Universo Toroidale

Il Giornale Online
© Copyright. Robert Grace. 2003

(I miei commenti in grassetto)

Negli ultimi anni ho cominciato a vedere la prova di un universo toroidale, un possibile doppio toroide. L'immagine dovrebbe essere una rappresentazione di un cosiddetto “buco nero”, ma rappresenta anche un solo polo dell'universo. Questa curva dà solo un accenno che la struttura sferica completa sia davvero un toroide. L'universo dovrebbe essere un doppio universo con due tori sovrapposti nella configurazione del Vesica piscis. Questa eccessiva semplificazione di un doppio universo deve essere intrecciata con una miriade di dinamiche per produrre i toroidi sovrapposti. In altre parole, vi è 1/2 universo mancante dal rilevamento. Queste dinamiche hanno tutte mostrato comportamenti toroidali come vortici, suddivisi in scala cosmica o scala atomica nelle loro dimensioni. Ho cominciato a concludere che dalla più piccola unità atomica di base alla più grande struttura cosmica, tutte hanno radici salde nel toroide. L'ASM, Box Mode, Anu, la piramide di Cheope, la matematica di Iuliano, studi musicali e molti, molti altri soggetti, tutti hanno mostrato il ciclo o doppio ciclo entro e indicante la struttura toroidale. In questa luce vediamo una nuova teoria in via di sviluppo dai teorici di diverse istituzioni che, come vi mostrerò, fanno delle previsioni come se le dinamiche dell'universo stessero avvenendo sul centro e sulla superficie di una struttura toroidale chiamata universo.

Robert Grace

Fonte http://news.nationalgeographic.com/news/2002/04/0425_020425_universe.html
Universo Infinitamente Rigenerante in un Nuovo Modello del Cosmo

Ben Harder per il National Geographic, 25 aprile 2002

Potrebbe essere una filosofia antica dei guru orientali – che il tempo non ha né un inizio né una fine e che l'universo è bloccato in un ciclo perpetuo di formazione e di dissipazione. Ma è l'ultimo modello scientifico del cosmo e proviene dalla cima dei teorici a Princeton, New Jersey e Cambridge, in Inghilterra.

Né inizio o fine? Bloccato in un ciclo perpetuo? Sì, in effetti. Un universo toroidale ha entrambi gli attributi. Il nostro segmento di informazioni universale è fatto saltare fuori dal buco bianco, si espande su tutta la superficie, attraversa l'equatore e si contrae indietro nel buco nero, attraverso il centro alla velocità della luce.
Cos'è stato il “Big Bang? Immaginate la fine del Giorno di Brahma, 311.040 miliardi di anni. Tutta la massa è assorbita dal vorticoso buco nero, in realtà un buco bianco di luce. La “velocità” della massa approccia la velocità della luce e lentamente diventa luce. Questa materia- luce, alla velocità della luce, raggiunge la non-velocità, nessun tempo, nessun spazio … si arresta completamente. Questa è l'eternità di Ora. Siamo ora al non-momento nel vuoto silenzioso poco prima del Big Bang …. di questa compressa informazione-luce. Quando questa informazione/luce attraversa il centro del toroide universale, secondo la Sinergetica di B.Fuller, il Modello Vector Equilibrium, viene spinta verso l'esterno nella bolla toroidale in continua espansione e rotazione, che segue la gola del toroide, finché non viene distorta sulla superficie esterna del toroide.

Questo nuovo modello ciclico dell'universo offre un'alternativa attraente alla teoria prevalente, secondo Paul J. Steinhardt, un fisico teorico all'Università di Princeton. “Predice tutte le caratteristiche del modello standard, utilizzando un minor numero di ingredienti” ha detto. Steinhardt e il suo collega Neil Turok dell'Università di Cambridge, ha proposto il nuovo modello in un rapporto pubblicato il 25 aprile sul sito Web Science Express della rivista Science. Nel modello cosmologico più ampiamente accettato, chiamato modello inflazionario, l'universo è nato in una creazione istantanea di materia ed energia nota come Big Bang. Poiché l'universo si è gonfiato da quell'evento, la materia e l'energia si sono sparse in aggregati. La diffusione potrebbe potenzialmente continuare per sempre.

Inflazione? Questo è esattamente ciò che accade quando l'informazione universale passa attraverso il centro, muovendosi in una direzione. Creazione istantanea della materia? Non è un caso. La diffusione dell'universo “potrebbe potenzialmente continuare per sempre”? Non è un caso. L'Universo Respira dentro e fuori.

