Un quindicenne sconfiggerà il cancro?


Segnalato da Quantico

di Tommaso Caldarelli

Jack Andraka ha vinto una borsa per un rivoluzionario metodo diagnostico

La diagnosi precoce è di importanza centrale, sopratutto se parliamo di cancro, in alcune forme gravissime come quella al pancreas: per questo la scienza e i malati potrebbero avere da ringraziare moltissimo un quindicenne del Maryland, Jack Andraka, nato nel 1997, che ha vinto una borsa da 75mila dollari messa in palio dalla Intel per la sua straordinaria tecnologia.

RIVOLUZIONE DIAGNOSTICA – Parliamo di un test cartaceo, una striscia diagnostica che, attraverso “minuscoli cambiamenti della conduttività” riesce a individuare virus bersaglio o antigeni ben più velocemente, in maniera più economica e più accurata dei metodi diagnostici attualmente utilizzati. Si tratta di, dice Forbes, “un normale pezzo di carta immerso in una soluzione di nanotubi di carbonio, cilindri con lo spessore di un singolo atomo, rivestiti di uno specifico antigene pensato per legarsi con il virus o con la proteina che si sta cercando. La principale scoperta di Andraka è che ci sono dei cambiamenti davvero sensibili nella conduttività elettrica dei nanotubi quando le distanze fra di essi cambiano. Quando gli antigeni sulla superficie dei nanotubi vengono in contatto con una proteina, essa si lega ai tubi e li separa”.

PRECISIONE ED ECONOMICITA’ – Il test pensato dal ragazzo è sensazionale perché è economico e sicurissimo, in grado di predire il cancro al Pancreas in maniera ben più precisa di tanti altri metodi diagnostici come l’ELISA. Il sensore di Andraka è “168 volte più veloce, 26mila volte meno costoso, 400 volte più sensibile. Può individuare la presenza della proteina ben prima che il cancro diventi invasivo. Il che può salvare le vite di migliaia di vittime di cancro al pancreas ogni anno. Il sensore costa 3 dollari e possono essere effettuati dieci test per ogni stringa, e ogni test richiede 5 minuti”. Ovviamente Andraka è già pieno di contatti in varie multinazionali pronte ad acquistare la sua tecnologia e pubblicherà il tutto sui giornali della American Association for Cancer Research. Il ragazzo, cresciuto in una famiglia stimolante, pensa di avere dalla sua gli ingredienti del successo: “Cercate di essere appassionati di tutto ciò che fate, perché altrimenti non vi metterete il giusto ammontare di impegno”.

Fonte: http://www.giornalettismo.com/archives/677411/un-quindicenne-sconfiggera-il-cancro/


Più dell'85 per cento dei casi di cancro al pancreas ricevono una diagnosi tardiva, quando si ha una probabilità di sopravvivenza inferiore al 2 per cento. Com'è possibile? Jack Andraka ci parla di come ha sviluppato un sistema di diagnosi precoce del cancro pancreatico che è super-economico, efficace e non invasivo, il tutto senza ancora avere 16 anni.

Tradotto in italiano da Alessandra Tadiotto
Revisione di Ilaria Valenti

Un quindicenne sconfiggerà il cancro? ultima modifica: 2013-09-01T19:29:36+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)