La Scienza del Cuore: esplorando il ruolo del cuore nella prestazione umana

Il Giornale Online
Una panoramica della ricerca condotta dall' Institute of HeartMath

INTRODUZIONE

Per secoli, il cuore è stato considerato la fonte dell' emozione, del coraggio e della saggezza. All' Institute of HeartMath (IHM) Research Center, stiamo esplorando i meccanismi fisiologici con i quali il cuore comunica col cervello, ifluenzando il processo informativo, le percezioni, le emozioni e la salute.
Stiamo ponendo domande come: perchè le persone provano sentimenti o sensazioni d' amore e altri stati emotivi positivi nell' area del cuore e quali sono le ramificazioni fisiologiche di queste emozioni ?

Come lo stress e altri stati emotivi differenti influenzano il sistema nervoso autonomo, i sistemi ormonale e immunitario, il cuore e il cervello ? Negli anni abbiamo sperimentato su differenti valori fisiologici e psicologici, ma sono stati costantemente la frequenza cardiaca o i ritmi cardiaci quelli che si sono distinti come piu' dinamici e significativi per gli stati emozionali interni e per lo stress.

E' divenuto chiaro che le emozioni negative portano disordine ai ritmi cardiaci e al sistema nervoso autonomo, influenzando quindi negativamente tutto il corpo.
In contrasto, le emozioni positive portano maggior armonia e coerenza nei ritmi cardiaci e migliorano il bilanciamento del sistema nervoso. Le implicazioni sulla salute sono facili da capire: disarmonia nel sistema nervoso porta ad inefficienza e aumento di stress sul cuore e altri organi, mentre i ritmi armoniosi sono piu' efficienti e meno stressanti ai sistemi del corpo.

Piu' intriganti sono i cambiamenti estremamente positivi che si verificano quando si applicano tecniche che aumentano la coerenza negli schemi ritmici della frequenza cardiaca. Questi includono modifiche nella percezione e l' abilità di ridurre lo stress e nell' affrontare le situazioni difficili. Abbiamo osservato che il cuore agisce come se avesse una mente di per sè e influisce profondamente sulla nostra percezione e risposta al mondo. In essenza, sembra che il cuore influenzi l' intelligenza e la consapevolezza.

Le risposte a molte delle nostre iniziali domande ora formano una base scientifica per spiegare come e perchè il cuore influisca sulla chiarezza mentale, la creatività, l' equilibrio emozionale e personale. La nostra ricerca e quella di altri, indica che il cuore è molto piu' di una semplice pompa. Il cuore è, infatti, un centro di processamento delle informazioni altamente complesso e auto-organizzante, con un proprio “cervello” che comunica e influenza il cervello nel cranio attraverso il sistema nervoso, il sistema ormonale e altri percorsi. Questo influenza profondamente le funzioni del cervello e la maggior parte degli organi piu' grandi ed infine determina la qualità della vita.

Figura 1. Innervazione dei maggiori organi tramite il sistema nervoso autonomo (SNA). Le fibre parasimpatetiche passano attraverso il cranio e il sacro; le fibre parasimpatetiche sono associate alle vertebre toraciche e lombari. La funzione corretta del SNA è critica per mantenere la salute, in quanto molti problemi di salute sono associati alla disfunzione del SNA o al suo squilibrio. Le emozioni influenzano moltissimo l' attività del SNA e l' equilibrio tra le due ramificazioni.
Per esempio, la rabbia causa un aumento dell' attività simpatica e riduce quella parasimpatica. La costrizione delle arterie come risultato dell' eccessiva stimolazione simpatica puo' contribuire all' ipertensione e agli attacchi cardiaci.

NDR: nella foto in alto il campo elettromagnetico del cuore.
Tradotto da: http://www.heartmath.org/research/science-of-the-heart/index.html

La Scienza del Cuore: esplorando il ruolo del cuore nella prestazione umana ultima modifica: 2008-02-13T20:52:08+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)