Edgar Cayce: GLI ESSENI E IL MESSIA ATTESO

 

EsseniD- Qual è il significato corretto del termine “esseno” ?
R- Attesa.

D- Fu lo scopo principale degli esseni coltivare delle persone che sarebbero state dei canali adatti per la nascita del Messia che più tardi sarebbe stato inviato nel mondo per rappresentare la loro Fratellanza ?
R- La preparazione individuale era il primo scopo…
Il loro scopo faceva parte delle prime basi dei profeti, come erano state stabilite, o come venivano comprese dalla scuola dei profeti, da parte di Elia; e vennero diffuse e studiate tramite le cose cominciate da Samuele. Il movimento non era egiziano, anche se era stato adottato da loro in un altro periodo – o in un periodo anteriore – ed era una parte del movimento intero..
Presero come membri ebrei e non ebrei alla pari, — Sì.
D- Per favore descrivete lo stato di socio associato delle donne nella fratellanza essena, dicendo quali privilegi e restrizioni avevano, come aderirono all’Ordine e quali erano la loro vita e il loro lavoro.
R- Questo fu l’inizio del periodo in cui le donne venivano considerate alla pari con gli uomini nelle loro attività, nelle loro capacità di formulare, di vivere, di essere dei canali.
Aderirono per dedizione – di solito da parte dei genitori.
Tutta la cosa era basata sull’impegno volontario, ma c’erano delle restrizioni solo nella questione di certi cibi e certi legami nei vari periodi – che si riferirono al sesso, nonché al cibo o alle bevande.
D- Com’è che Maria e Giuseppe vennero dapprima in contatto con gli esseni e quale fu la loro preparazione per la venuta di Gesù ?
R- Come indicato, vennero consacrati dai loro genitori.
D- Per favore descrivete il processo di selezione e addestramento di chi veniva messo da parte come donne sante, come Maria, Edita e altre come eventuali madri per il Cristo. Come venivano scelte, le facevano sposare, e come era la loro vita e il lavoro mentre aspettavano nel tempio ?
R- Dapprima vennero consacrate, e quindi ci fu la scelta dell’individuo attraverso le crescite se sarebbero state dei semplici canali per i servigi generali. Perché queste vennero scelte per dei servigi speciali in diversi momenti; come vennero allora scelte le dodici, cosa che può servire da illustrazione. Ricordate, queste arrivarono dai periodi in cui la scuola aveva cominciato, capite.
Quando ci furono le attività in cui ci dovevano essere le purificazioni attraverso cui i corpi dovevano diventare dei canali per la nuova razza, o la nuova preparazione, queste venivano allora limitate – naturalmente – a certi legami, sviluppi nei legami, attività e cose simili. Qui stiamo parlando delle dodici donne, capite – e di tutte le donne dal principio che venivano consacrate come canali per la nuova razza, capite ?
Per questo il gruppo a cui ci riferiamo qui come gli esseni, che era il risultato dei periodi di preparazione dagli insegnamenti di Melchisedec, diffusi da Elia e Eliseo e Samuele. Loro venivano messi da parte per conservarsi nel criterio diretto di scelta per offrire se stessi come canali attraverso cui ci avrebbe potuto essere la nuova origine divina, chiaro ?
La loro vita e il loro lavoro durante tali periodi di preparazione venivano dedicati a elemosine, buone azioni, attività missionarie – come si direbbe oggi. 254-109