“L'idea dell'inflazione è stata enormemente influente”, ha osservato Robert P. Kirshner, un astrofisico presso la Harvard University. “Non abbiamo riscontrato osservazione che dimostri che sia sbagliata.” Ma, ha aggiunto, “ovviamente, non significa che sia giusta.”

L'indizio: chiedi, “Dove nel toroide è avvenuto il Big Bang? Nel centro. Cos'è il Bang? L'informazione. Secondo indizio: qual è l'altra faccia dell'inflazione? Contrazione. L'universo allora, deve avere forma di un toroide sempre in circolo.

Tuttavia, la teoria inflazionaria è sopravvissuta da quando è stata introdotta alla fine del 1970, mentre i cosmologi hanno scartato idee concorrenti una per una.

L'inflazione è solo un piccolo attributo dell'Universo Toroidale.

Nuovo Concorso Teorico

Steinhardt è stato uno dei teorici a definire il modello inflazionario più di 20 anni fa. Eppure lui si scrolla di dosso i suggerimenti che stanno cercando di monopolizzare il mercato cosmologico. “Avere più di una teoria è molto importante per motivare nuovi esperimenti”, ha detto. Anche se è eccitato dalle possibili implicazioni del nuovo modello, Steinhardt ha rifiutato di scommettere se questo o il modello convenzionale sia più rappresentativo della natura dell'universo. “Il modello tradizionale è uscito spettacolarmente bene”, ha detto, aggiungendo che, tuttavia, si è chiesto a lungo se un modello diverso potesse spiegare l'universo altrettanto bene o forse meglio. “Questo è ciò che ci ha spinto in questa avventura”, ha detto. Steinhardt dice che diverse caratteristiche del cosmo possono essere meglio spiegate dal modello ciclico, compresa la geometria dell'universo, la sua uniformità generale e in particolare, l'esistenza di un fenomeno noto come accelerazione.

La geometria del toroide ha una dicotomia dentro/fuori e un'accelerazione (di spazio o espansione) si verifica nel suo centro e sulla sua superficie esterna in continua espansione fino a raggiungere l'equatore, allora (spazio o contrazione) inizia a decelerare. Più lontano è un punto dal centro, non avendo ancora attraversato l'equatore del toroide universale, più sembra accelerare. Ad un certo punto nel futuro, dopo che questo stesso punto attraversa l'equatore, il punto espanso tornerà, ciclicamente, a contrarsi.

Dati raccolti recentemente da stelle esplose, morenti, chiamate supernove, hanno rivelato che l'universo non si sta espandendo solamente, come previsto,

Dal punto di vista della Terra siamo sulla superficie esterna del toroide, ma oltre l'apertura del buco bianco alla superficie esterna. Il buco nero è stato il big bang delle informazioni.

ma il suo tasso di espansione sta accelerando. L' unica forza che potrebbe spiegare tale accelerazione cosmica è una fonte di energia, non visibile o ancora non identificata dagli scienziati, che permea l'intero universo. I fisici hanno soprannominato la misteriosa forza “energia oscura”. La scoperta alcuni anni fa dell'accelerazione e dell'energia oscura sottostante è stata come una sorpresa per gli scienziati, perché il modello standard non ha predetto tali caratteristiche.

L'accelerazione dello spazio non è una forza. Lo spazio si espande a causa della sua particolare posizione sulla superficie del toroide. Nel tempo, il che significa le nostre misurazioni con unità di tempo, lo spazio si contrarrà, perché avrà attraversato l'equatore del toroide universale. Non vi è alcuna cosa come l'energia oscura, come fonte dell'accelerazione universale. Tuttavia, vi è una componente di energia oscura invisibile che non possiamo rilevare. L'espansione dello spazio dovrebbe essere guidata dalla gravità della contrazione, qualunque sia il nome che vogliamo usare. Se la gravità è una compressione dello spazio in tutta la materia, potremmo assegnare antigravità allo spazio che si espande lontano da tutta la materia nel cosmo. Sulla superficie del toroide universale, troveremo aree che espandono lo spazio e aree che contraggono lo spazio. Dovremmo davvero chiamare queste gravità e antigravità? Perché non parliamo di spazio in espansione e contrazione e la facciamo finita con la “costante cosmologica” e la gravità.

Il nuovo modello offre un'alternativa snella. Tratta il Big Bang non come il vero momento della creazione, ma come una transizione tra due cicli in un processo senza fine di rinascita cosmologica.

Una transizione infatti, tra l'apertura e la chiusura del whitehole/blackhole del toroide universale.

Secondo il modello, il Big Bang è seguito da un periodo di espansione lenta e graduale accumulo di energia oscura. Come l'energia oscura diventa dominante, stimola l'accelerazione cosmica. L'epoca attuale è vicino al passaggio tra queste fasi, dice Steinhardt.

