David Wilcock: Intervista su Coast to Coast AM – Umani ET, 2012 e Trasformazione Galattica (del 4-01-09) – Prima Parte

David WilcockGeorge Noory: Stanotte scaveremo nella mente di David Wilcock, che alcuni credono come la reincarnazione di Edgar Cayce. Parleremo con David sulla possibilità di prove a supporto di un universo progettato, di quello che accadrà nel 2012 e dell’apparizione umana di vita aliena sulla Terra. Tutto su Coast to Coast AM.

Notte affascinante per averti su Coast to Coast AM, consulente intuitivo professionale dal 1993, con profonde ricerche in UFOlogia, civiltà antiche, scienza della coscienza e nuovi paradigmi del rapporto energia/materia.

E’ autore della trilogia di lavori scientifici conosciuta come “Convergence”, che fornisce supporto all’idea stia ora avvenendo un cambiamento nella materia, nell’energia e nella coscienza sul pianeta Terra e nel sistema solare. Stanotte – David Wilcock.

Ben tornato amico mio. Come stai?

DW: Vado alla grande. Come vai tu, George?

GN: Bene, bene. Molti hanno richiesto il tuo ritorno nel 2009 il prima possibile, David. Quindi sto acconsentendo al loro desiderio ed eccoti qua.

DW: Penso che non potevo fare prima vero? Questo è il tuo primo show dell’anno.

GN: (ride) Davvero, davvero. Cosa abbiamo di nuovo dall’ultima conferenza in cui ci siamo visti?

DW: Si, corretto. Eravamo al Conscious Life Expo lo scorso anno. Eravamo nel panel sul 2012.

GN: Si.

DW: Da quel momento, la cosa più grande è che ho lavorato su un album intitolato “Wanderer Awakening” (ndt. Risveglio degli Erranti) dove io canto.

GN: (ride) Dai! Mi prendi in giro!

DW: No. Tutto reale.

GN: Sei un bravo cantante?

DW: Veramente, si. La sorpresa è la grande qualità che abbiamo ottenuto.

GN: Me ne fari vedere una parte dopo. Ok?

DW: Si, siamo ancora nella fase dei primi mix, ma diverse persone hanno ascoltato e apprezzato molto. Forse avremo qualcosa di buono la prossima volta, perchè Tom mi dice che faremo ancora uno show in futuro. Forse saremo in grado di far ascoltare qualcosa.

GN: Promettimi che Tom non sarà il cantante di riserva.

DW: (ride)

GN: Puoi promettermelo?

DW: Questo può essere il motivo per cui mi ha riportato on air.

GN: (ride) Ok, David. Abbiamo molto di cui parlare. Le cose cambiano rapidamente su questo pianeta.
Stavamo parlando con Mitch Battros sulla possibilità di Yellowstone. Non è ancora troppo preoccupato, ma vediamo i segni e i sintomi. Più tardi nello show, vorrei parlare con te di Edgar Cayce, perchè la sua vita mi affascina e il fatto che molti credono che tu sia la reincarnazione.

Allora entriamo, in questa vastità di spazio per un momento. Ricevo sempre questo nelle email su di te, le persone alle tue conferenze, le ho viste, sono in soggezione. Richard Hoagland ha parlato di te davanti al pubblico e loro seduti con gli occhi aperti ascoltavano.

DW: Grazie.

GN: Vorrei iniziare, quando parli della vastità dell’universo, cosa ne pensi? Cosa ti passa in mente?

DW: Penso che andiamo verso un periodo storico in cui non potremo più voltare la schiena alla saggezza degli antichi e degli indigeni, il concetto cosmico è che l’Intelligenza non è una funzione della vita umana e delle forme di vita sulla Terra, ma l’Intelligenza è una qualità intrinseca dell’energia, dello spazio e del tempo stesso.
Ogni antica tradizione, incluso il Cristianesimo e tutte le religioni del mondo, essenzialmente tornano a un concetto monoteistico, alla fine. Possono avere un panteismo nel senso che vedono le strutture gerarchiche della vita oltre il livello in cui non siamo.