Molto si potrebbe dare sul come e perché e quando ci furono gli scopi che causarono la materializzazione di Gesù nella carne.
Dando quindi la storia: Ci furono quelli nella fede dei padri a cui furono dato le promesse che queste sarebbero state mantenute dall’inizio della memoria dell’uomo.
Perciò ci fu la continua preparazione e la dedizione di coloro che avrebbero potuto essere i canali attraverso cui questo recipiente scelto potesse entrare –attraverso la scelta—nella materialità.
Così nel Carmel—dove ci furono i sacerdoti di questa fede— furono scelto le fanciulle che erano consacrate a questo scopo, questa funzione, questo servizio.
Fra loro ci fu Maria, l’amata, la prescelta; ed ella, come era stato predetto, fu scelta come canale. Così fu separata e tenuta nelle relazioni più strette con e nella cura o nella carica di questa funzione.
Quello fu l’inizio, quella fu la base di ciò che chiamate chiesa. 5749-7

In quei giorni in cui c’erano stati sempre più capi dei popoli nel Carmel—il luogo originale dove la scuola dei profeti fu instaurata durante il tempo di Elia, di Samuele—questi venivano quindi chiamati esseni; e quelli che erano studenti di ciò che chiamereste astrologia, numerologia, frenologia, e quelle fasi dello studio del ritorno di individui—o incarnazione…
Poi ci furono nuovamente quei segnali—cioè l’approccio di ciò che era stato tramandato ed era stato l’esperienza dei saggi del passato—che un angelo doveva parlare. Allorché questo avvenne quando si scelse il consorte che—solo nel pensiero di chi era così vicino—era stato concepito in modo immacolato, questi portarono al punto focale la preparazione della madre…
D- Come furono scelte le fanciulle e da chi ?
R- Da tutti quelli che scelsero di dare quelli che erano perfetti nel corpo e nella mente per il servizio; e come Anna (madre di Maria) diede la stessa, e nella presentazione non poteva essere rifiutata per la perfezione del corpo, sebbene molti contestassero e produssero una divisione perché ella proclamò che (Maria) era stata concepita senza conoscere uomo.
Così arrivarono le divisioni, ma le altre furono scelte—ognuna come rappresentante dei dodici nelle varie fasi che erano state o che avevano costituito Israele—o l’uomo.
D- Quanti anni aveva Maria nel momento in cui fu scelta ?
R- Quattro; e, come voi direste, fra dodici e tredici quando fu designata come quella scelta dall’angelo sulle scale.
D- Descrivete l’addestramento e la preparazione del gruppo di fanciulle.
R- Addestrate dapprima nell’esercizio fisico, addestrate con esercizi mentali nella castità, purezza, amore, pazienza, perseveranza…
D- Dovettero seguire una dieta particolare ?
R- Niente vino, mai date bevande fermentate. Cibi speciali, sì. Questi furono tenuti equilibrati secondo ciò che era stato stabilito dapprima da Aran e Ra Ta.
D- In che modo Giuseppe fu informato della sua parte nella nascita di Gesù ?
R- Dapprima da Mattia o Giuda. Poi, visto che questo non coincise con i suoi stessi sentimenti, prima in un sogno e poi la voce diretta.
E ogni volta che c’è la voce, questa viene sempre accompagnata da odori nonché da luci; e spesso la descrizione delle luci è la visione, chiaro ?
D- Quanti anni ebbe Giuseppe al momento delle nozze ?
R- Trentasei.
D- Quanti anni ebbe Maria al momento delle nozze ?
R- Sedici.
D- In quale momento dopo la nascita di Gesù Maria e Giuseppe cominciarono la vita normale di una coppia sposata e ebbero il figlio Giacomo ?
R- (Dopo) dieci anni. Quindi arrivarono in successione: Giacomo, la figlia Giuditta.
D- Descrivete la scelta di Maria sui gradini del tempio.
R- I gradini del tempio—o quelli che conducevano all’altare, questi venivano chiamati i gradini del tempio. Erano quelli sui quali il sole splendette quando sorse una mattina quando ci furono i primi periodi in cui le fanciulle prescelte andarono all’altare per pregare; nonché per bruciare l’incenso.
In quel giorno, quando salirono i gradini, tutte furono immerse nella luce del sole mattutino; cosa che non solo fece un bel quadro ma vestì tutte di porpora e oro. Quando Maria raggiunse il gradino superiore, allora ci furono tuono e fulmine, e l’angelo fece strada, prendendo la bambina per mano davanti all’altare. Questo fu il modo di scelta, questo fu la dimostrazione della via; perché ella guidò gli altri in questo giorno particolare.
D – Era questo il tempio ebraico ortodosso o il tempio degli esseni ?
R- Degli esseni, naturalmente.
D- Dove furono eseguite le nozze ? di Maria e Giuseppe ?
R- Nel tempio là sul Carmel.
D- Chi erano i genitori di Giuseppe ?
R- Come è stato documentato da Matteo, come dato, capite; una parte documentata da Matteo, l’altra da Luca—questi su parti diverse ma della casa di Davide, come anche Maria era della casa di Davide. 5749-8

