Identità di Eulero in una Nuova Teoria Quantistica

[youtube=350,300]_XZGOGvuBlI

In una nuova teoria quantistica l'Identità di Eulero è al centro della funzione d'onda quantistica in espansione come un volume di spazio inverso nella forma di una sfera. Questo metterà l'identità di Eulero al centro della creazione dello spazio e del tempo. La matematica umana e la geometria sono quindi un riflesso del nostro Universo fisico e la sequenza di numeri irrazionali che continua per sempre e non si ripete formando quindi sempre qualcosa di diverso, rappresenta il momentum di avanzamento del tempo. Nella Quantum Atom Theory il tempo è un processo continuo della funzione d'onda che collassa e si riforma creando nuovi fotoni nello spazio e nuovi momenti nel tempo. Questa è parte della freccia del tempo o del continuum del tempo che forma lo spaziotempo tridimensionale. Nello spazio tridimensionale la luce si muoverà in linea retta in tutte le direzioni formando sfere di luce. Questo creerà un quadrato di probabilità che l'osservatore vedrà come incertezza futura della vita di ogni giorno e come Principio di Indeterminazione di Heisenberg a livello quantistico. In questa teoria la coscienza non collassa la funzione d'onda della fisica quantistica, solo l'azione fisica creando un'accoppiamento fotone elettrone può farlo. La coscienza è oltre lo scopo di questa teoria ma la coscienza deve essere governata dalle stesse leggi della fisica come il resto dell'Universo. Pero se puo avvenire la dilatazione del tempo nella mente dell'osservatore, allora l'osservatore potrebbe guardare il riflesso della sua realtà. Questo potrebbe un giorno spiegare perchè alcune persone fanno sogni che divengono reali o perchè la meditazione e la preghiera sembrino influenzare la realtà.
(dal commento del video)

Traduzione a cura di Richard (Altrogiornale.org):

“Abbiamo i paradossi della meccanica quantistica, perchè non abbiamo una comprensione fondamentale del continuum temporale. Nella Quantum Atom Theory, l'emissione e l'assorbimento della luce o radiazione elettromagnetica, da un atomo all'altro, crea l'avanzamento del tempo. Ogni atomo individuale del nostro Universo crea la propria geometria spazio-temporale relativamente alla propria posizione e momentum. Ogni atomo emana radiazione elettromagnetica continuamente, persino gli atomi dell'osservatore. Gli atomi si legano assieme e creano la propria geometria spazio-temporale e simmetria all'unisono.

Come increspature in una pozzanghera, ogni atomo irradia sfere luminose di fronti d'onda quantizzati e ogni fronte d'onda crea una probabilità di un evento futuro. Quando un fronte d'onda entra in contatto con gli elettroni di superficie di un altro atomo, questo crea un nuovo momento nel tempo e nello spazio in forma di un accoppiamento fotone-elettrone. Questo non ha nulla a che fare con la coscienza. Dato che è impossibile raggiungere lo zero assoluto, gli atomi creano la propria geometria spazio-temporale, ma è per la vita, che in forma di osservatore può scegliere dove e quando far collassare la funzione d'onda, che abbiamo il libero arbitrio. La vita crea le proprie increspature nella fabbrica dello spazio-tempo dalla propria rottura di simmetria del proprio percorso di evoluzione. Sono le idee consce che portano all'atto fisico, ma è l'azione che fa collassare la funzione d'onda nella fisica quantistica. Il momentum d'avanzamento della luce o radiazione elettromagnetica, crea continuamente una tela vuota in cui l'osservatore può partecipare, questo è ciò che Socrate chiamava “Mare della Bellezza”.

Per dirlo semplicemente, il tempo si muove alla velocità della luce e massa ed energia lo rallentano per formare la propria geometria spazio-temporale, quindi l'osservatore farà collassare la funzione d'onda creando la sua realtà indipendente di tempo e spazio. Questo è molto difficile da visualizzare, ma in questo antico dipinto con una Geisha che cammina attraverso la luce del sole, usando la terminologia della meccanica quantistica, la dualità onda-particella della luce, collasserà mentre lei cammina attraverso i raggi di luce. Lei farà collassare la funzione d'onda in momenti di tempo e spazio creando la propria geometria spazio-temporale. Il modo migliore per vederlo accadere direttamente con la luce, è con l'esperimento della doppia fenditura.

Quando la luce raggiunge lo schermo con le due fessure, i fotoni reagiscono con gli elettroni dello schermo. Questo farà collassare la dualità onda-particella della luce, creando nuove particelle quantistiche nello spazio e nuovi momenti nel tempo. La parte dell'onda che non entra in contatto con lo schermo, si espanderà in tutte le direzioni possibili attraversando entrambe le fessure. Interferenze costruttive e distruttive tra le onde causerà una loro superimposizione o un'annullamento reciproco. Quando questa funzione onda-particella entra in contatto con lo schermo, collasserà creando momenti di tempo e particelle quantistiche con la forma di uno schema di interferenza. Quando l'osservatore attiva un rilevatore, per determinare in quale slitta passa il fotone, lo schema di interferenza collassa. In questo momento nel tempo, lo schema di interferenza sparisce, perchè per osservare il fotone dobbiamo creare un accoppiamento fotone-elettrone, facendo collassare ogni fronte d'onda in una nuova particella quantistica che avrà la propria posizione nello spazio e nel tempo, che il fronte d'onda non aveva prima del collasso. Questo non ha nulla a che fare con la coscienza.

