Tumori al seno: nuovo studio evidenzia i rischi derivanti dallo screening

Segnalato da Spiderman

(ANSA) – ROMA, 22 NOV – Quasi un terzo dei tumori al seno scoperti con gli screening non avrebbe mai causato sintomi. Lo afferma uno studio pubblicato dal New England Journal of Medicine, destinato a riaccendere le polemiche su un tema gia' molto controverso. L'analisi di Archie Bleyer del St Charles Regional Cancer Center di Bend, in Oregon, e Gilbert Welch della Geisel School of Medicine di Hanover, in New Hampshire, ha esaminato l'incidenza dei tumori nelle donne statunitensi sottoposte a screening dal 1976 al 2008, verificando che le diagnosi precoci di tumore sono aumentate in questo periodo di tempo di 122 unita' ogni 100mila donne: “Se lo screening e' efficace – scrivono gli autori – si dovrebbe vedere una analoga diminuzione nel numero di diagnosi tardive, che invece sono calate solo di 8 unita' ogni 100mila donne”. La conclusione a cui arriva la ricerca e' che la maggior parte dei 122 tumori scoperti in piu' in realta' non darebbe comunque sintomi: secondo la stima dei due oncologi solo nel 2008 sono state 70mila negli Usa le donne che hanno ricevuto una 'sovradiagnosi', pari al 31% del totale dei tumori trovati. Le prime critiche all'analisi sono arrivate dall'American College of Radiology, secondo cui lo studio e' 'profondamente sbagliato', ma in realta' questo non e' il primo studio che mette in dubbio l'efficacia degli screening: “Ma noi non siamo contro gli screening – spiega Bleyer al sito di Nature – vogliamo solo che si tengano in considerazione i rischi che ne derivano”.

Fonte: http://www.ansa.it/
Vedi: http://www.cochrane.dk/screening/mammografia-it.pdf http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa1206809?query=featured_home&&& http://www.doctorj.ch/index.php?option=com_content&view=article&id=19&Itemid=55

Tumori al seno: nuovo studio evidenzia i rischi derivanti dallo screening ultima modifica: 2012-11-30T10:44:57+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)