Così dice il signor Steinhardt. Che ci mette oltre il buco bianco da qualche parte sulla metà in espansione della superficie toroidale, prima dell'equatore. Ancora una volta, è evidente che non vi è alcuna cosa come la materia oscura. Nessuna forza della materia oscura sta spingendo, diventando dominante, né stimola accelerazione cosmica. L'accelerazione è quello che la superficie del toroide sta facendo, simile alla superficie di un palloncino.

Crunch Cosmico

Come l'espansione accelerata procede nel corso di miliardi di anni, la materia e l'energia stanno gradualmente assottigliandosi attraverso l'universo.

La materia, come le stelle, mai (correzione : espandono non diminuiscono) la loro distanza reciproca mentre ci avviciniamo all'equatore toroidale. Questo è dannoso per qualsiasi teoria di collisione di galassie.

Alla fine, la materia, le radiazioni e anche i buchi neri diventano così tesi che si dissipano in quasi nulla, lasciando dietro di sé un universo enorme che è praticamente vuoto, Steinhardt ha spiegato.

Questa è una descrizione della nostra sezione di universo che è vicina e pronta ad attraversare l'equatore dell'universo.

A questo punto del ciclo, le particelle di materia sono così distanti e si allontanano l'una dall'altra così rapidamente, che non possono interagire efficacemente e sono separate in universi distinti.

Universi distinti, tra cui la nostro sezione di universo.

Steinhardt e Turok chiamano questo stadio simil-vuoto “Big Crunch”. Il vuoto porta l'energia oscura a materializzarsi in materia e radiazione in un altro Big Bang, un nuovo ciclo di espansione.

Questa è una descrizione della nostra sezione di universo che ha appena attraversato l'equatore toroidale e la nostra sezione comincia a contrarsi, verso il buco nero. Nessun vuoto sta provocando la materia oscura a fare qualsiasi cosa. Lo spazio sta semplicemente invertendo le sue caratteristiche intrinseche dopo aver attraversato l'equatore e comincia a contrarsi.

Altri scienziati sono affascinati dal nuovo modello, ma non ne sono ancora conquistati. Kirshner riconosce a Steinhardt e Turok il valore del nuovo modello coerente con ciò che è noto circa l'universo. “Sono stati attenti a spiegare i fatti noti”, ha detto. Il nuovo modello, Kirshner ha detto, “è altamente speculativo, ma non è impensabile.”

Non è stato altamente speculativo, né nuovo, a noi che abbiamo formato questa teoria negli ultimi anni e corroborato l'universo toroidale attraverso altri studi in diverse discipline.

Per testare rigorosamente le due teorie ci vorrà del tempo. Steinhardt ha già alcune idee su come potrebbe essere fatto. Ad esempio, le onde gravitazionali, una caratteristica dell'universo previsto dalla relatività generale, avrebbero preso una forma diversa in questi due modelli. Non ci sarebbero lunghe lunghezza d'onda delle onde gravitazionali in un universo ciclico, ma ci sarebbero in un universo inflazionario.

Ci sarebbe gravità ciclica-implosiva/esplosiva-logaritmica che comunica, ma non viaggia come un'onda, perchè la gravità è solo l'espansione e contrazione del tessuto dello spazio logaritmico sul toroide.

Sono in corso sforzi per misurare e caratterizzare le onde gravitazionali, ma probabilmente ci vorranno almeno diversi anni per raccogliere dati utili. Il satellite Planck programmato per essere lanciato dall'Agenzia Spaziale Europea per il 2008, può aiutare a risolvere la questione, dice Steinhardt.

La cosiddetta “onda gravitazionale” non è la gravità. L'”onda gravitazionale” misurata è un'onda d'urto prodotta da materia esplosa. Per definire questa esplosione e la sua capacità di attraversare un non-mezzo chiamato spazio, dovremo definire quello che viene chiamato il fenomeno Spinwave che riempie il vuoto chiamato spazio-tempo. Il mezzo di riempimento è detto “Anu” http://www.greatdreams.com/grace/126/134anuqa.html Lo Spaziotempo è più simile a non-spazio (Vuoto) e non-tempo (Ora). Lo Spaziotempo non esiste, lo spazio è vuoto e il tempo non esiste nell'universo. All'interno di questo non-mezzo la Spinwave-Anu comunica uno shock chiamato “onde gravitazionali”.

Fonte: http://www.greatdreams.com/grace/126/131toroiduni.html#131.1
Vedi: http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.8955

Universo Toroidale ultima modifica: 2014-03-22T23:01:38+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)