Sole incolpato di Riscaldare la Terra e gli Altri Pianeti

Il Giornale Online
La Terra si sta scaldando, ma anche Marte, Plutone e altri mondi nel nostro sistema solare, portando alcuni scienziati a speculare che un cambiamento nell' attività solare sia un comune legame di tutti questi eventi.
Altri affermano che tali considerazioni sono ingannevoli e creano la falsa impressione che il rapido riscaldamento globale, come per la Terra, sia un fenomeno naturale.

Mentre le evidenze suggeriscono che le fluttuazioni nell' attività solare possono influenzare il clima sulla Terra e che è avvenuto in passato, la maggioranza degli scienziati del clima e degli astrofisici, concordano sul fatto che il sole non ha colpe per l' aumento improvviso delle temperature globali terrestri correnti e storiche, che sembra invece causato dalla nostra stessa specie.

Marte Ondeggia

Habibullo Abdussamatov, capo della ricerca spaziale all' Osservatorio Astronomico Pulkovo di San Pietroburgo in Russia, ha recentemente collegato l' attenuazione delle cappe glaciali di Marte alle fluttuazioni nel flusso energetico del Sole.
Abdussamatov incolpa le fluttuazioni solare anche per il corrente riscaldamento della Terra. I suoi commenti iniziali sono stati pubblicati online dal National Geographic News.

“Il riscaldamento dovuto ai gas serra prodotti dagli uomini è un piccolo contributo al riscaldamento della Terra negli anni recenti, ma non può competere con la crescente irradiazione solare,” ha detto Abdussamatov a LiveScience in una intervista tramite email, la scorsa settimana. “Il considerevole riscaldamento e raffreddamento sulla Terra e su Marte sarà sempre praticamente parallelo.”

I critici di Abdussamatov dicono che lo scioglimento sul Pianeta Rosso sia dovuto più facilmente alle variazioni naturali nell' oribita del pianeta e nella sua inclinazione. Sulla Terra, questi ondeggi, conosciuti come cicli Milankovitch, si pensa che contribuiscano all' apparizione e sparizione delle ere glaciali.

“Si crede che siano le variazioni orbitali a guidare i cambiamenti climatici su Marte,” ha detto Jeffrey Plaut, scienziato per la missione Mars Odissey della NASA. “La Terra attraversa variazioni orbitali simili a quelle di Marte.”

Sulle affermazioni di Abdussamatov in merito alle fluttuazioni solari come causa del riscaldamento globale della Terra, Charles long, fisico del clima presso i Pacific Northwest National Laboratories di Washington, dice che l' idea è senza senso.

“Non ha senso fisico che sia questa la situazione”, ha detto Long in una intervista telefonica.

Nel 2005, il team di Long ha pubblicato uno studio sul giornale Science, mostrando che la Terra ha passato un periodo di “diminuzione solare globale” dal 1960 al 1990, in cui la radiazione solare che ha colpito il nostro pianeta, è diminuita. Quindi dalla metà degli anni '90, il trend si è invertito e la Terra ha subito una “illuminazione solare”.

Questi cambiamenti non sono guidati da fluttuazioni nel flusso energetico Solare, ha spiegato Long, ma piuttosto da incrementi nelle nubi atmosferiche o aerosol che riflettono la radiazione solare nello spazio.

Altri mondi in riscaldamento

Altri hanno sottolineato anomali riscaldamenti in altri mondi nel nostro sistema solare.
Benny Peiser, antropologo sociale alla Liverpool John Moores University che monitorizza studi e nuovi rapporti di asteroidi, riscaldamento globale e altri argomenti potenzialmente apocalittici, ha citato recentemente nella sua newsletter elettronica, il testo seguente da un blog intitolato Strata-Sphere:

“Il riscaldamento globale sulla luna di Nettuno, Tritone, come su Giove e Plutone e ora Marte, portano alcuni (scienziati) a grattarsi la testa per capire quale possa essere il punto in comune per il riscaldamento di tutti questi pianeti..può esserci qualcosa in comune con tutti questi pianeti nel nostro sistema solare, che può causare il loro contemporaneo riscaldamento?”

