosso sono solo le orecchie. Chiedevo gentilmente se esiste una cura oppure se sono costretta ad operarlo.

La terapia omeopatica è spesso in grado di potenziare il sistema immunitario e ridurre così la tendenza alle otiti. Contestualmente può diminuire l’ipertrofia del tessuto adenoideo, che a sua volta può essere concausa dei disturbi del bambino. Si rivolga ad un medico omeopatico unicista preparato.

Mal di gola

Ho il mio bambino di 4 anni che è già la terza volta da settembre che prende il mal di gola ed è positivo allo streptococco, di conseguenza deve per forza prendere un antibiotico per circa 7/8 gg, di solito prende il PANACEF. Durante queste infezioni non ha quasi mai febbre (max 37,5 gradi), ma si gonfiano in modo incredibile le ghiandole della gola questo soprattutto perché nel novembre 2005 è stato affetto da mononucleosi, con gonfiore dei linfonodi, della milza, del fegato ecc…. Cosa posso fare? Esiste una cura preventiva per evitare queste complicazioni?

Si rivolga ad un buon medico omeopatico unicista. Una cura non vale l’altra, non esistono risposte standard.

Stodal in gravidanza

Sono alla 5 settimana di gravidanza, e ho raffreddore e tosse. per quest’iltima posso prendere il prodotto omeopatico STODAL?? Non vorrei fare danni..

Come medico omeopatico, se necessario, prescrivo sempre e solo il rimedio veramente omeopatico (indicato dai sintomi del singolo soggetto) e mai mix di rimedi “alla cieca”. Le terapie standard possono dare sintomi collaterali “a casaccio”. Dipende sempre dalla sensibilità di ciascuna costituzione.

Dosaggio corretto

Vorrei sapere qualcosa di più sul Cuprum-hell. Ho 28 anni e soffro di dolori mestruali. Stanca della medicina convenzionale ho deciso di avvicinarmi a quella omeopatica ma vorrei sapere da lei il dosaggio giusto. Una mia amica mi ha detto di far sciogliere sotto la lingua una pasticca di Cuprum-heel ogni 15 minuti dall’inizio del dolore fino a un massimo di 4 in un’ora ma io ho letto che se ne possono prendere anche una ogni ora per i primi 2 giorni.

Il medicamento da lei citato non è un prodotto omeopatico in senso stretto, ma un cocktail omotossicologico che non prescrivo e non consiglio di assumere. Mi spiace non poterle dare una risposta in merito.

Paura

Ho 57 anni e volevo esporle i miei problemi. Ho da sempre, praticamente da che sono piccola delle strane sensazioni che sono molto difficili da spiegare, ad esempio sono sempre come a disagio, mi sento sempre fuori posto, ho paura della paura, ho pensieri rimuginanti sempre sulla mia salute e sempre molto brutti: Praticamente per un semplice batticuore mi convinco che ho qualche cosa di brutto: La mia paura è sempre di cadere stecchita da un momento all’altro! E sono ipersensibile, soltanto al pensiero che devo misurare la paos mi vengono tachicardie, agitazioni ecc., per questo non faccio mai nessun esame per controllarmi perché al solo pensiero sto male, anche perché immediatamente mi convinco che sicuramente ho qualcosa di brutto!

Sono molto stufa di vivere così perché non mi godo niente della vita, mi sto curando con rimedi omeopatici seguita da una dottoressa, ma non ho avuto ancora una risoluzione definitiva ai miei problemi. Ho anche avuto attacchi di panico, paura assoluta di morire ecc.; quando assumo i rimedi per un po’ di tempo sto meglio, ma basta un niente per ricadere e tutti i disagi fisici li sento veramente! Sto male soprattutto alla mattina e quando non lavoro. Non so se c’è una speranza per me, a volte mi sembra di no, per favore mi può dire cosa ne pensa?

Insista con la medicina omeopatica classica (unicista). A volte la ricerca del rimedio omeopatico è un pò tortuosa, ma quando viene selezionata la cura corretta i risultati sono buoni. Il fatto è che non è l’omeopatia ad essere lenta, ma a volte lo siamo noi medici…Non è sempre semplice, ma vale la pena lottare per superare i propri problemi.

Rinite allergica e gravidanza

Mia moglie usa da anni lo zirtec per superare gli effetti da allergia ai pollini etc….

Adesso è al settimo mese di gravidanza e le è stato vietato l’uso di qualsiasi antistaminico. Il ginecologo dice semplicemente vietato e non da alcun altro supporto!! In sintesi: respira molto male da 4 giorni (la notte ha anche qualche picco di iperventilazione) ha il sistema naso-gola fortemente congestionato accusa forti dolori oltre che gonfiori nell’arcata dentale superiore sinistra. Cosa posso fare almeno per lenire le difficoltà ?

Si rivolga ad un medico omeopatico unicista qualificato.

Omeopatia in gravidanza

Ho 28 anni e da 10 sono allergica alle graminacee, ulivo, assenzio, nocciolo e polvere che mi provocano riniti, asma e tosse. 5 anni fa ho fatto un vaccino specifico della durata di 5 anni e i sintomi sono stati ridotti. Ora sono al 6° mese di gravidanza e non potendo più ricorrere agli antistaminici sono preoccupata per il benessere del bambino. E’ vero che problemi asmatici possono provocare la riduzione della crescita fetale, un parto prematuro o addirittura un aborto? Posso ricorrere a prodotti omeopatici a questo stadio di gravidanza? E possono queste cure ridurre gli effetti dell’allergia in generale sul feto?

Da quanto lei stessa asserisce, i sintomi asmatici si sono mitigati negli ultimi anni, quindi mi sembra giusto tranquillizzarla.La terapia omeopatica è possibile e spesso auspicabile in gravidanza. Va, come sempre, condotta da un professionista capace.

Paolo Campanella

kwsalute.kataweb.it

Adenoidi e otiti, sì all’omeopatia ultima modifica: 2007-11-07T21:47:23+00:00 da Quantico
About the Author
Quantico