IL LIBRO DELL’APOCALISSE

Il Giornale Online
Studiate l’Apocalisse così: Sappiate, come è stato dato ogni simbolo, ogni condizione, esso rappresenta o presenta al sé uno studio del tuo stesso corpo, con tutte le sue emozioni, tutte le sue capacità. Tutti i suoi centri fisici rappresentano delle esperienze attraverso le quali il tuo stesso essere mentale e spirituale e fisico passa. Perché è in verità la rivelazione (=apocalisse) del sé. 1173-8

Se leggerai il Libro dell’Apocalisse con l’idea del corpo come l’interpretazione, comprenderai te stesso e imparerai veramente ad analizzare, psicoanalizzare, analizzare mentalmente gli altri. Ma dovrai imparare ad applicarlo prima in te stesso. 4083-1

L’Apocalisse è una descrizione, una possibilità della tua stessa coscienza, e non un fatto storico, non una fantasia, ma ciò che la tua stessa anima ha cercato in tutte le sue esperienze. 1473-1

D- Babilonia simboleggia il sé?
R- Babilonia simboleggia il sé.
D- Il matrimonio dell’Agnello simboleggia la spiritualizzazione completa del corpo? Per favore spiegate.
R- Come è stato dato in tutta l’Apocalisse; dapprima come i simboli dell’attività del corpo mentalmente, spiritualmente, fisicamente subiscono le influenze sulla terra – e come il corpo è stato ora elevato alle realizzazioni delle associazioni con lo spirito e la materia attraverso la mente, il costruttore, e arriva ora a ciò che viene rappresentato dall’Agnello – o la mente, spirituale – che ha elevato il corpo tanto da diventare un essere nuovo; attività che lo motiva dall’interno o, come fu dato da Lui – il corpo è la chiesa, la Coscienza Cristica è quell’attività che motiva questo corpo all’interno dell’individuo. 281-36

D- Che cosa si intende per la “grande città che viene chiamata Sodoma e Egitto, dove anche il nostro Signore fu crocifisso”? (Apocalisse 11:8)

R- Come è stato dato così spesso, tutti i posti – come l’Egitto o Sodoma o la Crocifissione, o il Signore – sono condizioni, circostanze, esperienze, nonché posti individuali. Quindi nella mente di chi vuole tentare o cercare la conoscenza, essi rappresentano le loro proprie esperienze. Così questi rappresentano alla gente — l’Egitto: la liberazione dalla schiavitù, Gomorra: fare i conti con il peccato – come il Signore vi fu crocifisso. Come è stato dato, non c’è mai stata un’esperienza in cui la Sua Messa di Cristo, la Sua morte, la Sua nascita non fosse un’esperienza dell’epoca, della gente.
D- Che cosa si intende con la guerra in cielo fra Michele e il Diavolo?
R- …Dapprima c’è – com’è il concetto spirituale – la ribellione spirituale, prima che essa prenda forma mentale o fisica. Questo stato di guerra vi viene illustrato dalla guerra fra il Signore della Via e il Signore delle Tenebre o Signore della ribellione. 281-33

Le visioni, le esperienze, i nomi, le chiese, i luoghi, i dragoni, le città, tutti non sono altro che simboli di quelle forze che possono guerreggiare nell’intimo dell’individuo nel suo viaggio attraverso la materia, o dall’ingresso nella manifestazione materiale all’ingresso nella gloria, o il risveglio nello spirito, nella sfera-di-mezzo, nella terra di confine, nell’ombra. Perciò troviamo, quando vengono nominato le chiese, esse sono come le forze che sono conosciute come i sensi, che devono essere spiritualizzati per mezzo della volontà…

La grande tribolazione e i periodi di tribolazione, come dato, sono le esperienze di ogni anima, ogni entità. Nascono dalle influenze create dall’uomo attraverso l’attività nella sfera di ogni soggiorno. L’uomo può diventare, con la gente dell’universo, il dominatore di ognuna delle varie sfere attraverso le quali l’anima passa nelle sue esperienze. Perciò, come passano i cicli, come stanno passando i cicli, quando è venuto un momento, un periodo di riassestamento nelle sfere (nonché sulla piccola terra, nella piccola anima) – cercate quindi, come sapete, di presentare il sé senza macchia davanti a quel trono; proprio come a tutti è stato comandato di essere. 281-16

D- E’ corretto se interpretiamo le sette chiese come i simboli dei sette centri spirituali nel corpo fisico?
R- Corretto.
D- E’ corretto se interpretiamo i ventiquattro anziani come i ventiquattro nervi del cranio della testa collegati in particolare ai cinque sensi?
R- Corretto.
D- Il riferimento frequente al trono indica la testa in cui si trovano i centri ghiandolari superiori?
R- Corretto.
D- E’ corretto se interpretiamo le quattro bestie come i quattro temperamenti (desideri) fisici fondamentali dell’uomo che devono essere superati?

R- Corretto. In tutti questi sia chiara una cosa: questi sono espressi in simboli; in questi rappresentano le forze elementari – come il corpo è della terra fa parte degli elementi.

D- E’ corretto se interpretiamo i 144 000 che vennero sigillati come la struttura cellulare spiritualizzata delle dodici parti principali del corpo?
R- Corretto. 281-29

D- Che cosa sono i quattro angeli che sono legati nel fiume Eufrate?
R- Come è stato indicato, le quattro influenze che sono come l’Aria, la Terra, il Fuoco, l’Acqua.
281-32

D- Per favore spiegate il significato di “Grande stella cade dal cielo”.
R- La stella significa semplicemente l’arrivo dell’influenza dall’esterno alle influenze dall’interno, come si intende con “abbiamo visto la Sua Stella.” 281-31

Fonte: Edgarcayce.it

Vedi: http://www.altrogiornale.org/news.php?item.1484.9

Letture correlate:

L'autobiografia del più grande medium americano

Il libro della vita

IL LIBRO DELL’APOCALISSE ultima modifica: 2008-08-06T13:10:32+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)