Il futuro del fotovoltaico in una palla di vetro?

Il Giornale Online
André Broessel è un architetto tedesco che vive a Barcellona e secondo “Climate Progress” la sua ultima invenzione, il “Rawlemon”, «Sembra uscita da un film di supereroi» e la paragona al “bifrost device” di Thor o alla wormhole machine di Eric Selvig negli Avengers. In realtà si tratta di un nuovo generatore di energia solare a concentrazione che rivoluziona il concetto di fotovoltaico, una cosa davvero aliena rispetto ai tradizionali pannelli solari.

Secondo Fast Company «Se la gara per trovare energia alternativa fosse un semplice concorso di bellezza, la palla solare di André Broessel ormai sarebbe sicuramente lo standard su tetti. Perché il suo design per concentrare energia è davvero elegante, molto più bello di un vecchio e goffo pannello solare».

L’estetica non è però la motivazione che ha mosso Broessel, che assicura che la sua sfera a concentrazione è il 35% più efficiente di un normale pannello e che dà prestazioni ancora migliori se viene dotato di un sistema per inseguire il sole. Inoltre migliora anche la material footprint rispetto alla tecnologia convenzionale: «La cell area dietro la sfera piena d’acqua è il 75% più piccola di un pannello con lo stesso output.

Broessel spiega su Fast Company che ha avuto l’idea guardando sua figlia che giocava con una biglia all’interno di un sacchetto di uova: vedendo come la luce della biglia in movimento si concentrava sui diversi punti, si rese conto che poteva utilizzare una sfera di vetro in un dispositivo per generare energia. Ora, dopo tre anni di lavoro e test, il prototipo del Il suo Rawlemon Solar Devices è sul tetto di un palazzo di Barcellona e Broessel, sta cercando finanziatori per una versione “desktop” che può essere utilizzata per ricaricare telefonini ed altri dispositivi a basso consumo. Quando avrà trovato 120.000 dollari, Broessel svilupperà commercialmente i brevetti che ha registrato in cinque giurisdizioni diverse e avvierà ulteriori test.

«Negli ultimi 40 anni abbiamo cercato di catturare questa energia con i pannelli fotovoltaici dice Broessel nel suo video promozionale di Rawlemon su Indiegogo – Ma la terra si muove intorno al sole e il pannello fisso sta perdendo la sua efficacia».

La palla di vetro rotante, assorbe l’energia solare e la concentra su una piccola superficie di piccoli pannelli solari. La palla-lente è in grado di concentrare e diffondere la luce su un piccolo punto focale rendendo più sostenibili ed efficienti le celle solari ed utilizzando quindi molte meno materie prime, a cominciare dal silicio cristallino. Broessel spiega così la cosa: «Siamo in grado di spremere più succo di sole».

Bisogna capire se questo nuovo dispositivo solare potrà davvero portare miglioramenti significativi nel campo delle energie rinnovabili per ridurre gli effetti del cambiamento climatico antropico, le prospettive sembrano promettenti. Uno dei limiti dei pannelli fotovoltaici (la cui efficienza sta però aumentando molto rapidamente) è che l’energia elettrica che producono è molto inferiore a quella effettivamente fornita loro dal sole, quindi un dispositivo in grado di concentrare meglio l’energia solare è sicuramente interessante ed anche la palla di vetro di Broessel è una delle interessanti invenzioni che contribuiranno a cambiare il panorama energetico del nostro pianeta, passando dai grandi impianti a concentrazione solare a quelli “domestici” o mini.

Fonte: http://www.greenreport.it/news/energia/il-futuro-del-fotovoltaico-in-una-palla-di-vetro-fotogallery/

Il futuro del fotovoltaico in una palla di vetro? ultima modifica: 2014-02-15T17:40:05+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)