Penso che tutte le filosofie, finiscono per tornare a questa idea che esiste un solo Creatore e che sia solo un sogno la dualità dell’universo, la separazione, lo spazio e il tempo. Infatti tutto torna ad una singolarità e una sola identità. L’identità è Una Coscienza.
Quindi, da qua entriamo nell’idea che tutto il manifesto, tutto ciò che vediamo attorno a noi, sia veramente parte di questo sogno che abbiamo. Se possiamo ricordare chi siamo veramente, allora penetriamo il velo che ci fa pensare che guardando un’altra persona vediamo un altro. Come ci piace dire, la frase giusta è: “C’è solo uno di noi qua”.

GN: Ora, con i nostri occhi, stiamo guardando nella vastità dello spazio, vediamo cose nella Via Lattea.

DW: Giusto.

GN: Credi che questa galassia sia una copia-carbone dell’universo? Oppure siamo unici qua?

DW: I termini che usi sono un po carenti come specificità. Direi, che il Creatore è olografico e frattale, quindi si, in un certo senso siamo una copia-carbone, lo stesso schema si ripete. Però, abbiamo tutti l’unicità di un particolare fiocco di neve, per la ricchezza in ogni galassia…
In questa concezione cosmica in cui lavoro, ogni galassia ha una personalità e progetta un curriculum per l’evoluzione, inclusa l’esatta natura degli archetipi spirituali in cui passiamo tutti. Ci sono apparentemente sette archetipi del Corpo, sette per la Mente e sette per lo Spirito e uno che lega tutti assieme chiamato “Il Matto” o “Il Cercatore della Verità”.

Queste esperienze che abbiamo, sono scritte nella fabbrica della creazione, semplicemente. E’ come se avrai 22 esperienze, più o meno e l’unico modo in cui passerai nel corso dell’evoluzione e nel destino, ha a che fare col come navigherai in queste 22 esperienze. Molte persone si bloccheranno in una o due e ripeteranno di continuo.
Puoi trovare tutte le 22 esperienze nelle carte dei Tarocchi, i 22 Arcani Maggiori, incluse cose come la Torre della Distruzione, il Diavolo, la Luna, il Sole, il Mago. Tutte queste carte, che le persone hanno visto spesso, rappresentano i maggiori archetipi dell’evoluzione in cui passiamo come anime.

GN: Come sono stati capaci di rappresentarli? Voglio dire, come lo sapevano, i creatori, diciamo, delle carte dei Tarocchi?

DW: Sembra che le carte dei Tarocchi ci riportino a 10-11.000 anni fa, durante il tempo di Atlantide, quando ci è stato parlato di un contatto tra extraterrestri e terrestri del tempo. Questo contatto ha formato il cuore del “materiale segreto” ora controllato gelosamente da gruppi del cosiddetto NWO e dagli Illuminati.
C’è stato un vero contatto che ha portato alla costruzione della Grande Piramide. Quando entri nella storia di Cayce…Chiaramente, Cayce disse che una delle sue vite passate fu quella del sacerdote Ra-Ta di Atlantide, responsabile del contatto con un gruppo extraterrestre per costruire la Piramide.

Quindi, in questo senso, parlando della Sala dei Registri e cosi via…Questo è un altro concetto di Cayce, nel tempo in cui fu Ra-Ta, stava lavorando con questo gruppo extraterrestre chiamato “Ra” ed è il nome che troviamo nelle parole dell’Egitto.
Ci hanno dato molta informazione, molta rimasta nei rituali segreti di certe società, in cui non hai accesso se non ne fai parte. Proteggono il segreto sotto minaccia di morte.

Perchè, sicuramente, abbiamo a che fare col fatto che la Grande Piramide è stata costruita come camera di iniziazione che crea uno stato di ascensione per la persona che vi passa dentro con successo.
Sali la sopra, riposi nel sarcofago e ci sarebbe un guaritore con uno specifico cristallo sintonizzato. Quindi passeresti in questa esperienza in cui affronti le tue ombre, proiettate davanti a te come una specie di creatura demoniaca.

Questa era una esperienza terrificante e di lunga durata, da portare a rischio di morte molte persone, perchè puoi davvero morire di paura davanti a questo aspetto di te stesso.
Però, se passi con successo l’iniziazione, allora esci dalla Piramide con queste abilità avanzate. Quindi divenne una filosofia di Deità, in cui l’uomo diviene dio.
Loro hanno tenuto in gran segreto queste religioni e rituali, perchè non vogliono che la persona media sappia di poter trascendere la vita umana ordinaria e ottenere queste straordinarie capacità.

