La precessione degli equinozi sulla Terra piatta

La precessione della Terra era storicamente chiamata precessione degli equinozi. L’equinozio è il momento in cui il sole si trova esattamente sull’equatore. Già in antichità si era osservato che gli equinozi si spostano verso ovest lungo l’eclittica rispetto alle stelle fisse. Si muovono cioè nella direzione opposta al movimento del sole. A Ipparco è attribuita la scoperta della precessione. Le osservazioni astronomiche, attribuite a lui da Tolomeo, risalgono dal 147 a.C. al 127 a.C.

Su un globo, la precessione è un movimento oscillante dell’asse della terra. La Terra viene infatti descritta come una trottola che ruota attorno al proprio asse. Una trottola aggiunge al moto di rotazione una oscillazione dell’asse avente moto retrogrado. La stessa cosa succederebbe alla Terra.

Questo fenomeno è considerato prova del fatto che la Terra è in movimento e spesso si attribuisce al modello della Terra piatta l’incapacità di tenere conto di questo fenomeno. Si verifica però, che una volta compresa appieno la natura del fenomeno, esso è facilmente descrivibile sulla Terra piatta, con una meccanica più semplice rispetto a quella del globo.

Per affrontare il problema, su una Terra piatta, si deve prima considerare la velocità del sole. Questa può essere descritta sulla base della lunghezza dell’anno: 365.2564… giorni. Gli ebrei e i babilonesi consideravano l’anno composto da 360 giorni. Rimaneva quindi una parte di una settimana, per coprire i giorni rimanenti. Questo è il motivo per cui un cerchio è considerato costituito da 360 °. L’anno astronomico è in effetti rappresentato come un cerchio.

Anche la precessione è un cerchio temporale, ma molto più lungo di un anno. Abbiamo già visto che il periodo dell’anno può essere descritto con i frattali . Si legga l’articolo “Il tempo frattale sulla Terra piatta“. Per quanto abbiamo visto l’anno siderale Y può essere espresso da questa serie frattale:

precessione

dove cub è il cubito ebraico e vale 44,4 cm e ϕ è il numero aureo.

Qui abbiamo la durata dell’anno, ma non dovremmo perdere di vista la durata della rotazione del firmamento. Il sole perde circa un grado ogni giorno rispetto alle stelle, che ruotano più velocemente. Il firmamento ruota infatti un giro completo in circa 23 ore 56 minuti. Dunque il sole percorre un segno zodiacale in circa 30 giorni e un giro completo di zodiaco in poco più di 360 giorni.

Esiste però un ulteriore piccolo ritardo da aggiungere al sole. Questo piccolissimo ritardo misurabile sulla Terra piatta si chiama precessione. Gli astronomi affermano che la precessione dura 50”,25 all’anno, che rappresenta il ritardo del sole in relazione al firmamento. Questa è la precessione per un anno. Dovendo calcolare il tempo necessario al sole per percorrere un grado esatto di precessione, si deve calcolare così:

50.25”=0.0139°

1/0.0139=71,6… anni.

Ancora una volta dobbiamo essere coscienti del fatto che si tratta di un numero irrazionale che andrebbe descritto con la nostra matematica frattale. Molti autori considerano il corpo principale della descrizione frattale della precessione di 72 anni per grado che porta a un ciclo di precessione totale di 25920 anni (72×360 ° = 25920).

Potrebbe essere, forse. Ma lasciatemi dire che potremmo metterla in modo leggermente diverso. La prima considerazione che voglio fare è che 25920 non è un multiplo di 111 o 666 o 6660 e questo risultato sembrerebbe un po ‘strano, poiché la precessione è un fenomeno strettamente legato al sole. Ricordiamo, inoltre, che stiamo cercando il frattale più grande e non un risultato accurato al 100%. Quella precisione non è la realtà che stiamo cercando, come conseguenza del fatto che i fenomeni devono essere colti e descritti in modo globale.