Peiser ha incluso citazioni da recenti articoli che prendono altri aspetti dell' idea.

“Penso sia una coincidenza interessante che la tendenza al riscaldamento sia stata osservata su un numero di diversi corpi planetari nel nostro sistema solare,” ha detto Peiser in una intervista tramit email. “Forse è solo un caso.”

Infatti, gli scienziati hanno spiegazioni alternative per il riscaldamento anomalo su questi corpi planetari.

Il riscaldamento su Tritone, per esempio, può essere il risultato di una estate estrema sulla luna, una stazione che arriva ogni qualche centinaio d' anni, come può essere dovuto alla conformazione del ghiaccio in superficie che può assorbire più calore dal Sole.

I ricercatori accreditano il riscaldamento di Plutone ad una possibile attività di eruzione e ad uno scioglimento ritardato dal suo ultimo avvicinamento al Sole del 1989.

La recente attività di tempesta su Giove si pensa sia dovuta ad un ciclo climatico ricorrente che raccoglie materiale dall' interno del gigante gassoso e lo porta in superficie, dove è riscaldato dal Sole.

Il Sole varia

La radiazione proveniente dal Sole fluttua nel corso del suo ciclo solare di 11 anni. Il cambiamento è solo di circa 1 decimo dell' 1%, non sufficiente ad influenzare il clima della Terra in modo drammatico e certamente non sufficiente ad essere la sola causa della tendenza al riscaldamento attuale sul nostro pianeta, dicono gli scienziati.

“I piccoli cambiamenti misurati nel flusso solare e nella variazione da un decennio a quello seguente, sono solo nell' ordine di una frazione percentuale e se si fanno i calcoli, non è grande abbastanza da causare un segnale rilevabile sulle registrazioni della temperatura in superficie,” dice Michael Mann, metereologi dello Stato di Penn.

Il collegamento tra l' attività solare e il riscaldamento globale è un altra scappatoia per il riscaldamento causato dall' uomo, ha detto Mann a LiveScience.

Il Maunder Minimum

Questo non è per dire che le fluttuazioni solari non influenzino il clima della Terra in modo sostanziale. Durante un periodo di 75 anni iniziato nel 1645, gli astronomi rilevarono una quasi inattività delle macchie solari sul Sole. Detto “Maunder Minimum”, questo evento coincide con la parte più fredda della Piccola Era Glaciale, un periodo che ha colpito molto l' Europa e il Nord America.

Studi recenti hanno sollevato dubbi su questa relazione, comunque. Nuove stime del cambiamento totale nella luminosità del Sole durante il Maunder Minimum suggeriscono che era solo una frazione percentuale e forse non sufficiente a creare il raffreddamento globale comunemente attribuitogli.

“La situazione è molto ambigua,” ha detto David Rind, un ricercatore del clima al NASA Goddard institute for Space Studies, che ha lavorato sul Maunder Minimum.

Basandoci sulle stime correnti, persino se un altro Maunder Minimum accadesse, potrebbe risultare in una diminuzione delle temperature medie di circa 2° Fahrenheit, ha detto Rind.

Questo non sarebbe ancora sufficiente a contrapporsi al riscaldamento tra i 2 e i 12° Fahrenheit dovuto ai gas serra per il 2100, come predetto dall' ultimo Pannello Intergovernamentale sul Cambiamento Climatico (IPCC).

Andrea Thompson dello staff di LiveScience ha contribuito a questo articolo.

di Ker Than, per LiveScience

12 Marzo 2007

Fonte: http://www.livescience.com/environment/070312_solarsys_warming.html

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

Sole incolpato di Riscaldare la Terra e gli Altri Pianeti ultima modifica: 2008-05-20T11:45:30+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)