GN: Perchè non vogliono David? Cos’è importante per loro, tenere le mani su di noi?

DW: Se leggi cosa erano in grado di fare questi esseri ascesi….Secondo il libro di Phylos il Tibetano, intitolato “Dweller on Two Planets”, che secondo le letture di Edgar Cayce era accurato, Phylos il Tibetano è stato canalizzato da un ragazzo analfabeta nei primi del 1800, credo. Descrisse qualcuno che passò con successo in questa iniziazione e divenne un demone.

Ora, immagina questo ragazzo con un intero esercito che vuole abbatterlo. Il suo potere è così vasto che da una collina e migliaia di soldati contro di lui, punta le sue dita contro di loro. Solo muovendo le dita loro cadono morti a terra. Una volta morti i corpi, lui li rianima e si dispongono da soli nel fiume.
Questo è un potere terrificante. Apparentemente le antiche scuole misteriche avevano paura che una persona media guadagnasse questi poteri perchè avrebbe potuto usarli per auto-gratificazione. Quindi si credeva che non ci si potesse fidare. Perchè cosa accadeva se qualcuno passava l’iniziazione? Se grazie alla Piramide avesse raggiunto queste capacità? Quindi nessuno avrebbe potuto contrastarlo?

GN: Ah….ah.

DW: Questa è la logica originaria. Ora, chiaramente, gli esseri extraterrestri che ci hanno dato questa tecnologia, non intendevano farci avere un tale punto di vista negativo. Perchè, se ci pensi da un’altra prospettiva è che se più persone ci fossero passate allo stesso tempo, il positivo avrebbe annullato l’effetto del probabile negativo.
Questo è stato contorto drammaticamente. Ecco altro punto importante. La filosofia iniziale data agli Egiziani ha a che fare col concetto Yin-Yang, della forza positiva e negativa nell’universo e come i due opposti si contrastino per creare evoluzione spirituale.

Ora i nostri illuminati hanno come distorto questa filosofia nell’idea che debbano sperimentare gli estremi dei comportamenti positivi e negativi per ottenere il massimo sviluppo spirituale. Quindi danno enormi quantità di denaro a organizzazioni filantropiche e umanitarie, mentre allo stesso tempo conducono attività estremamente negative.

GN: Devo dire, ti basi sulle cose che vedo ora sul controllo, non mi sorprende che vogliano tenere questi segreti lontani dalle masse. David, non mi sorprende per nulla.

DW: Guardo l’ultimo film di Batman con l’incredibile potere che vedi nelle mani del Jocker.

GN: Si.

DW: Chiaramente, è una storia di fantasia. Lui è un archetipo. Non è una persona reale. Il Jocker è come mille volte Bin Laden, sai?
La paura era che se qualcuno ottenesse questi poteri avendo accesso agli antichi insegnamenti, renderebbe il Jocker uno scherzo a confronto. Quindi capisco la logica.
Il problema è, comunque, che sono stati così protettivi su questi segreti che noi non abbiamo nemmeno il primo stadio della conoscenza che loro hanno. Questo include il fatto ovvio che esiste il cosiddetto “direttorato nascosto” dell’intelligenza extraterrestre che ha lavorato con l’umanità da quando siamo nati sul pianeta, per portare la nostra evoluzione in una direzione che promuova la maggior crescita dell’umanità.

Non credo che tutto ciò che avviene nelle società segrete sia negativo. Ho parlato con diversi di questi testimoni di persona. Ci sono molte brave persone in questi gruppi.
Infatti, un testimone, Hnery Deacon, è una delle persone di maggior livello con cui ho parlato. Non è stato esposto ad alcuna filosofia Luciferiana o degli Illuminati.

GN: Parlaci di Henry Deacon, David.

DW: Henry Deacon è un caso affascinante, perchè….ho saputo inizialmente di lui grazie all’intervista del Project Camelot, ovvero di Bill Ryan e Kerry Cassidy. Hanno una serie di video in internet che potete vedere, ma non sono mai riusciti ad avere lui in video. Aveva troppa paura di parlare in camera.