Per ottenere una visione più approfondita, devo considerare altri aspetti. Visto che abbiamo introdotto l’articolo parlando della trottola e del suo movimento retrogrado di precessione, si deve notare che in realtà si aggiungono, al moto della trottola, anche delle piccole oscillazioni aggiuntive dell’asse dette nutazioni. Nella teoria globulare le nutazioni sarebbero dovute all’influenza gravitazionale della luna sul moto precessionale dell’asse terrestre.

precessione Considero che in un ciclo di precessione sia necessario un numero intero di nutazioni affinché il cerchio di precessione si chiuda. Ma aspettate un momento; se la Terra non si muove affatto, mi chiedo quale potrebbe essere la causa delle nutazioni. Studiando un po ‘di astronomia, ci si imbatte in una coincidenza piuttosto sorprendente. La cosiddetta nutazione terrestre ha la stessa durata del movimento retrogrado dei nodi della luna: 18 anni circa o poco più.

I nodi rappresentano l’intersezione della traiettoria della luna con l’eclittica, la traiettoria del sole. Questi due punti si muovono continuamente sull’eclittica con moto retrogrado e, secondo gli astronomi, l’intero ciclo richiede 18,75 anni. Questo movimento produce un cambiamento nell’inclinazione della traiettoria della luna. In una descrizione frattale dell’universo, sappiamo che ogni anno dura 360 giorni. Si consideri anche questo fatto: 6660 giorni / 360 giorni all’anno = 18,5 anni. Una nutazione dura, quindi, 6660 giorni più frattali nella nostra descrizione che ormai cominciate a capire.

Probabilmente avete visto che, nella formula che esprime l’anno con i frattali, è incluso il numero 1440,  essendo 144 un numero di Fibonacci. 1440 è, inoltre, la cifra che esprime il numero dei minuti nel giorno: 60×24 = 1440. Possiamo così scrivere: 1440×18,5 = 26640 anni, questo è il ciclo della precessione: un enorme cerchio temporale in cui una nutazione rappresenta un minuto, e un’ora vale 26640/24=1110 anni.

Inoltre, si potrebbe scrivere: 26640/6660 = 4; 26640/12 = 2220 anni che è la durata della precessione per una costellazione zodiacale;

26640/360 = 74 anni per un grado di precessione e non i 72 inizialmente ipotizzati. Ecco che abbiamo ottenuto una buona descrizione matematica, che interseca bene i numeri del sole e la durata di 18,5 anni del moto retrogrado dei nodi lunari. Nell’immagine che segue si può vedere una rappresentazione di questi nodi nell’intendimento della Terra globulare.

precessione

Abbiamo così ottenuto il seguente risultato: il movimento della precessione ha bisogno di 74 anni per coprire lo spazio di un grado e, probabilmente, non solo 72.

Ricordiamo la descrizione frattale dell’universo, sempre un grande frattale e qualcosa di più. Non è mai possibile raggiungere una descrizione definitiva.

Quindi, per eseguire un ciclo completo di precessione a 360 °, sono necessari 26640 anni. Questa è l’intera precessione, il corpo principale esclude i frattali più piccoli. È interessante il fatto che il numero di giorni che compongono 74 anni, considerando un anno formato da 360 giorni, è 26640.


La precessione degli equinozi sulla Terra piatta 1Michele Vassallo è un ingegnere meccanico. Nel 2015, quando scoprì il movimento emergente degli American Flat Earthers, si sentì stupito e affascinato. Presto si rese conto che la Terra non poteva essere un globo. Nonostante il fatto che gli argomenti venuti alla ribalta fossero e siano ancora incompleti e contengano molti errori, il concetto generale di una terra piatta sembra assolutamente degno di indagine.

Tra le sue migliori scoperte c’è la reintroduzione dell’etere nella fisica della terra piatta e una nuova visione della natura della luce.

E’ coautore del libro “The real measures of the (flat) Earth” edito da Aracne editore e del blog “rifugiatidipella.com“. Dal 2019 produce materiale video inerente la Terra piatta sul suo canale Youtube “earthmeasured”.