INFLUENZA: CON GENI SPAGNOLA CREATO VIRUS 'PANDEMICO'

Il Giornale Online

Su segnalazione della carissima [link=http://www.thelivingspirits.net]Cristina Bassi[/link] a cui vanno i miei ringraziamenti.

ROMA – In laboratori di massima sicurezza hanno preso vita, a colpi di manipolazioni genetiche, nuovi virus non esistenti in natura e dotati della caratteristica aggressività del virus pandemico del 1918, il virus della Spagnola. Generati combinando insieme geni della Spagnola e geni di comuni virus influenzali oggi circolanti, i virus influenzali ibridi hanno permesso di svelare le armi segrete con cui la Spagnola seminò morte nel mondo.

Raccontati sulla rivista dell'Accademia Americana delle Scienze “PNAS”, gli esperimenti che hanno portato alla loro creazione hanno permesso di individuare i “geni della pandemia”, ovvero le 'armi' virali che determinarono la ferocia della passata epidemia, rendendo il microrganismo influenzale altamente virulento.

Diretto da Yoshihiro Kawaoka dell'Università del Wisconsin, Madison, il lavoro “potrebbe aiutare a identificare fattori di virulenza di futuri virus pandemici che dovessero fare la loro comparsa – spiegano gli autori su PNAS – fattori che potrebbero essere bersagliati da composti farmacologici antivirali per profilassi e trattamento, di cui vi è urgente necessità, dati gli ostacoli allo sviluppo rapido di un vaccino efficace contro l'influenza pandemica”.

I 'geni della pandemia' sono risultati essere quelli per il complesso dell”Rna polimerasì, ovvero i tre geni PA, PB1, PB2 che insieme costituiscono il complesso enzimatico responsabile di produzione proteica e replicazione del virus. Di tutte le pandemie influenzali susseguitesi nella storia, (oltre alla spagnola, l'influenza Asiatica del 1957 e l'influenza di Hong Kong del 1968, la Spagnola, nel 1918, fu la più feroce: “portò all'infezione clinica di oltre 500 milioni di persone – scrivono gli scienziati su PNAS – ovvero del 30% della popolazione mondiale, con un tasso di mortalità senza precedenti, del 2,5%, molto superiore a quello dello 0,1% delle altre pandemie influenzali, portando a qualcosa come 20-50 milioni di morti. La Spagnola colpì preferenzialmente giovani adulti, che invece di solito nelle pandemie influenzali sono il gruppo meno colpito – scrivono ancora gli autori del lavoro. La grande maggioranza dei decessi fu dovuta a emorragia ed edema polmonare acuti, e non a polmonite batterica secondaria”.

Il gruppo di Kawaoka non è nuovo a esperimenti di ricostruzione virale in laboratorio e alcuni anni fa su Nature aveva annunciato di aver 'ricostruito' un virus molto simile alla spagnola sempre con la tecnica della combinazione dei genomi di normali virus influenzali e di quello originale della spagnola recuperato nei cadaveri di alcune vittime rimasti conservati intatti nei ghiacci perenni. Ma il cerchio non era ancora chiuso sui 'geni della pandemia'; col nuovo studio è arrivata la soluzione definitiva: il virus ibrido che contiene i tre geni del complesso della Rna polimerasi è quello che più rassomiglia per comportamento e virulenza alla Spagnola originale. In genere i virus influenzali umani infettano il tratto respiratorio superiore (i turbinati nasali) ma non hanno capacità di raggiungere trachea a polmoni. L'ibrido creato coi tre geni della polimerasi, invece, nei furetti (un ottimo modello animale per studiare l'influenza) l'infezione arriva anche ai polmoni e rassomiglia a quella della Spagnola, con la capacità di causare polmonite primaria (cioé non batterica).

“I nostri risultati suggeriscono che il complesso della polimerasi fu il principale determinate della virulenza della Spagnola – concludono gli autori del lavoro – permettendo al virus di passare in modo efficiente dal tratto respiratorio superiore a quello inferiore. Come? E' probabile che la maggior efficienza di replicazione data da questo complesso polimerasico abbia aiutato il virus a superare le barriere immunitarie e penetrare nei polmoni”

ANSA

INFLUENZA: CON GENI SPAGNOLA CREATO VIRUS 'PANDEMICO' ultima modifica: 2008-12-30T11:18:20+00:00 da Pasquale Galasso
About the Author
Pasquale Galasso

Pasquale Galasso, editore di Altrogiornale.org - Conoscere non è avere l'informazione.