Allora, quando ho iniziato a leggere la sua testimonianza, stava dando loro alcune informazioni molto avanzate, inclusi pezzi di testimonianza che avevo sentito da questi testimoni, come dal mio contatto, Daniel, che apparentemente ha lavorato al Montauk Project.

Non avevo mai sentito nessuno parlare pubblicamente di questo, sicuramente, allora questo ragazzo mostra tutti questi punti che conoscevo già accuratamente perchè li avevo ascoltati da altri testimoni.
Allora sono serviti due anni prima che potessi parlare con Henry Deacon.
Una delle cose di cui vorrei parlare stanotte e l’ho scritto sul mio sito, è della testimonianza di Deacon su cose come gli Stargates. Dell’idea che esistano almeno 40-45 differenti specie di esseri umani che lui ha incontrato personalmente nel corso del lavoro in progetti compartimentalizzati.

Per me, questo è così affascinante da farmi scoppiare la mente.

GN: Tu credi sia credibile.

DW: Lo credo assolutamente. Infatti, ho parlato con lui al telefono per, non so..credo probabilmente per 60-70 ore al telefono. Durante questo periodo, c’è stato un caso in cui è stato chiamato al telefono da una di queste agenzie delle Black Ops, che gli offriva lavoro. Lui l’ha messo a viva voce!
Ho ascoltato l’intera conversazione e quanto questa persona è stata evasiva. Potresti dire che era vecchia scuola militare per il modo in cui l’ha gestita.

GN: Uh huh.

DW: C’era questa energia da bravi vecchi amici per il modo in cui parlavano. Perchè apparentemente c’è solo un piccolo numero di persone che arrivano ad un livello in cui, una volta che hai lavorato a un certo numero di questi progetti compartimentalizzati, ti lasciano fare praticamente tutto.

Allora sei di grande richiesta, perchè ti porteranno da un progetto all’altro. Loro sanno che possono fidarsi. Loro sanno che non parlerai.
Allora, sai, la quantità di informazione che mi è stata data è piuttosto vasta. Molta più che da ogni altro testimone con cui ho parlato.

GN: Quindi parlavi della tecnologia Stargate? Credi che esista.

DW: Oh, nessun dubbio. Um….devi realizzare che il Philadelphia Experiment è stato reale. Se controlli la storia, è stato scoperto veramente, l’effetto che ha portato al Philadelphia Experiment, scoperto dalla Marina mentre usavano un sistema di saldatura ad alta intensità elettromagnetica per fare navi da guerra.

Apparentemente, esiste un certo punto di livello di energia che quando raggiunta, con ordinaria energia elettromagnetica, crei come una piega nello spazio. Si curva in sè e ottieni una specie di effetto wormhole.

GN: Mm hm.

DW: Quindi degli strumenti sparivano dalla stanza. Poteva apparire una macchia nera nella stanza e tutta la corrente spariva. Quando ripristinata, gli strumenti erano spariti. Quindi finirono per filmare e scoprirono che quando usavano questa quantità di energia per saldare, poteva apparire questo buco nero che risucchiava degli oggetti.

Allora hanno modificato questa tecnologia in bobine che potevano mettere attorno a navi da guerra, che…secondo il Col.Philip Corso, non fu la Eldridge USS. Questa fu una storia di copertura. Fu in realtà una nave chiamata IX-97.
Ecco perchè, quando le persone hanno fatto ricerche nel Philadelphia Experiment e hanno osservato l’equipaggio della Elridge, l’equipaggio disse che non accadde nulla di male. Perchè non era la Elridge.

Però la IX-97 fu la vera nave in cui accadde. Cercavano di scoprire l’invisibilità ottica. Allora, quando hanno attivato il tutto, hanno avuto risultati inattesi in quanto la nave saltò realmente da un luogo ad un altro e tornò. Andò dalla Northridge Air Force….

GN: Cosa che non si aspettavano. David, ne parleremo ancora..

DW: Sicuro.

GN: …quando torneremo su Coast to Coast AM.

David, torniamo un momento ai sistemi stellari, i sistemi Stargate. Questo sarà uno dei nostri programmi più affascinanti, specialmente parlando un po di Henry Deacon e cose che ti ha detto di aver visto. William Henry parlò di antichi sistemi Stargate. Sono differenti dagli odierni?

