CHIME-computers-inaf


Un supercomputer a due stadi aiuta Chime a rilevare Frb. Sulla sinistra c’è l’F-Engine, che digitalizza ogni segnale radio 800 milioni di volte al secondo, elaborando i dati in arrivo alla velocità di 13 Terabit al secondo. Sulla destra c’è l’X-Engine che riceve i dati digitali dall’F-Engine e li processa, creando “matrici di correlazione” ogni pochi secondi, che vengono quindi trasformate in mappe del cielo. Crediti: Chime

CHIME-computers-inaf ultima modifica: 2019-09-10T19:12:08+01:00 da Richard