Entity Paranormal Voice Research: Sopralluogo Psichico a Luxor

Michela Albano
Le riprese audio sono state effettuate da Michela Albano nel suo viaggio a Luxor
Per analisi audio e relazione tecnica

Mauro Radicchi
Agosto 2012


Crediti: [link=http://en.wikipedia.org/wiki/File:SFEC_AEH_-ThebesNecropolis-2010-RamsesIII036.jpg]Steve F-E-Cameron[/link]

Tempio Medinet–Habu

Lo splendido tempio di Medinet- Habu, secondo solo al tempio di Karnak sia come dimensione sia come elaborazione, è uno dei luoghi meno visitati di Tebe. I turisti di solito passano oltre dirigendosi direttamente verso le più famose mete del Ramesseum e della Valle dei Re. Il magnifico complesso dominato dal tempio funerario di Ramesse III è il monumento meglio conservato di tutta l’area di Tebe Ovest. Il tempio, ispirato a quello di Ramesse II, contiene oltre 7000 mq di superfici splendidamente decorate, la sua visita completa richiede mezza giornata. Costruito come sede del potere da Ramesse III, l'ultimo dei grandi faraoni dell'Egitto, Medinet Habu assomigliava a una città fortificata, con templi, palazzi, cappelle e quartieri residenziali destinati a sacerdoti e funzionari. Durante le invasioni dell'Egitto nella XX dinastia, l'intera popolazione di Tebe si rifugiò tra le massicce mura del tempio.

Si entra nel tempio tramite il Portale Monumentale, una costruzione a tre piani. Ai piani superiori erano gli appartamenti privati del re, decorati con scene che lo ritraggono intrattenuto da snelli danzatrici. Sui piloni e sulle pareti del tempio sono registrate le numerose campagne militari. Nella seconda corte si possono ammirare rilievi multicolori raffiguranti feste religiose, conservati grazie ai cristiani che trasformarono la zona in una chiesa e coprirono le immagini ritenute offensive con uno strato di gesso. A destra sorge il Piccolo Tempio consacrato ad Amon, iniziato nella XVIII Dinastia sotto Hatshepsut e continuamente ampliato fino all'epoca romana. A ovest del tempio si incontrano le rovine del Palazzo Regale di Ramesse, ma si tratta per lo più del tracciato delle fondamenta, mentre nell'angolo destro, più vicino alla strada, si trova il Lago Sacro e il nilometro.

Sensazioni durante la visita al tempio
Il tempio funerario di Ramesse III
(Khenemet-ne-heh)

Originariamente il tempio di Ramesse III era collegato al Nilo da un canale, utilizzato per lo svolgimento delle processioni con le imbarcazioni, le quali, provenienti dal fiume, percorrendo il canale giungevano all’imbarcadero situato a ridosso della cinta muraria. Il complesso si estende in forma geometrica rettangolare e la protezione del luogo sacro è formata da un muro di cinta ed una serie di cortili, sale ipostile (con colonnato) ed edifici, fino ad arrivare al santuario. Nel viaggio dello scorso Agosto 2012, entrando in questo tempio è immediatamente riscontrabile la forte carica di energia che sembra essere immutata nel tempo. Ogni volta che sono entrata, sia per studi archeologici e sia per ricerche psichiche, ho sempre avuto la netta sensazione di pace interiore come se mi trovassi nella “mia” casa. Personalmente ci sono dei luoghi in Luxor dove mi sento avvolta, assorbita dall’energia che ne satura l’ambiente, ma questo, stranamente, non a Medinet-Habu. La sensazione è di pace assoluta, il suono del vento, il tubare delle tortore e la maestosità della costruzione mi caricano di sensazioni positive. Anche quando ho iniziato l’indagine psichica con annessa registrazione audio, mi sentivo avvolta da una immensa serenità.