DW: Assolutamente e totalmente diversi. L’antico sistema Stargate è molto più grezzo e pericoloso da usare. Questo è un soggetto ampio. Parte di queste cose le ho sentite da un altro testimone che chiamo Daniel. Di questo ragazzo ne parlo nel mio video 2012 Enigma, che è stato al primo posto su Google il primo Dicembre. Quini ora è davvero popolare.

GN: Bene per te! Congratulazioni.

DW: Si, Grazie. Daniel…ho parlato molto con lui. E’ stato il primo a dirmi dell’antico sistema Stargate.
Ora, il problema con queste cose è che ogniuna di queste persone ha un pezzo diverso del puzzle e non tutti hanno gli stessi pezzi. Quindi devi prendere un pezzo da uno e un pezzo da altri per mettere assieme. Secondo la testimonianza di Daniel, la conoscenza data…Lui ha lavorato a Montauk che era chiamato….Phoenix Tree il nome tecnico che è stato dato.

GN: Giusto.

DW: Disse che esisteva una antica razza chiamata “Gli Antichi”, un nome poco interessante, ma è così che vennero chiamati.

GN: (ride)

DW: Questa è la stessa razza a cui, sai, si riferisce il programma “Stargate” come “Gli Antichi”. Questi ragazzi vengono sulla Terra prima che ci fossero persone e impostano il gioco. Questo include, apparentemente, grandi città sotterranee e una rete di Stargate che non si trova sulla Terra solo, ma è estesa nella nostra intera galassia. Forse anche in altre.

GN: Ora questi visitatori, andiamo oltre la ricerca sugli Annunaki di Sitchin?

DW: Oh si, si.

GN: Ok.

DW: Intendo, quando inizia a parlare con queste persone che conoscono realmente cosa avviene, trovi molta più informazione di quanta se ne senta in giro.

GN: Ok.

DW: Intendo, stiamo parlando di….Gli Annunaki rappresentano una razza di ET che sono…Secondo il Colonnello, scusate, il Sergente Clifford Stone, esistono 57 specie differenti di umani in una forma o l’altra, che ci hanno visitati.

GN: Una di queste sarebbero gli Annunaki. Giusto?

DW: Si, si. Gli Annunaki sono alti circa 14 piedi. Vestono questa armatura nera e rossastra con una sorta di filigrana dorata. Usano maschere. Non ti lasciano vedere la faccia. Quando hanno un incontro con te, non si siedono. Stanno in piedi, cosa molto intimidante. Sono molto telepatici e possono leggere i tuoi pensieri. Possono farti pensare cose che non vuoi pensare.

Non hanno proprio molto rispetto per gli umani. Ci vedono come una proprietà. Il rapporto che abbiamo con loro, a livello governativo, non è stato favorevole per noi.
Infatti, il problema è che hanno scelto di lavorare con i Tedeschi nel tempo in cui il partito Nazista è andato al potere. Secondo Henry Deacon, l’incontro originario venne impostato sulle Montagne dell’Himalaya. Avvenne in quel posto l’incontro con gli Annunaki. Ci fu una specie di accordo limitato per la condivisione di tecnologia in cambio di assistenza per la produzione di una loro base nell’Antartico e cosi via.
Accadde che, apparentemente, l’accordo cadde. Deacon non è chiaro nei dettagli. Abbiamo però ancora un accordo limitato con gli Annunaki. Ma rimane in qualche modo teso.
Mettiamola in questo modo.

GN: Ok. Torneremo fra poco. Perchè questi sistemi Stargate, qualcosa simile a ciò di cui parla William Henry, sarebbero pericolosi?

DW: Henry Deacon ha descritto un processo in cui passi in un wormhole, molto simile a quello in cui passa Jodie Foster nel film “Contact”.

GN: Ok.

DW: Infatti, l’intera sequenza è basata su ciò che veramente è un antico Stargate. Questi antichi sistemi Stargate non permettono il passaggio di altro oltre che materiale biologico. Ecco altra cosa. Quando esci dall’altra parte, se cerchi di portare qualcosa con te che non sia vivente, si disintegra.

GN: Come la tua astronave, se siedi su qualcosa?