L’entità fu di quella setta o gruppo conosciuto come gli esseni, e di quelli che erano della casa di Davide, ma di lontana parentela con Giuseppe o Maria—eppure di quegli stessi gruppi.
L’entità fu fra quelle (dodici fanciulle prescelte) che ebbero la visione sui gradini, quando fu fatta la prima scelta delle fanciulle. Allora l’entità sapeva della voce delle forze invisibili che si erano risvegliate all’interno del gruppo, che fecero sì che si parlasse in lingue insolite; lingue non sconosciute ma insolite, o la capacità di rendere noto i loro desideri a molti in molte lingue. 2425-1

L’entità fu fra quelle che furono scelte per prime, fra le dodici fanciulle che salirono e scesero le scale sulle quali Maria fu scelta. S’intende, l’entità faceva parte degli esseni…una parente—nella discendenza corretta (diretta ?) di Davide. 1479-1

(L’entità) cercò—attraverso i misteri dei saggi—di interpretare il tempo e il luogo secondo le stelle e gli effetti numerologici sul periodo in cui l’entità trovò l’espressione materiale…
(L’entità) fece alla fine le scelte delle dodici fanciulle che dovevano essere scelte come canali che avrebbero potuto conoscere quella verità così a fondo da essere mosse dallo Spirito Santo. 2408-1

D- Per favore descrivete le nozze esseni, nel tempio, di Maria e Giuseppe, dando la forma della cerimonia e delle usanze di quel periodo.
R- Questo seguiva molto da vicino le forme descritte in Ruth…
Maria era stata scelta come canale dalle attività indicate sulle scale, dall’angelo sospeso in aria, l’enunciazione ad Anna e Giuditta e al resto di quelli in carica delle preparazioni in quel periodo,–poi doveva essere selezionato il congiunto più stretto, anche se non parente nei rapporti di sangue. Così la sorte cadde su Giuseppe, anche se era un uomo molto più vecchio paragonato all’età attribuita di solito a Maria nel periodo. Così seguì il rituale regolare nel tempio. Perché, ricordate, non si trattenevano gli ebrei dal seguire i loro rituali. Quelli degli altri gruppi, come gli egiziani o i parti, non venivano ostacolati nel seguire le usanze per le quali erano stati addestrati; che non venivano eseguite nel tempio ebreo ma piuttosto nel luogo d’incontro generale degli esseni.254-104
Gli esseni erano un gruppo di individui, sinceri nel loro intento e non ortodossi come i rabbini di quel periodo particolare. 2067-11

Gli esseni avevano le divisioni, proprio come troverete che la maggior parte delle chiese ha i suoi gruppi e le sue divisioni, queste erano in gruppi opposti degli esseni. Uno sosteneva che possa succedere – l’altro che Dio lo faccia succedere. Che cosa viene prima, la gallina o l’uovo ? 2072-15

edgarcayce.it


Letture correlate:

 

L’autobiografia del più grande medium americano

 

Edgar Cayce: GLI ESSENI E IL MESSIA ATTESO ultima modifica: 2009-07-07T09:59:55+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)