I monumenti, la sfilata di Sekmet , i grandi portali, sembra invitassero a gettare l’inutile, svuotare la mente da negatività e problematiche di vita a e restare soli con l’anima e le emozioni. Probabilmente è un luogo poco visitato da turisti e forse per questo la carica energetica che inviano i monumenti è rimasta intatta nei millenni trascorsi nella pace e serenità del luogo sacro, sembra di essere racchiusi in una bolla dove lo spazio tempo ed il silenzio sacrale danno la sensazione di essere ben accetti, di essere amati. Ho passato pomeriggi interi rilassandomi a meditare seduta nell’ombra del ciclopico colonnato, senza rendermi conto del tempo che scorreva …lento…calmo …come il fiume che sembra carezzare l’agglomerato del sito col suono dello scorrere delle sue acque…il Nilo.

Risultati delle Analisi Audio

Dalle analisi audio sono emerse numerose anomalie, alcune dovute solo ad elettromagnetismo, del quale il luogo è saturo, altre prodotte dal forte vento. Analizzando a fondo ed ascoltando attentamente studiando le wave, un numero considerevole di queste anomalie meritavano un approfondimento e ne sono risultate innumerevoli frasi che formano veri e propri discorsi. Da come parla, dalla profondità della voce, non risulta poter essere addebitabile ad essere umano, purtroppo è assente una ripresa video in diretta che possa testimoniare la completa assenza di persone nell’ambiente. Tuttavia è stato rispettato nei limiti del possibile il protocollo dove si prevede totale assenza di inquinamento umano, oltre alla ricercatrice o ricercatrici come in questo caso, comunque solo 3 ed esclusivamente femminili e l’accesso autorizzato è stato riservato solo a loro in un periodo temporale definito. La fonetica espressiva classica della metafonia di altra dimensione relativa a risposte con sfondo logico alle domande espressamente formulate, a mio avviso, può essere attribuibile alla entità energetica di RAMESSE III, che più volte, anche se con difficile definizione nell’ascolto, sembra confermare lui stesso il proprio nome.

Purtroppo, per motivi tecnici, non è possibile pubblicarne tutte le frasi presenti nella registrazione, essendo appunto un luogo altamente saturo di energia elettromagnetica, questo rende spesso impossibile la comprensione e personalmente ho dato interpretazione di alcune frasi, allocandole nel filo di un discorso logico. Onestamente non mi sento di presentarle basandomi unicamente sulla personale interpretazione, pertanto quelle pubblicate sono le più ascoltabili, anche se con fatica, ma ne vale la pena, trattandosi di una unica e rara manifestazione metafonica di questa entità, non è da tutti i giorni ascoltare la voce di un sommo Faraone della grandezza di RAMESSE III. Verranno eseguite prossimamente altre registrazioni sul luogo, sperando di entrare in possesso di file audio più nitidi e comprensibili, cercheremo di adottare tecniche diverse, ma tutto è relativo, la carica energetica è immensa e soprattutto ciò che speriamo è che si possano avere informazioni metafoniche il più vicine possibili alla reale presenza del Faraone, grazie a domande specifiche e dirette.

Nota: Il fenomeno della [link=http://it.wikipedia.org/wiki/Fenomeno_delle_voci_elettroniche]metafonia[/link] presenta varie caratteristiche, tra cui il poliglottismo, ovvero la capacità di passare da una lingua ad un'altra nello stesso contesto, durante una stessa frase. In futuro pubblicheremo un articolo dedicato solo a questo argomento, che sarà oggetto di un prossimo lavoro, nel quale faremo in modo di porgere domande in lingue diverse.

Mauro Radicchi
Michela Albano

E.P.V.R. – [link=http://epvr-research.webnode.it/]Entity Paranormal Voice Research[/link] Mail : research.epvr@gmail.com

Entity Paranormal Voice Research: Sopralluogo Psichico a Luxor ultima modifica: 2012-10-06T20:20:37+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)