DW: Oh, si, si. Vero. Sai, è divertente perchè secondo la testimonianza di Daniel, ha detto che stavano mandando persone attraverso l’antica rete e quando passavano dall’altra parte, i loro pantaloni cadevano.
GN: (ride)

DW: Perchè l’elastico nei pantaloni era un materiale inorganico abbastanza da non poter passare nel Cancello.

GN: Divertente.

DW: Quindi dovevano dare a questi ragazzi dei lacci di cotone, altrimenti i pantaloni cadevano.

GN: Divertente. (ride)

DW: Quindi l’antico…Una delle cose che dovete capire sul viaggio Stargate è che richiede un certo livello di stabilità spirituale che molti sul pianeta non hanno. Quando Henry Deacon usava la moderna rete di Cancelli….
Prima di tutto, la rete moderna di Cancelli non richiede tempo di viaggio. Non senti l’esperienza del passaggio nel wormhole. Non hai questa esperienza visiva e cinestetica del viaggio attraverso una sorta di altra dimensione. Passi letteralmente dal Punto A al Punto B istantaneamente. Hanno anche fatto in modo di portare del materiale. Non passa solo la vita.

L’antico sistema di Cancelli è stato progettato in modo che non si possa far passare qualcosa che possa danneggiare la vita del pianeta. Praticamente, l’intenzione era quella di creare interazione tra varie civiltà umane in vari pianeti in modo pacifico. Ad un certo livello, “Stargate SG-1” e “Stargate Atlantis” sono servie tv che enfatizzano questo livello, per il quale era inteso il sistema di Cancelli.

Ancora, devono darti una cura per stabilizzare la tua salute e farti usare questo Cancello. Il problema avvenuto a Henry Deacon è che lasciò il suo lavoro improvvisamente e anche le cure. Ora ha qualche complicazione di salute che gli rende impossibile fare un altro lavoro come questo.

GN: Lui ha viaggiato?

DW: Si. Poteva saltare in una base su Marte. Hanno abitazioni esistenti su Marte molto antiche. Ci è stato detto da Henry che ci sono circa 240000 persone su Marte, di cui 10000 sono nate sulla Terra.

GN: Inizio a realizzare perchè le persone alle tue conferenze aprono gli occhi! Perchè questo è affascinante David.

DW: (ride) Il problema è che loro si curano di te. Ti trattano bene quando sei in questi livelli altamente compartimentalizzati delle Black Ops. Nessuno di questi ragazzi vogliono farsi avanti. Siamo quindi molto fortunati che esista Henry Deacon. Onestamente, questi ragazzi trattengono per sè e non vogliono farsi avanti perchè….

Intendo, immagina…Ci sono basi in tutto il mondo e tu ti trovi in una di queste, vai in quella che sembra una normale stanza, la porta si chiude ditero di te e invece di un viaggio nell’ascensore, ti trovi in una base di un pianeta diverso.
Puoi farlo anche verso grandi astronavi costruite in orbita e in alcuni casi, nel profondo spazio. Persino fuori dal sistema solare. Quindi hanno tutta questa tecnologia già esistente. Scoppia la mente quando realizzi quanto poco sappiamo.

GN: In qualche momento, David, alcuni di loro e ne riparleremo durante la nottata, alcuni di loro hanno mai parlato di questa vasta super intelligenza nell’universo? La creazione divina?

DW: Si. Hanno una buona idea che qualcosa stia avvenendo, che ci sia una Fonte Intelligente attraverso il cosmo. Daniel, uno dei miei testimoni, il ragazzo di Montauk….

GN: Ok.

DW: ….stava praticamente descrivendo la ricerca che hanno fatto sul DNA e hanno scoperto che ogni persona ha un DNA con una specifica firma energetica. Sono stati in grado di creare un dispositivo che permette di rilevare queste firme di energia ad un preciso livello.

Quello che li ha sconvolti, al punto da essere terrificati, è che quando hanno puntato questo dispositivo nello spazio, hanno trovato le armoniche del DNA ovunque. Intendo ovunque. Non avevano idea al tempo che l’universo fosse così legato alla vita.