Se disattiviamo il rilevatore, rimuoviamo l'accoppiamento fotone-elettrone e nel tempo si riforma lo schema di interferenza, come nella prima legge di moto di Newton, lo schema di interferenza continuerà a mantenere il proprio stato, finchè una forza esterna non vi agisce sopra. La simmetria e la geometria del tempo è una chiave per comprendere la meccanica quantistica. Quando un oggetto esegue una azione, cambiando posizione e momentum, modifica anche la frequenza della radiazione elettromagnetica. La costante di Planck quindi cambierà relativamente a questa frequenza.

Questo darà all'oggetto una posizione unica nel tempo e nello spazio, ecco perchè abbiamo la teoria della relatività di Einstein. Per capirlo pienamente non dobbiamo solo cercare nella probabilità del mondo quantico degli atomi, ma anche su, nella bellezza del cielo notturno. Se guardiamo fra le stelle possiamo osservare il passato attraverso anni luce di spazio. Più lontano guardiamo e più viaggiamo nel passato. La posizione dell'osservatore nell'Universo non fa differenza. Qualsiasi sia il pianeta o la galassia, lui vedrà l'Universo espandersi e potrà vedere indietro nel tempo in tutte le direzioni.

L'osservatore è nel centro del suo range di riferimento, perchè crea la propria geometria spazio-temporale relativamente alla propria posizione e al proprio momentum. Questo processo di osservazione del passato, può essere invertito e osservando un oggetto sempre più da vicino, il tempo trascorre sempre meno. Però quando guardiamo nell'atomo, possiamo vedere meccanica quantistica dipendente dal tempo. Nella Quantum Atom Theory questo si spiega con la dilatazione del tempo tra l'osservatore e il mondo sub-atomico. Quando gli atomi si legano, formano il proprio spazio-tempo, ma quando facciamo zoom sull'atomo, vediamo meccanica quantistica indipendente dal tempo e non c'è flusso o freccia del tempo.

Abbiamo solo una nube elettronica di probabilità, la probabilità del principio di indeterminazione è la stessa probabilità che l'osservatore avrà con ogni evento futuro. Vediamo il tempo come variabile perchè abbiamo la dilatazione temporale quando un oggetto accelera verso la velocità della luce e abbiamo anche dilatazione temporale gravitazionale attorno ad oggetti di grande massa. E' perchè gli atomi possono distorcere la geometria dello spazio che abbiamo campi elettromagnetici. E' la variazione temporale nei campi magnetici che agisce come fonte per i campi elettrici e i campi elettrici variabili nel tempo sono la fonte dei campi magnetici. Quando un campo cambia nel tempo, allora viene indotto un campo dell'altro. Questo sarà relativo alla posizione e al momentum degli oggetti, creando la variazione temporale, gli atomi stessi.

I campi magnetici sono sempre ad angoli retti rispetto ai campi elettrici, formando una simmetria e geometria spazio-temporale locale, questo creerà a spirale motivi visivi e matematici del nostro Universo. Più sarà grande l'angolo nello spazio e più sarà grande la curvatura nello spazio-tempo e più forte sarà il campo elettromagnetico in questo punto nello spazio e in questo momento nel tempo. Questo può essere visto come scintille di luce associate con l'elettricità statica. Gli atomi ondeggiano e distorcono la geometria dello spazio-tempo creando scariche elettrostatiche nella forma di fulmini. In questa teoria è solo logico che la moderna elettronica sia basata sui paradossi della meccanica quantistica. Questo è perchè la carica elettrica è quantizzata e generiamo elettricità principalmente modificando i campi magnetici o muovendo un conduttore attraverso un campo magnetico. Questo distorce la geometria dello spazio e del tempo portando all'induzione elettromagnetica dello spazio-tempo da noi creato o in altre parole elettricità.

Il quanto della fisica quantica è una variabile del tempo, geometria e simmetria dello spazio-tempo, questo può essere visto, perchè la curvatura dello spazio-tempo si lascia qualcosa dietro nella curvatura degli oggetti solidi. Non ci sono linee dritte in natura, dalla curvatura della luna ad un albero, agli anelli dell'albero stesso. Tutto quello che osserviamo nella diversità della natura, vediamo la stessa simmetria, la stessa forza alla guida. Questo può solo essere per una simmetria sottostante e un continuo processo di rottura di simmetria. Questo può essere visto nelle galassie a spirale. Gli atomi al centro delle galassie curvano la luce verso di sè sotto la propria forza gravitazionale. Gli stessi schemi possono essere visti nelle conchiglie e nella natura per lo stesso processo dell'evoluzione della vita. Le prime forme di vita si sono mosse dall'acqua alla luce creando la propria rottura di simmetria del proprio percorso evoluzionistico.

Questa rottura di simmetria può anche essere vista nella simmetria dello specchio, nella forma fisica di ogni essere vivente, anche dell'osservatore. Ogni osservatore vede il tempo come monodimensionale, ma in realtà sta creando la propria geometria spazio-temporale nello spazio tridimensionale. La stessa coscienza deve essere governata dallo stesso processo di rottura della simmetria. La coscienza è stata responsabile dell'azione fisica che ha rotto la simmetria. Nella Quantum Atom Theory questa simmetria è la simmetria del continuum temporale che forma la geometria dello spazio-tempo.” ( http://quantumartandpoetry.blogspot.com)

Vedi: http://www.cropcircleconnector.com/2010/wilton/comments.html


Fonte: cropcircleconnector.com

[youtube=350,300]5sZND7XHrms

[youtube=420,347]portalplayer.swf

[youtube=420,347]portalplayer.swf

Identità di Eulero in una Nuova Teoria Quantistica ultima modifica: 2010-05-23T20:04:02+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)