Il documentario sui Maya finisce nel caos

Il produttore esecutivo di “Revelations of the Mayans 2012 and Beyond” è stato accusato di furto di due dozzine di hard disk e 10 computers che contengono le riprese del film. Secondo documenti forniti da TheWrap, l'autrice Elisabeth Theriot non aveva il permesso per filmare in territorio federale messicano ed è fuggita con le riprese. I documenti mostrano le denunce di Raul Julia-Levy, produttore del film e accusa altre persone, Eduardo Vertiz Mascarenas, Emiliano Chaparro Martinez e Eduardo de la Cerda, di furto del materiale video e dell'equipaggiamento. Julia-Levy è stato a sua volta accusato di frode e di non essere figlio dell'attore Raul Julia, ma un truffatore, accuse da lui respinte. Nei documenti ottenuti da TheWrap, è presente una lettera del procuratore generale dello stato messicano di Campeche, dove si ordina a Thieriot (la moglie dell'ex editore Charles Thieriot) e altre due persone, di riconsegnare il materiale e sembra seguire le denunce di Julia-Levy, mentre un'altra lettera di Ramon Carrasco Vargas (dell'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico), indirizzata a Thieriot, elenca una lista di violazioni:

“L'uso di tutte le riprese nelle zone archeologiche di Calakmul e nell'Isola di Jaina, non è autorizzato…non possono essere usate e devono essere riconsegnate immediatamente”
“I permessi dell'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia sono stati dati a C.Raul Julia-Levy, quindi le riprese sull'Isola di Jaina hanno invaso terreno federale”.

In diverse interviste a TheWrap, lo scorso anno, Julia-Levy descrisse il film come una prova del contatto avvenuto in passato fra extraterrestri e i Maya, che ricevettero informazioni di importanza vitale per l'umanità in futuro. Il film doveva essere pronto prima della fine di un ciclo nel calendario Maya, il 21 Dicembre.

Articolo originale di Steve Pond, Reuters
Fonte: http://articles.orlandosentinel.com/2012-05-09/entertainment/sns-rt-us-mayans2012-documentarybre8481ke-20120509_1_footage-julia-levy-raul-julia-levy
Vedi: http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7153.7

AGGIORNAMENTO: http://www.prnewswire.com/news-releases/executive-producer-of-documentary-revelations-of-the-mayans-2012-and-beyond-wins-arbitration-187341461.html

SAN FRANCISCO, Jan. 17, 2013 /PRNewswire/ — Much has been written about financier and producer Elisabeth Thieriot's battles with Raul Julia-Levy over the ownership of a documentary about the Mayans. The war is now over and the victory has gone to Thieriot as the result of an International Film and Television Association (IFTA) arbitration award. IFTA Arbitrator Gerald Phillips, after a thorough review of all the documentary and testimonial evidence presented during the arbitration proceeding, has awarded Thieriot “the right, title and interest in all footage” and ruled that Levy “is not to possess or exploit” the footage in any way.

Il documentario sui Maya finisce nel caos ultima modifica: 2012-05-27T10:12:03+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)