Da lì hanno scoperto che praticamente, la vita si formerà ovunque è possibile. Ovunque puoi avere atomi e molecole, formeranno piccole creature. Se queste piccole creature trovano acqua e un po di luce solare e atmosfera di protezione, iniziano a crescere e possono divenire piante, animali, insetti, uccelli, tutto fino alla vita umana.

GN: Stavo per dire…Possiamo assumere che ovunque ci sia vita su altri pianeti, per quanto la fuori sia vasto, la vita sia in qualche modo simile a quella su questo pianeta?

DW: Ecco il segreto più grande e l’argomento principale che voglio raggiungere in questo show, rompere questa fortezza che abbiamo, intellettualmente e creativamente, attorno all’idea che i cosiddetti “alieni”, parola che non uso il più delle volte, siano malevoli, creature spaventose. Infatti possiamo vedere…..

Ora, non dimenticate. Ero alla conferenza del Disclosure Project diretta dal Dr. Steven Greer al National Press Club del 10 Maggio 2001. Ora, tutti si sono fatti avanti il 9 Maggio 2001. Ecco il video che potete vedere su Disclosureproject.org e siti relativi.

C’è stato un altro evento chiamato “Closed Executive Summary Briefing for VIPs and Members of Congress”. Questo è del 10 Maggio 2001. Sono stato allo show di Art per la prima volta. Questo prima che tu fossi qua George.

GN: Ok.

DW: In questo show sono stato chiamato come VIP e ho donato 150$ alla compagnia. Basandomi su queste due cose, sono stato in grado di partecipare a questo briefing. Il Sgt. Clifford Stone ha parlato. Devo dire che le cose che ha detto in questa occasione sono state molto più interessanti e provocative di quelle che ha detto il giorno prima e che potete sentire su Youtube.

GN: Ha parlato del fatto che gli ET sono molto simili agli umani.

DW: Si, esatto. Ha detto che esistono 57 varietà diverse. Loro li hanno definiti Heinz 57.

GN: (ride) Tu non lo sai. Ecco forse da dove ganno preso il nome.

DW: (ride)

GN: Intendo la Heinz Company.

DW: Dillo ancora?

GN: Forse la Heinz Company…

DW: (ride) Si. Non si può sapere. Quello che però sappiamo è che….Voglio dire, quando il Sgt.Stone ha testimoniato, si è rotto letteralmente nel pianto nel descrivere di essersi trovati vicino ad una nave extraterrestre vedendo un ET in stato danneggiato.

Si è lasciato andare completamente. Ha dovuto uscire per un minuto. Stava piangendo. Quindi è tornato, si è ricomposto e per il resto del discorso aveva le lacrime negli occhi. Questa non era recitazione. Intendo, non c’era ragione per farlo se non per il fatto che stesse ricordando.

GN: Perchè piangeva? Perchè era sconvolto?

DW: Si. C’è qualcosa che queste persone sanno davvero. Il resto di noi, stiamo seduti nel cyber spazio a speculare…

GN: Speculare. Si.

DW: …sulla genuinità o meno di queste cose. Ancora, abbiamo persone qua che sono arrivate vicine a dischi caduti e hanno visto negli occhi alieni morenti. Intendo dire, non potete immaginare minimamente come sia. A quel punto non c’è più dubbio che non siamo soli nel cosmo.
Nel corso del lavoro del Sgt.Clifford Stone, gli è stato dato un documento con precise descrizioni delle 57 varietà di ET in modo che arrivando vicino ad un mezzo alieno distrutto avrebbe saputo di cosa si trattasse e di quali caratteristiche avessero.

GN: Ora quando parli di 57 varietà…

DW: Ok.

GN: Cosa includi, per esempio?

DW: La differenza tra Clifford Stone ed Henry Deacon è che il Sgt.Stone ha letto di questi ragazzi nei libri e ha avuto limitate interazioni con alcuni di loro. Henry Deacon, nel corso delle sue attività in questa base di Marte col sistema jump-room, questa tecnologia Stargate, stava lavorando con loro, era seduto con loro nella stessa stanza e aveva incontri in merito a vari progetti che loro sviluppavano assieme ai ragazzi delle Black Ops.

Quello che sappiamo da Henry Deacon è davvero l’informazione più sostanziale. Sappiamo della scala di altezze che va da un piede e mezzo. Non parlo di un piedi e mezzo nel senso di una piccola persona che vediamo sulla Terra. Parliamo di un corpo umano proporzionato come il nostro ma alto un piede e mezzo. Arriviamo poi a 15 piedi.

