GIOVANNI BIGNAMI: C'È TANTO ANCORA DA SCOPRIRE


GIOVANNI BIGNAMI
Presidente INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica

Il ventesimo secolo è stato quello della scoperta della relatività e dell'energia atomica, della struttura a doppia elica del DNA, della conquista della Luna, dell'esplorazione dello spazio, di Internet e della capillare diffusione dell'informatica. Abbiamo anche compreso che siamo figli delle stelle perché gli elementi chimici di cui siamo fatti sono stati sintetizzati e nelle stelle e nelle esplosioni delle supernove. Chi l'avrebbe mai detto prima? Ma allora che ci resta da scoprire?
Secondo l'astrofisico Giovanni Bignami nei prossimi anni ci saranno scoperte sensazionali che cambieranno la nostra visione del mondo, dello spazio e della nostra stessa vita. Forse riusciremo a comprendere come funziona il nostro cervello e che cos'è quel 96% di materia che noi chiamiamo oscura appunto perché non ne sappiamo nulla, e su cui sapremo forse qualcosa in più nel 2062 al passaggio della cometa di Halley, che ci svelerà anche l'esistenza di altre forme di vita nell'universo. Insomma le sfide aperte sono tante, e di molte non solo non conosciamo le risposte, ma neanche le domande. Bignami ci guiderà lungo un percorso sul confine sottile e affascinante tra scienza e immaginazione, un itinerario che, dal centro della Terra allo spazio, ci dimostrerà che l'uomo è solo all'inizio dell'esplorazione del mondo, del cosmo e di se stesso.

LE GRANDI DOMANDE DELLA SCIENZA (American Association for the Advancement of Science) http://diamante.uniroma3.it/hipparcos/LeGrandiDomandeDellaScienza.pdf

GIOVANNI BIGNAMI: C'È TANTO ANCORA DA SCOPRIRE ultima modifica: 2013-05-05T11:35:12+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)