SPACE SHUTTLE – MISSIONE STS 123

25 Marzo 2008 – Gli astronauti della missione STS 123, non dimenticheranno facilmente lo spettacolo che gli si è presentato quando lo Shuttle Endeavour stava in fase di rientro verso il John F. Kennedy Space Center. Infatti il comandante Dom Gorie mentre stava comunicando le fasi tecniche previste per il rientro in atmosfera, ha comunicato alla base l'avvicinamento di oggetti sferici multipli non identificati. Queste sfere (Flottillas) ORBs sono state riprese dalla telecamera di bordo. Alcuni video sono stati trasmessi dalle TV giapponesi e sono veramente impressionanti per il fatto che dimostrano la presenza di numerose sfere Flottillas che esibiscono davanti allo Shuttle Endeavour durante la fase delicata di rientro nell'atmosfera terrestre.

La STS-123 è una missione spaziale del Programma Space Shuttle, la 25° verso la Stazione Spaziale Internazionale. La missione è stata effettuata dallo Space Shuttle Endeavour, che è decollato l'11 marzo 2008. Gli astronauti hanno trasportato ed installato il primo modulo del Japanese Experiment Module (Kibō) e lo Special Purpose Dexterous Manipulator, un braccio robotico. La durata della missione è stata di 16 giorni, la più lunga nella storia degli Space Shuttle[1] e per questo motivo ha richiesto l'utilizzo dello Station-to-Shuttle Power Transfer System, un sistema per trasferire parte dell'energia prodotta dalla stazione spaziale allo Shuttle. L'Endeavour è atterrato al Kennedy Space Center il 27 marzo 2008.

[youtube=425,344]-6Wim9EQp_w

[youtube=425,344]y-xXmiR4un0

Fonte: Segnidalcielo.it

Nota: Nel secondo video osservare attentamente, dai 20sec in poi, l'oggetto luminoso che appare in basso a destra e compie una netta curva (rimane parzialmente coperto dal logo di Youtube).

SPACE SHUTTLE – MISSIONE STS 123 ultima modifica: 2008-06-11T10:23:04+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)