CONTINUANO GLI AVVISTAMENTI DI MASSA

Il Giornale Online
Il primo mese del 2008 ha già visto succedersi almeno tre avvistamenti di massa, eventi testimoniati da più persone, a volte addirittura da intere comunità.

Arriva in questi giorni la notizia di una altro sconcertante avvistamento occorso nella mattinata del 31 dicembre 2007 gennaio presso la cittadina messicana di Mezcala dove un grande “disco volante luminoso” è stato osservato da tutta la popolazione muoversi lentamente sopra la città, passando per la piazza principale, fino a raggiungere una collina adiacente, Pie de Minas, ricca di giacimenti di uranio, zinco, oro, argento e rame e li atterrare, rimanendo visibile per ben 30 ore.

L'oggetto volente è stato descritto come talmente luminoso da risultare addirittura fastidioso alla vista e durante il suo lento passaggio sulla cittadina, ha avuto pesanti interferenze sulle linee elettriche, e sulle apparecchiature elettroniche.
Nella mattina del primo gennaio 2008, la luce era ancora ben visibile sulla vicina collina di Pie de Minas, zona ricca di minerali quali uranio, oro, argento e rame, tanto che circa 20-30 camionette piene di persone hanno cercato di raggiungere la zona.
Sembra però che ogni volta che questa carovana si fosse avvicinata in qualche modo alla luce, questa svanisse senza lasciare traccia.

Un gruppo che sembra essere riuscito ad avvicinarsi a circa 50 metri dall'oggetto ha riferito di un classico disco volante di colore metallico che emetteva una luce bianca o bluastra. Lo stesso gruppo non ha potuto riprendere o fotografare l'oggetto da così vicino perchè tutte le apparecchiature elettroniche sono andate immediatamente in tilt, compreso addirittura il motore della loro camionetta.

Alcuni testimoni che hanno avuto modo di vedere l'oggetto a distanza ravvicinata durante il suo passaggio, anche grazie all'ausilio di binocoli, hanno descritto una sorta di “felino” o di “essere cornuto” visibile al centro dell'oggetto, cosa che non ha fatto altro che contribuire alla ansia già diffusa nella popolazione locale.
In molti hanno segnalato anche un'altra luce più piccola in cielo, lampeggiante, che sembrava in qualche modo comunicare con quella ben più visibile a terra.

L'evento ha talmente destabilizzato gli abitanti che solo il 10 gennaio, cioè quasi due settimane dopo, si sono avute le prime notizie sulle testate dei dintorni.
Molti abitanti non sono riusciti a dormire per due notti di seguito, per paura che l'evento indicasse qualche sciagura incombente o che gli occupanti del presunto velivolo alieno potessero in qualche modo fare del male ai residenti locali, tanto che Mezcala in quei giorni sembrava una città fantasma perchè molti erano fuggiti altrove, magari da parenti in altre città.

Quasi tutti quelli muniti di apparecchiature elettroniche sono riusciti a filmare e fotografare l'oggetto, anche se le immagini sono risultate spesso distorte per una qualche interferenza elettromagnetica emanata dal velivolo sconosciuto.
Anche le apparecchiature analogiche hanno infatti riportato delle distorsioni nelle immagini filmate.

Praticamente tutti gli abitanti si sono comunque mostrati reticenti a divulgare questo materiale, alcuni per paura di essere derisi, altri nella speranza di poter vendere foto e filmati a qualche testata interessata a divulgare la notizia.
Un testimone che è riuscito ad arrivare a circa 100m dall'oggetto, ha riferito che sul terreno è stato possibile osservare segni dello stazionamento dell'ufo, anche se la vegetazione in quel punto non risulta bruciata.
Come se qualcosa di molto pesante si fosse posato al suolo, lasciando una “impronta” ancora ben visibile dopo 20 giorni dall'evento e nonostante il passaggio dei vari mezzi.

Sembra che l'avvistamento si sia ripetuto proprio il giorno seguente alla pubblicazione della notizia sulla gazzetta di Chilpancingo, capitale di Guerrero a 40Km. da Mezcala.
A distanza di quasi due settimane infatti, con modalità molto simili al primo evento, alle 4 di mattina di venerdì 11 gennaio, il disco luminoso è tornato a stazionare sulle colline adiacenti a Mezcala, creando nuovamente allarme nella popolazione, tanto da spingere le autorità locali a richiedere l'intervento dei federali.

Fonti: analuisacid.com, terninrete.it, Ufologia.net

CONTINUANO GLI AVVISTAMENTI DI MASSA ultima modifica: 2008-01-31T16:02:46+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)