Propulsore a curvatura, dal garage alle stelle

By Richard
2434 Views

Il Prof.David Pares sta tentando di costruire il suo sistema di propulsione in stile Star Trek. Lo scienziato dell’Università del Nebraska sta cercando di ottenere una compressione dello spazio intorno ad un peso con solo 100 watt di potenza nel suo garage a Omaha. Il motore a curvatura è un sistema di propulsione ipotetico che potrebbe consentire il viaggio superluminale, che trasformerebbe in realtà i viaggi interstellari. La teoria della relatività di Einstein suggerisce che il viaggio superluminale sia impossibile, ma altre teorie indicano che la creazione di una “bolla di curvatura” intorno ad una nave spaziale potrebbe permetterlo. La NASA sta lavorando sulla propria versione, ma Pares crede di aver trovato un modo migliore.

L’ex professore di fisica Jack Kasher ha detto all’Omaha World-Herald: “Molti respingeranno il suo lavoro, penso che lui abbia superato una specie di confine. Sono lontani là fuori, lui non non avrà finanziamenti, se avverrà, sarà nel suo garage. Non mi sorprenderebbe se la NASA si agganciasse a questo.” Un sistema di propulsione a curvatura, creerebbe una bolla attorno all’astronave, comprimendo lo spazio davanti ed espandendolo dietro, ma Pares pensa che queste bolle si formino in modo naturale. “La scienza si trova nella natura”, dice il suo collega Matt Judah. “Devi riconoscere come ed eseguirlo nel modo in cui funziona in natura”. Il duo sta anche costruendo un modello di navicella per verificare il sistema entro la prossima estate.

da un articolo di Ryan Barrell per Huffingtonpost

Propulsore a curvatura, dal garage alle stelle ultima modifica: 2015-04-30T13:53:35+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)