Edgar Cayce: LA TRINITA’

CAYCE la trinitàLa base, l’inizio della legge va avanti fino in fondo. E ciò che viene o comincia dapprima viene concepito nello spirito, cresce nel mentale, si manifesta nel materiale. 2072-10
Ciò che è stato, ciò che è, ciò che può essere, — queste cose sono sempre fondate in ciò che viene riassunto con :”Il Signore tuo Dio è Uno” (Marco 12:29).

Padre-Dio è come il corpo, o come il tutto. La mente è come il Cristo che è la Via. Lo Spirito Santo è come l’anima, o — nell’interpretazione materiale — propositi, speranze, desideri. 1747-5
La mente è rappresentata nella Divinità come il Cristo, il Figlio, la Via. Il padre viene rappresentato nella terra come il corpo. L’anima è tutti questi attributi che manifestano nel corpo.4083-1

L’entità individuale si ritrova corpo, mente, anima, così sono le manifestazioni su un livello tridimensionale. Perciò il concetto del finito è nel regno di causa, effetto e proposito, come nell’infinito c’è il Padre, Figlio, Spirito Santo. Arrivare dalla mente all’infinito avviene attraverso tempo, spazio e pazienza. Tutte queste fasi di un’esperienza umana nella mente e nella materialità dovrebbero essere considerate. 3412-2

Il concetto dell’uomo della Divinità è tridimensionale –Padre, Figlio e Spirito Santo. troviamo che la comunicazione o l’attività o la forza motivante è tridimensionale — tempo, spazio e pazienza. 4035-1

Corpo, mente e anima sono tutt’uno in qualunque regno si manifesti, così che l’altra porzione di questo uno e trino è in soggiogamento durante il soggiorno dell’anima o nel mondo spirituale o l’anima e lo spirito mentre soggiorna nel mondo materiale — eppure sono tutt’uno.609-1

Il corpo è fatto del fisico, del mentale, dello spirituale. Tutti questi hanno la loro legge che opera una con l’altra e il tutto è l’uomo fisico; però non trattate le condizioni fisiche interamente attraverso le leggi spirituali o mentali aspettandovi che rispondano come uno. E nemmeno trattate le condizioni spirituali o mentali come materiali; perché la Mente è il costruttore e attraverso l’applicazione mentale delle leggi che riguardano il fisico, il mentale e lo spirituale si diventa tutt’Uno con il tutto. 4580-1

Il corpo-fisico con le emozioni dello stesso è fisico e spirituale: il corpo-mentale con i suoi desideri è sia carnale che molto spirituale. Lo spirito è pieno di buona volontà. Lo spirito desidera, lo spirito cerca una comprensione più grande, una conoscenza più grande dei tuoi rapporti con le Forze Creative o Dio. 1754-1

Poiché, visto che la vita è continua, l’anima si trova sia nell’eternità che nello spirito; nella mente, eppure nella materialità. 1353-1
Man mano che il mentale e lo spirituale diventano sempre più espressivi o controllanti attraverso le esperienze nella terra, l’entità diventa consapevole di altre dimensioni nel suo soggiorno materiale … Mentre il corpo è soggetto a tutte le influenze della materialità, esso può essere controllato — cioè nelle emozioni — dalla mente. E la mente può essere diretta dallo spirito.2533-1

Spiritualità, mentalità e l’essere fisico sono tutti una sola cosa, eppure possono davvero dividersi e funzionare uno senza l’altro — e uno a spese dell’altro. Rendili cooperativi, rendili come uno solo nel loro proposito — e avremo una maggiore attività. 307-10

Mentre il corpo è fatto di tre divisioni, mente e corpo e spirito — essi sono tutt’uno. Eppure ogni interpretazione ed ogni applicazione del sé, dell’entità, della mente mentale e dell’anima alla sua esperienza nella terra sono proprio tanto separate o distinte quanto possa essere l’applicazione del corpo agli elementi nella terra. Terra, aria, fuoco, acqua — questi sono uno, nel loro aspetto vario, nell’esperienza umana o corporea. 601-11

C’è il corpo con i suoi attributi, le sue debolezze, le sue forze, le sue inclinazioni, le sue tendenze. Dove nascono queste tendenze. Nascono dalla manifestazione sia mentale che causale in un mondo di causalità.
Poi c’è la mente che è una corpo-mente; sia spirituale che materiale. Dove nascono le emozioni, gli attributi, l’attività di questa? Dal suo ambiente alle influenze dal fisico in tutte le sue coscienze, come anche lo spirituale — La Causa Prima.
Troviamo anche il corpo-spirituale.