Ogni tipo di colore di pelle che potete immaginare è stato visto. Infatti, il Sgt.Stone si riferisce a un gruppo chiamato Arancione. Ci sono altre testimonianze in merito.
Parliamo di…Alpha Centauri, la stella più vicina a noi, un sistema a tre stelle, con due diverse civilizzazioni umane sui pianeti attorno ad esso, secondo Henry Deacon. C’è un pianeta deserto, con persone alte circa 5 piedi che sembrano i nostri popoli Meso-Americani, come i Latini.

GN: Ok.

DW: Però, ci sono altri due pianeti con vegetazione più tropicale. So anche che, nonostante sia incredibile, queste persone eseguando la fotosintesi tramite la pelle e quindi hanno una verde scura.

GN: Come le piante quindi.

DW: Si. Sembrano una sorta di ibrido umano/vegetale. Loro…apparentemente, incontri solo donne di questo pianeta, lui non ha mai incontrato un singolo uomo da questo pianeta.
Le donne sonno estremamente belle. Sembrano come le donne Greche o Mediterranee sulla Terra. Hanno lunghi capelli neri, occhi penetranti e scuri e sembrano supermodelle della Terra. Stessa altezza e proporzioni.

Altra cosa su queste persone è che sono quasi tutte telepatiche. Possono usare la bocca per parlare, ma molti di loro non lo fanno. Sono piuttosto versatili in una varietà di linguaggi, ma usano la telepatia primariamente come mezzo di comunicazione.

Intendo dire, so molto di questo, puoi chiedermi tutto. C’è molto da sapere.

GN: Ora, cosa dici degli alieni Grigi, di cui sentiamo tanto?

DW: Beh loro…

GN: Sono robot, come sospetto?

DW: Si. Ci sono varie testimonianze che sono credibili, che parlano di forme di vita programmabili o PLFs. Apparentemente, secondo il Dr.Steven Greer nel suo libro “Hidden Truth Forbidden Knowledge”, da diversi testimoni credibili, dice che i nostri ragazzi delle Black Ops hanno ottenuto tecnologie per costruire le PLFs.

Diciamo che possiamo creare una forma di vita con coscienza limitata, ma non è un essere in pieno diritto. E’ come un robot programmabile.
Alcuni Grigi entrano in questa categoria. Guardando la fisiologia di un Grigio, sembra di guardare ad un neonato, in stadio fetale di forma umana, che poi diviene adulto ma con le proporzioni di un feto.

Ecco perchè abbiamo questo corpo sottile con grande testa. Questa testa chiaramente non può passare dal canale umano. Quindi sono esseri che vengono allevati. Non nascono naturalmente.
Altra cosa che le persone non realizzano è che gli occhi di questi esseri, la ragione per cui sono scuri è che hanno delle lenti sugli occhi. Se levi le lenti avete una sembianza più umana. Loro hanno una grave congiuntivite per come potremmo dire noi. La parte bianca degli occhi è totalmente color sangue.

GN: Ok. Perchè le lenti? A cosa servono?

DW: Prima di tutto, proteggono gli occhi che sono molto sensibili alla luce. Apparentemente sono di una tecnologia super avanzata che permette come un sistema di realtà virtuale interattivo..

GN: Hmmm.

DW: …Questo funziona con vari dispositivi manuali. Quindi hai una sorta di display sulla testa. Quindi metti queste lenti a contatto. Allora ottieni una protezione dai raggi ultravioletti, protegge la sensibilità dei tuoi occhi e agisce come interfaccia.

GN: Il sito è ancora divinecosmos.com?

DW: Corretto.

GN: David, quando torniamo, parleremo di queste 57 varietà di…possiamo chiamarle di umani, creature umane, nell’universo.

DW: Henry li chiama popoli.

GN: Ok. Parleremo di loro e in cosa credono, in termini di Creatore Divino. Torneremo.

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org
divinecosmos.com

David Wilcock: Intervista su Coast to Coast AM – Umani ET, 2012 e Trasformazione Galattica (del 4-01-09) – Prima Parte ultima modifica: 2009-02-06T23:00:00+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)