Tag: Nazca

Riemergono nuovi geoglifi di Nazca
Articolo

Riemergono nuovi geoglifi di Nazca

Avvistati nella valle di El Igenio, dal pilota e ricercatore Eduardo Herrán Gómez de la Torre, durante un volo d’ispezione della zona dell’altopiano desertico.
I forti venti, che hanno raggiunto velocità fino a 60 miglia all’ora e tempeste di sabbia, che si sono verificati la scorsa settimana nella regione di Ica, sarebbero a detta degli

Russia, un geoglifo più antico delle Linee di Nazca
Articolo

Russia, un geoglifo più antico delle Linee di Nazca

Un enorme geoglifo, disegno di animale, realizzato con delle pietre bianche e visibile solo dall’alto.
No, non stiamo parlando delle famose “Linee di Nazca”, uno dei misteri archeologici tuttora insoluti, ma di un altrettanto enigmatico geoglifo scoperto in Russia alcuni anni fa grazie a Google Earth, per il quale ora viene proposta una datazione che

Nazca, i misteri delle linee
Articolo

Nazca, i misteri delle linee

“Erano cammini sacri” In Perù quasi 2000 anni fa gli indigeni tracciarono strade a forma d’animali. E le teorie sugli extraterrestri… ROMA – È il mistero più dibattuto della civiltà precolombiana: le linee di Nazca, nel Perù meridionale, si estendono per 400 chilometri quadrati. Ma per ammirarle bisogna salire su un piccolo aereo o su una mongolfiera.

Sulle linee di Nazca
Articolo

Sulle linee di Nazca

Prima di Cristoforo Colombo, prima ancora degli Incas, gli abitanti della regione di Nazca, a sud del Perù, tracciavano strane linee sul suolo della pampa: questi disegni sono la testimonianza di conoscenze geometriche ed astronomiche tanto più inspiegabili in quanto le figure sono visibili solo dal cielo. Gli indigeni chiamano Nazca “il deserto che parla”, ed

Linee di Nazca
Articolo

Linee di Nazca

Nel Perù meridionale, nell’altopiano di Nazca, si cela uno degli enigmi più affascinanti dell’archeologia. Realizzati asportando dal suolo lo strato superficiale di ciottoli vulcanici neri, i geroglifici peruviani possono essere definiti la più grande opera grafica del pianeta.
Nel 1927 un pilota dell’aviazione peruviana sorvolando la regione meridionale scoprì che per chilometri si stendevano linee