Essi sono tutt’uno; come il Padre, Creatore, Fattore; il Figlio come la Via, la Mente, l’Attività, il Conservatore; lo Spirito Santo come la forza motivante — o il distruttore oppure il vivificatore, a seconda dei modi in cui l’entità individuale o queste influenze vengono usate, se sono o sono state rallentamenti o avanzamenti verso — che cosa? Che possiamo essere tutt’uno con Lui, sapere che noi stessi siamo noi stessi, eppure tutt’uno nel proposito creativo e nell’attività in questo mondo materiale. 2420-1

Il corpo è la manifestazione dell’entità individuale, la mente è la manifestazione del Figlio — entrambi come un’esperienza terrena e come un’unità con il Padre, il Tutto.

Così l’anima è quello che è eterno.

In questo modo entrano nell’esperienza di ogni anima quei problemi in un mondo materiale di un conflitto continuo delle cose materiali o mutevoli, o esperienza terrena, con le forze mentali e spirituali o dell’anima. 2600-2

Ci sono degli attributi del corpo fisico che possono o meno essere controllati dalle forze e influenze mentali. C’è il corpo-anima che non può essere controllato oppure può essere controllato dall’influenza buona o cattiva dello spirito. Questi sono come ombre che sono state indicate sul monte dalla corte esterna (il corpo), dalla corte interna (la mente) e dal sancta santorum (l’anima). Questi sono soltanto ombre eppure indicano la tendenza dello sviluppo. 2067-1

C’è il corpo fisico, c’è il corpo mentale, c’è il corpo dell’anima. Essi sono tutt’Uno, come la Trinità; però possono trovare un modo di espressione che è individuale per loro. Il corpo stesso trova il suo proprio sviluppo. 281-24

Sappi che c’è il corpo fisico, il corpo mentale, il corpo anima. Questi sono uno. Nella manifestazione materiale si diventa consapevole di quello materiale, di quello mentale; e la speranza o il desiderio per la conoscenza, la consapevolezza del corpo anima. Ognuno dipende dall’altro nella manifestazione materiale. Considerali come uno solo, però sappi che possano essere separate. Per esempio il corpo-fisico a riposo non è consapevole di una coscienza fisica. La mente a riposo è consapevole soltanto del valore spirituale e fisico, come nella meditazione profonda o nella preghiera. Il corpo anima o il corpo mente assente dal fisico è in presenza del Signore.

Chiedi quindi al tuo sé chi e che cosa è il Signore tuo Dio. E’ la gratificazione di desideri egoistici, il raggiungimento di fama o fortuna, o il fatto che altri ne parlino bene, o il venir considerati questo o quello nel senso materiale? Tutti questi cambiano. Perché il corpo è passeggero. La mente è sia passeggera che carnale — per cui è il costruttore. L’anima è eterna, perché è di Dio. 2540-1

Perché ogni forza che non può essere separata, prodotta, data o la cui crescita non può essere dimostrata dall’uomo, quella forza è di Dio e delle Forze Creatrici, la quale, quando si parla del rapporto dell’uomo con queste significa, quando viene in contatto con quelle tre forze nell’uomo:

Spirituale — di Dio.
Cosmica — fece le forze dell’uomo.
Il Subconscio — ciò che collega tutte e diventa la condizione del mentale — mente in una forza spirituale, chiaro? 900-147

D- Supponiamo che la luce rappresenti lo Spirituale, la pellicola le capacità fisiche dei sensi (mente) e le immagini mobili sullo schermo questa vita fisica — parlare, sentire, gustare, pensare, emozione, ecc., e si ha un buon paragone. Immagini che mutano, ma Una Luce Fissa.

R- Corretto. 900-156

D- Descrivete Edgar Cayce e la sua capacità di dare dei readings.

R- Applicazione dell’uno e trino armonioso…

E’ l’armonia dell’uno e trino — di corpo, mente e anima — verso il proposito di essere un aiuto, un’assistenza, un soccorso per altri. 254-108

edgarcayce.it

Edgar Cayce: LA TRINITA’ ultima modifica: 2008-11-21T16:40:08+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)